Corriere dello Sport

SuperLega

Vedi Tutte
SuperLega

Volley: Superlega, Berger da Nantes a Padova

Volley: Superlega, Berger da Nantes a Padova

Alla corte di Baldovin arriva il nazionale austriaco che lo scorso anno ha fatto molto bene nel campionato francese realizzando 224 punti in 25 gare

 

domenica 28 giugno 2015 16:42

PADOVA- E’ un Nazionale austriaco il nuovo rinforzo in banda per la Tonazzo Padova 2015/16. Direttamente da Nantes - dove ha disputato l’ultima stagione nella serie A francese - alla corte di coach Valerio Baldovin arriva Alexander Berger.
Nato il 27 settembre 1988 ad Aichkirchen in Austria, oltre ad aver partecipato a diversi tornei di beach volley nel corso della sua carriera, lo schiacciatore ha militato per anni nell’Hypo Tyrol Innsbruck con cui ha vinto anche il campionato nel 2014. In un’amichevole disputata al PalaFabris il 21 settembre 2012, fu lui uno dei giocatori a mettere in maggiore difficoltà la squadra bianconera realizzando 20 punti (il match finì 1-3 a favore degli ospiti).
Nella passata stagione Berger ha realizzato 224 punti in 25 gare con la maglia del Nantes, mettendo a segno 17 muri e 21 ace. Attualmente Alexander è impegnato con la Nazionale austriaca in vista dell’European League che scatterà ufficialmente in 3 luglio. L’Austria è inserita nel Pool A insieme a Danimarca, Estonia, Israele, Macedonia e Polonia.
Curiosità: Alexander Berger è fidanzato con la bella nuotatrice croata (naturalizzata austriaca) Mirna Jukic, medaglia di bronzo nello stile rana alle Olimpiadi di Pechino nel 2008.
Alexander, cosa ti aspetti dalla prossima stagione?
« Non vedo l’ora di arrivare a Padova. Sarà la mia seconda esperienza all’estero. Sto seguendo il mercato italiano e penso che la prossima stagione sarà molto dura perché affronteremo squadre composte dai migliori giocatori in circolazione. Mi aspetto gare molto intense e quindi molto lavoro duro in palestra. Speriamo di fare un buon lavoro ».
In passato hai giocato contro Padova in test amichevoli, cosa ne pensi del campionato italiano?
« Sì, ho affrontato due volte Padova, l’ultima delle quali al PalaFabris quando la squadra militava ancora in serie A2. Ricordo il palasport, una struttura molto bella, ma purtroppo non ho avuto modo di visitare la città. Relativamente al campionato italiano, penso che sia più difficile rispetto a quello francese e questo è uno stimolo in più per mettersi al lavoro. Sono impaziente d’iniziare quest’avventura ».
Com’è stata la passata stagione a Nantes?
« Non è stato un anno semplice perché abbiamo faticato a trovare il giusto ritmo di gioco nel corso di tutto il campionato. Purtroppo questo è stato condizionato da diversi infortuni che hanno colpito alcuni giocatori, per cui abbiamo dovuto rimboccarci le maniche e siamo rimasti uniti per raggiungere il nostro obiettivo che era quello della permanenza in serie A. E’ stata un’esperienza formativa molto importante ».
Quali sono le tue caratteristiche come giocatore?
« Sono una persona a cui piace lavorare sodo perché punto molto sulle abilità atletiche. Sono un giocatore tecnico, che ricopre il ruolo di schiacciatore-ricevitore insieme al libero della squadra in cui milito. Ovviamente però mi piace attaccare, motivo per cui spero di poter sfruttare queste caratteristiche per poter dare il mio miglior apporto alla squadra ». 

Per Approfondire

Commenti