SuperLega
0

Superlega, Perugia batte Modena, Civitanova e Trento corsare

Nell'12° turno risultati favorevoli alle grandi con la squadra di Heynen che vince il big match del Pala Barton. Cucinieri vittoriosi a Padova, gli uomini di Lorenzetti corsari sul campo di Sora. Vittorie interne per Milano su Cisterna e per Vibo, al tie break, su Monza

Superlega, Perugia batte Modena, Civitanova e Trento corsare
© Legavolley

ROMA-Si è giocata stasera la 12a giornata di Superlega con le grandi uscite dal campo tutte vittoriosi. Nel confronto diretto del Pala Barton fra Sir Safety Conad Perugia e Leo Shoes Modena la squadra di Heynen ha sofferto nelle fasi iniziali prima di prendere in mano il match imponendosi in quattro set. Non conosce ostacoli la Cucine Lube Civitanova che vince in maniera imperiosa anche alla Kioene Arena contro Padova. Successo esterno anche per l’Itas Trentino che passa senza troppo soffrire in casa della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora. Successi casalinghi per l’Allianz Milano contro una buona Top Volley Cisterna e per la Tonno Callipo Vibo Valentia che doma al tie break, rimontando due volte la Vero Volley Monza.

TUTTE LE SFIDE-

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – ITAS TRENTINO-

Al PalaCoccia di Veroli l’Itas Trentino prosegue positivamente il suo cammino in Campionato difendendo il quarto posto in classifica dall’assalto di Milano in vista della qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia 2020. Con il successo in 3 set contro la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora, i gialloblù si riscattano dello scivolone del turno precedente, mentre i padroni di casa chiudono il loro girone d’andata senza incrementare la classifica. Nella giornata valida per la 12a di andata, che in realtà per Sora è quella del giro di boa dopo aver anticipato lo scorso 23 ottobre a Civitanova la 13a, l’avversario si è dimostrato ostico. In ogni caso, il sestetto di coach Colucci, rivisitato con Van Tilburg in posto 4, ha messo in difficoltà il cambio palla trentino mancando però nella fase break. Le aperture di set sono state tutte di marca sorana, ma alla distanza sono sempre venuti fuori i gialloblù.

LA CRONACA DEL MATCH-

Colucci si affida a un sestetto rivisitato, quello formato dalla diagonale Radke-Miskevich, dai centrali Caneschi e Di Martino, dalle bande Joao Rafael e Van Tilburg, con Sorgente libero in ricezione alternato con Mauti in difensiva. Lorenzetti propone Giannelli in cabina di regia opposto a Vettori, Candellaro e Lisinac in posto 3, Cebulj e Russell a martellare in posto 4, e Grebennikov libero. La prima a dare continuità è Sora con il parziale positivo di 4-0 per l’11-9. Trento va subito al contro break per il 12-14 e poi si concede la seconda accelerata che segna il 15-19. La panchina locale inserisce Fey per Van Tilburg e Grozdanov per Miskevic, ma neanche con il nuovo assetto la Globo riesce a ricucire lo strappo andando al cambio campo al 20-25. Sora parte bene nel secondo set (9-5), ma col passare degli scambi l’offensiva bianconera perde quota e fatica a finalizzare. Sul 16-14 l’Itas piazza un break di 5-0 che la porta sul +3 (16-19). Gli ospiti poi chiudono 21-25. Nel terzo set Sora lotta con il coltello tra i denti (9-9) e resta in corsa fino al 13-15, ma al cambio palla, con Lisinac al servizio a firmare 2 ace, i gialloblù spaccano definitivamente il parziale (13-20) e chiudono il match con il punto del 16-25.

I PROTAGONISTI-

Maurizio Colucci (Allenatore Globo Banca Popolare del Frusinate Sora)- « E' stata una partita dai due volti. A sprazzi abbiamo espresso una buona pallavolo, seppure cambiando tanto. Poi, alla fine, quando Trento ha accelerato, soprattutto in battuta, abbiamo avuto difficoltà a stargli dietro. Bisogna lavorare tanto e acquisire una maggiore continuità. Quello che più ci è mancato è stata la fase break, nella quale siamo stati molto al di sotto del nostro potenziale ».

Angelo Lorenzetti (Allenatore Itas Trentino)- « Volevamo questi 3 punti e ci aspettavamo di affrontare una squadra combattiva. Sora poteva metterci in difficoltà nel nostro cambio palla, al servizio e a muro. A tratti questo è successo. Abbiamo avuto alcuni intoppi nel cambio palla, ma l'atteggiamento è stato quello giusto ».

IL TABELLINO-

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – ITAS TRENTINO 0-3 (20-25, 21-25, 16-25)

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Radke 2, De Barros Ferreira 7, Caneschi 4, Miskevich 8, Van Tilburg 5, Di Martino 6, Sorgente (L), Alfieri 0, Fey 0, Grozdanov 4, Mauti (L), Scopelliti 0. N.E. Battaglia. All. Colucci.

ITAS TRENTINO: Giannelli 6, Russell 9, Lisinac 10, Vettori 10, Cebulj 9, Candellaro 5, De Angelis (L), Grebennikov (L), Sosa Sierra 1. N.E. Kovacevic, Djuric, Daldello, Codarin. All. Lorenzetti.

ARBITRI: Brancati, Luciani.

NOTE – durata set: 26′, 29′, 24′; tot: 79′.

MVP: Aaron Russell (Itas Trentino)
Spettatori: 724.

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA – VERO VOLLEY MONZA-

Un pomeriggio di festa al PalaValentia per il ritorno della Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia nel proprio palazzetto e per il successo al tie break contro la Vero Volley Monza. Spalti colorati di giallorosso ed entusiasmo alle stelle. I tifosi calabresi, che hanno potuto ammirare i propri beniamini nella casa naturale dopo quasi nove mesi di assenza, non hanno risparmiato voce e fiato per sostenere Baranowicz e compagni, grintosi in campo per oltre di due ore di battaglia sportiva. Successo sul filo di lana per la Callipo per due volte avanti e sempre raggiunta prima del capolavoro nel quinto set con la squadra di Cichello spinta da un Aboubacar strepitoso e dalle difese del libero Rizzo (MVP). Apprezzabile anche il servizio della Callipo (7 ace finali) che ha messo spesso in difficoltà la ricezione di Monza, alla fine crollata per la maggiore potenza degli attacchi dei calabresi. In evidenza Carle e Defalco, decisivi nei set vinti, oltre al solito Mengozzi che ha registrato 13 punti nel tabellino. Per gli ospiti positive le prestazioni di Kurek, Dzavoronok e Louati che hanno tenuto a galla la barca lombarda fino alla fine. Prima della gara sono stati consegnati gli attestati di partecipazione agli istituti che hanno aderito al progetto scuola. Sette i plessi scolastici coinvolti.

I PROTAGONISTI-

Marco Rizzo (Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia)- « Per noi è stata la prima partita nel nostro palazzetto e non potevamo deludere il pubblico che ci è sempre stato vicino anche a Reggio Calabria con grande sacrificio. Abbiamo fatto una bellissima partita, pur con qualche calo. La squadra mi è piaciuta tanto perchè anche nelle difficoltà, come al tie break sotto di tre punti, non si è arresa e siamo riusciti a risalire conquistando una vittoria fondamentale ».

Yacine Louati (Vero Volley Monza)- « Oggi non è stata la nostra miglior partita. Abbiamo fatto fatica a tenere alto il livello, secondo e quarto set a parte. Qualche passaggio a vuoto nel primo e nel terzo parziale non ci ha permesso di mettere in difficoltà gli avversari in ricezione. Anche nel contrattacco non siamo stati sempre lucidi e se non dai il 100% poi paghi. Dobbiamo reagire subito, ripartendo dalle cose che hanno funzionato ed evitando gli errori. Non è stato un girone d'andata semplice, ma possiamo chiuderlo positivamente sabato prossimo contro Padova ».

IL TABELLINO-

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA – VERO VOLLEY MONZA 3-2 (25-21, 18-25, 25-16, 23-25, 15-11)

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Baranowicz 1, Defalco 15, Chinenyeze 10, Drame Neto 20, Carle 13, Mengozzi 13, Sardanelli (L), Rizzo (L), Vitelli 0, Hirsch 2, Marsili 0, Ngapeth 1. N.E. Armenante, Pierotti. All. Cichello.

VERO VOLLEY MONZA: Orduna 0, Louati 17, Galassi 2, Kurek 18, Dzavoronok 17, Beretta 7, Calligaro 0, Sedlacek 1, Yosifov 7, Goi (L), Federici (L). N.E. Capelli. All. Soli.

ARBITRI: Zanussi, Giardini.

NOTE – durata set: 31′, 28′, 24′, 33′, 18′; tot: 134′.

MVP: Marco Rizzo (Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia)
Spettatori: 1.181
Incasso 4.570 euro

KIOENE PADOVA – CUCINE LUBE CIVITANOVA-

Undicesima vittoria su undici gare disputate in Superlega per la Cucine Lube Civitanova, che alla Kioene Arena sconfigge Padova per 0-3. I neocampioni del mondo si affidano a un super Simon, gestendo il match senza difficoltà fin dalle prime battute. La Kioene non è riuscita a scalfire la corazzata Lube, anche se con l’ingresso in campo di Barnes i veneti hanno tentato una reazione. Troppo poco però per bloccare la marcia di Civitanova, solitaria in vetta.

LA CRONACA DEL MATCH-

Ottimo avvio di gara per gli ospiti, che sfruttano molto bene l’attenzione a muro di Simon per portarsi sul 2-6. I marchigiani allungano ulteriormente al servizio (3-12) ed Hernandez viene costantemente bloccato in attacco (6-18). Per la Lube è tutto fin troppo semplice e il primo set si chiude 12-25 dopo il servizio out di Volpato. Come in una fotocopia del primo parziale, il secondo set inizia col time out chiamato da coach Baldovin sul 2-6. Non bastano i colpi di Ishikawa per la Kioene, che così manda in campo Barnes per Randazzo. La lunga azione conclusa da Simon regala l’8-15 alla Lube che deve solo controllare. La reazione arriva con Hernandez che mette a terra il 12-16 con coach De Giorgi a chiedere il primo time out discrezionale per Civitanova. Rychlicki trova il set ball con l’attacco del 19-24 ed è un’invasione del muro patavino a mandare le squadre al cambio campo (20-25). Il primo vantaggio della Kioene Padova arriva solo sul 3-2 del terzo set, ma è con Simon al servizio che la Lube risale in cattedra (4-9). Padova prova a riavvicinarsi con Volpato positivo a muro (16-19), ma al rientro in campo la Lube recupera. Hernandez spara fuori l’attacco del 18-24 e a chiudere è il primo tempo di Civitanova (18-25).

I PROTAGONISTI-

Valerio Baldovin (Allenatore Kioene Padova)- « Civitanova è stata superiore a noi per tutto l’arco della partita. Sapevamo che sarebbero partiti forte. Poi hanno accusato un po’ di stanchezza, ma in certe occasioni non siamo stati abbastanza uniti da poter riaprire la gara  ».

Robertlandy Simon (Cucine Lube Civitanova)- « Siamo una bella squadra, una famiglia. Stiamo diventando quello che volevamo. Siamo pronti e tranquilli ad affrontare le prossime sfide del mese di dicembre. Oggi a contare non è tanto la mia prestazione quanto la vittoria e la continuità del gioco corale. Ci riposeremo per una giornata, poi pensiamo alla prossima trasferta di Istanbul » .

IL TABELLINO-

KIOENE PADOVA – CUCINE LUBE CIVITANOVA 0-3 (12-25, 20-25, 18-25) – KIOENE PADOVA: Travica 1, Ishikawa 8, Polo 1, Hernandez Ramos 11, Randazzo 1, Volpato 3, Bassanello (L), Barnes 6, Casaro 0, Danani La Fuente (L). N.E. Bottolo, Canella, Fusaro, Cottarelli. All. Baldovin.

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Mossa De Rezende 3, Juantorena 7, Anzani 5, Rychlicki 10, Leal 11, Simon 17, Marchisio (L), Balaso (L), D’Hulst 0, Kovar 0. N.E. Diamantini, Bieniek, Massari, Ghafour. All. De Giorgi.

ARBITRI: Piana, Santi.

NOTE – durata set: 21′, 28′, 27′; tot: 76′.

MVP: Robertlandy Simon (Cucine Lube civitanova)
Spettatori: 3.280
Incasso: 32.009 euro

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – LEO SHOES MODENA-

È della Sir Safety Conad Perugia il big match della dodicesima di Superlega. I Block Devils si sono imposti nel pienone del PalaBarton 3-1 sulla Leo Shoes Modena e hanno conquistato i tre punti blindando il secondo posto al termine del girone d’andata. Lo hanno fatto al termine di un match spettacolare e di eccellente pallavolo con grandi campioni capaci di infiammare il pubblico.

LA CRONACA DEL MATCH-

È stato un super Leon, Mvp della sfida, a trascinare Perugia verso la vittoria: 32 punti dell’asso cubano-polacco con 6 ace ed il 63% in attacco su 41 colpi. Doppia cifra anche per Atanasijevic (15 palloni vincenti) e per Lanza (14 punti e tantissima qualità soprattutto sui palloni “sporchi”), mentre per Modena 21 i punti di Bednorz (anche 5 ace per il martello polacco), 13 di Zaytsev e 15 di Anderson. Perugia, in un match molto equilibrato, ha vinto la sfida con un ottimo lavoro in fase break (soprattutto in difesa) e nel primo attacco dopo ricezione negativa dove ha chiuso con il 58% di positività contro il 42% di Modena. Perugia ha terminato il suo girone d’andata (avendo già anticipato il tredicesimo turno), Modena è attesa il 22 dicembre dal match casalingo con Vibo.

I PROTAGONISTI-

Luciano De Cecco (Sir Safety Conad Perugia)- « È stata una partita di altissimo livello e una vittoria importante per chiudere l’andata al secondo posto. Siamo stati bravi in difesa e ci siamo presi responsabilità importanti in attacco contro un avversario che in battuta e ricezione ha giocato da paura » .

Matthew Anderson (Leo Shoes Modena)- « Perugia ha giocato una buona partita, noi invece abbiamo commesso qualche errore di troppo. Avvremmo potuto giocarcela meglio. Questo match ci servirà da esempio per migliorare ».

IL TABELLINO-

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – LEO SHOES MODENA 3-1 (25-21, 18-25, 25-20, 25-19)

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 0, Leon Venero 32, Podrascanin 7, Atanasijevic 15, Lanza 14, Russo 1, Ricci (L), Zhukouski 0, Colaci (L), Plotnytskyi 0, Piccinelli 0. N.E. Hoogendoorn, Taht, Biglino. All. Heynen.

LEO SHOES MODENA: Christenson 3, Anderson 15, Mazzone 3, Zaytsev 13, Bednorz 21, Holt 3, Iannelli (L), Rossini (L), Pinali 1. N.E. Truocchio, Estrada Mazorra, Salsi, Bossi, Kaliberda. All. Giani.

ARBITRI: Lot, Puecher.

NOTE – durata set: 28′, 27′, 26′, 29′; tot: 110′.

MVP: Wilfredo Leon (Sir Safety Conad Perugia)
Spettatori: 3.876

ALLIANZ MILANO – TOP VOLLEY CISTERNA-

La penultima giornata del girone d’andata vede il successo in 4 set dell’Allianz Milano sulla Top Volley Cisterna all’Allian Cloud di Milano. La terza vittoria consecutiva tra le mura amiche ha confermato il quinto posto di Milano in classifica a quota 22, mentre Cisterna di Latina è rimasta ferma a quota 7.

LA CRONACA DEL MATCH-

Milano parte con Sbertoli – Nimir in diagonale di posto 2, in banda Petric – Gironi e al centro Clevenot – Kozamernik, con Pesaresi libero. Cisterna risponde con Patry – Sottile, al centro Rossi e Szwarc e in posto 4 la coppia Van Garderen - Palacios, con Cavaccini libero. Il primo set vede protagonista la formazione di casa che, grazie ai colpi di Nimir e Petric, conduce fin dall’inizio il parziale e s’impone per 25-18. Grande battaglia nel secondo, deciso solo nel finale sull’allungo di Cisterna che chiude ai vantaggi 24-26. Nel terzo è di nuovo Milano ad avere la meglio: gli attacchi di Nimir, il turno a servizio di Petric e la classe di Clevenot portano il punteggio sul 25-17. Nel quarto Milano prende il largo, subisce il ritorno della Top Volley, ma con Nimir chiude per il 25-22 finale.

Protagonista della contesa è stato ancora una volta l’opposto olandese Nimir Abdel-Aziz, vincitore del titolo di MVP, che con i suoi 30 punti (5 ace e 1 muro) e la sua prestazione fatta di qualità e concretezza ha spinto l’Allianz Milano al trionfo. Insieme a lui in evidenza Petric (15) e Clevenot (14), mentre dall’altra parte della rete non sono bastati alla Top Volley i 18 punti del talentuoso opposto francese Patry. Le due squadre torneranno in campo in Superlega il 22 dicembre per l’ultima gara del girone d’andata: l’Allianz Milano giocherà a Verona, mentre la Top Volley ospiterà Piacenza.

La gara all’Allianz Cloud è stata preceduta dal match promozionale della selezione italiana maschile di Sitting Volley: Powervolley Milano e Fondazione Allianz UMANA MENTE hanno voluto abbinare la gara odierna nell’ambito del progetto “volley4all” al tema dello sport inclusivo, con la Nazionale di Sitting Volley premiata con una targa ricordo e insignita del titolo di ambasciatrice di volley4all.

I PROTAGONISTI-

Riccardo Sbertoli (Allianz Milano)- « Era importante vincere e lo abbiamo fatto. Non era scontato contro un avversario come Cisterna di Latina che ha dimostrato di essere un osso duro. Abbiamo proposto un gioco corale e siamo riusciti a trovare un’ottima prova soprattutto con i nostri attaccanti. Il successo di oggi ci permette di approcciare bene una settimana ricca di partite: le prime due di Challenge che non dovremo sottovalutare e poi il 22 contro Verona. Vogliamo chiudere bene, è una gara che dovremo vincere per sperare in qualcosa di più ».

Lorenzo Tubertini (Allenatore Top Volley Cisterna)- « Abbiamo preso degli stop troppo lunghi in parziali che stavamo giocando discretamente e quelle situazioni ci hanno penalizzato. Dobbiamo imparare a reagire in modo più rapido. Tutte le partite per noi, indipendentemente dall’avversario, sono fondamentali perché mettono in palio punti e noi dobbiamo contenderli sempre. Ovviamente quando i risultati non arrivano, fatichi a trovare la giusta fiducia. Ma il Campionato è così, è necessario strutturarsi e sappiamo quanto sia importante restate uniti nei momenti di difficoltà per riuscire a conquistare qualcosa ».

IL TABELLINO-

ALLIANZ MILANO – TOP VOLLEY CISTERNA 3-1 (25-18, 24-26, 25-17, 25-22)

ALLIANZ MILANO: Sbertoli 2, Gironi 7, Clevenot 14, Abdel-Aziz 30, Petric 15, Kozamernik 8, Hoffer (L), Pesaresi (L), Izzo 0, Okolic 3. N.E. Weber, Basic. All. Piazza.

TOP VOLLEY CISTERNA: Sottile 0, Van Garderen 11, Szwarc 4, Patry 18, Palacios 12, Rossi 8, Rondoni (L), Cavaccini (L), Karlitzek 2, Peslac 0, Elia 0. N.E. Rossato, Onwuelo. All. Tubertini.

ARBITRI: Braico, Goitre.

NOTE – durata set: 25′, 31′, 25′, 29′; tot: 110′.

MVP: Nimir Abdel-Aziz (Allianz Milano)
Spettatori: 1.605

I RISULTATI-

Sir Safety Conad Perugia-Leo Shoes Modena 3-1 (25-21, 18-25, 25-20, 25-19);

Allianz Milano-Top Volley Cisterna 3-1 (25-18, 24-26, 25-17, 25-22);

Kioene Padova-Cucine Lube Civitanova 0-3 (12-25, 20-25, 18-25);

Globo Banca Popolare del Frusinate Sora-Itas Trentino 0-3 (20-25, 21-25, 16-25);

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia-Vero Volley Monza 3-2 (25-21, 18-25, 25-16, 23-25, 15-11);

Gas Sales Piacenza-Consar Ravenna 3-2 (22-25, 25-21, 19-25, 25-22, 18-16) Giocata ieri
Riposava: Calzedonia Verona

LA CLASSIFICA-

Cucine Lube Civitanova 32, Sir Safety Conad Perugia 28, Leo Shoes Modena 25, Itas Trentino 24, Allianz Milano 22, Consar Ravenna 16, Calzedonia Verona 14, Kioene Padova 14, Vero Volley Monza 13, Gas Sales Piacenza 11, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 9, Top Volley Cisterna 7, Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 4.

Note: 1 Incontro in più: Sir Safety Conad Perugia, Consar Ravenna, Globo Banca Popolare del Frusinate Sora;

IL PROSSIMO TURNO- 22/12/2019 Ore: 18.00

Itas Trentino-Sir Safety Conad Perugia 1-3;

Cucine Lube Civitanova-Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 3-0;

Leo Shoes Modena-Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia;

Calzedonia Verona-Allianz Milano Ore 17.00;

Vero Volley Monza-Kioene Padova Si gioca il 21/12/2019 ore 18.00;

Top Volley Cisterna-Gas Sales Piacenza

Riposa: Consar Ravenna

Tutte le notizie di SuperLega

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti