Corriere dello Sport

Europei Maschili: l'Italia non regge botta, Francia in semifinale
© Cev
Nazionali volley
0

Europei Maschili: l'Italia non regge botta, Francia in semifinale

Nel match dei quarti gli azzurri giocano alla pari dei transalpini soltanto nel secondo set, buttandolo alle ortiche, per il resto dominio assoluto della formazione di Tillie che si impone 3-0 (25-16; 27-25; 25-14)

NANTES (FRANCIA)- Un Italia incerottata e forse poco convinta delle proprie si arrende in tre set ad una Francia 3-0 (25-16; 27-25; 25-14) galvanizzata dal proprio pubblico e protagonista di una prestazione davvero impeccabile. Usciamo così dall’Europeo nel quale forse avremmo potuto fare onestamente qualcosa in più. Resta il grande, grandissimo rammarico per il secondo parziale gettato letteralmente alle ortiche, dopo aver rimontato cinque punti e sprecato tre set point. La squadra di Tillie, è giusto dirlo, si è dimostrata più forte, più squadra, migliore, almeno stasera,in tutti i fondamentali. Si chiude la stagione azzurra che ha portato comunque la qualificazione per Tokyo, non è poco,, ma certo in questa rassegna continentale speravamo di andare più avanti. La Francia va avanti con merito ed ora se la vedrà con la Serbia che ha sofferto, e non poco, per battere l'Ucraina. Per noi appuntamento all’anno prossimo.

LA CRONACA DEL MATCH-

L’Italia parte con il sestetto iniziale del match con la Turchia: Giannelli in regia, Zaytsev opposto, Anzani e Piano al centro, Juantorena (pur debilitato e in campo con un paio di infiltrazioni)  e Antonov (anche lui colpito dal virus gastrointestinale) martelli, Colaci libero.

Tillie che ha scelto Toniutti palleggiatore, Boyer opposto, Ngapeth e Tillie schiacciatori, Le Goff e Le Roux i centrali con Grebennikov libero.

Le prime schermaglie sono all’insegna dell’equilibrio (3-3). La Francia tenta la prima fuga con due muri e una conclusione di Le Roux dal centro (7-4). Gli azzurri però sono li e non mollano pur con qualche sbavatura in attacco. Ci manca qualcosa, la Francia difende meglio di noi e contrattacca con efficacia (14-9). Non reagiamo, prendiamo  un muro di Le Roux (16-10). Lavia prende il posto di Antonov ma cambia poco, gli uomini di Tillie, trascinati dal pubblico non sbagliano nulla. Il nostro muro non tiene prendono il volo (18-10). Tre ace consecutivi di Boyer ed il set è in ghiaccio per i francesi (22-13). La chiude con un muro Brizard, secondo palleggiatore transalpino. Il parziale è pesante (25-16).

Bisogna ricompattarsi e ripartire. Blengini ha coraggio, inserisce Nelli da opposto spostando Zaytsev in posto 4, una scelta che paga. L’approccio nel secondo parziale è positivo, si procede punto a punto (6-6) ma la Francia è osso duro da rodere. Ngapeth e compagni prendono slancio (9-6) e non riusciamo a tenere il loro ritmo. I transalpini, organizzati da Toniutti, sono efficacissimi in attacco, i nostri bomber non carburano. Un ace di Ngapeth ci porta sotto di quattro (14-10). L’inerzia sembra decisamente dalla parte dei bleu con i nostri che sembrano rassegnati (16-11). Ma la nostra è una nazionale piena carattere e di risorse. Cresciamo palla dopo palla. Nelli diventa protagonista, registriamo meglio i meccanismi di gioco, ci avviciniamo, li azzanniamo, li passiamo (21-22).  Ci guadagniamo due set point, che la Francia annulla, poi un terzo, niente da fare, Candellaro sbaglia in battuta, poi Zaytsev scaglia fuori due palloni pesantissimi.  Perdiamo il set mangiandoci mani e gomiti (27-25).

E’ una mazzata sul morale dei nostri che sono costretti subito ad inseguire nel terzo (3-0) con Boyer che scardina il nostro muro. La Francia ci fa male in contrattacco con il suo opposto che in questa picchia forte gasatissimo (5-1).  Cinque ace consecutivi di uno scatenato Boyer , incontenibile, che scatena l’entusiasmo del pubblico di Nantes, sanciscono in pratica la nostra resa (12-4). Blengini capisce che è ora di dare spazio ai giovani. Entrano Sbertoli per Giannelli, l’ultimo arrivato Cavuto, poi Russo. Il finale purtroppo è accademia, troppo netto il divario nel punteggio per sperare ancora. La Francia in surplasse conduce in porto la sua partita. La chiude il solito Boyer, con l’ennesimo ace (25-14), punizione durissima !

I PROTAGONISTI-

Gianlorenzo Blengini (Allenatore Italia)- « Dispiace per come sono andate le cose. Non siamo quasi mai stati in grado di esprimerci e siamo stati quasi sempre in difficoltà. Certo rimane il rammarico per quel secondo set che forse ci avrebbe dato la possibilità di riaprire la gara; ma questo è lo sport e le cose sono andate così. Abbiamo provato a cambiare qualcosa anche con quel cambio tattico, ma questa sera per noi proprio non era serata evidentemente. La Francia ha comunque giocato una grande gara e ha meritato ».

Osmany Juantorena (Italia)- « E’ un peccato, tutti abbiamo dato quello che avevamo ma questa sera non ci è riuscito praticamente niente. Ovvio che siamo molto dispiaciuti per come sono andate le cose, ma dobbiamo dare merito anche ai nostri avversari che hanno disputato una grande gara. A noi questa sera non è riuscito praticamente nulla ».

Ivan Zaytsev(Italia)- « Il rammarico più grande è per quel secondo set che ci avrebbe potuto dare qualche chance in più ma abbiamo commesso degli errori nel finale. Sono personalmente dispiaciuto per i miei errori, ma è andata così; davvero peccato ».  

IL TABELLINO-

FRANCIA-ITALIA 3-0 (25-16 27-25 25-14)

FRANCIA: Le Roux 6, Toniutti, Ngapeth 13, Le Goff 1, Boyer 25, Tilie 4. Grebennikov (L). Lyneel 6, Brizard 2, Rossard, Chinenyeze 1. Non entrati: Patry, Bultor, Clevenot. All. Tillie.

ITALIA: Juantorena 9, Anzani 5, Zaytsev 2, Antonov 1, Piano 5, Giannelli 3. Colaci (L), Balaso )L). Candellaro, Sbertoli 2, Russo, Lavia, Nelli 6, Cavuto 1. All. Blengini.

ARBITRI: Akinci (Tur) e Cambrè (Bel).

Durata set: 25’, 33’, 26’

Spettatori: 7025

Italia: a 3 bs 10 mv 9 et 19

Francia: a 11 bs 13 mv 7et 21

Tutte le notizie di Nazionali volley

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti