L'Italia batte la Tunisia e vince il Torneo Internazionale dei 2 Mari

A Francavilla Fontana, nella terza ed ultima partita del quadrangolare di preparazione alle Universiadi, gli azzurri di Fanizza si impongono 3-0 (25-23, 25-23, 25-22) sulla formazione di Giacobbe e chudono a puneggio pieno
L'Italia batte la Tunisia e vince il Torneo Internazionale dei 2 Mari© Federvolley
6 min

FRANCAVILLA FONTANA (TARANTO)- Si è conclusa con una vittoria per 3-0 (25-23, 25-23, 25-22) sulla Tunisia la marcia di avvicinamento della nazionale maschile di coach Fanizza alle prossime Universiadi, in programma dal 28 luglio all’8 agosto, a Chengdu, in Cina. Gli azzurri si sono imposti sulla selezione guidata da mister Giacobbe ottenendo il terzo successo, in altrettante partite, nel Torneo Internazionale dei Due Mari: Recine e compagni salutano dunque la Puglia con un’altra prestazione positiva, terminando i lavori del collegiale di Taranto. Una partita per nulla facile per i ragazzi di coach Fanizza, che sono stati bravi a gestire il vantaggio acquisito sia nei primi due set; nel terzo ed ultimo parziale, bravi gli avversari a condurre fin dalle prime battute ma gli azzurri non si sono scoraggiati e, negli scambi finali, hanno ribaltato il parziale aggiudicandosi l’incontro. Nell’altro match il Giappone ha sconfitto al tie-break l’Olanda 3-2 (17-25, 25-23, 22-25, 25-19,15-12). L’Italia ha chiuso da imbattuta la manifestazione.

Coach Fanizza schiera la sua solita diagonale composta da Porro e Gironi, Recine e Magalini schiacciatori, Cortesia e Vitelli centrali, il libero Catania.
Risponde coach Giacobbe con Ben Slimane al palleggio, Nagga opposto, Agerbi e Kadhi centrali, Ben Romdhane Ben Othmane Med schiacciatori, Hmissi libero.
Nel primo set partono bene gli azzurri che, con il muro Vitelli, si portano a +2 (3-1). Il muro di Magalini è vincente e vale il momentaneo +3 (6-3). L’attacco di Gironi è potente e preciso, l’Italia mette a segno il decimo punto del set (10-7). Il successivo attacco dell’opposto azzurro impatta sul muro di Agerbi (10-9). Con l’ace di Nagga la Tunisia ribalta il parziale e si porta in vantaggio (12-13). Magalini non sbaglia il suo primo tempo e subito dopo Cortesia fa ace, gli azzurri si riportano in vantaggio (16-15). Il muro di Recine consente all’Italia di riportarsi a +2 (20-18); coach Giacobbe si avvale del primo time out. Nuovo ace di Nagga, la Tunisia ristabilisce la parità e questa volta è coach Fanizza a chiamare il time out (20-20). Sfrutta le mani del muro tunisino Recine e l’Italia si riposta a +2 (22-20); nuovo time out per coach Giacobbe. Gestisce bene il vantaggio l’Italia, il set si conclude sul punteggio di 25-23.
Nel secondo set altra partenza sprint degli azzurri che con la diagonale di Magalini prima e il muro di Vitelli dopo, si portano sul +3 (5-2). Kadhi sottorete non sbaglia e consente alla Tunisia di ridurre il gap (8-7). Non riesce a metterla a terra Recine, ne approfittano gli avversari per riportare il parziale in parità (11-11). Ace di Vitelli prima e muro vincente di Cortesia dopo, l’Italia nuovamente a +2 (15-13). Cortesia non sbaglia il suo primo tempo, azzurri sempre a +2 (19-17) e time out per coach Giacobbe. Con il muro vincente di Porro gli azzurri si portano a +3 e coach Giacobbe chiama un nuovo time out (22-19). Tutto semplice per l’Italia, il set si conclude con il punteggio di 25-23.
Nel terzo ed ultimo set avvio sostanzialmente equilibrato, le squadre punto a punto raggiungono il 3-3. Il primo acuto azzurro arriva con il muro di Vitelli che regala il +2 agli azzurri (5-3). Primo capovolgimento di fronte del set con la Tunisia che si porta avanti con l’ace di Ben Sumane (9-10). Nagga mette a segno un nuovo ace e la Tunisia si porta a +2 (11-13). Il successivo attacco di Porro impatta sul muro di Ben Slimane e coach Fanizza si avvale del time out (11-14). Azzurri in difficoltà: coach Fanizza cambia la diagonale, fuori Porro e Gironi al loro posto Held e Salsi (12-15). Recine non sbaglia il suo attacco e gli Azzurri si portano a -1 (17-18); time out richiesto da coach Giacobbe. Vitelli non sbaglia il suo muro e l’Italia ristabilisce la momentanea parità (22-22). Al termine di un lungo scambio Recine sfrutta le mani del muro avversario per mettere la palla a terra; l’Italia si riporta avanti e coach Giacobbe chiama il secondo time out (23-22). L’ace di Vitelli fa eslpodere il Palasport e gli azzurri si portano a +2 (24-22). La chiude Porro con il suo muro, il set termina con il punteggio di 25-22.

IL TABELLINO-

ITALIA-TUNISIA 3-0 (25-23, 25-23, 25-22)

ITALIA: Porro 3, Held 2, Comparoni ne, Pol ne, Recine 11, Gardini ne, Cortesia 6, Salsi 0, Gironi 11, Catania (L), Vitelli 7, Federici (L), Caneschi ne, Magalini 16. All. Fanizza.

TUNISIA: Achref 0, Kadhi 5, Ben Sumane 2, Korbosli (L), Miladi ne, Ben Othmane Med 12, Karamosu ne, Ben Romdhane 5, Agerbi 4, Nagga 13, Mrabet ne, Mbarki ne, Bongui ne, Bouguerra ne, Hmissi (L). All. Giacobbe.

ARBITRI: Colucci-Di Bari.

DURATA SET: 25’, 25’, 28’ Tot: 78’

I RISULTATI-

4 LUGLIO

PalaMazzola, Taranto

Tunisia-Giappone 3-1 (17-25, 25-20, 25-10, 25-13)

Italia-Olanda 3-0 (25-14, 25-19, 25-21)

5 LUGLIO-

PalaMazzola, Taranto

Tunisia-Olanda 2-3 (23-25, 18-25, 25-23, 25-20, 15-17)

Italia-Giappone 3-1 (25-18, 25-21,22-25, 25-18)

6 LUGLIO-

PalaSport, Francavilla Fontana

Olanda-Giappone 2-3 (25-17, 23-25, 25-22, 19-25, 12-15)

Italia-Tunisia 3-0 (25-23, 25-23, 25-22)

LA CLASSIFICA FINALE

1. Italia (9pt); 2.Tunisia (4pt); 3. Olanda (3pt); 4. Giappone (2pt).


Acquista ora il tuo biglietto! Segui dal vivo la partita.© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti