Corriere dello Sport

SuperLega

Vedi Tutte
SuperLega

Volley: Superlega, Mazzone alla corte di Stoytchev

Volley: Superlega, Mazzone alla corte di Stoytchev

Trento completa il reparto dei centrali ingaggiando il 23enne centrale piemontese che lo scorso anno ha giocato nelle file dell'Atlotevere

 

lunedì 29 giugno 2015 14:50

 

TRENTO- La Trentino Volley completa il parco centrali della rosa 2014/15 ingaggiando Daniele Mazzone. Sarà il giovane centrale di origine piemontese, ventitrè anni compiuti meno di un mese fa, l’alternativa in posto 3 a Sebastian Solé e Simon Van De Voorde; con il Club Campione d’Italia ha sottoscritto un accordo biennale, che scadrà quindi solo il 30 giugno 2017.
Atleta dotato di ottimi mezzi fisici (207 centimetri di altezza per 88 chilogrammi), arriva a Trento dopo aver disputato da titolare le sue prime due stagioni nel massimo campionato nazionale, prima a Molfetta e poi a Città di Castello – squadra con cui nella scorsa regular season ha totalizzato 168 punti (di cui 52 a muro e 17 in battuta) col 51% a rete in ventiquattro gare complessivamente disputate. Proprio le ottime prestazioni proposte nei due fondamentali di prima linea hanno fatto intravedere interessanti potenzialità in un ruolo che, a livello di giocatori italiani, sta offrendo pochi volti nuovi e che quindi ha portato Trentino Volley a sceglierlo per il presente ma anche per il futuro al centro della rete.
Cresciuto nel settore giovanile della Pallavolo Torino, dove Cuneo lo notò portandolo subito nel proprio vivaio, Mazzone ha spiccato il volo nella pallavolo che conta passando poi al Club Italia (tre stagioni fra B2 e A1, assieme anche a Lanza) e successivamente maturando ulteriore esperienza nel secondo campionato nazionale grazie ad una annata da protagonista a Sora. Nel suo curriculum trovano spazio anche otto partite con la Nazionale Maggiore, con cui ha vinto la Medaglia d’Argento agli Europei 2013 (vissuti da quarto centrale dietro Birarelli, Beretta e Piano) e la Medaglia d’Oro ai Giochi del Mediterraneo 2013 disputati in Turchia.
Vestirà la maglia di Trentino Volley numero 18 su cui verrà riportato non solo il cognome ma anche la prima lettera del nome essendoci in rosa anche un altro Mazzone: lo schiacciatore Tiziano, con cui però non c’è nessun tipo di parentela.
« Scegliendo Trento ho deciso di operare una scelta differente rispetto a quelle che avevo fatto nel recente passato – ha rivelato Daniele Mazzone - . Ho preferito firmare per un Club in cui non avrò la certezza del posto da titolare ma che mi possa far crescere e maturare in prospettiva. Arrivo in una Società che per storia e risultati recenti può essere senza dubbio considerata una delle migliori al mondo. Potrò imparare molto da due compagni di reparto con esperienza internazionale come Solé e Van de Voorde e soprattutto da un allenatore come Stoytchev, tecnico vincente e che chiede molto in allenamento. C’è tutto quello che mi serve per poter dimostrare le mie potenzialità. Sono rimasto stupito della chiamata della Società perché nelle quattro gare ufficiali in cui ho giocato contro Trento ho sempre faticato molto ad esprimermi. Mi ha fatto quindi particolarmente piacere essere ugualmente scelto per far parte di questa rosa ».
« Daniele Mazzone è un centrale giovane, dotato di ottime potenzialità, che risponde al profilo di giocatore che volevamo per questo ruolo – ha spiegato Radostin Stoytchev - . Studiandolo a video come avversario nelle ultime due stagioni e ascoltando le impressioni di chi lo ha avuto in squadra posso dire che siamo di fronte ad un grande talento, che dovremo essere bravi a far crescere ed esprimere. Sono molto soddisfatto del suo arrivo ».

Per Approfondire

Commenti