Qualificazioni Olimpiche: l'Italia spreca, la Polonia a Parigi 2024

La squadra di Mazzanti, dopo aver vinto il primo set, getta alle ortiche il secondo ed il terzo parziale, condotti a lungo, e cede il passo alla formazione di casa che si impone 3-1 (15-25 26-24; 25-23; 25-21). Enorme la delusione nel clan azzurro
Qualificazioni Olimpiche: l'Italia spreca, la Polonia a Parigi 2024© Fivb
8 min

LODZ (POLONIA)- L'Italia spreca, la Polonia festeggia. La nazionale di Mazzanti si arrende1-3 (25-15; 24-26; 23-25; 21-25) alla squadra di Lavarini e finisce terza nella Pool C delle qualificazioni olimpiche, lasciando nelle mani delle padrone di casa il pass per Parigi 2024. Trascinate da 10000 tifosi Stysiak e compagne hanno avuto la capacità mentale di risalire la china, dopo un primo set dominato dalle azzurre e dopo essere state sotto sia nel secondo che nel terzo parziale. Sylla e compagne non sono riuscite a mantenere la lucidità e la determinazione necessarie per finalizzare quanto di buono costruito nel corso di questa partita. E' ora il tempo delle riflessioni e delle analisi per quanto avvenuto in questa lunga estate azzurra in cui le delusioni si sono susseguite in VNL, agli Europei e in questo importante torneo pre-olimpico. Vedremo cosa deciderà la Federazione. Le speranza di qualificarsi per i Giochi non è ancora tramontata del tutto. L' Italia potrebbe trovare ancora posto grazie al ranking ma molto dipenderà dai risultati che sapremo centrare nella prossima VNL e sperare di rientrare negli ultimi 3 posti utili (1 posto garantito ad un’asiatica ed 1 ad un’africana) per non rimanere a casa l'anno prossimo.

Per la sfida con la Polonia le azzurre scendono in campo con Bosio in palleggio, Antropova opposto, Sylla e Pietrini schiacciatori-ricettori, Lubian-Danesi al centro, e Fersino libero. Dall’altra parte Lavarini risponde con la diagonale Wenerska-Stysiak, Lukasik e Rozanski schiacciatrici, Korneluk e Jurczyk al centro, e Stenzel libero. L’avvio di match è tutto delle azzurre: Antropova muove lo score mentre Stysiak sbaglia due palloni consecutivi. Pietrini ed un muro di Danesi mandano l’Italia sul 10-7 costringendo Lavarini a ricorrere al primo timeout della partita. Il parziale azzurro capeggiato da Antropova in attacco e da Danesi a muro produce un corposo 14-7 (con secondo timeout in pochi minuti di Lavarini) che manda le azzurre definitivamente in fuga. Antropova colpisce a ripetizione mentre a muro Danesi non concede scampo alle palacche per il 25-15 con cui si chiude il primo parziale. Nel secondo parziale Lavarini si gioca la carta Wolosz e la Polonia inizia ad aumentare di giri in attacco trovando in Lukasik e Stysiak i terminali offensivi di un gioco mai partito nel primo set. L’Italia risponde con Antropova, Sylla e un prezioso ace di Pietrini (9-7) a cui però seguono i guizzi di Stysiak, Jurczik e Lukasik che regalano il primo vantaggio significativo del match alle padrone di casa (13-15). L’Italia si riorganizza e reagisce e con il terzetto Antropova-Danesi-Pietrini riprende e passa le polacche prendendo un prezioso +2 (23-21). Sul più bello però le azzurre mollano in ricezione concedendo il fianco a Lukasik e Stysiak a cui si aggiunge l’invasione a muro di Danesi che consegna il secondo set alla Polonia con il parziale di 24-26. La rimonta subita non scalfisce le certezze di un’Italia che nel terzo set parte forte con Antropova, Danesi, Sylla ed un ace di Antropova (8-4) che induce coach Lavarini a fermare subito il gioco.  Il gap viene ridotto di 3 quando la ricezione italiana riprende a balbettare colpita da Jurczyk e poi al centro da una sempre più incisiva Korneluk (15-14). Nel momento clou del set sale in cattedra Elena Pietrini perfetta nel mettere giù i palloni che danno un nuovo +3 all’Italia che però rivede tornare in scia la Polonia con Stysiak e Lukasik (20-19). La Polonia continua a spingere con Lukasik in attacco e a muro con Korneluk riuscendo a toccare il +1 (22-23) per chiudere il set con il blockout di Lukasik del 23-25. Rispetto al terzo game, nel quarto la Polonia, sulle ali dell’entusiasmo e con la carica dei 10mila dell’Atlas Arena, vola sul +4 non trovando resistenza nel campo azzurro. Mazzanti si gioca le carte Degradi e Gennari e le risposte arrivano con le azzurre a contatto fino al 16-17. Poi però Stysiak e delle nuove sbavature in ricezione costano la fuga definitiva all’Italia costretta alla resa con il definitivo 21-25.

I PROTAGONISTI-

Davide Mazzanti (Allenatore Italia) – « Abbiamo sprecato qualcosa sempre nei finali di set peccando in lucidità nei momenti clou. Loro invece hanno fatto bene in quelle situazioni riuscendo a chiudere la partita e conquistando il pass per Parigi. Noi invece non siamo stati precisi come serviva a differenza delle nostre avversarie e questo ci è costato la partita. È stata un’estate ricca di tante cose, di tante sorprese, di tante scoperte e di tante, a volte, incertezze. Ripenso alla VNL costellata da problemi fisici ad esempio. È stata un’estate intensa e bella nel percorso ma povera nei risultati perché nonostante tutto VNL, Europeo e Pre-Olimpico non hanno dato i frutti sperati. Il mio lavoro viene giudicato in base ai risultati, ne sono consapevole, e pertanto faccio fatica a valutare la stagione perché la ricchezza di quanto abbiamo fatto assieme si scontra con la scarsezza di risultati ».

IL TABELLINO-

ITALIA-POLONIA 1-3 (25-15; 24-26; 23-25; 21-25)

ITALIA: Antropova 25, Sylla 6, Lubian 7, Bosio 1, Pietrini 11, Danesi 9, Fersino (L). Degradi 5, Villani, Squarcini, Gennari, Parrocchiale. N.e: Nwakalor S., Nwakalor L. All. Mazzanti

POLONIA: Rozanski 4, Kakolewska 8, Stysiak 28, Lukasik 10, Jurczyk 3, Wenerska, Stenzel (L). Witkowska 3, Galkowska, Wolosz 2, Czyrnianska 8, Szczyglowska (L). N.e: Fedusio, Pacak. All. Lavarini

ARBITRI: Ivaylo Ivanov (BUL) e Noemi Rene Karina (ARG)

Durata: 20’, 27’, 26’, 26’. Tot: 99’

Italia: 3 a, 15 bs, 11 m, 23 et.

Polonia: 0 a, 17 bs, 11 m, 28 et.

CALENDARIO COMPLETO E RISULTATI POOL C-

Usa-Colombia 3-0 (25-12; 25-12; 25-13)

Germania-Thailandia 3-0 (25-22; 25-22; 25-20)

Polonia-Slovenia 3-0 (25-18, 25-15, 25-22)

Italia-Corea del Sud 3-0 (25-11; 25-20; 25-17)

Germania-Colombia 3-1 (23-25; 28-26; 25-19; 25-14)

Usa-Thailandia 3-0 (25-13; 25-16; 25-18)

Polonia-Corea del Sud 3-1 (25-22; 24-26; 25-21; 25-9)

Italia-Slovenia 3-0 (25-15; 25-15; 25-17)

Germania-Corea del Sud 3-2 (25-13; 25-21; 23-25; 22-25; 15-7)

Italia-Thailandia 3-1 (25-19; 21-25; 25-22; 25-18)

Polonia-Colombia 3-0 (25-21; 25-21; 20-25; 25-13)

Usa-Slovenia 3-1 (25-13; 25-13; 20-25; 25-13)

Italia-Colombia 3-0 (25-15; 25-20; 25-20)

Usa-Corea del Sud 3-1 (20-25; 25-17; 25-19; 25-17)

Polonia-Thailandia 2-3 (18-25; 25-7; 22-25; 25-23; 12-15)

Germania-Slovenia 3-2 (17-25; 25-21; 19-25; 25-16; 15-12)

Colombia-Corea del Sud 3-2 (25-12; 14-25; 20-25; 25-20; 15-9)

Thailandia-Slovenia 3-0 (25-21; 25-23; 25-18)

Polonia-Germania 3-2 (20-25; 27-25; 25-21; 22-25; 15-12)

Italia-Usa 1-3 (19-25; 25-23; 21-25; 18-25)

Colombia-Slovenia 2-3 (17-25; 25-19; 26-24; 18-25; 11-15)

Thailandia-Corea del Sud 3-0 (25-14; 25-16; 25-16)

Polonia-Usa 3-1 (27-25; 16-25; 25-23; 25-16)

Italia-Germania 3-0 (25-20; 25-22; 25-15)

Corea del Sud-Slovenia 0-3 (13-25; 20-25; 23-25)

Thailandia-Colombia 3-1 (25-19; 20-25; 25-23; 28-26)

Usa-Germania 3-1 (24-26; 25-21; 25-9; 25-16)

Italia-Polonia 1-3 (25-15; 24-26; 23-25; 21-25)

LA CLASSIFICA DELLA POOL C-

Usa 6V (18 punti), Polonia 6V (18 punti), Italia 5V (15 punti), Thailandia 4V (11 punti), Germania 4V (11 punti), Slovenia 2V (6 punti), Colombia 1V (3 punti), Corea del Sud 0V (2 punti).


Acquista ora il tuo biglietto! Segui dal vivo la partita.© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti