Qualificazione Olimpica: Italia che paura ! ma l'Australia è domata
© Fivb
Nazionali volley
0

Qualificazione Olimpica: Italia che paura ! ma l'Australia è domata

Vittoria in rimonta degli azzurri che sotto 2-1 reagiscono, anche grazie ai cambi di Blengini e battono gli aussie al quinto 3-2 (21-25; 25-19; 24-26; 25-17; 15-13). Ma è solo il passo di avvicinamento, per andare a Tokyo domani bisogna battere la Serbia

BARI- E' stata una sofferenza per tutti, per chi era in campo, per i 4100 sugli spalti del PalaFlorio e anche per il pubblico da casa. L'Italia ha dovuto tirare fuori il cuore e ogni piccola energia a disposizione per battere un'irriducibile Australia che per lunghi tratti ha messo in difficoltà gli azzurri portandosi in vantaggio per due set a uno. Alla fine è stato decisivo Blengini che ha operato diversi cambi, ha avuto il coraggio di togliere dal campo capitan Zaytsev per inserire un incontenibile Nelli, mossa che si è rivelata vincente. L'Italia ha vinto al tie break per 3-2 (21-25, 25-19, 24-26, 25-17, 15-13) l’Australia, dopo oltre ore di gioco, tirando un grosso sospiro di sollievo. Ma per andare a Tokyo non basta. Domani (ore 21.15 diretta su Rai 2) bisognerà battere la Serbia, che ora guida la Pool C con due vittorie da tre punti.

Ma ora godiamoci il successo, che è arrivato nonostante che questa sera Giannelli e compagni non si siano espressi al meglio. Dopo aver ceduto il primo set è arrivata la reazione azzurra  nella seconda frazione, gestita con autorità. Nel terzo l’Italia ha sofferto e inseguito a lungo i gialloverdi, riuscendo a cancellare anche due palle set agli avversari, prima di dover cedere (24-26). Il quarto set ha cambiato nuovamente copione, i ragazzi di Blengini sono tornati padroni del campo e hanno prolungato la gara al quinto. Il tie-break ha rispecchiato l’andamento del match, l’equilibrio è durato sino alle fasi finali, quando la formazione tricolore ha piazzato la zampata decisiva, facendo esplodere di gioia un infuocato PalaFlorio.

Domani è in programma la grande sfida tra Italia e Serbia: fischio d’inizio alle ore 21.15 con diretta su RaiDue. La Serbia, vittoriosa oggi 3-0 sul Camerun, guida il girone con 2 successi e 6 punti.

LA CRONACA  DEL MATCH-

Come formazione iniziale il ct azzurro ha confermato: Giannelli in palleggio, Zaytsev opposto, schiacciatori Juantorena e Lanza, centrali Russo e Piano, libero Colaci.  
In avvio di gara è stata l’Italia ad allungare (8-5), l’Australia ha prontamente replicato (10-9) e da lì in poi è iniziato un confronto serrato (11-11). Gli azzurri hanno commesso diverse imprecisioni, ma prima grazie a Piano, e poi Juantorena, sono rimasti attaccati agli avversari (18-18). A rompere l’equilibrio è stato il turno in servizio di Williams, capace di mandare in crisi la ricezione italiana (19-22). La nazionale tricolore ha tentato di reagire, però sul (21-23) una decisione arbitrale molto contestata (non rilevato il tocco in difesa di un giocatore australiano) ha spento le speranze dei ragazzi di Blengini (21-25).      
Al rientro in campo l’Italia ha provato a lasciarsi alle spalle il set precedente e si è portata avanti (5-2). L’Australia non ha comunque permesso agli azzurri di scappare (5-4) e Blengini s’è giocato la carta Anzani per Russo (6-6). Il cambio ha dato i suoi frutti, il muro tricolore (4 firmati da Matteo Piano) ha messo la museruola agli attaccanti avversari e l’Italia è tornata al comando (11-7). Ancora una volta gli australiani non si sono arresi e hanno dato vita a un lungo inseguimento (15-13). Simone Giannelli in un paio di occasioni ha mostrato tutta la sua classe, permettendo ai compagni di conservare un buon margine (19-15). I ragazzi di Blengini sono stati caparbi nel resistere ai tentativi rimonta degli avversari (20-17) e nel finale a chiudere i conti c’ha pensato Ivan Zaytsev (25-19).        
Nella terza frazione Antonov ha preso immediatamente il posto di Lanza e sino all’8-7 le squadre sono rimaste a contatto. Gli azzurri hanno accusato un passaggio a vuoto, ben sfruttato dagli australiani (12-14). Le fasi successive hanno visto l’Italia soffrire, mentre gli ospiti hanno continuato a spingere in battuta (15-19). Con cuore e carattere i ragazzi di Blengini, trascinati da Piano e Juantorena, hanno riportato le cose in parità (21-21). Il servizio di Williams, tuttavia ha consentito agli australiani di involarsi sul (22-24). Una battuta sbagliata dagli avversari e una grande azione degli azzurri hanno riaperto i giochi (24-24), prima del break decisivo firmato dalla nazionale gialloverde (24-26).

Nel quarto parziale l’Australia ha provato a sfruttare il momento favorevole, mentre l’Italia è scivolata indietro (3-6). Con il passare del gioco gli azzurri sono cresciuti e, complice l’ingresso di Gabriele Nelli, hanno sorpassato gli avversari (16-13). Giannelli con lucidità e freddezza ha tenuto in mano il pallino del gioco agli australiani non è restato che arrendersi (25-17).

Nel tie-break, Nelli confermato in campo, gli azzurri e i gialloverdi hanno dato vita a un prolungato botta e risposta (8-8). Dopo due ore di gioco entrambe le squadre hanno prodotto il massimo sforzo e alla fine, grazie anche a un PalaFlorio incandescente, Juantorena e compagni si sono involati verso la vittoria (15-13).

I PROTAGONISTI-

Gabriele Nelli (Italia)- « Cerco di dare sempre il massimo, stasera un po’ meno al servizio, ma l’importante è il risultato. Questo palazzetto ci ha dato una spinta in più, domani ci aspettiamo un pubblico ancora più carico, ce la metteremo tutta per portare a casa il risultato perché in palio c’è un grande sogno. Con la Serbia abbiamo brutti ricordi, domani però un’altra battaglia, entreremo in campo con la testa tranquilla e daremo il massimo  ».

Osmany Juantorena (Italia)- « Siamo riusciti a portarla a casa, ci aspettavamo una partita dura, siamo stati bravi, questa sera abbiamo mostrato una grande forza di gruppo, tutti hanno contribuito a questa vittoria, complimenti a noi. Adesso azzeriamo tutto e andiamo a riposare, perché quella contro la Serbia sarà una battaglia ».

Simone Anzani (Italia)- « Non abbiamo ancora fatto niente, non siamo ancora qualificati, quindi per ora il bicchiere è mezzo pieno certo, ma ci manca ancora un ultimo sforzo. Ora recuperiamo le energie e da domani mattina penseremo alla Serbia. Questa sera nelle difficoltà è venuta fuori la forza e l’energia del collettivo ».

IL TABELLINO-

ITALIA - AUSTRALIA 3-2 (21-25, 25-19, 24-26, 25-17, 13-15)

ITALIA: Giannelli 9, Russo 1, Juantorena 22, Zaytsev 14, Piano 11, Lanza 4. Libero: Colaci. Nelli 7, Pesaresi, Anzani 4, Antonov 5, Sbertoli. N.e: Lavia, Balaso (L). All. Blengini.  

AUSTRALIA: Dosanjh 2, O'dea 8, Walker 11, Smith 15, Williams 27, Weir 7. Libero: Perry. Passier (L), Staples, Sanderson, Graham, Stockton, Colotti. N.e: Carroll. All. Lebedew

ARBITRI: Nasr (Egi) e Wojciech (Pol).

Spettatori: 4100. Durata Set: 29’, 31’, 34’, 29’, 19’.   

Italia: 3 a, 22 bs, 18 m, 30 et.

Australia: 6 a, 23 bs, 5 m, 33 et.       

RISULTATI, CALENDARIO E CLASSIFICA - POOL C (Bari)-

9/8 Australia-Serbia 1-3 (28-26, 19-25, 19-25, 30-32); Italia-Camerun? 3-0 (25-18, 25-18, 25-16).

 

10/8 Serbia-Camerun 3-0 (25-22, 25-19, 25-13); Italia-Australia 3-2 (21-25, 25-19, 24-26, 25-17, 15-13).

11/8 ore 18: Camerun-Australia diretta (Differita Rai Sport+HD, ore 23,30); ore 21.15: Italia-Serbia (Diretta Rai 2)

CLASSIFICA: Serbia 2V 6p, Italia 2V 5p, Australia 0V 1p, Camerun 0V 0p.

I RISULTATI DELLE ALTRE POOL-

Pool A (Varna): Brasile, Egitto, Bulgaria, Porto Rico

9/8: Brasile-Porto Rico 3-0, Egitto-Bulgaria 1-3.

10/8: Brasile-Egitto 3-0, Bulgaria-Porto Rico 3-0

11/8: Egitto-Porto Rico, Bulgaria-Brasile?

Pool B (Rotterdam): USA, Belgio, Olanda, Corea del Sud

9/8: Olanda-Corea del Sud 3-2, USA-Belgio 3-1.

10/8: Belgio-Olanda 0-3, USA-Corea del Sud 3-0.

11/8: Olanda-USA, Corea del Sud-Belgio?

Pool D (Gdansk): Polonia, Francia, Slovenia, Tunisia

9/8: Polonia-Tunisia 3-0, Francia-Slovenia 3-0.

10/8: Polonia-Francia 3-0, Tunisia-Slovenia 3-0.

11/8: Francia-Tunisia, Polonia-Slovenia

Pool E (San Pietroburgo): Russia, Iran, Cuba, Messico

9/8: Iran-Cuba 3-2, Russia-Messico 3-0.

10/8: Iran-Messico 3-0, Russia-Cuba 3-0.

11/8: Cuba-Messico, Russia-Iran

Pool F (Ningbo): Canada, Argentina, Finlandia, Cina

9/8: Cina-Finlandia 3-1, Canada-Argentina 1-3.

10/8: Finlandia-Argentina 1-3, Cina-Canada 2-3.

11/8: Canada-Finlandia, Cina-Argentina

 

Tutte le notizie di Nazionali volley

Per approfondire

Caricamento...
Caricamento...
Caricamento...