Verona supera Padova in rimonta

Maiuscola prestazione della formazione di Stoytchev che, dopo aver perso il primo set si affida alla mano calda di Mozic (30 punti e MVP del match) e chiude a proprio favore 3-1 (22-25, 25-18, 25-20, 25-21)
Verona supera Padova in rimonta© Kioene Padova
5 min
TagsVero VolleyKioene

VERONA- Prestazione da circoletto rosso per Verona Volley che nell'anticipo dell'11a giornata, trascinata da Mozic (30 punti e MVP del match), riesce a ribaltare l’inerzia della partita dopo aver perso il primo set riuscendo nei restanti tre set a mettere sotto Padova vendicando la sconfitta patita per mano degli uomini Cuttini nella gara di andata.

La sfida è subito accesa: scambi lunghi, punto a punto, con Jensen che firma l’ace e l’attacco del sorpasso gialloblù nelle prime battute. Il turno in battuta di Zimmermann si fa sentire, Padova mette avanti la testa. Ma i gialloblù danno battaglia vera: Rok Mozic si prende un ace, e poi un gran muro porta al 13-13. È di nuovo Padova a portarsi in vantaggio, complici anche alcuni errori di gestione gialloblù, si arriva a un tiratissimo finale di set, due errori in battuta di Verona permettono a Padova di conservare la distanza, il set ball è deciso proprio da un errore dai nove metri.

Decisamente più energico, per i gialloblù, l’inizio del secondo parziale. 7-1 bruciante, Jensen è una sentenza sia al servizio che in attacco, l’Agsm Forum si esalta per le diagonali di Mozic, mentre Padova prova a reagire con l’ace di Bottolo (10-6) e risale la china, costringendo i gialloblù a intensificare l’aggressività e a prolungare gli scambi. Un video-check per sospetto tocco a muro dà ragione a Verona che rimane avanti, arrivando alla seconda metà del parziale sul 17-12 grazie alla combinazione fra gli attacchi di Asparuhov e due ace di Mozic. Anche il comparto centrali gira a meraviglia, ma Padova non vuole arrendersi, sul 17-22 cerca di recuperare terreno affidandosi a Weber, ma Jensen sale in cattedra e chiude il set point.

Terzo set di nuovo punto a punto, in una sfida impossibile da decifrare, ma che vede la grande reazione di Verona, ancora una volta in vantaggio. Ace di Mozic, poi di nuovo tanto equilibrio in campo, con Padova di nuovo all’attacco per limare lo svantaggio negli scambi finali. Ancora positivissimo l’impatto di Zanotti sulla gara, i gialloblù non perdono il grip sulla gara e arrivano al set point del sorpasso deciso dall’errore in battuta di Vitelli.

Non cala l’energia di una sfida tutta da vivere: il quarto set si apre con Padova in vantaggio di una lunghezza, errori ridotti al minimo da entrambe le parti. Una fucilata di Mozic e un muro spettacolare di Zanotti, ed ecco che il punteggio va in favore di Verona a metà parziale. La risposta della Kioene non si fa attendere, bastano due attacchi efficaci per ribaltare ancora una volta le sorti di un parziale non per cuori deboli. Monster block da urlo di Verona, e poi pipe di Mozic: che partita, che Verona. Si arriva agli ultimi cinque punti in palio, ed è ancora una volta Mozic a far esplodere il palazzetto con un ace. È match ball, ed è delirio quando Cortesia piazza un ace stratosferico. Tre punti importantissimi, il derby veneto che torna ad essere gialloblù.

I PROTAGONISTI-

Rok Mozic(Verona Volley)- « Gran giorno per me, siamo partiti un po’ lenti, poi siamo partiti, basta poco a partire bene come contrattacchi e difesa anche a servizio, siamo stati molto bravi oggi e fare tre punti era importanti. Sento l’energia, dopo il primo set avevamo più concentrazione e i tifosi hanno cominciato a farsi sentire sempre di più, è molto più facile quando ti sostengono. Grazie a tutti, e forza Verona! ».

Jacopo Cuttini (Allenatore Kioene Padova)- « Sapevamo a che tipo di partita saremmo andati incontro. Verona, dal secondo set in poi, ci ha messo molto sotto pressione e noi abbiamo perso l’equilibrio. Il loro cambio di palleggiatore è stato determinante, anche se siamo riusciti a giocarcela nel quarto set. Abbiamo avuto un ottimo approccio alla gara, poi abbiamo sofferto, in particolare in ricezione. Adesso l’unica cosa da fare è tornare in palestra e continuare a lavorare”.

IL TABELLINO-

VERONA VOLLEY – KIOENE PADOVA 3-1 (22-25, 25-18, 25-20, 25-21)

VERONA VOLLEY: Spirito 0, Asparuhov 12, Aguenier 2, Jensen 14, Mozic 30, Cortesia 9, Donati (L), Wounembaina 0, Bonami (L), Vieira De Oliveira 1, Zanotti 4, Qafarena 0. N.E. Magalini, Nikolic. All. Stoytchev.

KIOENE PADOVA: Zimmermann 3, Loeppky 9, Vitelli 4, Weber 21, Bottolo 14, Volpato 6, Bassanello (L), Petrov 0, Gottardo (L), Canella 0, Zoppellari 0, Takahashi 0, Schiro 1. N.E. Crosato. All. Cuttini.

ARBITRI: Simbari, Caretti.

NOTE – durata set: 27′, 30′, 33′, 32′; tot: 122′.

MVP: Rok Mozic (Verona Volley)

Spettatori: 853

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti