Mondiali Femminili: l'Italia cede al Brasile al tie break

Le azzurre si arrendono dopo dura lotta alla formazione carioca per 2-3 (20-25; 25-22; 25-22; 21-25;15-17). Non bastano i 37 punti di Egonu per portarci al successo. Nulla è compromesso, la squadra di Mazzanti potrà rifarsi già domani contro il Giappone, ma per arrivare fino in fondo bisognerà crescere ancora
Mondiali Femminili: l'Italia cede al Brasile al tie break© Fipav/Galbiati
6 min
TagsMondiali femminiliItaliaBrasile

ROTTERDAM (OLANDA)- L’Italia, nella prima partita della seconda fase del Mondiale, incassa la prima sconfitta, al tie break 2-3 (20-25; 25-22; 25-22; 21-25;15-17), per mano del Brasile, al termine di una battaglia lunga ed equilibrata che ha visto le due squadre equivalersi e lottare alla pari per cinque infuocati set. Decisiva per le verdeoro una imprendibile Gabi (30 punti per lei alla fine) e qualche errore di troppo, soprattutto in contrattacco e a muro, della nostra nazionale. Una battuta d’arresto che non pregiudica comunque nulla. L’Italia avrà la possibilità di rifarsi già domani contro il Giappone. Il livello è salito, le azzurre ci sono ma per arrivare fino in fondo bisognerà salire ancora qualche gradino.

Italia in campo con l’ormai consolidata formazione titolare con Orro in palleggio Egonu in diagonale, Danesi e Chirichella centrali, Bosetti e Pietrini di banda, De Gennaro Libero.

Partenza sprint azzurra (3-0) ma il Brasile reagisce e ci passa avanti (4-6), poi 5-8.  Muro di Danesi, contrattacco di Egonu e siamo di nuovo in parità (8-8). Il Brasile fugge ancora in avanti grazie ad una serie di difese incredibili (11-14) e a contrattacchi efficaci. Tanti errori da parte di Egonu e compagne e le verdeoro restano avanti (13-16). Facciamo fatica nella fase muro/difesa e anche in attacco (10% percentuale disastrosa), e non riusciamo a ricucire il break (16-19). Entra Malinov per Orro in regia ma cambia poco. Il muro verdeoro invece funziona a meraviglia, Tainara e Gabi ci fanno male (17-21). La stessa Gabi chiude i conti del primo set (20-25).

Si riparte con l’Italia più concentrata e concreta. Break importante a nostro favore (9-3). Il Brasile in questo frangente sbaglia molto e noi ne approfittiamo. Ma le ragazze di Ze Roberto non mollano niente e risalgono la china (11-9). Una bomba di Egonu ci riporta a +5 (14-9), poi +7 grazie a un murone di Danesi (18-11). Ma il Brasile non molla, con 5 punti consecutivi si riporta sotto (22-21). Mazzanti tenta con Sylla in attacco per Bosetti. Fatichiamo ma una meravigliosa difesa della stessa Sylla permette ad Egonu di trasformare il primo set point (25-22) e parità ristabilita.

Sylla ancora in campo nel terzo set. E’ il Brasile che parte forte, troppi errori nel campo azzurro e 0-4 per le carioca che ci fanno male a muro. Gabi da seconda linea firma il 2-7. Ma l’Italia trova la forza per reagire e risale imperiosamente la china, cresciamo a muro e in attacco e sgretoliamo il loro vantaggio. Un ace di Anna Danesi ci riporta in parità (9-9). Passiamo avanti (10-9). Adesso è battaglia. Le due squadre sono punto a punto. Fersino entra per dare nerbo alla ricezione. Ace di Egonu che ci porta a +3 (21-18). E’ il break decisivo. Egonu la chiude portando l’Italia in vantaggio (25-22).

Nel quarto set è l’Italia che prende un leggero margine iniziale (4-2) ma è presto parità (6-6).  L’equilibrio è il protagonista anche di questo parziale, con le squadre che sbagliano molto nei contrattacchi. Gabi firma due conclusioni perentorie per il 13-16 del Brasile. Entra Lubian al servizio ma cambia poco. Le azzurre restano attaccate al set ma nel finale alcuni errori gratuiti da parte nostra e una super Gabi permettono alle verdeoro  di chiudere il set. Un servizio out di Egonu chiude i conti. (21-25).

L’Italia gioca il primo tie break del Mondiale. Si va al cambio campo con il Brasile in leggero vantaggio (6-8) ma siamo ancora lì. Lubian è in campo al posto di Chirichella. Si lotta, le ragazze di Ze Roberto concedono qualcosa e noi ne approfittiamo (12-12). Il finale è infuocato. Torna in campo Bosetti. Annulliamo due match point. Poi il muro brasiliano mette per terra il punto decisivo e ci infligge la prima sconfitta del torneo iridato. 15-17 è l'amaro finale di set.

I PROTAGONISTI-

Davide Mazzanti (Allenatore Italia)- « Noi dobbiamo avere fiducia del nostro ritmo, perché rende il gioco fluido ed efficace. Questa sera contro il Brasile, invece, non siamo stati in grado di creare lo spazio tra noi e le avversarie. Quando abbiamo iniziato a fare meglio sul contrattacco siamo andati avanti, grazie al nostro gioco. Nella metà del quarto set abbiamo spinto meno in battuta e abbiamo avuto una certa frenesia nel contrattacco e nella gestione generale dei colpi non siamo stati lucidi, come invece lo è stato il Brasile. In quel momento quindi ci è sfuggita un po' la partita e siamo andati al punto a punto, dove alla fine a spuntarla è stato il Brasile. Ci dispiace chiaramente aver perso questa partita, ma dobbiamo subito ripartire. Nella gara di domani contro il Giappone servirà qualità in attacco, così da dimostrare nuovamente quello che siamo in grado di fare ».

Anna Danesi (Italia)-  « La sconfitta di oggi non ci preoccupa molto, siamo comunque riuscite a ottenere un punto. Dovremo limare gli errori che abbiamo commesso e questo poi ci permetterà di giocare nuovamente meglio. Il Brasile è stato molto bravo in difesa e questo forse ci ha spinto a commettere qualche errore di troppo. Domani saremo di nuovo in campo e dobbiamo lasciarci alle spalle questa partita. Non abbiamo tante ore per recuperare, ma credo che in questi casi la testa può fare la differenza e  far pensare di meno alla stanchezza fisica. Il percorso è ancora lungo, qualche passo falso può capitare e dobbiamo imparare ad accettarli ».

IL TABELLINO-

ITALIA-BRASILE 2-3 (20-25, 25-22, 25-22, 21-25, 15-17)

ITALIA: Lubian, , Malinov 1, De Gennaro (L), Fersino, Orro 1, Bosetti 5, Chirichella 6, Danesi 13, Pietrini 13, Sylla 7, Egonu 37, Gennari (L) n.e. Bonifacio n.e. Nwakalor n.e.  All. Mazzanti.

BRASILE: Carol Gattaz 10, Carol 11, Pri Daroit 6, Montibeller, Macris 2, Roberta, Gabi 30, Kisy 2, Tainara 15, Lorenne 1 Natinha (L), Lorena n.e., Julie Kudiess n.e., Nyeme (L) n.e. All. Zé Roberto.

ARBITRI: Simonovic (Svi) e Myoi (Gia).


Acquista ora il tuo biglietto! Segui dal vivo la partita.

Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti