Volley: Superlega, Civitanova ferma Trento, Perugia torna prima
© Legavolley
SuperLega
0

Volley: Superlega, Civitanova ferma Trento, Perugia torna prima

Impresa della squadra di De Giorgi che espugna il campo della capolista e consente i Block Devils, che vincono a Siena, di operare il sorpasso. Modena travolge Latina, Verona vince a Sora, Vibo batte Ravenna in rimonta

ROMA- Dopo gli anticipi di mercoledì e di ieri, oggi, per la quinta giornata di Regular Season di Superlega sono andate in scena cinque partite che hanno dato un nuovo volto alla classifica. L’Itas Trentino, dopo una incredibile striscia di ventuno risultati utili consecutivi, cade in casa contro la Cucine Lube Civitanova e deve lasciare la vetta della classifica alla Sir Safety Perugia che torna al comando espugnando il campo dell’Emma Villas Siena con un netto 0-3. Si riavvicina alla vetta l’ Azimut Leo Shoes Modena che abbatte la Top Volley Latina al PalaPanini. Vince in casa anche la Tonno Callipo Vibo Valentia in rimonta sulla Consar Ravenna. Netta vittoria della Calzedonia Verona sul campo della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora.

TUTTE LE SFIDE-

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA – CONSAR RAVENNA-

Successo pesantissimo conquistata dalla Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia contro la Consar Ravenna. Vittoria tiratissima sul campo in quattro set, ottenuta di fronte a una splendida cornice di pubblico. Davanti a 1331 spettatori, la squadra di coach Valentini ha piegato la resistenza di un’indomita Ravenna e ha festeggiato i tre punti insieme ai tifosi e agli appassionati di un PalaValentia che ha visto la numerosa partecipazione degli studenti delle scuole vibonesi e delle molteplici società pallavolistiche calabresi. Dopo un primo set giocato punto a punto con gli ospiti che più volte provano ad allungare, la Tonno Callipo perde sul filo di lana il parziale dopo l’errore al servizio di Al Hachdadi. Nel secondo set Marra e compagni mostrano grande cattiveria nella fase break battuta-muro. Ravenna non riesce a imbastire una reazione efficace e i giallorossi di casa conquistano il parziale 25-16. Da lì inizia una partita tiratissima con un terzo set giocato punto a punto dall’inizio alla fine. Si arriva ai vantaggi e sul 26-26 le due squadre danno vita ad un’azione d’altri tempi: Ravenna è miracolosa in difesa, ma si deve arrendere all’attacco vincente di Kadu prima, e all’errore decisivo sottorete di Saitta che, ostacolando Mengozzi sottorete, commette fallo. E’ 2-1 per la Tonno Callipo che cresce nel quarto set trascinata da Kadu (Mvp del match con 18 punti realizzati) e Al Hachdadi. Nell’economia del match è decisiva la coralità di gioco espressa dai padroni di casa in termini di punti realizzati con più giocatori in doppia cifra: Skrimov 13 punti e Mengozzi 12 (per il centrale ravennate ex di turno ben 6 i muri realizzati). A Ravenna non basta mostrare la consueta determinazione. Troppi gli errori diretti: 35 totali, 12 in attacco. Graziosi prova più volte a rimescolare le carte, ma Poglajen (l’argentino, insieme a Russo, il migliore dei suoi con 17 punti e il 65% in attacco) e compagni si devono arrendere nel quarto set nonostante un estremo tentativo finale di rimonta.

I PROTAGONISTI-

Ninni De Nicolo (Direttore sportivo Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia)- « In questa settimana avevamo chiesto una prova di carattere ai ragazzi. Posso dire di vedere un gruppo di uomini che stanno bene tra loro, che hanno voglia di vincere e che ci credono sempre. Siamo veramente contenti, il PalaValentia stasera è stato un bel colpo d'occhio ».

Gianluca Graziosi (Allenatore Consar Ravenna)- « Partita fotocopia del girone d’andata a parti invertite. Peccato per il terzo set in cui avevamo un paio di possibilità per chiuderlo, ma ci è mancata un po’ di lucidità. Ora dovremo prepararci con grande intensità agonistica verso la prossima sfida contro Castellana Grotte ».

IL TABELLINO-

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA – CONSAR RAVENNA 3-1 (23-25, 25-16, 28-26, 25-22)

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Zhukouski 3, Skrimov 13, Mengozzi 12, Al Hachdadi 17, Barreto Silva 18, Vitelli 7, Cappio (L), Marsili 0, Lopez 0, Marra (L). N.E. Presta, Domagala, Strohbach. All. Valentini.

CONSAR RAVENNA: Saitta 0, Poglajen 16, Verhees 5, Argenta 8, Rychlicki 12, Russo 13, Marchini (L), Goi (L), Lavia 2, Smidl 0, Raffaelli 0, Elia 1, Di Tommaso 1. N.E. All. Graziosi.

ARBITRI: Lot, Gnani.

NOTE – durata set: 31′, 24′, 37′, 28′; tot: 120′.

Spettatori: 1331
Mvp: Carlos Eduardo Barreto Silva (Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia)

AZIMUT LEO SHOES MODENA – TOP VOLLEY LATINA-

Sono oltre 4700 spettatori quelli che accolgono in campo l’Azimut Leo Shoes Modena di Velasco e la Top volley Latina dell’ex gialloblù Lorenzo Tubertini. Modena inizia la gara con Christenson in regia, Zaytsev è l’opposto, bande Bednorz e Urnaut, al centro Holt e Anzani, il libero è Salvatore Rossini. Latina parte con Sottile-Stern in diagonale principale, Swan Ngapeth e Palcios in banda, Gitto e Barone al centro, Santucci è il libero. Parte fortissimo Modena che si porta sul 16-11 con un’ottima gestione del side-out. Non si fermano Zaytsev e compagni, 21-15. L’Azimut Leo Shoes Modena chiude il primo set 25-19. Nel secondo set è l’equilibrio a farla da padrone, 8-8 e match assolutamente gradevole. Piazza il break l’Azimut Leo Shoes, 15-11. Restano avanti i gialli, 19-14 e Tubertini chiede time-out. Modena chiude il secondo set 25-21, è 2-0 nei parziali. Nel terzo parziale Modena scappa via subito, 11-5 e resta avanti sino a fine gara, l’Azimut Leo Shoes chiude il set 25-18 ed il match 3-0.
I PROTAGONISTI-

Julio Velasco (Allenatore Azimut Leo Shoes Modena)- « Sono contento perché abbiamo interpretato una buona gara in difesa e copertura e questo è molto importante. Abbiamo giocato anche più primi tempi in contrattacco e sbagliato meno battute delle ultime gare. Giovedì abbiamo una partita fondamentale e il fatto di esserci allenti bene e di aver giocato come volevamo conta molto. Chiaramente dobbiamo crescere ancora, ma abbiamo fatto passi avanti ».

Lorenzo Tubertini (Allenatore Top Volley Latina)- « Questa è una partita che fa capire il livello di vertice del Campionato. Ero un po’ emozionato in avvio perché ho ritrovato molti amici in un palazzetto dove sono praticamente nato. Per quanto riguarda l’esito della partita, ovviamente c’è un po’ di delusione perché raccogliere dei set e magari dei punti contro queste squadre di alto livello è un nostro obiettivo. Modena ci ha lasciato poco spazio, in battuta è stata molto incisiva e ci ha messo molta pressione sul cambio palla. Senza Parodi non potevo fare grossi cambi ».

IL TABELLINO-

AZIMUT LEO SHOES MODENA – TOP VOLLEY LATINA 3-0 (25-19, 25-21, 25-18)

AZIMUT LEO SHOES MODENA: Christenson 5, Urnaut 12, Anzani 1, Zaytsev 11, Bednorz 5, Holt 8, Benvenuti (L), Rossini (L), Mazzone 5, Pierotti 0, Kaliberda 3. N.E. Keemink, Van Der Ent, Pinali. All. Velasco.

TOP VOLLEY LATINA: Sottile 1, Palacios 8, Barone 4, Stern T. 10, Ngapeth 8, Gitto 1, Caccioppola (L), Santucci (L), Stern Z. 3, Gavenda 1, Rossi 2. N.E. Parodi, Huang. All. Tubertini.

ARBITRI: Florian, Rapisarda.

NOTE – durata set: 25′, 29′, 26′; tot: 80′.

Spettatori: 4749
MVP: Salvatore Rossini (Azimu Leo Shoes Modena

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – CALZEDONIA VERONA-

Grande accoglienza del PalaCoccia per la Calzedonia Verona che arriva a Veroli per la quinta gara del girone di ritorno in un ottimo momento di forma e con l’obiettivo di mantenere il trend positivo. Riescono gli scaligeri nel loro intendo riportando, con un 3-1, tre preziosi punti contro una Globo Banca Popolare del Frusinate Sora che continua a lottare contro tutti . Perso il primo set i padroni di casa recuperano mentalmente e ristabiliscono la momentanea parità. Con un pizzico di coraggio in più gli uomini di Barbiero potrebbero chiudere anche il terzo, vinto invece dagli ospiti. Nel quarto set, Sora compie un bellissimo recupero senza però trovare energie nel momento decisivo. Come preannunciato, ottima prestazione di Kazyski, MVP del match, che oltre ad alzare l’asticella del livello tecnico e dunque qualitativo, è il vero leader, sempre presente nei momenti fondamentali. Top scorer del game è Dusan Petkovic, che con i suoi 28 punti si erge a grande trascinatore per i suoi.

I PROTAGONISTI-

Mario Barbiero (Allenatore Globo Banca Popolare del Frusinate Sora)- « Ci abbiamo provato anche oggi, vincendo il secondo set e lottando nel terzo, anche se forse potevamo fare di più. Verona si è presentata con tutte le carte in regola e credo che abbia meritato la vittoria. Certo, noi con un pizzico di coraggio in più, soprattutto in battuta nel terzo set, magari potevamo strappare qualche punto. E' andata così, pensiamo già alla prossima ».

Nikola Grbic (Allenatore Calzedonia Verona)- «Questo è un campo difficile e la gara lo ha confermato. Appena abbiamo perso lucidità loro si sono fatti senti. Per fortuna poi siamo riusciti a tornare concentrati e precisi portando 3 punti molto importanti a casa, soffrendo ».

IL TABELLINO-

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – CALZEDONIA VERONA 1-3 (17-25, 25-18, 23-25, 22-25)

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Kedzierski 2, De Barros Ferreira 7, Caneschi 8, Petkovic 28, Fey 12, Di Martino 5, Mauti (L), Marrazzo 0, Bonami (L), Nielsen 3, Bermudez 0. N.E. Rawiak, Esposito, Farina. All. Barbiero.

CALZEDONIA VERONA: Spirito 4, Manavinezhad 16, Solé 8, Boyer 18, Kaziyski 16, Alletti 6, Giuliani (L), De Pandis (L), Birarelli 0, Marretta 0. N.E. Magalini, Pinelli, Sharifi. All. Grbic.

ARBITRI: Canessa, Santi.

NOTE – durata set: 22′, 24′, 28′, 27′; tot: 101′.

Spettatori: 745
MVP: Matey Kazyski (Calzedonia Verona)

EMMA VILLAS SIENA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA-

Finisce 0-3 al PalaEstra tra Siena e Perugia. Si è visto tanto spettacolo sul taraflex con i grandi campioni presenti questo pomeriggio in viale Sclavo. La Sir prosegue la sua cavalcata, Marouf e compagni non sono riusciti a compiere l’impresa di centrare un risultato positivo contro i campioni d’Italia in carica. Da ricordare la straordinaria affluenza di pubblico al PalaEstra: i 3610 spettatori di oggi rappresentano il record di pubblico nel palazzetto dello sport senese per la Emma Villas. Atanasijevic guida la sua squadra con 22 punti all’attivo e il 67% in attacco. La Sir realizza 11 ace e termina la sfida con il 59% in attacco. Siena prova a reggere l’urto, Hernandez realizza 15 punti con il 48% in attacco, Ma non basta per i biancoblu.

I PROTAGONISTI-

Giammarco Bisogno (Presidente Emma Villas Siena)- « Ci manca il fuoco dentro. Perugia ha una squadra straordinaria, lotta anche su ogni pallone e i suoi giocatori esultano a ogni pallone recuperato. Sono fiero di quello che noi abbiamo fatto fino ad adesso e del nostro grande pubblico, oggi presente in massa qui al PalaEstra. La squadra deve dare di più. A noi manca un’anima calda che invece avevamo in passato. I nostri giocatori sono forti, ancora è tutto fattibile e possiamo uscire dalla mediocrità. Dobbiamo andare a Verona per giocarci la partita. Anche stasera abbiamo commesso troppi errori in battuta. Non ci dobbiamo arrendere ».

Massimo Colaci (Sir Safety Conad Perugia)- « La partita è finita 3-0 per noi, però è stata dura. Nei momenti più complicati del match siamo stati bravi a reagire. Abbiamo giocato con una buona continuità, siamo stati bravi a condurre la gara e a portarla in porto prendendoci tre punti. Abbiamo avuto un ottimo approccio, siamo molto contenti della nostra prestazione ».

IL TABELLINO-

EMMA VILLAS SIENA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA 0-3 (20-25, 20-25, 18-25) –

EMMA VILLAS SIENA: Marouflakrani 3, Ishikawa 4, Cortesia 4, Hernandez Ramos 15, Savani 2, Van De Voorde 3, Caldelli (L), Giovi (L), Giraudo 0, Spadavecchia 0, Gladyr 2, Maruotti 6. N.E. Vedovotto, Mattei. All. Zanini.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 3, Lanza 9, Podrascanin 7, Atanasijevic 22, Leon Venero 8, Ricci 5, Piccinelli (L), Colaci (L), Della Lunga 0, Seif 0, Hoag 2. N.E. Hoogendoorn, Galassi. All. Bernardi.

ARBITRI: Braico, Sobrero.

NOTE – durata set: 25′, 28′, 24′; tot: 77′.

Spettatori: 3610

Mvp: Aleksandar Atanasijevic (Sir Safety Coad Perugia)

ITAS TRENTINO – CUCINE LUBE CIVITANOVA-

Quarantanove giorni dopo la Finale del Mondiale per Club 2018, la Cucine Lube Civitanova si prende una rivincita sull’Itas Trentino, fermando la striscia di ventun vittorie consecutive dei gialloblù e violando per la prima volta in questa stagione la BLM Group Arena di Trento. Non è bastato il terzo “sold out” stagionale dell’impianto gialloblù per respingere il tentativo di assalto dei cucinieri, capaci di vincere 3-1, bissando il successo ottenuto lo scorso 12 aprile sempre nell’impianto di via Fersina (ultima compagine a riuscirvi prima di dodici affermazione in fila). Sin dal via del match gli ospiti hanno dimostrato di avere una marcia in più nella fase di break point e soprattutto di essere riusciti a costruire tatticamente una gabbia fra muro e difesa sia su Kovacevic (ben presto fuori partita) sia su Russell. A portare a casa il risultato ci hanno poi pensato gli ex di turno Sokolov e Juantorena, scatenati a rete (38 punti in due). Trento ha provato a opporsi con veemenza sino alla fine, ma senza mostrare il gioco di squadra che l’aveva spinta al primo posto, ora ceduto nuovamente a Perugia.

I PROTAGONISTI-

Jenia Grebennikov (Itas Trentino)- “Mi spiace per la sconfitta in quattro set; potevamo almeno prendere un punto portando la sfida al tie break di fronte a questo grande pubblico. La Lube non ha rubato nulla, dimostrando di poter contare su una fase di break point molto efficace, in particolare con Bruno al servizio. Dobbiamo provare a ripartire subito ma oggi gli avversari hanno giocato meglio e meritato il successo pieno”.
Tsvetan Sokolov (Cucine Lube Civitanova)- « Siamo stati bravi ad aver affrontato la partita con l’atteggiamento giusto, perché Trento non molla fino alla fine. Per noi è importante ripartire. Questa vittoria riscatta la battuta d’arresto di Perugia. Il risultato può essere una bella iniezione di fiducia nei nostri mezzi ».

IL TABELLINO-

ITAS TRENTINO – CUCINE LUBE CIVITANOVA 1-3 (20-25, 25-23, 22-25, 20-25) – ITAS TRENTINO: Giannelli 6, Kovacevic 8, Lisinac 10, Vettori 16, Russell 13, Candellaro 8, De Angelis (L), Nelli 0, Grebennikov (L), Van Garderen 6. N.E. Daldello, Codarin, Cavuto. All. Lorenzetti.

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Mossa De Rezende 1, Juantorena 16, Simon 12, Sokolov 22, Leal 12, Cester 4, Marchisio (L), D’Hulst 0, Cantagalli 0, Balaso (L), Kovar 0, Diamantini 0, Massari 0. N.E. Stankovic. All. De Giorgi.

ARBITRI: Boris, Simbari.

NOTE – durata set: 27′, 29′, 30′, 27′; tot: 113′.

Spettatori: 4000

MVP: Tsevtan Sokolov (Cucine Lube Civitanova)

I RISULTATI-

Emma Villas Siena-Sir Safety Conad Perugia 0-3 (20-25, 20-25, 18-25);

Itas Trentino-Cucine Lube Civitanova 1-3 (20-25, 25-23, 22-25, 20-25);

Globo Banca Popolare del Frusinate Sora-Calzedonia Verona 1-3 (17-25, 25-18, 23-25, 22-25);

BCC Castellana Grotte-Revivre Axopower Milano 2-3 (25-27, 25-21, 22-25, 26-24, 13-15) 16/01/2019 ore 20:30;

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia-Consar Ravenna 3-1 (23-25, 25-16, 28-26, 25-22);

Vero Volley Monza-Kioene Padova 1-3 (25-13, 28-30, 19-25, 20-25) Giocata ieri;

Azimut Leo Shoes Modena-Top Volley Latina 3-0 (25-19, 25-21, 25-18)

LA CLASSIFICA-

Sir Safety Conad Perugia 45, Itas Trentino 44, Cucine Lube Civitanova 41, Azimut Leo Shoes Modena 40, Revivre Axopower Milano 34, Calzedonia Verona 29, Kioene Padova 26, Vero Volley Monza 24, Consar Ravenna 20, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 19, Top Volley Latina 18, Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 15, Emma Villas Siena 11, BCC Castellana Grotte 6.

Note: 1 Incontro in meno: Vero Volley Monza, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia, Globo Banca Popolare del Frusinate Sora, Emma Villas Siena;

 IL PROSSIMO TURNO-23/01/2019 Ore: 20.30

Sir Safety Conad Perugia-Kioene Padova;

Azimut Leo Shoes Modena-Revivre Axopower Milano Si gioca il 24/01/2019 ore 20.30;

Itas Trentino-Calzedonia Verona;

Cucine Lube Civitanova-Vero Volley Monza Si Gioca il  24/01/2019 ore 20:30

I RISULTATI-

Emma Villas Siena-Sir Safety Conad Perugia 0-3 (20-25, 20-25, 18-25);

Itas Trentino-Cucine Lube Civitanova 1-3 (20-25, 25-23, 22-25, 20-25);

Globo Banca Popolare del Frusinate Sora-Calzedonia Verona 1-3 (17-25, 25-18, 23-25, 22-25);

BCC Castellana Grotte-Revivre Axopower Milano 2-3 (25-27, 25-21, 22-25, 26-24, 13-15) Giocata il 16

gennaio;

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia-Consar Ravenna 3-1 (23-25, 25-16, 28-26, 25-22);

Vero Volley Monza-Kioene Padova 1-3 (25-13, 28-30, 19-25, 20-25) Giocata ieri;

Azimut Leo Shoes Modena-Top Volley Latina 3-0 (25-19, 25-21, 25-18)

LA CLASSIFICA-

Sir Safety Conad Perugia 45, Itas Trentino 44, Cucine Lube Civitanova 41, Azimut Leo Shoes Modena 40, Revivre Axopower Milano 34, Calzedonia Verona 29, Kioene Padova 26, Vero Volley Monza 24, Consar Ravenna 20, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 19, Top Volley Latina 18, Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 15, Emma Villas Siena 11, BCC Castellana Grotte 6.

Note: 1 Incontro in meno: Vero Volley Monza, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia, Globo Banca Popolare del Frusinate Sora, Emma Villas Siena;

IL PROSSIMO TURNO-23/01/2019 Ore: 20.30

Sir Safety Conad Perugia-Kioene Padova;

Azimut Leo Shoes Modena-Revivre Axopower Milano Si gioca il 24/01/2019 Ore 20.30;

Itas Trentino-Calzedonia Verona;

Cucine Lube Civitanova-Vero Volley Monza Si Gioca il  24/01/2019 Ore 20.30

Vedi tutte le news di SuperLega

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti