Corriere dello Sport

A2 femminile

Vedi Tutte
A2 femminile

Volley: A2 Maschile, Tuscania chiude il roster con Bondini e Dellepiaggi

Volley: A2 Maschile, Tuscania chiude il roster con Bondini e Dellepiaggi
© Legavolley

Rispettivamente schiacciator e palleggiatore, fortemente voluti dal diesse Cappelli che scommette sulle loro qualità

Sullo stesso argomento

 

sabato 30 luglio 2016 09:38

TUSCANIA (VITERBO)- Il Tuscania targato Montagnani per la stagione 2016-17 è completato. Le ultime due pedine a completare lo scacchiere bianco blu sono giocatori prodotti dai vivai di squadre della Tuscia: Civita Castellana per Bondini e Tuscania per Dellepiaggi; entrambi sono stati fortemente voluti dal diesse
Cappelli che nel rispetto della filosofia del Tuscania offre la possibilità a giovani interessanti di salire alla ribalta del campionato cadetto.

LE CARRIERE-

Emanuele Bondini- classe 1989, ruolo schiacciatore altezza cm 192 inizia a giocare nelle giovanili di Civita Castellana, dove nel 2009-10 disputa il campionato di serie C, sempre nella stessa stagione gioca con l’under 21 del Tuscania. Da subito dimostra la sua duttilità nell’impiego, gioca indifferentemente sia da schiacciatore che da opposto. Gli viene offerto il salto di qualità l’anno successivo con il Club Orte che gioca la B2, inizia cosi un sodalizio che dura cinque anni con la società ortana interrotto solo nella stagione 2013-14 quando torna a giocare in serie C con il Tuscia Team di Viterbo. L’esperienza con Orte gli offre anche un anno in serie B1 nel 2012-13; gli ultimi due anni 2015 e 2016 è la punta di diamante della squadra guidata da coach Timpanaro che lo impiega come opposto esaltandone le qualità.
Lorenzo Dellepiaggi- classe 1998, ruolo palleggiatore alto 180 cm tuscanese doc, giovanissimo ha solo 18 anni e nel suo palmares c’è già un campionato di serie C vinto la scorsa stagione con il Tuscia Team di Viterbo. E’ il suo professore di educazione fisica delle scuole medie a ravvisare le qualità del ragazzo nell’arte del palleggio, il giovanissimo Lorenzo si ritrova negli under 13 del Tuscania nella stagione 2011-12, l’anno successivo a soli 14 anni è il palleggiatore della squadra under 16 nel campionato regionale. Stagione 2013-14 in 1° Divisione è uno dei trascinatori che consentono al Tuscania la vittoria del campionato e la promozione in serie D che, viene disputata l’anno successivo. La scorsa estate è stato ad un passo per entrare a far parte del progetto federale con il Club Italia, ha giocato poi la stagione 2015-16 a Viterbo in serie C vincendo il campionato, esaltando le sue doti di palleggio e pur se giovanissimo, ha dimostrato carattere e calma necessaria per superare i momenti difficili di una partita.

LE DICHIARAZIONI-

Emanuele Bondini- « Sono felicissimo per la chiamata a far parte del roster della Maury’s Italiana Assicurazioni; non so ancora cosa mi aspetta, ho già avuto modo di conoscere coach Montagnani e ne sono rimasto affascinato. Poche parole ma molto significative: lavorare seriamente e con passione per poter raggiungere gli obiettivi che la società si prefigge. Da parte mia tanta umiltà, mettermi a disposizione dell’allenatore ed anche imparare molto dai miei compagni che, conosco come ottimi professionisti, per aver avuto la possibilità in passato di fare alcune sedute di allenamento insieme. Giocare a Viterbo al Pala Malè è molto stimolante, sarebbe fantastico riuscire a riempirlo, poi ci sono i tifosi della Bolgia che ho visto all’opera, sono meravigliosi e unici ».

Lorenzo Dellepiaggi- « Sono molto in difficoltà perché è la prima volta che rilascio dichiarazioni, contento all’inverosimile di far parte della squadra di A2 e per di più della mia città. A 18 anni mi sento un privilegiato rispetto ad altri miei compagni delle passate stagioni; grazie di cuore al diesse Cappelli che crede nelle mie possibilità ed ha fatto tanto per riavermi a Tuscania, cercherò di non deluderlo. Ho conosciuto coach Montagnani, mi sento in soggezione ed ho capito essere un allenatore molto carismatico, sono voglioso di mettermi a disposizione e dare il meglio di me; sono altrettanto curioso di conoscere Pinelli ed il suo modo di giocare, almeno per rubargli il mestiere. La promessa? Sono molto giovane, ho ancora tanto tempo davanti a me e soprattutto tanto da imparare, se ne avrò la possibilità mi piacerebbe bruciare le tappe! ».

Articoli correlati

Commenti