SuperLega
0

Nella 5a di ritorno vincono le grandi

Successi per Civitanova, contro Verona, Perugia, su Padova, Trento, a Piacenza, Modena, a Cisterna. Tre punti d'oro per la salvezza per Vibo in trasferta contro Sora

Nella 5a di ritorno vincono le grandi
© Legavolley

ROMA- La quinta di ritorno non ha regalato sorprese. Le squadre più accreditate fanno tutte bottino pieno lasciando immutate le posizioni di vertice. La capolista Cucine Lube Civitanova passeggia sulla Calzedonia Verona, infliggendo alla squadra di Stoytchev un passivo pesantissimo. Fatica invece, almeno nei primi due set la Sir Safety Perugia contro una Kioene Padova che esce dal Pala Barton a testa alta. La Leo Shoes Modena, nell’anticipo del pomeriggio, va a vincere sul campo della Top Volley Cisterna mentre l’Itas Trento espugna in rimonta il palazzetto della Gas Sales Piacenza. Punti pesanti in chiave salvezza per la Tonno Callipo Vibo Valentia sul terreno della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora.

TUTTE LE SFIDE-

TOP VOLLEY CISTERNA – LEO SHOES MODENA-

La Top Volley Cisterna esce sconfitta dalla sfida con la Leo Shoes Modena, un match terminato 1-3 e durato due ore di gioco in un gremito palazzetto dello sport a Cisterna di Latina. Con 23 punti e il 61% in attacco Ivan Zaytsev (eletto MVP a fine match) è il miglior realizzatore della partita. In casa Top Volley l’olandese Maarten Van Garderen mette a referto 17 punti (61%), seguito da Karlitzek (14) e dai due centrali Szwarc (14) e Rossi (13). Leo Shoes Modena a Cisterna senza Matt Anderson, diventato papà, mentre in casa Top Volley sono tutti disponibili per Tubertini, compreso il rientrante Cavaccini. La Top Volley Cisterna combatte per tutto il primo set: prima va sotto 12-17, poi si rifà sotto ma cede 23-25 sulla giocata di Zaytsev. I padroni di casa strappano dalle mani emiliane il secondo set annullando due set point a Modena e chiudendo 28-26. Di Van Garderen l’ace del decisivo. Nel terzo set Karlitzek resta in campo di banda insieme a Van Garderen, per il resto la Top Volley gioca così come aveva iniziato. Le cose non vanno bene perché Modena riprende a martellare con la battuta mandando in difficoltà la ricezione pontina (33%) e il set si chiude 13-25 con Bednorz determinante con l’86% in attacco e sei punti. Nel quarto spicchio di gara la Top Volley combatte per 28 minuti,ma alla fine deve cedere a Modena che s’impone 20-25 al termine di un set ricco di capovolgimenti di fronte: decisivo lo strappo di Zaytsev e compagni che passano dal 18-20 al 18-23, un break di tre punti che poi viene interrotto da Van Garderen che risponde con due punti in sequenza (20-23) ma poi sbaglia la battuta e regala il 20-24 a Modena che archivia 20-25.

I PROTAGONISTI-

Maarten Van Garderen (Top Volley Cisterna)- « Anche in questa partita abbiamo giocato a buon livello come in altri match, ma purtroppo dopo l’1-1 non siamo riusciti a essere costanti per tutto il match. Nello specifico siamo stati in difficoltà nel terzo set e lo loro hanno approfittato ».

Micah Christenson (Leo Shoes Modena)- « Siamo soddisfatti perché abbiamo vinto una partita importante per noi, è stato un successo complicato perché la Top Volley Cisterna con i battitori e i sistemi di gioco che hanno dimostrato di avere possono rimanere in partita. Siamo stati forti in battuta e ora ci aspettano le partite più complicate della stagione ».

IL TABELLINO-

TOP VOLLEY CISTERNA – LEO SHOES MODENA 1-3 (23-25, 28-26, 13-25, 20-25)

TOP VOLLEY CISTERNA: Sottile 0, Van Garderen 17, Szwarc 7, Patry 15, Palacios 1, Rossi 6, Rondoni (L), Cavaccini (L), Karlitzek 11, Peslac 1, Onwuelo 0, Elia 0. N.E. Rossato. All. Tubertini.

LEO SHOES MODENA: Christenson 4, Kaliberda 13, Holt 10, Zaytsev 23, Bednorz 18, Mazzone 9, Iannelli (L), Rossini (L), Estrada Mazorra 0. N.E. Bossi, Truocchio, Lusetti, Pinali, Rinaldi. All. Giani.

ARBITRI: Santi, Tanasi.

MVP: Ivan Zaytsev (Leo Shoes Modena)

Spettatori 2.560

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – KIOENE PADOVA-

Soffre, lotta, combatte, non gioca probabilmente la sua miglior pallavolo. Ma alla fine la Sir Safety Conad Perugia vince ancora!
Diciassettesimo successo consecutivo dei Block Devils che superano in quattro set, dopo quasi due ore di battaglia, la Kioene Padova nella quinta di ritorno di Superlega e remake dei quarti di finale di Coppa Italia di dieci giorni fa. Tre punti di platino per i bianconeri di Heynen che tengono ben salda la seconda posizione in classifica e proseguono la loro rincorsa alla capolista Civitanova.
È stata dura stasera di fronte ai tremilaeduecento del PalaBarton perché Padova se l’è giocata alla grande ed a viso aperto, con tanta qualità in fase break e con due attaccanti, Hernandez ed Ishikawa, spesso infermabili.
Ma Perugia, con il cuore e la testa forse prima ancora che con la tecnica, ha saputo prendersi i tre punti in palio. Fondamentale ancora una volta la battuta. 9 gli ace diretti ed una pressione costante per la seconda linea patavina con Leon ed Atanasijevic (rispettivamente 4 e 3 servizi vincenti) sugli scudi.
Mvp all’unanimità per un clamoroso Marko Podrascanin! Il neo papà tira fuori la partita perfetta con 15 palloni vincenti, 1 ace, 3 muri importantissimi ed il 100% in primo tempo su undici colpi. E dedica d’obbligo per il piccolo Matija, nato una settimana fa esatta.
Doppia cifra a referto per la coppia Leon-Atanasijevic (19 i punti del cubano-polacco, 13 dell’opposto serbo, entrambi freschi di rinnovo) ed applausi a scena aperta di tutto il pubblico per un super Colaci che in seconda linea, tra ricezioni in tuffo e difese al limite dell’impossibile, le tira su praticamente tutte.
Prosegue dunque il cammino di Perugia. Prossima fermata, tra tre giorni, Vibo Valentia per la sesta di ritorno.

Avvio equilibrato con Ishikawa che firma il primo break (3-5). Ace di Atanasijevic (5-5). Contrattacco di Hernandez (5-7). Perugia pareggia ancora con un ace, stavolta di Leon (10-10). Ace anche per Podrascanin, vantaggio Sir (12-11). Fuori il primo tempo di Ricci (14-15). Leon capovolge ancora (17-16). Ishikawa chiude il contrattacco dell’ennesimo controsorpasso, poi muro di Volpato (19-21). Out Hernandez, si torna in equilibrio (21-21). Lanza rimette in sella i Block Devils (22-21). Atanasijevic dà a Perugia due set point (24-22). Chiude Leon Alla seconda occasione (25-23).
Leon e l’ace di De Cecco in avvio di seconda frazione (3-1). Servizio vincente anche di Leon (5-2). Muro di Volpato che accorcia subito, poi Ishikawa pareggia (5-5). Due muri consecutivi degli ospiti ed un contrattacco di Hernandez provocano il break (6-9). Pallonetto vincente di Ishikawa (7-11). In campo Russo per Ricci. Altro break di Hernandez (7-12). Randazzo chiude da posto quattro, poi out Atanasijevic (8-15). Ishikawa è scatenato (12-20). Perugia tenta il disperato recupero, ma Randazzo porta Padova al set point (18-24). Chiude l’errore al servizio di Leon (19-25).
7-4 Perugia nella fase iniziale della terza frazione con Lanza protagonista. Ace di Travica (7-6). Altro ace, stavolta di Ishikawa, e parità (8-8). Muro di Polo, sorpasso Kioene (8-9). Leon chiude sotto rete (10-9). Due in fila di Podrascanin (13-11). La diagonale di Lanza mantiene le distanze (16-14). Muro di Leon (17-14). Out il primo tempo di Volpato (20-16). Muro importantissimo di Podrascanin (22-18). Gran difesa del neo entrato Taht con Atanasijevic che capitalizza (23-18). Russo per il set point Perugia (24-19). Chiude il colpo di Lanza (25-20).
Massimo equilibrio nel quarto set (3-3). Pipe di Leon (5-4). Errore di Atanasijevic (5-6). Si riscatta dai nove metri l’opposto serbo (7-6). Resta la parità dopo il punto di Ishikawa (9-9). Break di Perugia con Leon (11-9). Super Colaci in difesa, poi ancora Leon (12-9). Contrattacco vincente di Atanasijevic, poi ace di Leon a 130 Km/h (15-10). Ace anche per Hernandez (15-12). Padova torna sotto (16-14). Ace di Atanasijevic (18-14). Leon mantiene il vantaggio (21-17). Muro di Podrascanin (22-18). Ace di Leon (23-18). Ancora Podrascanin, match point Perugia (24-19). Invasione di Russo (24-21). La chiude Atanasijevic (25-21).

I PROTAGONISTI-

Luciano De Cecco (Sir Safety Conad Perugia)- « Sono tre punti molto importanti in una serata nella quale non abbiamo giocato la nostra miglior pallavolo. Abbiamo sofferto tanto, soprattutto nel secondo set. È stata una partita tirata, punto a punto e siamo riusciti a fare la differenza con qualche break con la nostra battuta”.

Alberto Polo (Kioene Padova)- “È stata una partita diversa da quella in Coppa Italia, avevamo un ritmo gara migliore. Peccato per il primo set, senza qualche errore di troppo potevamo portarlo a casa. Con loro sappiamo che non puoi regalare tanto, però sono contento, stiamo crescendo ed ora abbiamo una partita importante mercoledì con Verona. Dovremo giocare così se non meglio per prenderci dei punti ».

IL TABELLINO-

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – KIOENE PADOVA 3-1 (25-23, 19-25, 25-20, 25-21)

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 2, Leon Venero 19, Podrascanin 15, Atanasijevic 13, Lanza 8, Ricci 1, Biglino (L), Zhukouski 0, Colaci (L), Taht 0, Russo 5, Piccinelli 0, Plotnytskyi 1. N.E. Hoogendoorn. All. Heynen.

KIOENE PADOVA: Travica 3, Ishikawa 16, Polo 10, Hernandez Ramos 16, Randazzo 10, Volpato 5, Bassanello (L), Barnes 0, Casaro 0, Danani La Fuente (L), Cottarelli 0. N.E. Bottolo, Canella, Fusaro. All. Baldovin.

ARBITRI: Boris, Moratti.

NOTE – durata set: 28′, 28′, 30′, 29′; tot: 115′.

MVP: Marco Podrascanin (Sir Safety Perugia)

Spettatori: 3.203

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA-

Sul campo del PalaCoccia di Veroli nella quinta giornata di ritorno del campionato di Superlega Credem Banca 2019-2020 la Tonno Callipo Calabria VV ci mette la giusta cattiveria agonistica e riesce così ad aggiudicarsi, quasi senza difficoltà, lo scontro diretto con Sora con un secco 3-0. Una prestazione corale e di carattere. Proprio quella che era mancata nella gara casalinga giocata contro Piacenza nel turno precedente e da cui la formazione calabrese era ripartita per invertire la rotta. Il successo ottenuto contro i ciociari, che restano quindi ultimi in classifica, ha permesso agli uomini di coach Juan Manuel Cichello di tirare un sospiro di sollievo e di guardare al prosieguo del torneo con più fiducia: i tre punti messi in cassaforte sono una scossa importante alla corsa per la salvezza. Sugli scudi il francese Carle, top scorer e MVP del match, con 17 punti.

Per la Tonno Callipo quella di oggi è stata la prima vittoria del 2020 e si spera un buon viatico per la gara di mercoledì sera al PalaMaiata contro Perugia che segnerà il ritorno della squadra a Vibo dopo una prima parte di stagione segnata dalle difficoltà logistiche. Una partita in cui sarà fondamentale anche l’entusiasmo e il calore del popolo giallorosso e di tutto il mondo sportivo calabrese.

Per la cronaca della partita. Nel rettangolo di gioco si è vista una Callipo determinata fin dall’inizio. Nel primo parziale dopo un sostanziale equilibrio i vibonesi riescono a gestire due-tre punti di vantaggio (16-19 e 18-22) per poi chiudere vittoriosamente il set (21-25).

Il secondo parziale è all’insegna dei padroni di casa che in avvio si portano sul + 3 ma Vibo si riabilita e la partita si mantiene in equilibrio (13-13). La voglia di vincere dei calabresi è determinante tanto che Defalco e compagni riprendono le redini del match mantenendo sempre un cospicuo vantaggio (15-20, 19-22). La formazione di Cichello sospinta dagli attacchi di Carle e di Abouba riesce a chiudere set (19-25) portandosi avanti 2-0.

Terzo game più combattuto con Sora che mostra chiari segni di nervosismo. Al contrario la Callipo ha continuato a mantenere la necessaria lucidità e brillantezza e dopo un iniziale equilibrio (5-5) Sora cerca di rimanere attaccata alla partita migliorando a muro (13-15) con Di Martino protagonista. Vibo però non resta a guardare e trascinata da Carle e Abouba sia in attacco che in battuta riesce ad allungare (15-20, 17-23) rendendo vano il tentativo di rimonta dei laziali. I padroni di casa restano travolti da una Tonno Callipo in gran serata tanto da chiudere con 5 punti di vantaggio il parziale mostrando grinta e carattere.

Vittoria che consente alla Callipo di insediarsi in terzultima posizione con 12 punti staccando sia Cisterna che la stessa Sora.

I PROTAGONISTI-

Simone Roscini (Secondo allenatore Globo Banca Sora)- « È un vero peccato aver perso in maniera netta uno scontro diretto. Onore agli avversari che sono stati bravi soprattutto nei momenti più delicati dei set. Sia nel primo che nel secondo infatti, siamo partiti avanti, ma loro sono sempre stati bravi a rimanere tranquilli e tornare sotto nel punteggio. Hanno avuto regolarità in battuta mettendoci in difficoltà nella situazioni di cambio palla. In generale hanno sicuramente fatto una partita più precisa. Noi siamo mancati in alcuni momenti, e loro hanno trovato quei break che gli hanno consentito di andare a chiudere i set con un bel vantaggio ».

Stefano Mengozzi (Tonno Callipo Vibo Valentia)- « Abbiamo affrontato la partita con lo spirito giusto e si è visto il risultato. Sapevamo che non sarebbe stato facile. C’era molta pressione ma siamo riusciti a centrale il nostro obiettivo. I punti ottenuti stasera sono importanti sia per la classifica che per il nostro umore. Speriamo di continuare su questa scia positiva in modo da raccogliere i frutti del nostro lavoro. Il nostro impegno c’è stato in questa settimana di preparazione e continuerà ad esserci per il resto della stagione ».

IL TABELLINO-

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA 0-3 (21-25, 19-25, 20-25)

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Radke 2, De Barros Ferreira 14, Caneschi 2, Miskevich 9, Grozdanov 11, Di Martino 7, Sorgente (L), Mauti (L), Fey 0, Alfieri 0, Scopelliti 1. N.E. Van Tilburg, Battaglia. All. Colucci.

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Baranowicz 2, Defalco 9, Chinenyeze 10, Drame Neto 10, Carle 17, Mengozzi 6, Sardanelli (L), Rizzo (L), Vitelli 0. N.E. Hirsch, Marsili, Pierotti, Ngapeth. All. Cichello.

ARBITRI: Sobrero, Lot.

NOTE – durata set: 26′, 26′, 30′; tot: 82′.

MVP: Timothèe Carle (Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia)

Spettatori: 519.

GAS SALES PIACENZA – ITAS TRENTINO-

Dopo Milano in Coppa Italia e Istanbul in Champions League, l’Itas Trentino raccoglie un’altra importante vittoria in trasferta in questo caso nella regular season di SuperLega Credem Banca 2019/20. I gialloblù questa sera hanno infatti espugnato il PalaBanca di Piacenza, imponendo il 3-1 alla Gas Sales Piacenza nel match valevole per il diciottesimo turno; un risultato che consente di consolidare ulteriormente il proprio quarto posto in classifica, guarda caso alla vigilia dello scontro diretto con la quinta della classe Milano (oggi ferma per osservare il turno di riposo), che sarà di scena alla BLM Group Arena fra tre giorni, mercoledì 5 febbraio, per il turno infrasettimanale di campionato.
Il ritorno nell’impianto emiliano, dove è stata spesso protagonista di epiche partite e di tre finali scudetto, a due anni e tre mesi di distanza dall’ultima volta è stato propizio per il Club gialloblù, che sorprendentemente non ha dato segnali di stanchezza nonostante fosse di fronte al quarto impegno consecutivo in trasferta negli ultimi dieci giorni. Assorbito in fretta il difficile avvio di primo set (0-7 e poi 25-23), la squadra di Lorenzetti ha saputo cambiare marcia già nella seconda metà del parziale di apertura e diventare sempre più sicura dei propri mezzi, sfoderando una grande correlazione fra difesa e muro (13 vincenti, sei solo di Lisinac) ed un trio di palla alta decisamente in forma, come dimostrano i 19 punti di Vettori, i 15 di Cebulj (con 4 ace) e i 13 di un Russell in crescita. A contribuire in maniera importante al successo pieno sono però stati anche i centrali, perfettamente innescati da Giannelli: Candellaro col 75% in primo tempo e tre block ed il solito Lisinac, autore di quindici palloni vincenti con l’82%.

I PROTAGONISTI-

Andrea Gardini (Allenatore Gas Sales Piacenza)- « Avevamo di fronte una squadra che ha recuperato gli schiacciatori di posto 4, atleti di grandissimo livello. Lo hanno dimostrato facendo la differenza sia al servizio sia in attacco. Da parte nostra abbiamo giocato bene a tratti. I ragazzi stanno lavorando molto meglio e dobbiamo continuare su questa strada. La squadra ha reagito bene ma Trento ha fatto la differenza con i suoi schiacciatori » .

Angelo Lorenzetti (Allenatore Itas Trentino)- « E’ stata una partita difficile in cui abbiamo saputo soffrire ma anche mettere in evidenza una bella prova di carattere, quella che serviva per portare a casa tutti i tre punti in palio . Avevamo iniziato il match con qualche problema di troppo, specialmente in attacco, poi col passare dei minuti la nostra azione a rete è diventata sempre più convincente e più fluida. Un applauso quindi ai ragazzi per quello che hanno fatto vedere, soprattutto fra muro e difesa, dove hanno dimostrato di sapere tenere la testa sul match anche nelle azioni più lunghe. Contro una Piacenza così combattiva ed in salute bisognava proprio fare così ».

IL TABELLINO-

GAS SALES PIACENZA – ITAS TRENTINO 1-3 (25-23, 22-25, 16-25, 21-25)

GAS SALES PIACENZA: Cavanna 3, Berger 7, Krsmanovic 8, Nelli 22, Kooy 14, Stankovic 6, Fanuli (L), Scanferla (L), Paris 0, Fei 0, Tondo 0, Yudin 1, Botto 3. N.E. Pistolesi. All. Gardini.

ITAS TRENTINO: Giannelli 2, Russell 13, Lisinac 15, Vettori 19, Cebulj 15, Candellaro 9, Michieletto 0, De Angelis (L), Kovacevic 0, Grebennikov (L). N.E. Sosa Sierra, Djuric, Codarin, Daldello. All. Lorenzetti.

ARBITRI: Cesare, Saltalippi.

NOTE – durata set: 30′, 31′, 28′, 32′; tot: 121′.

MVP: Aaron Russell (Itas Trentino)

Spettatori: 2.442

CUCINE LUBE CIVITANOVA – CALZEDONIA VERONA-

Cucine Lube in versione schiacciasassi nella 5ª giornata di ritorno della Regular Season di SuperLega Credem Banca, nuovo impegno casalingo in campionato dei campioni di tutto marchigiani, dopo i due appuntamenti consecutivi in Champions League.

La squadra di Fefé De Giorgi, scesa in campo all’Eurosuole Forum di Civitanova Marche davanti a 3539 spettatori (incasso 31.494 Euro), si è sbarazzata in tre set e poco più di un’ora di gioco (25-8, 25-14, 25-19) di una incerottatissima Calzedonia Verona, capace di tenere la partita sul binario dell’equilibrio soltanto per una spicciolata di minuti nel terzo parziale.

Cucine Lube in campo con il freschissimo sposo Jiri Kovar al posto dell’indisponibile Leal, soluzione che consente al tecnico di casa di schiare al centro la coppia di centrali stranieri Simon-Bieniek. 

Le novità più grandi si registrano nell’altra metà campo dove Stoytchev, con Spirito e Solé in tribuna, lascia inizialmente in panca anche il bomber Boyer proponendo un sestetto assolutamente inedito: Franciskovic e Kluth formano la diagonale d’attacco, l’ex di turno Cester è al centro in coppia con Zanotti, Asparuhov e Chovers sono i martelli di banda, mentre Bonati è il libero.

La partita si mette subito in discesa per i campioni marchigiani, superiori agli avversari in ogni fondamentale, e particolarmente efficaci con battuta (4 ace) e muro (ben 6 vincenti). Lube avanti 12-4 proprio con un blocco vincente di Simon su Asparuhov, autore prima e dopo l’azione appena descritta di due errori in attacco. Poi 22-7 con un altro muro, stavolta su Charves, fino al definitivo 25-8 che mette chiaramente in luce le grandi difficoltà incontrate dagli scaligeri, chiudono il set con un deficitario 21% di ricezione positiva ed un misero 28% di efficacia in attacco.

La trama del secondo parziale è identica a quella del precedente, quindi con Bruno e compagni che prendono il largo subito in avvio (11-6 dopo un attacco out di Muagututìa, mandato in campo al posto di Chavers), allungano facendo leva anche in questa occasione su servizio (altri 2 ace) e muro (altri 2 vincenti), e chiudono 25-14 con un attacco vincente di Kovar, che chiude col 100% di positività in ricezione e il 60% di efficacia sulle schiacciate

Stoytchev gioca la carta Boyer nel terzo set, tanto basta per regalare un pizzico in più di interesse alla partita, che vede Verona col muso davanti fino al 14-15. Poi, dopo la parità arrivata grazie a un errore di Muagututìa, si assiste di nuovo a un monologo dei cucinieri.

Robertlandy Simon, che chiude la partita con 12 punti (78% in attacco, 1 ace e 4 muri) è l’Mvp.

I PROTAGONISTI-

Robertlandy Simon (Cucine Lube Civitanova)- « Noi, se pensiamo al nostro gioco, abbiamo sempre la possibilità di fare una buona gara. Sappiamo di avere grandi individualità che insieme ci fanno giocare belle partite per noi e per i nostri tifosi. Ora pensiamo subito al match di mercoledì con Modena, dobbiamo stare concentrati per allenarci bene, dobbiamo continuare a lavorare sulle nostre cose e pensare alla squadra ».

Radostin Stoytchev (Allenatore Calzedonia Verona)- « Mentirei se dicessi che il risultato mi ha sorpreso. In quesi giorni non siamo riusciti ad allenarci come avremmo voluto causa mezza squadra ammalata, e alcuni ragazzi sono rientrati due giorni fa. Solé e Spirito sono addirittura rimasti in tribunaL’andamento della gara riflette appieno la nostra preparazione. Non nascondiamo che l’importante stasera era non farsi male in vista delle due partite che veramente contano per il nostro campionato, ovvero quelle in casa con Padova e Vibo Valentia ».

IL TABELLINO-

CUCINE LUBE CIVITANOVA – CALZEDONIA VERONA 3-0 (25-8, 25-14, 25-19)

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Mossa De Rezende 2, Juantorena 8, Bieniek 8, Rychlicki 14, Kovar 9, Simon 12, D’Amico (L), Balaso (L), Marchisio 0. N.E. Anzani, Massari, D’Hulst, Di Silvestre, Diamantini. All. De Giorgi.

CALZEDONIA VERONA: Franciskovic 1, Chavers 0, Cester 4, Kluth 4, Asparuhov 6, Zanotti 5, Donati (L), Marretta 0, Bonami (L), Muagututia 3, Boyer 4, Aguenier 1. N.E. Caleca, Birarelli. All. Stoytchev.

ARBITRI: Braico, Piana.

NOTE – durata set: 20′, 20′, 26′; tot: 66′.

MVP: Robertlandy Simon (Cucine Lube Civitanova)

Spettatori: 3539

I RISULTATI-

Gas Sales Piacenza-Itas Trentino 1-3 (25-23, 22-25, 16-25, 21-25);

Top Volley Cisterna-Leo Shoes Modena 1-3 (23-25, 28-26, 13-25, 20-25);

Cucine Lube Civitanova-Calzedonia Verona 3-0 (25-8, 25-14, 25-19);

Sir Safety Conad Perugia-Kioene Padova 3-1 (25-23, 19-25, 25-20, 25-21);

Consar Ravenna-Vero Volley Monza 3-1 (25-21, 18-25, 25-20, 32-30) Giocata ieri;

Globo Banca Popolare del Frusinate Sora-Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 0-3 (21-25, 19-25, 20-25)
Ha riposato: Allianz Milano

LA CLASSIFICA-

Cucine Lube Civitanova 45, Sir Safety Conad Perugia 42, Leo Shoes Modena 40, Itas Trentino 36, Allianz Milano 33, Kioene Padova 21, Consar Ravenna 21, Gas Sales Piacenza 18, Calzedonia Verona 18, Vero Volley Monza 18, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 12, Top Volley Cisterna 9, Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 5.

Note: 1 Incontro in meno: Cucine Lube Civitanova, Itas Trentino, Allianz Milano, Calzedonia Verona, Top Volley Cisterna; 2 Incontri in meno: Kioene Padova, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia;

IL PROSSIMO TURNO- 05/02/2020 Ore: 20.30-

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia-Sir Safety Conad Perugia Ore 19.30;

Leo Shoes Modena-Cucine Lube Civitanova;

Itas Trentino-Allianz Milano;

Calzedonia Verona-Kioene Padova;

Consar Ravenna-Top Volley Cisterna;

Vero Volley Monza-Gas Sales Piacenza Si gioca il 06/02/2020 ore 20.30

Riposa: Globo Banca Popolare del Frusinate Sora

Tutte le notizie di SuperLega

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti