Volley: A2 Femminile, Perugia espugna il campo di Trento
A2 femminile
0

Volley: A2 Femminile, Perugia espugna il campo di Trento

La formazione di Bovari si impone 1-3 (24-26; 19-25; 25-21; 23-25) e per una sera si issa in vetta alla classifica del Girone B

TRENTO-La Bartoccini Gioiellerie Perugia festeggia la sesta vittoria in otto gare di campionato e balza provvisoriamente in testa alla classifica del Girone B di Samsung Volley Cup A2. Nell’anticipo dell’ottava giornata le umbre si impongono per 1-3 sul campo della Delta Informatica Trentino, al termine di una gara molto equilibrata. Domani la giornata si completerà con le altre 3 partite del Girone B e con i 4 incontri del Girone A.

La quotatissima Bartoccini Perugia espugna il Sanbàpolis infliggendo alla Delta Informatica Trentino la seconda sconfitta consecutiva dopo quella rimediata domenica scorsa a Torino. Trento, però, ha giocato alla pari con le sue avversarie, perdendo due set solamente ai vantaggi e potendosi rammaricare per non essere riuscita ad allungare la sfida al tie break nel concitato finale del quarto set, in cui Moncada e compagne conducevano 23-21 prima di incassare il decisivo break umbro. Al sestetto di Negro non bastano i 19 punti di Baldi, i 16 di Fiesoli, gli 11 di Fondriest (con il 62% a rete e 3 muri) e i positivi ingressi a gara in corso delle gemelle Alessia e Giorgia Mazzon. La Bartoccini ha fatto leva sulla propria maggiore esperienza, sulla fisicità di Smirnova e sul jolly Catena, pescata dalla panchina e rivelatasi l’arma vincente per raggiungere il successo (per lei 13 punti in un set e mezzo con il 43% in attacco).

Negro si è affidato a Moncada in regia, Baldi opposto, Fiesoli e McClendon in posto-4, Furlan e Fondriest al centro e Moro libero. Il tecnico ospite Fabio Bovari risponde con l’ex Ilaria Demichelis in regia, Smirnova opposto, Pascucci e Pietrelli laterali, Lapi e Casillo al centro e Bruno libero.

La gara rimane in equilibrio fino all’8-8 quando la Bartoccini cambia marcia: è Casillo a propiziare il break umbro, andando a segno prima in attacco e successivamente dalla linea del servizio (9-13). Perugia conduce fino al 15-18, Trento ritrova lucidità nella correlazione muro-difesa, trovando la parità con la Baldi (19-19). L’ex Demichelis si aggrappa ad un’ottima Smirnova (20-22), Fiesoli tiene in vita Trento con due attacchi da posto-4 (24-24) ma ai vantaggio è la Bartoccini a sorridere.

Le gialloblù accusano il colpo e l’avvio di secondo set è complicatissimo (3-8). Il time out richiesto da Negro sortisce gli effetti desiderati perché Trento torna in campo più aggressiva e giunge fino al -1, quando Moncada ferma a muro il lungo linea di Pietrelli (8-9). L’illusione dura un amen, Perugia piazza un altro break, questa volta determinato perlopiù da errori trentini (10-14). Negro prova ad invertire la rotta inserendo prima Giorgia Mazzon e poco dopo Carraro: l’impatto di Mazzon è devastante e sono proprio tre attacchi consecutivi dell’ex Argentario a permettere alla Delta di giungere fino al -1 (16-17). Anche in questo caso, però, la Bartoccini scaccia immediatamente i fantasmi e con Smirnova e Pascucci blinda il set (16-20), chiuso dall’errore di Baldi (19-25).

Trento non ci sta e grazie alle centrali Furlan e Fondriest, a segno a muro, parte con il piede giusto in avvio di terzo set (10-7). Entrano Alessia Mazzon e Catena, Perugia sbaglia qualche pallone di troppo e le gialloblù ne approfittano per restare avanti nel punteggio (18-16). Moncada trova in Fiesoli un impeccabile terminale offensivo (tre attacchi filati per il 22-19), si esalta anche Baldi da posto-2 e McClendon chiude il parziale (25-21).

Perugia parte forte nel quarto set con Smirnova e Casillo protagoniste, ben assistite da Catena, confermata in posto-4 (3-7). Negro, con Alessia Mazzon al centro della rete al posto di Furlan, ricorre al time out e la Delta reagisce, trovando la parità sul 14-14. Si procede a braccetto fino al 21-21 quando Trento ha un sussulto con Baldi e il gran muro di Alessia Mazzon (23-21). Il tie break sembra dietro l’angolo ma sul più bello le gialloblù si inceppano con l’ottima Catena che stampa Baldi a muro e firma l’attacco che gela il Sanbàpolis (23-25).

IL TABELLINO-

DELTA INFORMATICA TRENTINO – BARTOCCINI GIOIELLERIE PERUGIA 1-3 (24-26 19-25 25-21 23-25)

DELTA INFORMATICA TRENTINO: Fiesoli 16, Furlan 7, Baldi 19, Mc Clendon 10, Fondriest 11, Moncada 2, Moro (L), Mazzon 4, Mazzon 2, Mason, Carraro, Tosi. Non entrate: Vianello (L). All. Negro.

BARTOCCINI GIOIELLERIE PERUGIA: Pietrelli 9, Casillo 7, Demichelis 1, Pascucci 13, Lapi 7, Smirnova 18, Bruno (L), Catena 13, Kotlar. Non entrate: Gierek, Marchi, Santibacci. All. Bovari.

ARBITRI: Traversa, Papadopol.

NOTE – Spettatori: 500,

Durata set: 31′, 26′, 27′, 30′ ; Tot: 114′.

LA CLASSIFICA-

Bartoccini Gioiellerie Perugia 18; Canovi Coperture Nolo 2000 Sassuolo 17; Omag S.Giov. In Marignano 14; Delta Informatica Trentino 12; Barricalla Cus Torino 9; Conad Olimpia Teodora Ravenna 8; Cuore Di Mamma Cutrofiano 5; Sigel Marsala 2; Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 2.

Vedi tutte le news di A2 femminile

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti