Volley: A2 Femminile, quattro al comando nel Girone B
© Barricalla
A2 femminile
0

Volley: A2 Femminile, quattro al comando nel Girone B

Nel Girone A perde ancora terreno Orvieto, sale Caserta. Nel B, ferma Trento che ha osservato il turno di riposo, le romagnole le affiancano al comando superando 3-1 Cutrofiano, Perugia cade di brutto sul campo del Cus Torino. In vetta anche Sassuolo che batte nettamente Marsala

ROMA- Continuano i colpi di scena in entrambi i raggruppamenti dell'A2 Femminile anche nella 13a giornata.

Nel Girone A si allarga la forbice fra la Lpm Bam Mondovì, vittoriosa ieri ad Olbia, e la Zambelli Orvieto vince solo al tie break la sfida sul campo dell’ Itas Citta’ Fiera Martignacco lasciando un punto prezioso nella corsa al primo posto. Ancora una vittoria per la Golden Tulip Caserta che travolge in casa l’ Eurospin Ford Sara Pinerolo e si avvicina alle prime . La P2P Givova Baronissi non trova resistenza contro l’ Acqua & Sapone Roma Volley Group.

Nel Girone B si rimescolano le carte. Stasera sono in quattro appaiate al primo posto. Cade la Bartocinni Perugia per mano del Barricalla Cus Torino, la Canovi Coperture Nolo 2000 Sassuolo torna in testa superando in tre set Marsala. L’ Omag S.Giov. In Marignano domina il match interno con il Cuore Di Mamma Cutrofiano. Punti salvezza per le Sorelle Ramonda  Montecchio che supera all’ultimo respiro la Conad Ravenna.

TUTTE LE SFIDE-

GIRONE A-

ITAS CITTA’ FIERA MARTIGNACCO – ZAMBELLI ORVIETO- 

Una battaglia lunga cinque set. Una vittoria sfumata per un soffio. Al palazzetto di via S. Biagio finisce 3-2 per Orvieto. L’Itas Città Fiera, però, dimostra ancora una volta di avere le carte in regola per giocarsela anche con le avversarie più quotate.

Coach Gazzotti ha fatto scendere in campo Gennari in regia, Sunderlikova opposto, Caravello e Dhimitriadhi in banda, al centro Martinuzzo e Molinaro, De Nardi libero. Nel corso della gara sono state impiegate in più occasioni anche Beltrame, Fedrigo, Pecalli e Tangini.

Il primo set è cominciato nel modo giusto, con capitan Caravello che ha suonato la carica con un ace (3-2). Il vantaggio è rimasto intatto per tutta la durata del set (11-7, 17-10), che si è chiuso sul 25-19. Molto più difficile il secondo set, con le ragazze di Gazzotti costrette sempre ricorrere senza successo (20-25).

Nel terzo set si è rivista la squadra scesa in campo all’inizio. Sempre in vantaggio, con la vittoria finale, grazie al punto di Molinaro, sul 25-16. Il quarto set è stato la fotocopia del secondo, con le ragazze in affanno e incapaci di recuperare (20-25). Il quinto parziale ha visto il sestetto dell’Itas in vantaggio (8-6 e 10-8), ma qualche pasticcio di troppo e qualche errore in battuta (18-13 a sfavore il conto finale) hanno fatto il resto (12-15).

I PROTAGONISTI-

Bernardino Ceccarelli (Presidente Libertas Martignacco)- « E’ arrivata la sconfitta, ma è come se la squadra avesse vinto. Caravello e compagne sono state superlative in tutti i fondamentali. Tenuto conto dell’alto livello della prima linea avversaria, il sestetto dell’Itas Città Fiera ha fatto più che bene. Ha sfiorato la vittoria ».

IL TABELLINO-

ITAS CITTA’ FIERA MARTIGNACCO – ZAMBELLI ORVIETO 2-3 (25-19 20-25 25-16 20-25 12-15)

 ITAS CITTA’ FIERA MARTIGNACCO: Gennari 2, Caravello 11, Molinaro 18, Sunderlikova 13, Dhimitriadhi 11, Martinuzzo 15, De Nardi (L), Fedrigo 3, Beltrame 2, Pecalli, Tangini. Non entrate: Pozzoni, Turco. All. Gazzotti.

ZAMBELLI ORVIETO: D’Odorico 17, Ciarrocchi 7, Decortes 18, Stavnetchei 6, Montani 12, Prandi 1, Quiligotti (L), Bussoli, Cecchetto, Venturini, Mucciola, Kantor. Non entrate: Angelini. All. Solforati.

ARBITRI: Jacobacci, Zanussi.

NOTE – Durata set: 24′, 25′, 23′, 26′ , 17′ ; Tot: 115′.

GOLDEN TULIP VOLALTO 2.0 CASERTA – EUROSPIN FORD SARA PINEROLO-

Vittoria doveva essere e vittoria è stata per la Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta che in un Palavignola come sempre caldissimo e ricco di passione ed entusiasmo ha schiacciato la Eurospin Ford Sara Pinerolo per 3-0. Una prestazione importante per le ragazze di coach Bracci sia in attacco che in difesa, gestendo perfettamente i tre parziali. Tutte le ragazze a disposizione sono state chiamate in causa dall’allenatore rosanero: sugli scudi Linda Giugovaz nel secondo e terzo set, che ha chiuso proprio il match con un suo punto. Dopo la giornata di Natale, si ritorna in campo subito il 26 dicembre, ancora al Palavignola, per il derby contro Baronissi, altra occasione più che ghiotta per scalare la classifica e distaccarsi dalle inseguitrici.

Primo set. Avvio importante della Golden Tulip che sfrutta il muro perfetto di Laura Frigo ed il braccio caldo di Giulia Melli e mette in difficoltà la difesa di Pinerolo (7-3). Due errori in battuta regalano alle avversarie un break positivo (13-6) e coach Bracci getta subito nella mischia Maggipinto per aumentare le percentuali in ricezione ed aumentare il ritmo del parziale (16-8). Crescono ancora di più Fucka e Melli in attacco, non lasciando spazio alla difesa delle avversarie (20-12) entusiasmando i tanti tifosi presenti al Palavignola. Ancora un cambio per la Volalto 2.0 con Trevisiol che rileva Dalia e conquista subito due punti chiudendo così il parziale a favore delle rosanero (25-14).

Secondo set. Parte bene Pinerolo con ritmo e potenza negli attacchi del duo Zanotto-Serena (0-2) ma la Volalto 2.0 prende le misure e conquista subito il pareggio (3-3). Con Ghilardi impeccabile in difesa e Melli dal braccio caldissimo, il gap diventa consistente (13-9) e le rosanero mettono subito il piede sull’acceleratore con l’ace ancora di Melli e ben 4 battute vincenti della schiacciatrice rosanero (17-13). Torna sul taraflex anche Linda Giugovaz che, con un muro vincente e due attacchi mortiferi, avvia il secondo set verso un finale completamente di marca rosanero (23-14). Lo chiude Giulia Melli, dopo il primo setball annullato (25-18).

Terzo set. Grande concentrazione per la Volalto 2.0 che vuole chiudere subito il terzo parziale a proprio favore e con il muro Fucka-Dalia annulla gli attacchi di Pinerolo (8-3). Coach Moglio avverte il momento di difficoltà della sua squadra e chiama il time out che non inverte però gli equilibri: una gran Elisa Cella insieme alla grinta di Vittoria Repice aumentano ancor più il gap (12-3). Coach Bracci chiama nuovamente in causa anche Maggipinto affidandosi alla sua solidità in difesa (18-8), giocandosi nel finale anche la doppia carta Fucka-Giugovaz che dà subito i risultati sperati (19-9). E’ proprio la più piccola della squadra casertana, Linda Giugovaz, a chiudere set e match siglando il punto decisivo per far partire la festa del Palavignola (25-18).

IL TABELLINO-

GOLDEN TULIP VOLALTO 2.0 CASERTA – EUROSPIN FORD SARA PINEROLO 3-0 (25-14 25-18 25-13)

GOLDEN TULIP VOLALTO 2.0 CASERTA: Cella 11, Fucka 8, Frigo 4, Melli 13, Repice 5, Dalia 1, Ghilardi (L), Giugovaz 5, Maggipinto, Trevisiol. Non entrate: Perez Gonzalez. All. Bracci.

EUROSPIN FORD SARA PINEROLO: Serena 13, Caserta 1, Zanotto 7, Buffo 7, Bertone 4, Vingaretti, Fiori (L), Allasia, Nasi, Zamboni. Non entrate: Kajalina, Grigolo, Tosini, Casalis. All. Moglio.

ARBITRI: Grassia, Vecchione.

NOTE – Durata set: 19′, 21′, 21′; Tot: 61′.

P2P GIVOVA BARONISSI – ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY GROUP-

Tre punti d’ossigeno. La P2P Givova Baronissi ritorna al successo che mancava dal 18 novembre. Quaranta giorni fa, la squadra irnina superò Olbia 3-0. Con lo stesso risultato batte Roma Volley Group al palasport di Capriglia. Parziali 25-23, 25-18, 25-23. La vittoria consente di riconquistare il sesto posto, di staccare di 3 punti Pinerolo e di allungare su Roma e Olbia, rispettivamente a -7 e -9.

La cronaca. Complice l’importanza della posta in palio – pesantissima in chiave salvezza sia per la classifica generale che per quella avulsa nella pool – la P2P Givova parte contratta, come Roma: ne consegue equilibrio prolungato in avvio di gara, condizionato dagli errori (le irnine ne commettono 4 in battuta, 2 le ospiti) ma anche caratterizzato da brevi “fughe” e rapide rimonte. Scappa via per prima Baronissi (12-10) con Ginanneschi e Dascalu ma le capitoline impattano con Cvetnic e Saccomani. Poi la P2P è costretta a rincorrere e la francese Dascalu (9 punti nella prima frazione di gioco) la trascina. L’opposto replica 3 volte a Roma, fino al 22-22 e firma l’ace del 24-22 dopo il mani out (23) di Arciprete. Chiusura in fast di Strobbe: primo set vinto dalla P2P Givova per 25-23.

Nel secondo set, il coach di Roma Volley Group, Stefano Micoli, è costretto a “spendere” subito i propri time out: il primo sul 4-0 e il secondo sul 6-0 per Baronissi che parte forte. Poi il gioco lo interrompe Guadalupi, coach P2P, quando risale Roma fino al -4 (11-7) e poi sul -3 (17-14). Due errori in battuta delle ospiti consentono alla P2P di rifiatare e di allungare successivamente con Dascalu e Arciprete, quest’ultima per tre volte, timbrando anche il 24-18. Chiusura proprio di Arciprete (25-18) con un ace.  15 punti per lei, al termine dei primi due set.

Il terzo set comincia in salita (3-7 Roma e time out) ma la P2P Givova scala la montagna sospinta ancora da Arciprete, poi sostenuta da un muro attento e da una difesa ordinata. Due attacchi contestati -prima di Arciprete e poi di Strobbe – giudicati out dagli arbitri, riportano però in scía Roma (13-12). Momento decisivo con l’ace di Cecconello e il successivo punto di Arciprete (20-18). Chiusura di Dascalu 25-23.

I PROTAGONISTI-

Agnese Cecconello (P2P Givova Baronissi)- « Una vittoria che scalda il cuore sudata, meritata, che dedichiamo ai nostri tifosi”. Arciprete miglior realizzatrice con 22 punti ma sposta l’obiettivo “soprattutto sul rapporto muro difesa che ci ha dato una grande mano. Abbiamo disputato una buona gara, imparando anche a soffrire nei momenti di difficoltà”. Coach Guadalupi: “Abbiamo reagito ai momenti di difficoltà diventando protagonisti e parte attiva del match, senza subire passivamente. Dopo tante partite di buona fattura ma senza raccogliere molto, finalmente è girata anche dalla parte nostra e abbiamo raccolto il frutto del nostro lavoro ».

IL TABELLINO-

P2P GIVOVA BARONISSI – ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY GROUP 3-0 (25-23 25-18 25-23)

P2P GIVOVA BARONISSI: Dascalu 15, Arciprete 22, Strobbe 11, Dall’Igna 2, Ginanneschi 8, Cecconello 5, Ferrara (L), Pistolesi. Non entrate: Prestanti, Ferrari, Hodzic. All. Guadalupi.

ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY GROUP: De Luca Bossa 1, Saccomani 7, Busolini, Percan 11, Cvetnic 12, Mazzoni 3, Oggioni (L), Fava 5, Negretti. Non entrate: Quarchioni, Vietti, Voci. All. Micoli.

ARBITRI: Noce, Toni.

NOTE – Durata set: 23′, 24′, 28′; Tot: 75′.

GIRONE B-

OMAG S.GIOV. IN MARIGNANO – CUORE DI MAMMA CUTROFIANO-

La Omag si conferma imbattibile davanti al pubblico di casa superando per 3-1 Cuore di Mamma Cutrofiano. Prestazione brillante delle marignanesi che bissano la vittoria con una prova di sostanza e di qualità in ogni fondamentale. Premio di mvp della gara assegnato a Battistoni, che manda in doppia cifra 4 attaccanti. Top scorer Saguatti partita con il freno a mano tirato ma autentica padrona del campo nel secondo parziale (21 punti complessivi per la modenese). Ottima la prova al centro della rete di Caneva, attentissima a muro, molto bene anche Gibertini, sia in ricezione (con 35 di palle perfette) che in difesa.

Coach Saja conferma la formazione titolare con Battistoni e Manfredini a formare la diagonale, Saguatti e Fairs in posto 4, centrali Lualdi e Caneva e libero Giberini. Carratù schiera Saveriano in regia, Lutz opposto, Lotti e Moneta in banda, Antignano e Manzano al centro con Barbagallo libero.

Inizio primo set senza padroni, le squadre vanno a braccetto fino al 9-9 poi Cutrofiano allunga sul 9-11. La Omag trova la parità a quota 13 ma Cutrofiano spinge ancora e coach Saja chiama il primo stop (14-16). Due punti consecutivi di Fairs ed è nuovamente parità. Improvvisamente si accende la Lutz, Cutrofiano allunga e Saja chiama time out: 18-21. La Omag accorcia con Saguatti e Lualdi, ora è Carratù che ferma il gioco: 21-22. Un altro errore al servizio e Cutrofiano guadagna due set point (22-24). Lutz al primo tentativo chiude il set: 22-25.

Parte meglio la Omag nel secondo parziale, trascinata da Saguatti che va a segno sia in attacco che al servizio. 7-4. Cutrofiano non molla ed accorcia sull’8-7. E’ ancora capitan Saguatti in gran spolvero a riportare avanti la Omag e costringere Carratù al time out (15-11). Lualdi e Manfredini vanno ancora a segno e Carratù ferma nuovamente il gioco (18-13). Esce Lutz ed entra Morone ma non cambia nulla perché la Omag allunga ancora con due belle giocate di Caneva (23-14). Manfredini va a segno e sono 8 i set point. Chiude Manfredini al secondo tentativo (25-17).

Una bella Omag graffia anche nel terzo parziale e sul primo allungo Carratù chiama time out (8-4). Qualche errore di troppo nell’attacco marignanese e le salentine si riaffacciano (11-9). Ci pensa Gibertini a contenere gli attacchi di Lutz e la Omag allunga ancora con Carratù che si gioca anche il secondo time out (14-9). Con Saguatti che fa male al servizio, Carratù tenta la carta Negro in regia ma la Omag è inarrestabile: 23-14. Sono 10 i set point. Fairs chiude al secondo tentativo (25-16).

Anche nel quarto parziale la Omag dimostra di voler portare a casa l’intera posta (8-5). La squadra ospite dopo il time out chiamato da Carratù rientra in campo agguerrita e trova subito la parità (8-8). La Omag riacquista un pò di margine ma Cutrofiano non molla ed addirittura si porta avanti. Saja ferma immediatamente il gioco (15-16). Un presunto errore arbitrale fa scaldare gli animi e arriva il cartellino giallo per Saja. La Omag recupera, quindi Carratù ferma ancora il gioco (20-20). E’ una lotta all’ultimo punto con bellissimi scambi. Fairs si guadagna 2 match point e la Omag va al servizio ancora Saguatti. Costanza Manfredini chiude set (25-22) e match.

IL TABELLINO-

OMAG S.GIOV. IN MARIGNANO – CUORE DI MAMMA CUTROFIANO 3-1 (22-25 25-17 25-16 25-22)

 OMAG S.GIOV. IN MARIGNANO: Caneva 9, Manfredini 19, Saguatti 21, Lualdi 7, Battistoni 1, Fairs 18, Gibertini (L), Gray. Non entrate: Guasti, Mandrelli (L), Casprini, Mazzotti, Pinali. All. Saja.

CUORE DI MAMMA CUTROFIANO: Saveriano, Lotti 9, Antignano 5, Lutz 23, Moneta 10, Manzano 11, Barbagallo (L), Morone 1, Negro. Non entrate: Faraone (L), Vincenti. All. Carratu’.

ARBITRI: Selmi, Piana.

NOTE – Durata set: 24′, 21′, 21′, 25′ ; Tot: 91′.

SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO – CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA-

Gara molto equilibrata, quella disputata al PalaCollodi, come dimostra il punteggio di 3-2. Montecchio a larghi tratti gioca meglio degli avversari ma ha il demerito di non chiudere il match nel quarto set, poi però ha la forza di vincere ai vantaggi. Una vittoria che vale oro e permette a S.lle Ramonda-Ipag Montecchio di rosicchiare qualche punto proprio a Ravenna e di confermare il buon momento di forma.

Montecchio parte subito con presenza a muro e Fiocco fa 1-0. Bacchi in diagonale risponde subito. Tra le fila di casa finalmente comincia a farsi vedere Bartolini con un attacco in fast, dopo un lungo infortunio che l’ha tenuta fuori per buona parte della stagione. Punto d’astuzia quello di Pamio che vale il 7-6, con la banda castellana che attende in aria e mira le mani avversarie. Gara che prosegue sul filo dell’equilibrio con Bacchi e Torcolacci a muro che ristabiliscono la parità (10-10). Mendaro, fino a questo momento poco efficace manda in rete l’attacco in pipe. Le castellane sono nella partita e Pamio trova la deviazione, sull’attacco che segna il pareggio (18-18), al termine di un’azione in cui Ravenna aveva difeso al massimo. È ancora Pamio a schiacciare il punto del +2 dopo un’ottima deviazione a muro di Bartolini. Stocco entra per servire ed è subito ace (23-20). Montecchio si aggiudica il primo set dopo aver rischiato la rimonta di Ravenna che aveva annullato 3 set-point (25-23).

Teodora Ravenna parte forte nel secondo parziale ed è Bacchi a suonare la carica, così le romagnole si trovano rapidamente sul 3-7, costringendo Beltrami al time-out. Montecchio torna in campo ed è subito fallo di formazione, seguito da un muro granitico di Mendaro (3-9). Carletti sempre presente in fase realizzativa con un pallonetto lungo linea che sorprende tutta Ravenna, fermando il punteggio sul 11-8. Poi un attacco di Pamio, ancora Carletti a muro e Fiocco a muro completano la rimonta, sorpasso 12-11. Gioli e compagne si ricompattano e tornano subito avanti 14-17. Montecchio ancora una volta riesce a rimontare il punteggio ma Ravenna che va ad intermittenza riesce a rimettere avanti la testa con Gioli e Mendaro che regalano 5 set-ball alle compagne. Dopo aver annullato 3 set-point ci pensa Gioli a murare l’attacco di Pamio e pareggiare il conto dei set.

S.lle Ramonda-Ipag Montecchio non si scompone e nel terzo set è subito aggressiva con Fiocco ancora puntuale a muro e Bartolini firma l’ace del 5-1. Ravenna reagisce e complice qualche errore di Montecchio riesce a pareggiare 6-6. Fiocco continua a stoppare gli attacchi di Mendaro e la imita subito Carletti, così le castellane sono nuovamente avanti 10-6. Ora Montecchio è incontenibile, con un parziale di 6-0 che obbliga Caliendo a richiamare a sé la squadra. È sempre Gioli tra le fila di Conad Olimpia Teodora Ravenna ad essere la più pericolosa in attacco, permettendo alle compagne di inseguire a breve distanza (17-14). In questo terzo set per le romagnole non c’è nulla da fare, S.lle Ramonda-Ipag gioca meglio e scappa sul 24-18. Carletti mette il timbro sul set-point baciando la linea di fondocampo (25-20).

Quarto parziale che comincia e prosegue in perfetto equilibrio con entrambe le formazioni che riconoscono bene il valore della posta in palio ed alternano grandi giocate ad errori che le conducono a braccetto fino al 7-7, poi un muro di Bartolini su Gioli ed un ace di Carletti danno il primo doppio vantaggio del set. Un attacco in diagonale di Torcolacci ed un ace di Agrifoglio riportano a contatto Ravenna, mentre un errore al servizio di Michielleto rimette il risultato in parità (14-14). Il mani fuori di Bartolini da il primo vantaggio a Ravenna, poi però il centro castellano rimedia con un muro granitico. Ravenna continua a spingere e con Agrifoglio trova il +2, così Beltrami ferma tutto con un time-out (18-20). Bacchi e ancora Agrifoglio con un ace firmano il +3. Ancora Bacchi subito dopo imita la compagna e firma l’ace, Ravenna chiude i conti con Torcolacci che a muro annulla l’attacco castellano (20-25).

Bacchi comincia il quinto set in grande spolvero, così le compagne continuano a servirla ed al terzo attacco consecutivo trova un tocco morbido (1-3). Pamio e Fiocco però hanno idee bellicose e ribaltano il risultato 5-4. Set che prosegue in parità e sul punteggio di 10-10, uno scambio infinito vede Pamio attaccare dalla seconda linea ma Ravenna non riesce a trattenere. Poi un attacco fuori di Bacchi ferma il punteggio sul 12-10. Ci pensa ancora Fiocco, a muro, a segnare il +3. Un ace ed un tocco a muro permetto a Gioli e compagne di rosicchiare 2 punti (14-13). Match che prosegue ad oltranza e dopo 2 match point annullati è Carletti a decidere il match con un attacco da seconda linea (18-16).

I PROTAGONISTI-

Alessandro Beltrami (Allenatore Sorelle Ramonda Ipag Montecchio)- « Oggi forse sarei stato soddisfatto anche se avessimo perso 2-3 perché lo avremmo fatto rischiando ed è quello che chiedo continuamente alle ragazze, si è visto sia nel terzo che nel tiebreak. Invece nel secondo parziale abbiamo regalato muri troppo semplici. Stiamo continuamente migliorando e vincere contro una squadra come Ravenna, nonostante sia in difficoltà è molto importante anche per misurare le nostre capacità ».

Nello Caliendo (Allenatore Conad Olimpia Teodora Ravenna)- « Peccato per un’altra sconfitta arrivata al tiebreak, una costante di questa stagione dove ci manca la giusta cattiveria per chiudere le partite quando ci si presenta l’opportunità. Ora torneremo a lavorare sia sull’aspetto psicologico ma soprattutto sulla tecnica ».

IL TABELLINO-

SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO – CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA 3-2 (25-23 22-25 25-20 20-25 18-16)

SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO: Michieletto 14, Fiocco 19, Carletti 23, Pamio 20, Bartolini 5, Giroldi, Pericati (L), Stocco 2, Trevisan, Frison. Non entrate: Larson, Bovo. All. Beltrami.

CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA: Aluigi 10, Gioli 16, Agrifoglio 5, Bacchi 25, Torcolacci 9, Mendaro Leyva 12, Rocchi (L), Ubertini 1, Vallicelli, Calisesi, Altini. Non entrate: Fusaroli. All. Caliendo.

ARBITRI: Mesiano, Sessolo.

NOTE – Durata set: 29′, 27′, 25′, 21′ , 22′ ; Tot: 124′.

BARRICALLA CUS TORINO – BARTOCCINI GIOIELLERIE PERUGIA-

Un galattico Barricalla Cus Torino vince in casa al Pala Ruffini contro la Bartoccini Gioiellerie Perugia, 3-0 nella quarta giornata di ritorno del Girone B.

La cronaca. Coach Marchiaro scende in campo con Morolli in palleggio, Agostinetto opposto, al centro Mabilo e Martinelli, schiacciatrici Coneo e Fiorio, Lanzini libero. Risponde coach Bovari con Demichelis in palleggio, Smirnova opposto, al centro Kotlar e Lapi, schiacciatrici Pascucci e Pietrelli, Bruno libero.

Si parte in equilibro ma il Barricalla, trainato dalla diagonale Fiorio-Coneo si porta sul 13-9. Parallela di Agostinetto a tutto braccio ed è 14-10. Attacco di Fiorio ed è 15-10. Attacco di Agostinetto nuovamente in parallela ed è 16-11. Ace di Mabilo ed è 18-12, time out per coach Bovari. Coneo picchia forte ed è 19-13. Sul 19-14 dentro Gamba per Agostinetto. Muro Martinelli-Coneo su Smirnova ed è 20-14. Erore Perugia ed è 21-14, dentro Camperi su Morolli. Punto Perugia, rientra Morolli su Camperi. Erore CUS ed è 21-16. Muro Barricalla ed è 22-16. Ace di Martinelli su Bruno ed è 23-16, time out per la Bartoccini. Muro CUS ed è match point, 24-16. Errore CUS, 24-17. Attacco vincente per Perugia, 24-18. Nuovo attacco per la Bartoccini, 24-19. Errore CUS, 24-20, rientra Agostinetto su Gamba. Punto Smirnova, 24-21, time out per coach Marchiaro. Errore Pascucci al rientro in battuta ed è 25-21.

Nel secondo parziale il CUS parte nuovamente forte e si porta sull’11-8. Fast di Mabilo ed è 12-9. Attacco a tutto braccio di Agostinetto, 13-10. Attacco di Coneo, 14-11. Perugia non molla ed è 14-12. Bomba di Coneo, 15-12. La Bartoccini recupera, 16-15, ed è time out per coach Marchiaro. Al rientro una super Coneo picchia a tutto braccio, 17-15. Punto per Perugia, 17-16. Pipe di Coneo ed è 18-16. Due errori per il Barricalla ed è parità, 18-18. Pipe imprendibile di Coneo ed è 19-18. Tocco a muro per il CUS ed è 19-19. Errore in battuta per Perugia, 20-19. Invasione Bartoccini, 21-19, time out per coach Bovari. Attacco di Perugia, 21-20. Coneo passa sopra il muro ed è 22-20. Muro per Perugia, 22-21. Attacco di Agostinetto, 23-21. Attacco di Smirnova, 23-22. Errore in battuta per Perugis, 24-22, dentro Gobbo su Morolli. Ace di Coneo 25-22.

Nel terzo parziale per la prima volta va in vantaggio Perugia, sull’8-10 dentro Poser su Fiorio. Si gioca punto a punto e si arriva 14 pari. Errore Perugia ed è 15-14. Perugia si riporta avanti 15-16, dentro Gobbo su Martinelli. Pallonetto di Agostinetto ed è 16 pari. Errore in attacco per Perugia ed è 17-16. Errore per Smirnova, 18-16 ed è time out per coach Bovari. Al rientro muro Mabilo-Poser su Smirnova ed è 19-16. Due punti consecutivi per Perugia, 19-18. Pipe a tutto braccio di Coneo, 20-18. Attacco di Pascucci ed è 20-19. Bomba di Mabilo, 21-19. Attacco di Pascucci 21-20. Nuovo attacco di Mabilo 22-20. Nuova diagonale a tutto braccio di Coneo, 23-20 e time out per Perugia. Errore per il CUS, 23-21. Mani fuori di Agostinetto, 24-21. Dentro Camperi su Morolli. Attacco di Coneo ed è 25-21.

I PROTAGONISTI-

Marta Agostinetto (Barricalla Cus Torino)-  « E’ stata una bella partita, abbiamo giocato molto bene come squadra. L’inizio è stato molto difficile, noi però stiamo crescendo come squadra e come singoli. Continueremo a lavorare per crescere tutte insieme ».

Giulia Pascucci (Bartoccini Perugia)- « Sapevamo che non sarebbe stata una gara facile – dichiara Giulia Pascucci per Perugia – non per trovare scuse ma abbiamo delle defezioni. Comunque le sconfitte vanno superate e cercheremo di riprenderci al meglio ».

IL TABELLINO-

BARRICALLA CUS TORINO – BARTOCCINI GIOIELLERIE PERUGIA 3-0 (25-21 25-22 25-21)

BARRICALLA CUS TORINO: Martinelli 4, Morolli 1, Fiorio 6, Mabilo 11, Agostinetto 15, Coneo 19, Lanzini (L), Camperi, Gobbo, Poser, Gamba. Non entrate: Vokshi, Garrafa Botta. All. Marchiaro.

BARTOCCINI GIOIELLERIE PERUGIA: Pascucci 10, Kotlar 3, Smirnova 14, Pietrelli 5, Lapi 8, Demichelis 3, Bruno (L). Non entrate: Santibacci, Fastellini, Marchi, Gierek. All. Bovari.

ARBITRI: Armandola, Santoro. NOTE – Durata set: 25′, 26′, 23′; Tot: 74′.

CANOVI COPERTURE NOLO 2000 SASSUOLO – SIGEL MARSALA-

Regalo di Natale in anticipo per la Canovi Coperture Nolo 2000 Sassuolo, che in poco più di un’ora si impone 3-0 sulla Sigel Marsala. Adesso subito testa alla partita di mercoledì 26 dicembre in casa della Olimpia Teodora Ravenna.

Cronaca della partita. Coach Barbolini scende in campo con Galletti in palleggio, in diagonale con Obossa, al centro Crisanti e Squarcini, le attaccanti di posto quattro sono Provaroni e Joly. Il libero è Carolina Zardo. Coach Aiuto risponde con Avenia al palleggio, Taborelli opposto. Le centrali sono Cosi e Gabrieli, le attaccanti di posto quattro Brzezinska e Angeloni, il libero Ameri.

Primo set. Pronti via e Marsala si porta subito sullo 0-2: pronta la reazione delle padrone di casa, che pareggio con Squarcini. La Sigel mette di nuovo la testa avanti, ma la Canovi Coperture Nolo 2000 trova di nuovo il pareggio (7-7) e poi allunga con l’ace di Crisanti, che vale il 10-7. Le ospiti ci provano con Angeloni (14-11) e trovano poi il pareggio sul 16-16. Le padrone di casa mettono di nuovo la testa avanti con Joly (21-17) ed il mani out di Obossa vale il 23-20. Chiude il set l’opposta sassolese, 25-21.

Secondo set. Partono fortissimo le padrone di casa, che allungano subito 8-2 con Provaroni. La fast di Crisanti sigla poi l’11-3 neroverde. Marsala ci prova con Gabrieli (13-6), ma Obossa è inarrestabile e firma il decimo punto personale, che vale il 15-6. Il muro di Squarcini vale il +10 (17-7). Il finale di set porta la firma di Federica Squarcini: dai nove metri, la giovane centrale sassolese mette a segno due ace che portano le sue sul 23-10. Chiude il set il fallo in palleggio di Marsala (25-11).

Terzo set. Come nel parziale precedente, Sassuolo parte forte ed allunga prima 5-1 e poi ancora 8-3, con l’attacco di seconda di Galletti. Con Salvestrini, Marsala accorcia le distanze (11-5), ma con Joly la formazione di casa allunga 15-8. Il primo tempo di Squarcini vale poi il 18-9. Marsala ci prova con Gabrieli (19-11), ma Sassuolo naviga ormai verso la vittoria del set: il muro ad uno di Joly conduce al matchball. Chiude Squarcini in primo tempo, 25-17.

IL TABELLINO-

CANOVI COPERTURE NOLO 2000 SASSUOLO – SIGEL MARSALA 3-0 (25-21 25-11 25-17)

CANOVI COPERTURE NOLO 2000 SASSUOLO: Galletti 3, Joly 9, Squarcini 12, Obossa 17, Provaroni 5, Crisanti 6, Zardo (L), Martinelli, Bici. Non entrate: Lancellotti, Gatta, Bordignon. All. Barbolini.

SIGEL MARSALA: Brzezinska 1, Cosi 4, Avenia 1, Angeloni 9, Gabrieli 5, Taborelli 7, Ameri (L) 1, Salvestrini 2, Turla’, Luzzi. Non entrate: Vaccaro. All. Barbieri.

ARBITRI: Papadopol, Somansino.

NOTE – Durata set: 22′, 18′, 23′; Tot: 63′.

I RISULTATI-

GIRONE A

Volley Hermaea Olbia-Lpm Bam Mondovi’ 1-3 (22-25, 25-23, 25-27, 21-25)

Itas Citta’ Fiera Martignacco-Zambelli Orvieto 2-3 (25-19, 20-25, 25-16, 20-25, 12-15)

Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta-Eurospin Ford Sara Pinerolo 3-0 (25-14, 25-18, 25-13)

P2p Givova Baronissi-Acqua & Sapone Roma Volley Group 3-0 (25-23, 25-18, 25-23)

Ha riposato: Volley Soverato

Girone B-

Omag S.Giov. In Marignano-Cuore Di Mamma Cutrofiano 3-1 (22-25, 25-17, 25-16, 25-22)

Sorelle Ramonda Ipag Montecchio-Conad Olimpia Teodora Ravenna 3-2 (25-23, 22-25, 25-20, 20-25, 18-16)

Barricalla Cus Torino-Bartoccini Gioiellerie Perugia 3-0 (25-21, 25-22, 25-21)

Canovi Coperture Nolo 2000 Sassuolo-Sigel Marsala 3-0 (25-21, 25-11, 25-17)

Ha riposato: Delta Informatica Trentino 

LA CLASSIFICA DEL GIRONE A-

Lpm Bam Mondovi’ 31; Zambelli Orvieto 26; Volley Soverato 23; Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta 21; Itas Citta’ Fiera Martignacco 18; P2p Givova Baronissi 14; Eurospin Ford Sara Pinerolo 11; Acqua & Sapone Roma Volley Group 7; Volley Hermaea Olbia 5;

LA CLASSIFICA DEL GIRONE B-

Omag S.Giov. In Marignano 23; Delta Informatica Trentino 23; Bartoccini Gioiellerie Perugia 23; Canovi Coperture Nolo 2000 Sassuolo 23; Barricalla Cus Torino 21; Cuore Di Mamma Cutrofiano 14; Conad Olimpia Teodora Ravenna 14; Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 10; Sigel Marsala 5.

IL PROSSIMO TURNO- 26/12/2018 Ore 17.00-

GIRONE A-

Eurospin Ford Sara Pinerolo – Lpm Bam Mondovi’ 

Volley Soverato – Acqua & Sapone Roma Volley Group 

Itas Citta’ Fiera Martignacco – Volley Hermaea Olbia 

Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta – P2p Givova Baronissi

Riposa: Zambelli Orvieto

GIRONE B-

Bartoccini Gioiellerie Perugia – Omag S.Giov. In Marignano 

Sigel Marsala – Barricalla Cus Torino 

Delta Informatica Trentino – Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 

Conad Olimpia Teodora Ravenna – Canovi Coperture Nolo 2000 Sassuolo

 

Vedi tutte le news di A2 femminile

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti