Corriere dello Sport

A2 femminile

Vedi Tutte
A2 femminile

Volley: A2 Femminile, si chiude il girone di andata

Volley: A2 Femminile, si chiude il girone di andata

La 13a giornata parte domani con la sfida Trento-Chieri. Domenica il resto del programma. L'imbattuta Filottrano ospita Caserta. Corsa ai quarti di Coppa Italia, in 3 per due posti

Sullo stesso argomento

 

venerdì 6 gennaio 2017 19:18

ROMA- Celebrato l’arrivo del nuovo anno, tornano in campo le 14 squadre della Samsung Gear Volley Cup di Serie A2 Femminile. Nel weekend si disputa infatti la 13^ giornata del torneo, l’ultima del girone di andata. Non è più in discussione il titolo di Campione d’Inverno, già assegnato alla Lardini Filottrano, imbattuta e ancor più padrona del Campionato dopo il successo nel derby con la myCicero Pesaro, mentre è ancora viva la corsa per la qualificazione ai quarti di finale di Coppa Italia. Sono sei le squadre che hanno già staccato il pass: oltre alle due marchigiane, sicure di un posto SAB Grima Legnano, delta Informatica Trentino, Volley Soverato e Lilliput Settimo Torinese. Restano dunque due le carte in palio e a contendersele sono Fenera Chieri, attualmente al settimo posto con 18 punti e protagonista dell’anticipo del sabato al Sanbàpolis di Trento, Golem Software Palmi, appena dietro a quota 17 e impegnata in casa contro l’ostica Legnano, e Battistelli San Giovanni in Marignano, in nona posizione e attesa dall’incontro interno con Soverato.

LA GIORNATA-

Comincia il 2017 in casa la Lardini Filottrano, dominatrice della prima parte di stagione con 34 punti conquistati in 12 giornate, frutto di sole vittorie, due delle quali al tie-break. La formazione di Massimo Bellano, la cui convinzione nei propri mezzi si è rafforzata all’indomani del successo nel derby contro Pesaro – prima antagonista nella corsa alla promozione diretta in A1 – affronta una Volalto Caserta rinnovata. Nel corso della pausa natalizia, infatti, le rosanero hanno accolto un nuovo allenatore, Fabio Bonafede, e salutato la capitana Sonja Percan, trasferitasi in Indonesia dopo due anni e mezzo di militanza. Proprio per questo il match assume contorni indecifrabili. 

« Non siamo neanche a metà cammino – rileva coach Bellano -, sebbene essere avanti di sette punti sulla seconda significa avere più di due giornate di vantaggio e non è poco. Ma è presto per guardare la classifica, tra poco inizierà anche la Coppa Italia e aumenteranno gli impegni. Magari a fine gennaio potremo fare ragionamenti più concreti. Al momento è importante tenere il livello di attenzione molto alto e guardare a ciò che dobbiamo fare noi ». 

« Avremo ben poco da perdere e ciò potrà anche farci giocare con un animo un leggermente più sollevato – il pensiero del neo coach rosanero -. Chiaramente, ben poco si potrà vedere in questa sfida. Pochi allenamenti insieme per pensare che il gruppo sia riuscito ad assimilare al 100% i miei dettami tattici e tecnici. Sicuramente non dovremo ragionare sulla singola sfida. Il Campionato non finirà di certo con la gara in terra marchigiana, ma ad aprile. Il nostro obiettivo è arrivare alla ventiseiesima giornata con la squadra quanto più in alto possibile in classifica. Ho visto un gruppo compatto, motivato e ben disposto a lavorare ».

La myCicero Pesaro, uscita dal derby con qualche rimpianto per la prestazione discontinua ma con la soddisfazione di aver riempito il palazzetto, riparte dalla trasferta in Sardegna, ospite della Entu Olbia. Nonostante le 5 sconfitte del mese di dicembre, che hanno negato alle sarde di Giuseppe Galli la possibilità di accedere ai quarti di Coppa Italia, il tappeto rosa e viola del GeoPalace è terreno minato per chiunque. L’ultima apparizione delle marchigiane a Olbia – successo per 3-1 nella gara secca dei quarti di Coppa Italia della scorsa stagione – costituì una svolta nella crescita delle colibrì, che da allora hanno elevato l’asticella: 

« Saremo molto impegnate – analizza Bertini –, l’obiettivo primario sarà quello di mantenere il secondo posto per avere una griglia migliore: vantaggi e svantaggi? Stare molto in campo ci consentirà di tenere sempre alta la concentrazione ed è ciò di cui abbiamo bisogno; il rovescio della medaglia è che, allenandosi poco, non avremo modo di provare nuovi schemi o migliorare ciò che non ha funzionato la partita precedente. E qui entrerà in gioco la panchina che avrà un ruolo fondamentale perché giocare ogni tre giorni ci obbligherà a far rifiatare qualche giocatrice: resta inteso che il Campionato è la nostra priorità e quindi dovremo essere in forma per il periodo cruciale della stagione ma non sottovalutiamo la Coppa Italia che darà modo a chi ha giocato meno di mettersi in mostra ».

La terza forza del torneo (e l’unica che ha davvero minacciato l’imbattibilità di Filottrano) è laSAB Grima Legnano di Andrea Pistola, che termina il proprio meraviglioso girone di andata a Palmi, in casa della Golem Software alla ricerca di punti per difendere l’attuale ottavo posto. Buone notizie per il coach delle aquile, visto che la palleggiatrice titolare Sara De Lellis sarà disponibile, completamente ristabilitasi dopo l’infortunio alla caviglia patito contro Olbia. Sara Paris è invece alle prese con qualche linea di febbre, ma le sue condizioni non destano preoccupazioni in vista di domenica.

« Fisicamente stiamo abbastanza bene – conferma Pistola – mentre dal punto di vista mentale dobbiamo ritrovare l’intensità giusta, e in questo senso l’amichevole con la Nazionale Under 18 ci ha aiutato. Il rientro sarà impegnativo perché Palmi è un’ottima squadra, con giocatrici di esperienza che conoscono bene la categoria, Caracuta e Casillo su tutte. Sarà molto importante l’approccio, anche perché le prossime 7-8 partite saranno le più importanti per capire dove possiamo arrivare in questa stagione ».

Altro incrocio decisivo per delineare la griglia dei quarti di finale di Coppa Italia è quello tra Delta Informatica Trentino e Fenera Chieri. Se le gialloblù di Ivan Iosi puntano al successo per garantirsi un posto tra le prime quattro al giro di boa, il che garantirebbe l’opportunità di disputare in casa il ritorno dei quarti, le ragazze di Ettore Guidetti devono ancora conquistare il pass. Le piemontesi sarebbero certe di guadagnarlo anche in caso di sconfitta per 3-2 (a quota 19 punti e con 6 vittorie, resterebbero davanti alla Battistelli per miglior quoziente set), ma la volontà di Natalia Serena e compagne è quella di sfatare il tabù trasferta dopo le 6 sconfitte in altrettante uscite dal PalaPininfarina di Santena:

« Dobbiamo migliorare dal punto di vista mentale, l’approccio alla settimana che precede la partita in trasferta. Sistemato questo aspetto, sono certa che riusciremo a vincere anche fuori casa ». 

« Vogliamo dare continuità al positivo momento che stiamo attraversando – spiega invece coach Iosi -. La vittoria di Brescia speriamo possa rappresentare solamente un punto di partenza verso nuovi traguardi e nuovi obiettivi: la squadra sta confermando i progressi mostrati nelle ultime settimane, nelle quali sono stati evidenti i miglioramenti tecnico-tattici e la crescita individuale di alcune atlete. Siamo consapevoli che affronteremo una squadra ricca di giocatrici di qualità, che probabilmente vale qualcosa in più dell’attuale settimo posto in classifica: sarà importante l’approccio alla partita e prestare grande attenzione alle loro atlete di spicco ».

Terza e ultima squadra in corsa per uno degli ultimi due posti tra le prime 8 è la Battistelli San Giovanni in Marignano, la cui risalita in classifica è stata rallentata dal ko di Santo Stefano a casa dell’Omia Cisterna. Un solo punto contro l’ultima della classe – peraltro in deciso miglioramento – che ha complicato l’ingresso tra le prime otto formazioni al termine del girone di andata. Serve assolutamente una vittoria, e potrebbe non bastare, nell’impegno interno contro il Volley Soverato, team che nelle ultime settimane del 2016 ha assunto nuovamente un ruolo di primo piano nel Campionato di Serie A2:

« Sono soddisfatto del percorso fatto dalla squadra in questa prima parte della stagione quando siamo quasi al giro di boa – afferma Stefano Saja, coach di Soverato -. Ci è voluto un po’ di tempo per trovare l’amalgama e gli equilibri in una squadra ampiamente rinnovata. La defezione di Fedele ci ha costretto, purtroppo, a rimischiare le carte ma le ragazze sono state brave, dopo una partenza ad handicap, a ritrovare il filo del gioco. Gli ultimi risultati positivi ci hanno portato alla qualificazione in Coppa Italia, facendo anche vedere al pubblico un bel gioco e una squadra che dà spettacolo. Non ci vogliamo fermare di certo qui, ma continuare a dimostrare quello che vogliamo e, in questa chiave, siamo sul mercato alla ricerca di una giocatrice che possa aiutarci a raggiungere gli obiettivi prefissati. Inizieremo il nuovo anno con la partita di Rimini, dove dovremo dimostrare il nostro valore e cercare una posizione migliore nella griglia di Coppa ».

Proverà a proseguire nel brillante momento di forma di fine 2016 la LPM Bam Mondovì, reduce da 3 vittorie nelle ultime 4 uscite che ne hanno migliorato la classifica e risollevato il morale. Di fronte alle ragazze di Luca Secchi c’è la Millenium Brescia, ancora alla ricerca di un successo in trasferta. Per le lombarde sarà fondamentale fare risultato, per non farsi invischiare nella lotta per non retrocedere, e per perseguire l’obiettivo coach Mazzola le ha poste di fronte a un’amichevole con il Saugella Team Monza, formazione di A1 (1-3 il risultato finale).

« Si tratta di una partita importante – commenta Paolo Borello, direttore sportivo di Mondovì -. Le ragazze ce la metteranno tutta per fare punti e rimanere nel gruppo che precede la ‘zona rossa’. Dobbiamo continuare il momento positivo con cui abbiamo chiuso il 2016 e affrontare questo match e tutto il girone di ritorno con la giusta concentrazione e determinazione, per raggiungere il miglior piazzamento possibile ». 

Stesso ruolino di marcia di Mondovì lo può vantare l’Omia Cisterna, che proprio con le piemontesi condivide l’ultima posizione della classifica. La crescita del roster a disposizione di William Droghei sarà messa alla prova dalla Lilliput Settimo Torinese, la cui secca sconfitta nel derby con Chieri a Santo Stefano non ha intaccato le valutazioni positive di un girone di andata più che soddisfacente.

PROGRAMMA E ARBITRI DELLA 13^ GIORNATA-

Sabato 7 gennaio, ore 18.00
Delta Informatica Trentino – Fenera Chieri (Jacobacci-Giardini)
Domenica 8 gennaio, ore 17.00
Battistelli S.G. Marignano – Volley Soverato (Piubelli-Santoro)
Entu Olbia – myCicero Pesaro (Moratti-Carcione)
Lardini Filottrano – Volalto Caserta (Somansino-Mattei)
Golem Software Palmi – SAB Grima Legnano (Di Blasi-Grassia)
LPM Bam Mondovì – Millenium Brescia (Caretti-Fretta)
Lilliput Settimo Torinese – Omia Cisterna (Toni-Giorgianni)

LA CLASSIFICA-

Lardini Filottrano 34, myCicero Pesaro 27, Sab Grima Legnano 24, Delta Informatica Trentino 21, Volley Soverato 20, Lilliput Settimo Torinese 20, Fenera Chieri 18, Golem Software Palmi 17, Battistelli S.G. Marignano 16, Millenium Brescia 13, Entu Olbia 13, Volalto Caserta* 10, Lpm Bam Mondovì 9, Omia Cisterna 9.
* un punto di penalizzazione

Articoli correlati

Commenti