Volley: Superlega, Trento si prende di forza la Semifinale
© Legavolley
SuperLega
0

Volley: Superlega, Trento si prende di forza la Semifinale

Gli uomini di Lorenzetti riscattano la sconfitta di Gara 2 superando con un perentorio 3-0 una buona Kioene Padova. Per Kovacevic ora la sfida con Civitanova finalista di Champions

TRENTO-  Missione compiuta per l’Itas Trentino che, battendo la Kioene Padova per 3-0 (25-18, 25-23, 25-17) alla BLM Arena, conquista l’undicesima semifinale Play Off delle ultime stagioni, la dodicesima assoluta della formazione del presidente Mosna nei 19 anni di attività. Ora i tifosi possono pregustare le sfide con la Cucine Lube Civitanova, finalista di Champions League. Una serie esaltante con in palio la finalissima. Stasera la squadra di Lorenzetti ha messo sul terreno di gioco tutta la propria forza e la determinazione necessaria per cancellare la sconfitta patita in Gara 2 in terra veneta. Il rientro di Kovacevic, autore di una splendida partita, ha dato sostanza e nerbo al gruppo. Padova però, pur dimostrando di non essere ancora ai livelli delle più forti, chiude a testa alta una stagione che può mandare in archivio in maniera nettamente positivo per quanto fatto vedere nel corso di Regular Season e Play Off.

LA CRONACA DEL MATCH-

La cronaca di gara 3. L’Itas Trentino recupera Kovacevic, che torna quindi a coprire la diagonale di posto 4 con Russell; Giannelli è il regista, Vettori l’opposto, Lisinac e Candellaro i centrali e Grebennikov il libero. La Kioene Padova risponde con Travica alzatore, Torres opposto, Barnes e Louati laterali, Volpato e Polo al centro, Danani La Fuente libero. In apertura i padroni di casa provano subito a fare la voce grossa in fase di break point con Russell e Kovacevic (4-2, 6-3), mentre Torres (due errori diretti) fatica ad entrare nel match (9-5, time out Baldovin). Gli ospiti sono molto fallosi e Trento ne approfitta per allungare con Vettori (13-6, attacco e muro), prima che Barnes cerchi di far reagire i suoi (13-9 e 15-12) fra attacchi ed ace. A riallargare il margine ci pensano le schiacciate di Kovacevic e Candellaro in fase di break point e la battuta punto di Giannelli (20-13). Padova smette di giocare e Trento ne approfitta per viaggiare in fretta verso l’1-0 (23-13 e 25-18).
La Kioene prova a reagire in avvio di secondo parziale, poggiando la propria iniziativa sul servizio e la difesa (1-3, 7-9) e qualche bello spunto a muro. L’Itas Trentino non si scompone, ritrova efficacia in fase di cambiopalla e a quota dieci opera il sorpasso, approfittando dell’ottimo momento di Vettori a rete (13-11). Il time out di Baldovin è provvidenziale, perché i veneti con un muro di Polo su Kovacevic trovano la parità già sul 14-14. Da lì in poi la lotta è serrata e punto a punto (16-17, 19-18, 21-21), con continui capovolgimenti di fronte. Un errore in primo tempo di Volpato offre il +2 a Trento (23-21), che lo sfrutta al massimo e si porta sul 2-0 grazie al 25-23 realizzato in cambiopalla da Russell.

Sull’onda dell’entusiasmo l’Itas Trentino parte a spron battuto anche nel terzo set (4-1 e 9-5) con Kovacevic che delizia il pubblico gialloblù con giocate ad effetto, ben spalleggiato da Lisinac. Padova non riesce a rispondere in maniera significativa (13-7, 16-10) anche perché gli iridati non concedono più nulla (20-15, 25-17).

I PROTAGONISTI-

Angelo Lorenzetti (Allenatore Itas Trentino)- « Rispetto alla partita di domenica scorsa a Padova abbiamo ritrovato efficienza nel cambiopalla e a giovarne, di conseguenza, è stato l’intero sistema di gioco. Siamo stati bravi a riscattarci dopo la sconfitta e a meritarci un’altra serie di partite contro Civitanova che è una squadra fortissima, ma contro cui daremo il massimo per provare a fare un altro passo avanti ».

Dragan Travica (Kioene Padova)- « Peccato per la gara di stasera perché noi ci credevamo, ma questo non compromette la grandissima stagione che abbiamo disputato. Kovacevic ha dato uno stato di confidenza collettivo che fa di Trento tutta un’altra squadra. Al di là di lui, c’è un po’ di rammarico per non aver portato a casa il secondo set che dovevamo conquistare. Per noi è stata comunque una stagione da incorniciare, per il modo con cui siamo stati in campo e per come ci siamo allenati tutto l’anno. Stare con questi ragazzi tutti i giorni è stato un percorso di crescita personale e collettivo. Solo con la voglia di crescere e di migliorare si possono ottenere grandi risultati e noi l’abbiamo fatto ».

IL TABELLINO-

ITAS TRENTINO – KIOENE PADOVA 3-0 (25-18, 25-23, 25-17)

ITAS TRENTINO: Giannelli 2, Kovacevic 16, Candellaro 4, Vettori 11, Russell 16, Lisinac 8, De Angelis (L), Grebennikov (L), Nelli 0. N.E. Van Garderen, Cavuto, Codarin, Daldello. All. Lorenzetti.

KIOENE PADOVA: Travica 1, Louati 9, Polo 6, Torres 12, Barnes 5, Volpato 6, Bassanello (L), Cirovic 0, Danani La Fuente (L), Cottarelli 0. N.E. Lazzaretto, Premovic, Sperandio. All. Baldovin.

ARBITRI: Vagni, Gnani.

NOTE – Spettatori 2687, incasso 32081, durata set: 28′, 30′, 24′; tot: 82′.

Tutte le notizie di SuperLega

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti