Corriere dello Sport

A2 femminile

Vedi Tutte
A2 femminile

Volley: A2 Femminile, le due semifinali Play Off vanno alla bella

Volley: A2 Femminile, le due semifinali Play Off vanno alla bella
© Zambelli Orvieto

Due tie break hanno deciso Gara 2. Orvieto vince davanti al proprio pubblico con S.G.Marignano. Cuneo espugna Chieri. La qualificazione alla finale è rimandata ai match decisivi di martedì 1 maggio

Sullo stesso argomento

 

domenica 29 aprile 2018 18:31

ROMA- I nomi delle finaliste dei Play Off di A2 Femminile saranno decisi in Gara 3 martedì 1 maggio. Gara 2, andata in scena questo pomeriggio, ha infatti ribaltato l’esito della prima partita riportando le due serie in parità. L’ Ubi Banca San Bernardo Cuneo non aveva alternative, doveva vincere sul campo della Fenera Chieri per rimanere ancora in corsa, dopo aver perso in casa. Le ragazze di Pistola lo hanno fatto al termine di un match infinito conclusosi al tie break dopo una lotta all’ultimo punto.

Stesso compito aveva la Zambelli Orvieto davanti al pubblico amico contro la Battistelli S.G. Marignano dopo la netta sconfitta in Romagna di Gara 1. Le ragazze di Solforati hanno stretto i denti e vinto in volata l’ennesima battaglia.

LE DUE SFIDE-

ZAMBELLI ORVIETO-BATTISTELLI S.G. MARIGNANO- 

Una buona Zambelli Orvieto rialza la testa nella semifinale dei play-off di serie A2 femminile e tra le mura amiche riesce ad ottenere un’altra affermazione di prestigio che conferma la bontà dell’ottimo lavoro svolto. Non c’è che dire, la post season continua a regalare grandi emozioni e conferma che le formazioni che ci arrivano meglio possono dire la loro nella delicata fase del campionato che mette in palio una promozione. Non ha demeritato la Battistelli San Giovanni in Marignano che ha mostrato di avere grandi qualità di squadra, ancor prima che a livello di individualità, non riuscendo a trovare il modo stavolta di trionfare. In avvio c’è qualche sbavatura tra le padrone di casa, forse dovuta alla tensione nervosa, e le rivali ne approfittano (3-6). A rimboccarsi le maniche è la ex di turno Montani (otto colpi vincenti in apertura) che infila una sequenza di colpi vincenti e rovescia (12-10). Grazie a Casillo la situazione torna in parità, per poi tornare in pugno alle orvietane che arrivano sul 23-20 e poi si spengono sul servizio di Saguatti subendo cinque punti consecutivi. Invertiti i campi è Ginanneschi a fare la voce grossa sbloccando il punteggio con ottimi affondi (10-5). La reazione prodotta da Zanette limita i danni ma poi le locali sfruttano le imprecisioni altrui per scavare il solco (15-9). Tentano il doppio cambio le romagnole con Giordano e Nasari ma è tutto vano, la gran difesa rupestre impedisce ogni rimonta ed il pareggio arriva con Grigolo. Nella terza frazione provano lo strappo per due volte le orvietane che guadagnano tre lunghezze di vantaggio ma per due volte sono riprese (10-10). Alcune buone giocate di capitan Santini ed una strepitosa Grigolo (sette volte a segno) riescono a trovare il break (16-11). Valpiani sfrutta l’ottima vena delle sue centrali che non falliscono un colpo (22-17). Il punto del due ad uno arriva su errore in battuta di Saguatti, la migliore delle marignanesi. Il quarto periodo inizia con qualche regalo delle umbre che però si fanno perdonare andando a sorpassare con l’inarrestabile Montani che trova varchi senza tregua (13-10). A tenere su la baracca ospite è Zanette che fa sentire il fiato sul collo ed impatta (18-18). Le sostituzioni fanno rifiatare un attimo le atlete e la neoentrata Bordignon tiene il ritmo di Ginanneschi (22-22). Sul più bello due muri di Caneva rimandano il verdetto. Al tie-break si avanza a braccetto sino al 6-6, momento nel quale si presenta a fondo campo Mio Bertolo che con un bel turno condito da due ace propizia l’allungo (10-6). Non cambia nulla e ad apporre il sigillo sul trionfo è Ginanneschi che scatena il pandemonio sugli spalti del Pala-Papini. Pochissimo il tempo per riposare, martedì primo maggio si disputerà lo spareggio ancora una volta in trasferta a San Giovanni in Marignano, le valigie per andare in vacanza ancora nessuno vuole prepararle.

IL TABELLINO-

ZAMBELLI ORVIETO – BATTISTELLI S.G. MARIGNANO 3-2 (23-25 25-15 25-19 23-25 15-10)

ZAMBELLI ORVIETO: Mio Bertolo 7, Santini 12, Grigolo 17, Montani 26, Valpiani 2, Ginanneschi 19, Rocchi (L), Muzi, Zonta. Non entrate: Ciarrocchi, Arico’, Venturi (L). All. Solforati. BATTISTELLI S.G. MARIGNANO: Markovic 8, Caneva 11, Zanette 21, Saguatti 20, Casillo 6, Battistoni 1, Gibertini (L), Bordignon 2, Nasari, Giordano. Non entrate: Sgarbossa, Gray. All. Saja.

ARBITRI: Vecchione, De Simeis.

NOTE – Durata set: 28′, 24′, 23′, 29′ , 15′ ; Tot: 119′.

FENERA CHIERI-UBI BANCA SAN BERNARDO CUNEO-

Al termine di una partita meravigliosa ed emozionante, durata quasi due ore e mezza, l’UBI Banca S.Bernardo Cuneo espugna il PalaFenera di Chieri vincendo al tie-break e portando così la serie e gara-3. Martedì 1° maggio, alle 17, al Pala UBI Banca le biancorosse affronteranno il Fenera Chieri ’76 per la terza volta in sei giorni, nella sfida decisiva che decreterà una delle finaliste di questi playoff promozione della Samsung Galaxy Volley Cup A2.

Entrambi gli allenatori confermano i sestetti di gara-1: coach Pistola schiera capitan Dalia al palleggio, Vanžurová opposto, Guidi e Mastrodicasa al centro, Segura e Borgna in banda e Caforio libero, mentre dall’altra parte Secchi risponde con De Lellis in diagonale con Angelina, Middleborn e Akrari centrali, Manfredini e Perinelli schiacciatrici, Bresciani libero. L’avvio di gara è equilibrato (4-4), Cuneo trova il primo vantaggio del match sul 4-5 e con Dalia al servizio allunga 5-8. Chieri si rifà sotto (8-9), ma le biancorosse sono brave a mantenere il vantaggio, incrementandolo con Vanžurová al servizio (un ace) fino al 9-12. Un muro di Segura vale il 10-15, coach Secchi chiama il primo time-out e il Fenera rientra 12-15. Un punto ‘di seconda’ di Dalia rilancia le cuneesi, che toccano il 12-17, ma anche in questo caso le biancoblù si riportano a contatto, con la panchina cuneese che ferma la gara sul 15-17. Con Segura in battuta l’UBI Banca S.Bernardo allunga fino al 17-22, il Fenera si riavvicina sul 21-23 e coach Pistola chiama il secondo time-out. Borgna firma il 21-24 e Cuneo chiude 22-25 (0-1). Equilibrato anche l’inizio di secondo set, con Chieri che a più riprese prova ad allungare ma le ospiti sono brave a restare sempre a contatto (7-7). Sul 9-9 coach Secchi inserisce Lualdi per Middleborn, il Fenera allunga 11-9 e sul 13-10 la panchina cuneese ferma la partita. Sul 15-10 dentro Bonifazi per Dalia ed è proprio un muro della numero 18 che riporta le biancorosse a -3 (15-12). Sul 17-12 nuovo time-out Cuneo, che lentamente rientra e costringe coach Secchi al minuto sul 18-15. Le padrone di casa tornano avanti di cinque lunghezze (20-15), una diagonale di Vanžurová vale il -2 sul 21-19 e la panchina chierese sfrutta anche il secondo time-out. Due punti consecutivi della cieca firmano la parità sul 23-23, ma uno scambio eterno regala a Chieri il set point, sfruttato grazie ad un ace ‘fortunoso’ di Angelina per il tocco del nastro (1-1). Un ace di Vanžurová regala il primo vantaggio a Cuneo nel terzo parziale (2-3), con le due formazioni che procedono appaiate sino al 5-5. Con Mastrodicasa in battuta le biancorosse salgono 5-7, mantenendo il vantaggio ed incrementandolo fino al 7-11, momento in cui la panchina locale chiama time-out. Il ‘gap’ rimane pressoché invariato fino al 13-16, quando il Fenera si rifà sotto e impatta a quota 16, costringendo coach Pistola al minuto. Una parallela di Vanžurová riporta avanti l’UBI Banca S.Bernardo, sul 20-20 torna in campo Bonifazi per Dalia e Cuneo sale 20-21. Baiocco fa il suo ingresso in battuta ma il match prosegue in totale equilibrio (21-21). Il Fenera sale 23-22, coach Pistola sfrutta il secondo time-out a sua disposizione ma Chieri allunga 24-22. Cuneo allunga il primo set-point, la panchina chierese chiama minuto e Angelina chiude 25-23 (2-1). In avvio di quarto set due ace consecutivi di Vanžurová portano Cuneo sul 2-4, con le biancorosse che mantengono il doppio vantaggio fino al 6-8, momento in cui le padrone di casa trovano la parità (8-8). Con Segura in battuta e grazie a due muri vincenti consecutivi (Vanžurová e Guidi) le biancorosse salgono 8-11 e coach Secchi chiama time-out. Anche in questo caso il Fenera rientra bene in campo (11-13), ma un muro di Bonifazi su Angelina firma l’11-15 riportando Cuneo a +4. Minuto cuneese sul 14-16 e il match prosegue senza strappi fino al 16-18: qui le biancorosse allungano grazie ad uno splendido muro di Borgna che vale il 16-20. Sul 17-21 ingresso di Aliberti al servizio e il vantaggio resta invariato fino al 18-22, quando un muro di Mastrodicasa lancia Cuneo, che sul 18-24 ha 6 palle-set: sfruttata la seconda con Vanžurová e partita al tie-break (19-25, 2-2). Vanžurová tiene le cuneesi a contatto in avvio di quinto set, un ace di Aliberti le porta avanti ma Angelina è un martello: 4-4. Il match prosegue in equilibrio assoluto e al cambio campo l’UBI Banca S.Bernardo conduce 7-8. Un clamoroso punto di Caforio porta Cuneo sul 7-9 e coach Secchi chiama time-out. Un pallonetto di Vanžurová vale l’8-11, ma il Fenera non molla e accorcia 10-11, costringendo coach Pistola al minuto. Vanžurová firma il 10-12 e un muro singolo di Mastrodicasa il 10-13, ma Angelina accorcia 11-13. Sul 12-13 time-out della panchina cuneese, Chieri pareggia a quota 13, De Lellis sbaglia in battuta regalando match-point all’UBI Banca S.Bernardo. Coach Secchi chiama minuto e un “mani-out” chierese rimette tutto in parità sul 14-14. Angelina non trova il campo al servizio, coach Pistola si gioca la carta Baiocco e al termine di uno scambio eterno il Fenera pareggia ancora: 15-15. Vanžurová firma il 15-16, il Fenera impatta sul 16-16, una ‘pipe’ della cieca vale il 16-17 e al quarto match point l’UBI Banca S.Bernardo riesce a chiudere grazie a Segura (2-3), portando la serie a gara-3.

I PROTAGONISTI-

Andrea  Pistola ( Allenatore dell’Ubi Banca S.Bernardo Cuneo )- « Abbiamo giocato con la giusta cattiveria e intensità tenendo botta con una squadra molto forte e riuscendo a spuntarla al termine di una vera e propria battaglia. Riuscire a mettere in campo questo atteggiamento in cinque set così combattuti è un bel segnale, anche se sappiamo che non abbiamo ancora fatto niente perché in gara-3 si ripartirà da ‘0 a 0’. Dovremo giocare con il giusto piglio e la giusta personalità per lottare alla pari come questa sera. Ringrazio i tanti tifosi presenti a Chieri: li aspettiamo ancor più numerosi martedì al Pala UBI Banca per questa partita fondamentale ».

IL TABELLINO-

FENERA CHIERI – UBI BANCA SAN BERNARDO CUNEO 2-3 (22-25 25-23 25-23 19-25 16-18)

FENERA CHIERI: Perinelli 16, Middleborn 2, De Lellis 2, Angelina 22, Akrari 13, Manfredini 17, Bresciani (L), Lualdi 9, Moretto. Non entrate: Sandrone, Colombano, Mezzi, Salvi. All. Secchi.

UBI BANCA SAN BERNARDO CUNEO: Segura 10, Guidi 11, Vanzurova 34, Borgna 11, Mastrodicasa 12, Dalia 2, Caforio (L), Bonifazi 3, Aliberti 1, Baiocco. Non entrate: Bruno, Bertone, Sasso, Vegezzi Bossi. All. Pistola. ARBITRI: Merli, Toni.

NOTE – Durata set: 24′, 29′, 29′, 26′ , 23′ ; Tot: 131′.

Articoli correlati

Commenti