Hall Of Fame 2024: la storia del volley in una giornata

Liliana Bernardi, Aristo Isola, Franco Leone, Fefè De Giorgi, Dionisio Le Quaglie, Oddo Federzoni, Sergio Gelli sono entrati di diritto fra gli immortali della nostra pallavolo. Ricordati con commozione Michele Pasinato, Carlo Gobbi, Giuseppe Brusi e Gianfranco Briani
Hall Of Fame 2024: la storia del volley in una giornata© Federvolley
5 min

BOLOGNA-Si è svolta questa mattina a Bologna la cerimonia di premiazione della quinta edizione della Hall Of Fame, promossa dalla Federazione Italiana Pallavolo, organizzata in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna e con il patrocinio del Comune di Bologna.

L’evento – ospitato nell’auditorium Enzo Biagi della Salaborsa, condotto dalla giornalista di Sky Sport Federica Lodi – ha visto la presenza dell’Assessora allo Sport e al Bilancio del Comune di Bologna Roberta Li Calzi, del capo della segreteria politica della Presidenza della Regione Giammaria Manghi, il presidente federale Giuseppe Manfredi, il segretario generale Stefano Bellotti, il presidente del CR CONI Emilia Romagna Andrea Dondi , oltre al Ct della Nazionale femminile, Julio Velasco, e il presidente della Lega Pallavolo Serie A maschile Massimo Righi.

La cerimonia è cominciata con i saluti e i ringraziamenti di rito, a seguire la conduttrice Federica Lodi ha invitato sul palco per un intervento l’Assessora Roberta Li Calzi, seguita da Giammaria Manghi, Giuseppe Manfredi e Andrea Dondi.

Tra coloro che sono entrati nella Hall of Fame dalla pallavolo italiana in questa edizione c’è Liliana Bernardi nella categoria atleta femminile. L’ex centrale azzurra ha collezionato ben 194 presenze con l’Italia conquistato anche una medaglia di bronzo ai Campionati Europei del 1989.

A salire sul palco è stato poi Aristo Isola che ha ritirato il premio nella categoria Dirigenti.  Nel corso della sua lunga carriera da dirigente sportivo ha conquistato prestigiosi traguardi a livello nazionale ed internazionale nella pallavolo, sport al quale si è dedicato con passione sin dalla più giovane età. Per la categoria dirigenti è stato eletto (di diritto) anche Franco Leone, rappresentato sul palco dalla moglie Ida. Leone è stata una figura storica della pallavolo e il suo nome si lega in maniera indissolubile al CUS Torino. Nel corso della sua lunga carriera dirigenziale è stato anche consigliere federale dal 1977 al 1992.

Il premio nella categoria beach volley è stato consegnato a Dionisio Lequaglie, per essere stato uno dei protagonisti di questo sport anche in campo internazionale per diversi anni.

Gli altri protagonisti sono stati Oddo Federzoni, medaglia d’oro alle Universiadi del 1970 alla guida dell’Italia, vincitore nella categoria Allenatore e Sergio Gelli premiato nella categoria Arbitro.

Ferdinando De Giorgi, invece, è stato eletto nella Hof per la categoria atleta. L’attuale CT della Nazionale maschile, nella sua lunghissima carriera da giocatore ha collezionato successi sia nei club dove ha militato sia in azzurro. Con la Nazionale ha vinto, tra le altre, tre medaglie d’oro ai Campionati del mondo 1990, 1994, e 1998.

A seguire c’è stata la celebrazione dedicata a Michele Pasinato. L’indimenticato opposto azzurro, infatti, è entrato “di diritto” nella categoria Atleta maschile. Il riconoscimento è stato consegnato alla moglie Silvia invitata a salire sul palco.

Durante la cerimonia è stato consegnato inoltre un premio alla memoria a Carlo Gobbi, già vincitore di un premio speciale alla carriera nella Hall OF Fame 2019. Gobbi per oltre 40 anni è stato punto di riferimento della pallavolo per la carta stampata e con il suo lavoro ha contribuito in maniera fondamentale alla crescita di questo sport, narrando con il suo stile inconfondibile le gesta delle nazionali azzurre.

A seguire c’è stato un toccante momento ricordo dedicato allo storico segretario generale Gianfranco Briani e a Giuseppe Brusi, uno dei più grandi dirigenti del nostro sport. Entrambi, scomparsi nel 2023, sono stati protagonisti – con differenti ruoli – della storia della pallavolo.

Nel corso della cerimonia di premiazione uno spazio è stato poi riservato all’Asta Solidale promossa dalla FIPAV in collaborazione con Athletica Vaticana i cui proventi saranno messi a disposizione della Fondazione Dispensario pediatrico Santa Marta e dell’Associazione “C’è da fare ETS”. A parlare dell’asta online partita il 30 gennaio sono stati il presidente federale Giuseppe Manfredi e l’AD di FIPAV Servizi Vincenzo Parrinello.

Al termine delle celebrazioni si è parlato anche del libro “LA BELLA ITALIA” scritto dal giornalista e telecronista di Rai Sport Maurizio Colantoni.  Il libro è un racconto di emozioni della rassegna iridata disputata e vinta in Polonia nel 2022 dai ragazzi guidati da Ferdinando De Giorgi.


Acquista ora il tuo biglietto! Segui dal vivo la partita.© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti