Volley: Superlega, Perugia rullo compressore, Ravenna e Monza corsare
SuperLega
0

Volley: Superlega, Perugia rullo compressore, Ravenna e Monza corsare

Nelle partite del pomeriggio la capolista batte una bella Castellana Grotte, la squadra di Graziosi espugna Latina al tie break, quella di Soli va a vincere a Sora. Successo interno di Padova contro Vibo. In serata il big match Civitanova-Modena

ROMA- Fra anticipi e posticipi solo quattro partite dell’ 8a di ritorno giocate nel pomeriggio. La  Sir Safety Conad Perugia vince 3-0 il testa-coda con una Bcc Castellana Grotte che comunque esce dal Pala Barton a testa alta. Vittorie in trasferta per la Vero Volley Monza, che espugna in tre set il campo della Globo Banca Popolare Del Frusinate Sora, e per la Consar Ravenna, capace di rimontare due volte la Top Volley Latina prima di batterla al tie break. Prova di forza della Kioene Padova che domina la sfida casalinga con la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia.

TUTTE LE SFIDE-

TOP VOLLEY LATINA – CONSAR RAVENNA-

La Top Volley Latina perde solo al tie-break la sfida con il Consar Ravenna al termine di una battaglia durata oltre due ore. Meglio Ravenna nel fondamentale dell’attacco (56% contro il 47% di Latina) mentre la Top Volley ha dimostrato di essere migliore nella ricezione e ha totalizzato un muro in più (9 contro 8). Alla luce di questo risultato la Top Volley Latina guadagna un punto che la porta a 22 punti con un vantaggio di nove punti sulla zona rossa quando mancano ancora cinque partite al termine del campionato. Rychlicki, l’opposto di Ravenna, ha totalizzato da solo addirittura 34 punti, una prestazione che ha inciso in maniera pesante e decisiva sul risultato finale.

In avvio di partita il coach Lorenzo Tubertini schiera Sottile in regia opposto a Toncek Stern, di banda Palacios e Parodi, Barone e Rossi al centro con Santucci libero. La Top Volley inizia con una fiammata l’incontro e vince il primo set con grande autorità imponendosi 25-17. Decisivo lo strappo dall’8-8 con una lunga serie in battuta di Toncek Stern che impegna Ravenna e il resto lo fanno i muri, quattro solo nel primo set: Latina cresce e piazza un break importante (15-10), vantaggio che poi i pontini conservano spingendo molto sulla battuta e con un Toncek Stern veramente in gran giornata. Nel secondo set Ravenna rimette in equilibrio la partita vincendo 19-25, con gli ospiti che hanno saputo approfittare di un calo di Latina. Il parziale s’era aperto con un break importante di Sottile e compagni che hanno imposto cinque punti in sequenza dal 2-4 al 7-4 poi Ravenna è riuscita a far entrare in partita Rychlicki che ha dato un contributo importante agli uomini di coach Raffaelli. Tubertini prova a cambiare la diagonale tirando fuori Sottile e Stern per dare spazio a Pei Huang e Gavenda ma le cose non cambiano e Ravenna si prende il set. Il terzo set è bellissimo, combattuto e giocato a viso aperto da entrambe le squadre: Latina lo vince (27-25) con un recupero stratosferico dopo che Ravenna aveva condotto il gioco praticamente per tutta la durata del set. Dal -5 del 13-18 la Top Volley Latina ha ricostruito arrivando a -2 grazie alla grande presenza in difesa di Santucci e compagni. Sul 20 pari Latina aveva annullato completamente lo svantaggio iniziale, poi il finale di set è stato un susseguirsi di emozioni con un set point annullato a Ravenna (23-24) poi Stern, Parodi e Palacios sorpassano e chiudono 27-25. Avanti 2-1 il quarto set diventa decisivo per entrambe le squadre con la Top Volley che potrebbe chiudere da tre punti e Ravenna per prolungare la partita: alla fine finisce 21-25 per Ravenna che trova il tie-break con un set in cui è stata sempre avanti con punte di -5 e con recuperi di Latina fino al -2 del 20-22. Meglio in battuta Ravenna meno lucida Latina con la palla un po’ più staccata del solito. In evidenza come al solito Rychlicki capace di finalizzare le palle ricostruite dai ravennati. Nel tie-break è Ravenna a girare avanti al cambio di campo (4-8), poi Latina tenta di ricucire passando dal 7-10 al 10 pari con Rossi in battuta: coach Graziosi chiama il time out e Ravenna incassa subito due punti (10-12) utili nello sprint finale che permette agli ospiti di chiudere 12-15.

I PROTAGONISTI-

Lorenzo Tubertini (Allenatore Top Volley Latina)- « Siamo stati bravi nel primo set a lavorare bene con la battuta e a rendere molto concreta la fase break che, sostenuta da un ottimo cambio palla, ci ha permesso di trovarci in vantaggio. Poi Ravenna ha fatto crescere il livello di battuta e ricezione e ha trovato in Rychlicki un giocatore che ha tenuto alto il livello del cambio palla anche con ricezioni negative e questo ovviamente ci ha impedito di riuscire a rimanere in partita nel secondo set a quel punto la partita poteva prendere una piega negativa per noi e devo dire ancora bravi ai miei ragazzi che nel terzo set sono riusciti a recuperare da uno svantaggio importante. Peccato per il risultato finale anche se dobbiamo continuare a guardare le cose buone di questo match e prepararci al meglio per la prossima importantissima sfida con Castellana ».

Pieter Verhees (Consar Ravenna)- « Sono un po’ stanco è stata una partita intensa e sono felice che abbiamo conquistato la vittoria. Latina ha dimostrato di essere sempre molto ostica da affrontare in trasferta e contro di noi lo ha dimostrato. Il tie break è stato comunque combattuto e abbiamo dimostrato il nostro valore ».

IL TABELLINO-

TOP VOLLEY LATINA – CONSAR RAVENNA 2-3 (25-17, 19-25, 27-25, 21-25, 12-15)

TOP VOLLEY LATINA: Sottile 2, Parodi 13, Rossi 2, Stern T. 19, Palacios 15, Barone 7, Caccioppola (L), Stern Z. 0, Santucci (L), Ngapeth 4, Gavenda 4, Gitto 6, Huang 0. N.E. All. Tubertini.

CONSAR RAVENNA: Saitta 6, Poglajen 12, Verhees 7, Rychlicki 34, Raffaelli 12, Russo 8, Marchini (L), Di Tommaso 0, Argenta 0, Goi (L), Lavia 0, Elia 0. N.E. Smidl. All. Graziosi.

ARBITRI: Bartolini, Zanussi.

NOTE – Spettatori 919, durata set: 22′, 25′, 31′, 29′, 19′; tot: 126′.

MVP: Rychlicki (Consar Ravenna)

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – BCC CASTELLANA GROTTE-

Festa doveva essere e festa è stata stasera al PalaBarton! La Sir Safety Conad Perugia regola in tre set la BCC Castellana Grotte nell’ottava di ritorno di Superlega in un palazzetto gremito ed incandescente e conferma il primato in classifica.
Prima e dopo il match la grande protagonista della serata è la Coppa Italia vinta domenica scorsa a Bologna dai Block Devils con tanta gente che ne approfitta per un selfie (bellissima la coreografia tricolore dei Sirmaniaci) e con i ragazzi che alla fine la portano in campo facendole fare il giro d’onore tra gli applausi scrocianti di tutto il pubblico.
In mezzo il match. Un match che Perugia, pur ovviamente non al top dopo un periodo intensissimo per impegni e sforzo emotivo e mentale, gioca comunque con grande testa ed inserendo il turbo nei momenti chiave. Bernardi dà un turno di riposo a Leon inserendo al suo posto Hoag e, come sempre, è tutta la squadra a rispondere presente contro una Castellana Grotte sì ormai condannata alla retrocessione, ma molto orgogliosa e brava nei suoi attaccanti di banda Zingel, Wlodarczyk e Mirzajanpour. Ne esce una gara per due set equilibrata con i padroni di casa che però hanno sempre il guizzo vincente nelle fasi finali. Nel terzo Perugia scappa, Bernardi dà giustamente spazio a tutta la rosa, Castellana prova ancora il recupero arrivando fino al 21-20. Poi è solo Sir con quattro punti in fila che chiudono il match e fanno partire la festa, che è la festa di tutti.
È Atanasijevic l’Mvp del match. 22 i punti dell’opposto serbo con il 62% in attacco, 1 muro e 3 ace. Doppia cifra anche per il connazionale Podrascanin (10 punti e fulmineo in primo tempo) ed altra bella prova del collega di reparto Ricci che chiude con 8 punti (anche 1 ace e 2 muri). 6 palloni vincenti a testa per gli schiacciatori Lanza ed Hoag, mentre ormai non fanno più notizia la solidità di Colaci in seconda linea e la classe cristallina di capitan De Cecco in cabina di regia.
Per i Block Devils arriva ora, finalmente è il caso di dirlo, una settimana senza impegni infrasettimanali. Una settimana utile per recuperare e per lavorare con tranquillità nel quartier generale del PalaBarton in vista dei prossimi impegni e in particolare dell’ostica trasferta di domenica prossima a Monza.
C’è il primo posto in classifica da difendere nelle ultime cinque giornate di regular season, c’è la Champions pronta ad entrare nella fase calda, ci saranno i playoff scudetto. Insomma, la strada è ancora lunghissima e Perugia vuole ancora essere protagonista!

Coreografia da brividi al PalaBarton prima del via. C’è Hoag in diagonale con Lanza nei sette di partenza di Bernardi. Vantaggio pugliese in avvio con due errori dei bianconeri in attacco (1-3). Arriva la parità a quota 5 con il contrattacco di Lanza. Mette anche l’ace lo schiacciatore bianconero per il vantaggio Sir (8-7). Ace anche per Wlodarczyk che capovolge (8-9). Servizio vincente di Atanasijevic (11-10). +4 Perugia grazie a due errori in attacco degli ospiti ed allo smash di Ricci (14-10). Torna a contatto Castellana Grotte con Wlodarczyk e l’errore di Atanasijevic (16-15). Fuori anche Lanza e parità (16-16). Scalda il braccio Atanasijevic (18-17). Hoag mette il contrattacco per il nuovo +2 Sir (20-18). Sempre Hoag tiene il doppio vantaggio (22-20). Parallela vincente di Atanasijevic dalla seconda linea (23-21). Primo tempo fulmineo di Podrascanin, due set point Perugia (24-22). Chiude subito da posto quattro Lanza (25-22).

Buon avvio di Castellana Grotte nella seconda frazione con l’ace di Mirzajanpour che firma il +2 (3-5). Contrattacco vincente di Wlodarczyk (5-8). Altri due per gli ospiti che scappano via (5-10). Perugia rientra con un imperiale Atanasijevic in battuta ed attacco (11-12). Arriva la parità con il muro di Podrascanin (15-15). I pugliesi ripartono con l’ace di Falaschi (15-17), Hoag firma il nuovo pareggio (17-17). Ace di Podrascanin, Perugia mette il naso avanti (19-18). Magia sotto rete di De Cecco (21-20). Atanasijevic dalla seconda linea (23-22). Incrocio di Lanza e set point Perugia (24-23). Gran servizio di Lanza e chiusura in smash di Podrascanin (25-23).
Resta l’equilibrio nel terzo parziale con il muro di Podrascanin che sigla il vantaggio bianconero (6-5). Infila anche l’ace il centrale serbo (9-7). Ace pure per Atanasijevic (11-8). È il turno di Zingel a mettere il servizio vincente (11-10). Prove di fuga per i Block Devils con i soliti Podrascanin ed Atanasijevic (16-12). Ace di Lanza (18-13). Castellana Grotte accorcia con il turno al servizio di Wlodarczyk (19-16). Atanasijevic torva il varco in parallela e mantiene tre punti di vantaggio per i suoi (21-18). Castellana Grotte non molla e si riporta a contatto con Mirzajanpour (21-20). Tira fuori però da posto quattro l’iraniano (23-20). Muro di Della Lunga e match point (24-20). L’errore ospite chiude, Perugia vince ancora (25-20).

I PROTAGONISTI-

Luciano De Cecco (Sir Safety Conad Perugia): « Si continua! È stata una settimana quella passata che ci ha messo a dura prova fisicamente e mentalmente perché abbiamo fatto un weekend molto intenso a Bologna con tante emozioni che ci hanno un po’ svuotato. Nonostante questo siamo stati bravi a Mosca ed anche stasera e di questo bisogna dare atto alla squadra e a tutto lo staff. Sappiamo però che mancano ancora cinque gare di campionato, la fase calda della Champions ed i playoff quindi non bisogna assolutamente mollare ».

Marco Falaschi (BCC Castellana Grotte)- « Siamo professionisti e vogliamo onorare al meglio il nostro campionato che purtroppo, è brutto da dirsi, è ormai finito. Credo però che stiamo giocando decentemente, anche stasera abbiamo fatto la nostra parte, poi è chiaro che i nostri limiti, specialmente contro una squadra come Perugia, vengono fuori ».

IL TABELLINO-

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – BCC CASTELLANA GROTTE 3-0 (25-22, 25-23, 25-20)

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 1, Lanza 6, Podrascanin 10, Atanasijevic 22, Hoag 6, Ricci 8, Seif 0, Della Lunga 1, Colaci (L), Hoogendoorn 0, Galassi 0, Piccinelli 0. N.E. Leon Venero. All. Bernardi.

BCC CASTELLANA GROTTE: Falaschi 2, Wlodarczyk 12, Scopelliti 4, Zingel 11, Mirzajanpourmouziraji 12, De Togni 6, Cavaccini (L), Quartarone 0, Pace 0. N.E. Agrusti, Kruzhkov, Studzinski Rodrigues. All. Di Pinto.

ARBITRI: Giardini, Cerra.

NOTE – Spettatori 3620, durata set: 24′, 28′, 29′; tot: 81′.

MVP: Atanasijevic (Sir Safety Conad Perugia)

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – VERO VOLLEY MONZA-

La Vero Volley Monza non sbaglia. Sul campo del Pala Coccia di Veroli la formazione di Fabio Soli si impone con un rotondo 3-0, contro i padroni di casa della Globo Banca Popolare del Frusinate, confermando il buon momento delle ultime uscite (vittoria in Challenge Cup contro Kamnik e prima ancora contro Vibo Valentia) e portandosi a casa tre punti preziosissimi in chiave corsa Play-Off Scudetto. Vittoria rotonda contro i volsci dunque per Beretta e compagni, capaci di gestire con grande lucidità un match ricco di insidie, limitando i momenti sì dei laziali e contrattaccando con grande efficacia grazie alla giornata di grazia di Plotnytskyi. L’ucraino della Vero Volley Monza si traveste da Superman, firmando una prova superlativa, con 22 punti (4 ace, 4 muri ed il 64% in attacco), che impreziosisce quella di squadra dei suoi. Sono i muri (19 di squadra), la difesa (con un ottimo Rizzo a garantire equilibrio) ed il servizio (2 ace anche di Dzavoronok, con ottimi turni anche per Ghafour, Yosifov e Beretta) ad agevolare il successo di Monza, con Sora aggrappata agli assoli di Petkovic (19 punti con 5 ace) e qualche fiammata di Joao Rafael per tentare il rientro in una gara che non l’ha mai vista davvero in grado di interrompere la prova determinata degli ospiti. La prima squadra maschile del Consorzio Vero Volley torna a casa con il decimo successo stagionale, il settimo lontano dalla Brianza ed il secondo consecutivo per 3-0 in Campionato.

Partenza decisa dei padroni di casa, che scappano sul 5-1 con Petkovic (4 ace consecutivi). Un filotto di quattro punti della Vero Volley Monza (Dzavoronok, Plotnytskyi, Yosifov e Plotnytskyi) però, porta i lombardi avanti, 12-11 e Barbiero chiama la pausa. Ancora Plotnytskyi a spingere avanti la Vero Volley (attacco vincente ed ace), 15-12. Primo tempo vincente di Yosifov e muro di Dzavoronok su Joao Rafael, ma Di Martino risponde per i volsci, 17-15. Un errore al servizio per parte agevola la discesa dei monzesi che, dopo la palla out di Joao Rafael dai nove metri, scappano sul 20-17. Giocata di Petkovic dopo il primo tempo di Yosifov, 21-19 Monza e Soli ferma il gioco per provare a spezzare il ritmo dei padroni di casa. Finale tutto dei monzesi, che chiudono il primo gioco 25-22.

Nel secondo parziale inizio in equilibrio (3-3), poi due muri di Ghafour consecutivi coincidono con il break Vero Volley Monza, 5-3. Errore di Petkovic dopo il mani fuori di Ghafour ed il muro di Beretta su Joao Rafael: time-out Barbiero sull’8-4 per Monza. Dzavoronok va a segno in attacco e poi con un ace e Monza vola sull’11-5, con Sora che fatica a trovare continuità al servizio (12-7). Petkovic tenta di dare una scossa ai suoi con un attacco vincente e un ace e Soli chiama time-out sul 15-12 per i suoi. Plotnytskyi e Dzavoronok non calano d’intensità, portando la Vero Volley sul 20-16 e Barbiero chiama a raccolta i suoi. Petkovic continua a schiacciare forte per la Globo Banca Popolare del Frusinate (20-17), che si appoggia anche a Joao Rafael per tentare di rientrare nel set (21-18). Muro di Plotnytskyi su Petkovic e lampo di Ghafour: Monza acciuffa il set-point, 24-18, aggiudicandoselo con la schiacciata vincente di Plotnytskyi, 25-19 per la Vero Volley.

Nel terzo set parte forte la squadra di casa, con Petkovic ad andare a segno e guidare la fuga dei suoi, 6-2 e Soli chiama la pausa. Al ritorno in campo, con pazienza, la Vero Volley acciuffa il pari grazie ai muri di Beretta e Orduna, 7-7. Punto a punto fino all’8-8, poi break Monza con Yosifov e Plotnytskyi (un muro a testa su Petkovic e Di Martino), 10-8. Monza mantiene due punti di vantaggio con Yosifov, ma Petkovic e Kedzierski (ace) riportano i volsci avanti, 13-12. La Vero Volley però non molla: prima tiene il passo dei padroni di casa con Ghafour (15-15) poi sprinta con Dzavoronok e Plotnytskyi (17-15), siglando l’allungo vincenti che gli consente poi di gestire il gioco, chiudere il set 25-19, grazie alle giocate di uno straordinario Plotnytskyi (ucraino a segno con un muro, un attacco e un ace) e la gara 3-0.

I PROTAGONISTI-

Mario Barbiero (Allenatore Globo Banca Popolare Del Frusinate Sora)- « Non è stata una partita straordinaria. Non siamo mai entrati in partita, siamo stati lì lì per farlo ma loro sono stati bravi e abbastanza continui soprattutto nella fase di cambio palla che ci ha dato un po’ di difficoltà. Hanno ottimi attaccanti che oggi sono andati molto bene. Noi potevamo fare meglio. Abbiamo avuto dei momenti buoni ma non abbiamo mai giocato come volevamo e dovevamo. E’ una sconfitta che ci sta, ma che non deve abbatterci perché non cambia nulla in quello che è il nostro obiettivo. Da martedì torniamo in palestra per pensare alla prossima gara ».

Santiago Orduna (Vero Volley Monza)- « Ci tenevamo particolarmente a questa partita dopo aver perso contro Sora all’andata. Questi sono tre punti importantissimi in chiave Play-Off Scudetto che ci regalano morale. Ora ci aspetta un periodo molto duro: affronteremo prima Perugia la prossima settimana, poi ci aspetteranno, lungo il cammino di questo rush finale di regular season, anche altre big come Modena e Trento. Ogni giornata ci sono sfide importanti, che dovremo affrontare con la concentrazione di oggi per raccogliere dei buoni risultati ».

IL TABELLINO-

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – VERO VOLLEY MONZA 0-3 (22-25, 19-25, 19-25)

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Kedzierski 1, De Barros Ferreira 10, Caneschi 3, Petkovic 19, Fey 5, Di Martino 3, Marrazzo 0, Bonami (L), Bermudez 0, Rawiak 0. N.E. Esposito, Mauti. All. Barbiero.

VERO VOLLEY MONZA: Orduna 1, Plotnytskyi 22, Yosifov 13, Ghafour 11, Dzavoronok 13, Beretta 5, Rizzo (L), Calligaro 0, Galliani 0, Botto 0. N.E. Arasomwan, Buti, Buchegger. All. Soli.

ARBITRI: Piana, Cesare.

NOTE – Spettatori 625, incasso 3036, durata set: 26′, 25′, 26′; tot: 77′.

MVP: Oleh Plotnytskyi (Vero Volley Monza)

KIOENE PADOVA – TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA-

Tutto fin troppo facile per la Kioene Padova, che s’impone per 3-0 su Vibo Valentia mettendo nel forziere tre punti pesantissimi in chiave play off. Troppi gli errori nei momenti decisivi dei calabresi e che – rispetto alla gara di andata – non hanno trovato il miglior Al Hachdadi, ben contenuto dal muro patavino. La Kioene ha giocato in maniera ordinata dall’inizio alla fine con Torres e Polo sugli scudi, concedendo poco agli avversari che, soprattutto nel terzo set, hanno alzato bandiera bianca.
Padova subito avanti nel primo set, con Cirovic ben imbeccato da Travica (6-3). Vibo Valentia prova ad avvicinarsi ma i bianconeri tengono le redini del gioco grazie anche ad un ottimo Louati (14-10). Coach Bagnoli manda in campo Lopez e Skrimov al posto di Kadu e Strohbach, ma sull’attacco out di Skrimov, coach Bagnoli chiede time out (21-15). Travica e Polo chiudono il primo set 25-16. Secondo set decisamente più equilibrato, con Al Hachdadi a portare i suoi in vantaggio sul 12-14. Al rientro dal time out la Kioene Padova sfrutta bene i propri centrali, tanto da costringere coach Bagnoli a richiamare i suoi in panca sul 17-16. Proprio nel finale gli errori dell’opposto calabrese pesano come un macigno. Polo trova il set ball sul 24-20 e a chiudere è il servizio sulla rete di Al Hachdadi (25-22). Nel terzo set non c’è storia. La Kioene Padova si porta avanti subito per 5-0 grazie ad un ottimo Torres e da quel momento Vibo Valentia non riesce più a recuperare. Solo sul 18-13 Skrimov mette in difficoltà Padova al servizio, ma i tanti errori degli ospiti condizionano il parziale che si conclude agilmente per 25-15.

I PROTAGONISTI-

Maurice Torres (Kioene Padova)- «E’ una vittoria importantissima che ci permette di affrontare le prossime sfide con una serenità psicologica maggiore. Oggi abbiamo fatto quello che serviva: non abbiamo mai perso concentrazione e abbiamo pensato solo a giocare bene».

Daniele Bagnoli (Allenatore Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia)- «Padova ha meritato questo successo. Noi abbiamo giocato a sprazzi e, a parte alcuni buoni sprazzi nel secondo set, la Kioene ha dimostrato di saper giocare meglio di noi. Il nostro gioco di squadra è troppo altalenante, abbiamo fatto troppi errori al servizio e Torres ha fatto la differenza nei momenti decisivi».

IL TABELLINO- 

KIOENE PADOVA – TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA 3-0 (25-16, 25-22, 25-15)

KIOENE PADOVA: Travica 6, Louati 11, Polo 10, Torres 13, Cirovic 9, Volpato 5, Bassanello (L), Cottarelli 0, Danani La Fuente (L), Lazzaretto 0. N.E. Barnes, Premovic, Sperandio. All. Baldovin.

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Zhukouski 2, Strohbach 5, Mengozzi 5, Al Hachdadi 15, Barreto Silva 0, Vitelli 3, Marra (L), Skrimov 5, Cappio (L), Lopez 0, Marsili 0. N.E. Focosi, Presta, Domagala. All. Bagnoli.

ARBITRI: Vagni, Braico.

Spettatori 2818, incasso 8088, durata set: 25′, 28′, 24′; tot: 77′.

MVP: Maurice Torres (Kioene Padova)

I RISULTATI-

Cucine Lube Civitanova-Azimut Leo Shoes Modena – Si gioca alle 20.30;

Calzedonia Verona-Itas Trentino – Si Gioca domani Ore 20:00;

Top Volley Latina-Consar Ravenna 2-3 (25-17, 19-25, 27-25, 21-25, 12-15);

Globo Banca Popolare del Frusinate Sora-Vero Volley Monza 0-3 (22-25, 19-25, 19-25);

Kioene Padova-Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3-0 (25-16, 25-22, 25-15);

Sir Safety Conad Perugia-BCC Castellana Grotte 3-0 (25-22, 25-23, 25-20);

Revivre Axopower Milano-Emma Villas Siena 3-1 (18-25, 25-12, 32-30, 25-22) Giocata ieri

LA CLASSIFICA-

Sir Safety Conad Perugia 54, Itas Trentino 50, Cucine Lube Civitanova 47, Azimut Leo Shoes Modena 42, Revivre Axopower Milano 42, Calzedonia Verona 35, Kioene Padova 32, Vero Volley Monza 30, Consar Ravenna 25, Top Volley Latina 22, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 19, Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 18, Emma Villas Siena 13, BCC Castellana Grotte 6.

Note: 1 Incontro in meno: Itas Trentino, Cucine Lube Civitanova, Azimut Leo Shoes Modena, Calzedonia Verona;

IL PROSSIMO TURNO-24/02/2019 Ore: 18.00-

Vero Volley Monza-Sir Safety Perugia;

Emma Villas Siena-Cucine Lube Civitanova;

Calzedonia Verona- Revivre Axopower Milano 42;

Itas Trentino-Kioene Padova Si gioca il 23/02/2019 Ore: 18.00;

Bcc Castellana Grotte-Top Volley Latina;

Azimut Leo Shoes Modena- Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia;

Consar Ravenna- Globo Banca Popolare del Frusinate Sora

Vedi tutte le news di SuperLega

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti