Volley: A2 Femminile, Perugia cade in casa nel derby con Orvieto
© Legavolley Femminile/Rubin
A2 femminile
0

Volley: A2 Femminile, Perugia cade in casa nel derby con Orvieto

La capolista sconfitta da un'orgogliosa Zambelli al tie break ma mantiene saldo il primato. Successi anche per S.G.Marignano e Soverato. Nella Pool Salvezza Roma sconfigge Marsala e la raggiunge a quota 12

ROMA- Nella Pool Promozione di A2 Femminile L’orgoglio della Zambelli Orvieto regala a Solforati una vittoria che fa gonfiare il petto nel derby giocato in casa della capolista Bartoccini Perugia. Il successo di D’Odorico e socie acquisice ancor maggior valore se si pensa che è stato conquistato in rimonta dal 2-0 a sfavore. Le ragazze di Bovari si consolano con il primato ancora saldamente nelle loro mani. Successi anche per le più immediate inseguitrici l’Omag S.G. Marignano, che batte in casa  l’ Itas Citta’ Fiera Martignacco per 3-0, e per Soverato,che è andata ad espugnare il terreno della Conad Ravenna.

Nella Pool Salvezza prova maiuscola dell’ Acqua&Sapone Roma che batte la Sigel Marsala in un match da ultima spiaggia  e la raggiunge quota 12. Perde anche l’ultimo treno salvezza l’Hermanea Olbia che crolla sul campo del Cuore di Mamma Cutrofiano. Corroborante successo per Eurospin Ford Sara Pinerolo che batte davanti al pubblico amico la Sorelle Ramonda Ipag Montecchio. 

TUTTE LE SFIDE-.

POOL PROMOZIONE-

BARTOCCINI GIOIELLERIE PERUGIA – ZAMBELLI ORVIETO-

Di fronte a un PalaBarton che ha incitato per tutto il tempo le magliette nere, alla Bartoccini Gioiellerie Perugia non riesce l’en plein di vittorie nel girone di andata della Pool Promozione, e cedono al tie break (25-22, 25-16, 24-26, 20-25,20-22). Una Zambelli Orvieto mai doma, recupera due set di svantaggio e conquista al fotofinish due punti fondamentali per mantenere la settima posizione. Perugia rimane in testa alla classifica con 29 lunghezze, ma vede avvicinarsi Trento (25) e Soverato (24). Sabato 16 anticipo della prima di ritorno (ore 20.30) sempre al PalaBarton, contro Martignacco.

La cronaca. Recuperata dall’infortunio Giulia Pitrelli, Fabio Bovari manda in campo Demichelis in diagonale con Irina Smirnova; Giulia Pascucci e Giulia Pietrelli schiacciatori ricevitori; al centro Luisa Casillo e Giulia Kotlar  mentre il libero è Eleonora Bruno. Bartoccini un po’ timorosa nella prima fase del primo set (4-6) ma è solo una piccola parentesi: una grande difesa consente alle magliette nere di andare in vantaggio e piazzare un +5 micidiale (15-11). Gestire il vantaggio è la cosa che riesce bene alle perugine, che portano tranquillamente a casa il primo parziale, smorzando un paio di tentativi delle ospiti di riavvicinarsi: 25-22.

Decisa la partenza nel secondo set della Bartoccini Volley (4-1), vantaggio che viene incrementato da due ace consecutivi di Giulia Pascucci (9-3). Perugia che tenta di gestire il gioco, ma subisce la rimonta delle ospiti che con un perentorio +4 si rifanno sotto (13-12). Time out chiamato da Fabio Bovari e magliette nere che tornano in campo più grintose (19-13) aggiudicandosi tranquillamente il parziale 25-16.

Una Bartocini timorosa scende in campo nel terzo set (3-5) non riuscendo a imporre il proprio gioco, fino a quando due fast consecutive di Luisa Casillo riportano il punteggio in parità (10-10). Nonostante questo le perugine faticano a mettere palla a terra consentendo un nuovo allungo delle ospiti (12-16). Perugia reagisce e Pascucci firma il nuovo pari (19-19). Si va avanti punto su punto fino ai vantaggi, ma questa volta è la Zambelli a conquistare il parziale 24-26.

Quarto set che vede la Bartoccini Volley in grande difficoltà nel mettere palla a terra. Pietrelli e Casillo tentano di mantenere il punteggio in parità (10-10) ma le perugine subiscono l’allungo delle orvietane (11-19). Neanche il cambio chiamato da Bovari, tra Pascucci e Donà, riesce a cambiare la sorte delle padrone di casa (17-23) che chiudono agevolmente il set e si va al tie break. (20-25).

Tie break dalle grandi emozioni con le due formazioni che procedono appaiate per tutto il set fino ad arrivare al 12 pari; e qui Perugia riesce a guadagnare il doppio vantaggio (14-12) che però viene sprecato da due errori delle magliette nere e si va ai vantaggi. Altri tre match ball per la Bartoccini rintuzzati da Orvieto che a sua volta ne spreca due (19-19). Ancora avanti Perugia per il sesto tentativo e ancora niente da fare. Riesce invece il terzo match ball per la Zambelli che si aggiudica set e partita (20-22).

I PROTAGONISTI-

Fabio Bovari (Allenatore Bartoccini Perugia)- « Non è andata bene. Noi a casa nostra dobbiamo imporre il nostro gioco e portare a casa più punti possibile. Ci accontentiamo di un punticino, ma ci va sicuramente stretto. E’ questo il bello della pallavolo: non ci sono partite o risultati scontati e tanto più se si tratta di un derby. Adesso dovremmo analizzare cosa non ha funzionato. Rispetto alle altre partite non siamo stati capaci di chiudere quando ne avevamo la possibilità: in vantaggio 14-12 al tie break non abbiamo avuto la freddezza di piazzare il colpo vincente, regalando due errori alle avversarie. E questa è una situazione che, finora, non avevamo mai fallito ».

IL TABELLINO-

BARTOCCINI GIOIELLERIE PERUGIA – ZAMBELLI ORVIETO 2-3 (25-22 25-16 24-26 20-25 20-22)

BARTOCCINI GIOIELLERIE PERUGIA: Pietrelli 10, Casillo 15, Demichelis 1, Pascucci 17, Kotlar 11, Smirnova 18, Bruno (L), Dona’, Santibacci (L). Non entrate: Gierek, Fastellini, Bigini, Marchi. All. Bovari.

ZAMBELLI ORVIETO: Prandi 2, D’Odorico 19, Ciarrocchi 9, Decortes 22, Bussoli 15, Montani 17, Cecchetto (L), Kantor 1, Quiligotti. Non entrate: Stavnetchei (L), Venturini, Angelini, Mucciola. All. Solforati.

ARBITRI: Somansino, Salvati.

NOTE – Durata set: 27′, 24′, 30′, 27′ , 27′ ; Tot: 135′.

OMAG S.GIOV. IN MARIGNANO – ITAS CITTA’ FIERA MARTIGNACCO-

Splendida vittoria della Omag San Giovanni in Marignano che batte l’Itas Città Fiera Martignacco per 3-0. In poco più di un’ora di gioco le magliette nere si impongono sul taraflex amico nell’incontro valido per la quinta giornata della Pool Promozione. L’ottima distribuzione di gioco di Battistoni, le spettacolari difese di Gibertini e il buon lavoro nell’azione muro/difesa delle attaccanti non danno scampo alla giovane formazione friulana. Ora la testa va a Mondovì prossima avversaria della Omag nella prima di ritorno.

La cronaca. Saja schiera Battistoni in palleggio, Manfredini a chiudere la diagonale, Saguatti e Fairs in posto 4, Lualdi e Gray al centro, Gibertini libero. Gazzotti risponde con Gennari in regia in diagonale con Beltrame, centrali Molinaro e Tangini, attaccanti di banda Caravello e Pozzoni, libero De Nardi. Partono subito forte le padrone di casa (4-1). Gray, schierata a sorpresa da coach Saja, si fa subito notare con un primo tempo ed un ace e Gazzotti ferma il gioco (9-4). Funziona tutto bene in casa Omag che con un filo di gas allunga grazie alle ottime giocate di Fairs e Manfredini. Gazzotti chiama time e tenta la carta Turco che rileva Gennari (14-7). Sunderlikova rileva Caravello ma nulla cambia perché anche Saguatti, da buon capitano, ci mette del suo e trascina le compagne nel finale di set che termina 25-12.

Secondo set. Iniziano meglio le ospiti in questo parziale mettendo a segno tre punti consecutivi ma ci pensa Fairs a ristabilire la parità (3-3). Segue un lungo scambio accende gli animi sugli spalti anche oggi gremiti. Punto che riporta avanti le padrone di casa (6-5). La Omag prende il largo con ottime giocate a muro di Lualdi e Gazzotti chiama il tempo (11-7). Gazzotti rimescola le carte sostituendo Sunderlikova con Beltrame ma oggi ha di fronte una Omag a cui funziona tutto (23-14). Si arriva quindi velocemente al termine del parziale dove sono 9 i set point per la Omag che chiude con Gray (25-16).

Terzo set. Prova di fuga per la Itas Martignacco che schiera Beltrame in posto 4 al posto di Tangini (3-6). Si procede punto a punto con le ospiti sempre avanti (11-14). Ma la Omag tiene il passo e firma il pari con Gray. Gazzotti chiama time out (14-14). Martignacco non molla e si riprende un break di vantaggio. Questa volta è Saja a chiamare il time out (19-21). L’atmosfera si fa frizzante quando Fairs e Manfredini firmano la parità (23-23). Ripassa avanti Martignacco con un set point subito annullato ancora da Manfredini. Lualdi colpisce a muro ed ora il match point è per la Omag. Gazzotti chiama a sé la squadra sul 25-24 ma ancora Lualdi chiude set e match.

IL TABELLINO-

OMAG S.GIOV. IN MARIGNANO – ITAS CITTA’ FIERA MARTIGNACCO 3-0 (25-12 25-16 26-24)

OMAG S.GIOV. IN MARIGNANO: Lualdi 7, Battistoni 2, Fairs 11, Gray 10, Manfredini 21, Saguatti 7, Gibertini (L). Non entrate: Casprini, Mazzotti, Caneva, Pinali, Guasti, Mandrelli. All. Saja.

ITAS CITTA’ FIERA MARTIGNACCO: Gennari 7, Caravello 2, Molinaro 7, Pozzoni 9, Beltrame 4, Tangini 5, De Nardi (L), Sunderlikova 4, Turco, Pecalli. Non entrate: Martinuzzo. All. Gazzotti.

ARBITRI: Grassia, Caretti.

NOTE – Durata set: 20′, 20′, 26′; Tot: 66′.

CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA – VOLLEY SOVERATO-

Grande Soverato al “Pala Costa”. La squadra di coach Bruno Napolitano sbanca Ravenna e supera a domicilio per tre set a zero la Conad Olimpia Teodora di coach Caliendo. Una partita superlativa da parte delle biancorosse che hanno saputo reagire nei momenti difficili capitati nei vari set, recuperando punti importanti a Gioli e compagne che hanno dato filo da torcere fino alla fine. Bravo Soverato ad annullare anche palle set nel terzo parziale ed evitare così di allungare la partita.

Coach Nello Caliendo schiera lo starting six vittorioso a Caserta con Agrifoglio al palleggio, Mendaro opposto, Gioli e Torcolacci centrali, capitan Bacchi e Lotti sulle bande, Rocchi libero. Dal lato opposto del taraflex, risponde con Boldini in regia e Aricò opposto, al centro la coppia Guidi – Boriassi, schiacciatrici Tanase e Hillary Hurley, libero Napodano.

Dopo una prima fase equilibrata il turno di servizio di Hurley scava il solco in favore delle ospiti che si portano avanti sul 4-10. La Conad è imprecisa e Soverato allunga ulteriormente sull’8-15, poi Mendaro prova a lanciare la rimonta delle padrone di casa mettendo a terra due palloni consecutivi per il 12-15, ma con l’ace di Boldini le calabresi volano sul 13-19. Ravenna prova a riaprire i giochi e ancora con Mendaro torna sul 19-21, ma nel finale le ospiti sono più brillanti e si portano a casa il parziale per 20-25.

Nel secondo set arriva la reazione dell’Olimpia Teodora, che guadagna un break sul 6-4 e, lottando su ogni pallone, allunga fino al 12-8 ancora grazie a una superlativa Mendaro. Il timeout di coach Napolitano rimette sulla buona strada Soverato, che ribalta la situazione con un parziale di 0-6 sul servizio di Hurley (12-14). L’ace di Riparelli vale il 13-16, poi la Conad prova con grinta a tornar sotto sul 17-18, ma un altro ace stavolta a firma Boriassi e due muri consecutivi fanno volare le ospiti sul 17-23. Illude Mendaro con una palla a terra, ma il finale del set è ancora di marca calabrese e si chiude sul 18-25.

La terza frazione di gioco si apre con le calabresi subito avanti per 2 a 4. La riscossa delle ravennati non tarda ad arrivare: Bacchi, Mendaro e un paio d’errori delle ospiti e arriva il break (6-4). La Conad ci crede e riesce a tenere a distanza una Soverato meno precisa che nei set precedenti (13-10). Tuttavia la squadra guidata da Napolitano non molla mai e, prima si riporta in parità, poi mette la freccia sul 14-13. Nella parte centrale del set le due formazioni si fronteggiano col coltello tra i denti. Soverato vuole chiudere e Ravenna non ci sta. Si procede punto a punto fino al 19-17 e Napolitano chiama la sospensione. Al ritorno in campo le calabresi riacciuffano la parità (19-19) e con un ace di Aricò effettuano il sorpasso (20-21). Ravenna insegue e con due palle a terra di Torcolacci e altre due di una Mendaro in grande spolvero conquista il primo set ball 24-23 che viene però annullato dalle ospiti. Gioli e Vallicelli, subentrata nel finale ad Agrifoglio, salvano momentaneamente il risultato e tengono accese le speranze (27-27). È però Soverato con determinazione e potenza a chiudere a suo favore anche il terzo set (27-29) e a portare a casa i tre punti.

I PROTAGONISTI-

Nello Caliendo (Allenatore Conad Ravenna)- « C’è da fare i complimenti a Soverato che è terzo in classifica con pieno merito. La loro prestazione di oggi è stata senza sbavature, ci hanno creduto dal primo all’ultimo punto e con le loro qualità di gioco veloce e attaccanti potenti ci hanno messo in grossa difficoltà. Non sarà questa sconfitta a fermarci. Continuiamo il nostro cammino. Domenica andremo ad affrontare Orvieto, sappiamo che è una squadra con la quale abbiamo giocato alla pari all’andata, battendole 3 a 2 in casa nostra. Di sicuro non sarà una passeggiata ma noi siamo abituati alle battaglie ».

IL TABELLINO-

CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA – VOLLEY SOVERATO 0-3 (20-25 18-25 27-29)

CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA: Bacchi 8, Torcolacci 6, Mendaro Leyva 19, Lotti 5, Gioli 6, Agrifoglio 1, Rocchi (L), Vallicelli 1, Calisesi, Ubertini. Non entrate: Aluigi, Altini, Canton, Lombardi. All. Caliendo.

VOLLEY SOVERATO: Tanase 16, Boriassi 8, Boldini 4, Hurley 13, Guidi 8, Arico’ 10, Napodano (L), Riparbelli 1, Mangani 1, Saccani. Non entrate: Barbiero, Formenti. All. Napolitano.

ARBITRI: Mesiano, Cecconato.

NOTE – Durata set: 23′, 24′, 32′; Tot: 79′.

POOL SALVEZZA-

ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY GROUP – SIGEL MARSALA- 

Nella partita più delicata della stagione l’Acqua & Sapone Roma tira fuori una prestazione gagliarda, tosta e batte per 3-1 la Sigel Marsala. Grazie alla voglia di non arrendersi e di combattere la squadra di Micoli riesce a incamerare tre punti fondamentali per la lotta salvezza. Roma c’è, vive e lotterà fino alla fine, un successo voluto e ottenuto con le unghie e la capacità di un gruppo di non mollare. I risultati dagli altri campi non aiutano la causa, perché Cutrofiano rimane a 6 punti di distanza, Montecchio e Pinerolo a 7. Ma la squadra romana vista contro le siciliane fa ben sperare per le prossime giornate.

Una Roma che nella prima di ritorno di questa pool salvezza è salita sulle montagne russe. Nel primo set ha giocato in maniera attenta e precisa con spirito indomito e una fase break molto attenta. Dal 17-15 Percan e compagne hanno preso il largo e chiuso sull’1-0. Nel secondo le parti si sono invertite e da metà parziale Marsala ha spinto e chiuso. Roma si è ripresa nel terzo con grande attenzione e caparbietà, imprimendo un ritmo al servizio e in attacco. Ma la cosa più incredibile è avvenuta nel quarto set, un inspiegabile black out, subito in apertura 10-2 per Marsala, che si spinge avanti fino al 15-5. Poi tra le romane è scoccata la scintilla, il cambio repentino e la tendenza cambiata improvvisamente. Una grande rimonta culminata con il 24-21. Ci sono voluti quattro match point per chiudere. Lea Cvetnic migliore in campo con 22 palloni a terra, Valentina Caracci esordio in A2, centrale classe ‘97, ha siglato 9 punti.

I PROTAGONISTI-

Stefano Micoli (Allenatore Acqua&Sapone Roma)- « Dobbiamo dare merito a queste ragazze che ci hanno creduto fino alla fine, non dobbiamo mollare. Marsala ha difeso moltissimo, noi siamo andati a fasi alterne, ma il servizio è stato davvero decisivo. Abbiamo dato tutto in ogni fondamentale, dobbiamo pensare a una partita alla volta. La voglia di rimanere aggrappati alla serie A2 c’è e si è visto ».

IL TABELLINO-

ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY GROUP – SIGEL MARSALA 3-1 (25-20 22-25 25-22 27-25)

ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY GROUP: Busolini 11, Scacchetti 2, Cvetnic 22, Caracci 9, Percan 20, Saccomani 12, Negretti (L), Quarchioni 1, Oggioni. Non entrate: De Luca Bossa. All. Micoli.

SIGEL MARSALA: Angeloni 12, Gabrieli 16, Taborelli 24, Schwan 8, Cosi 3, Avenia 3, Ameri (L), Salvestrini 1, Luzzi, Turla’. Non entrate: Vaccaro (L), Fucka, Donarelli. All. Aiuto. ARBITRI: Noce, Rossetti.

NOTE – Durata set: 23′, 27′, 25′, 32′ ; Tot: 107′.

CUORE DI MAMMA CUTROFIANO – VOLLEY HERMAEA OLBIA-

Importante successo per il Cuore di Mamma Cutrofiano, che batte l’Hermea Olbia con il massimo scarto riportandosi a +6 sulla terz’ultima piazza. Le salentine di coach Carratù controllano il match dall’inizio alla fine, spingendo sempre al servizio (9 gli ace totali) e mandando in doppia cifra la statunitense Lutz con 16 punti, Moneta con 13 e il 50% offensivo e la centrale Antignano. Le sarde di Michelangelo Anile con questa sconfitta sono aritmeticamente retrocesse, a -12 dalla quota salvezza con sole tre partite da disputare.

IL TABELLINO-

CUORE DI MAMMA CUTROFIANO – VOLLEY HERMAEA OLBIA 3-0 (25-16 25-19 25-18) –

CUORE DI MAMMA CUTROFIANO: Saveriano 2, Provaroni 5, Vincenti 6, Lutz 16, Moneta 13, Antignano 10, Faraone (L), Barbagallo (L), Morone. Non entrate: Negro, Bertone. All. Carratu’.

VOLLEY HERMAEA OLBIA: Bacciottini, Maruotti 7, Barazza 5, Fiore 14, Hurst 5, Taje’ 2, Modena (L), Giometti 6, Padula 1. Non entrate: D’Elia (L). All. Anile.

ARBITRI: Gaetano, Di Bari.

NOTE – Durata set: 21′, 23′, 26′; Tot: 70′.

Contro Sorelle Ramonda Ipag Montecchio arriva la seconda vittoria consecutiva per l’Eurospin Ford Sara Pinerolo che mette in tasca altri tre preziosi punti. Le pinerolesi non sprecano nulla, ribaltano il 3-1 subito all’andata senza dare alcuna possibilità alle venete di riaprire la gara. La squadra ha rimesso in campo determinazione e grinta, quelle stesse caratteristiche viste contro le pugliesi di Cutrofiano. La pazienza è stata l’arma fondamentale di Serena e compagne, brave a colpire le avversarie nei momenti giusti. La vittoria permette alle pinerolesi di agganciare Montecchio in classifica (19 punti) e conquistare la terza posizione. Cutrofiano rimane ad una sola lunghezza di distanza mentre Marsala e Roma scendono a -7.

L’incontro si apre con la fast di Bovo. Le due formazioni procedono punto a punto fino all’8-8 poi l’attacco veneto subisce due stop, Grigolo e Kajalina fermano Bovo e Pamio. Due attacchi fuori dal campo valgono il +4, costringendo coach Beltrami a chiamare il primo time out. Montecchio accorcia le distanze approfittando di due errori delle pinerolesi (14-13). La palla out al servizio di Pamio regala il quindicesimo punto alle padrone di casa che allungano con Kajalina e Grigolo in prima linea (20-16). L’ace di Bertone porta le compagne a + 5 e la diagonale di Grigolo vale il 22-16. L’Eurospin vola verso la chiusura del set, ci pensa Kajalina a siglare il venticinquesimo punto.

Nel secondo parziale è la squadra ospite a mettere la testa avanti sin dalle prime battute. Un buon break condotto da Carletti porta la compagine veneta sul 6-8. Montecchio mantiene il vantaggio fino al 13-16 poi Pinerolo mette la freccia e sorpassa. L’arbitro fischia un fallo alle ospiti (18-16). Ci pensa Pamio a riportare la palla nella propria metà campo. Le venete rimangono in scia alle padrone di casa fino al 21-20 quando la diagonale stretta di Serena e l’attacco out di Carletti portano il punteggio 24-20. E’ ancora l’opposta estone a chiudere il set con un pallonetto piazzato dietro al muro (25-21).

Montecchio parte bene nel terzo set con Bovo che mette a terra il primo pallone. Le pinerolesi rimangono in scia alle avversarie agganciandole sull’8-8 con Caserta in prima linea. Le due compagini procedono punto a punto, poi la diagonale di Serena e la fast di Bertone fanno salire le compagne 15-12. Pinerolo sale a +4 quando l’attacco di Grigolo va a terra (19-15). Montecchio tenta di recuperare con Bovo al servizio ma le padrone di casa riportano la palla nella propria metà campo con il mani out di Serena. Kajalina conquista il primo match point e capitan Serena chiude i giochi piazzando un pallonetto dietro al muro (25-20).

I PROTAGONISTI-

Massimo Moglio (Allenatore Eurospin Ford Sara)- « Sono contento della vittoria, stiamo giocando più serene e più tranquille, prendiamo tutto quello che di buon sta arrivando. Affrontiamo il resto del campionato sicuramente con determinazione. Sono contento in particolar modo per Silvia Fiori, nelle ultime partite l’ho vista più sicura in difesa, sta risolvendo i problemi legati al suo infortunio alla mano quindi è molto più tranquilla e si vede. Andiamo ad affrontare le ultime tre partite cercando di mettere al sicuro la salvezza il più presto possibile ».

Alice Pamio (Sorella Ramonda Ipag Montecchio)- « Abbiamo trovato una squadra lucida e paziente nei momenti fondamentali. Abbiamo tenuto bene il gioco fino a metà parziale di tutti i set poi loro hanno preso vantaggio. Abbiamo fatto fatica a contenerle, in attacco hanno dimostrato di valere con le individualità che hanno. Pinerolo ha saputo gestire meglio di noi i palloni più difficili ».

 IL TABELLINO-

EUROSPIN FORD SARA PINEROLO – SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO 3-0 (25-17 25-21 25-20)

EUROSPIN FORD SARA PINEROLO: Vingaretti 1, Grigolo 14, Caserta 6, Kajalina 14, Serena 13, Bertone 8, Fiori (L), Tosini, Allasia. Non entrate: Zanotto, Zamboni, Buffo, Casalis, Nasi (L). All. Moglio.

SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO: Michieletto 8, Bovo 4, Giroldi, Pamio 12, Bartolini 5, Carletti 7, Pericati (L), Fiocco 2, Trevisan 2, Larson, Stocco. All. Beltrami.

ARBITRI: Santoro, Usai.

NOTE – Spettatori: 450, Durata set: 24′, 27′, 24′; Tot: 75′.

I RISULTATI POOL PROMOZIONE-

Delta Informatica Trentino-Lpm Bam Mondovi’ 3-1 (25-16, 22-25, 25-21, 25-18) Giocata ieri

Bartoccini Gioiellerie Perugia-Zambelli Orvieto 2-3 (25-22, 25-16, 24-26, 20-25, 20-22)

Barricalla Cus Torino-Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta 3-0 (25-23, 25-22, 25-21) Giocata ieri

Omag S.Giov. In Marignano-Itas Citta’ Fiera Martignacco 3-0 (25-12, 25-16, 26-24)

Conad Olimpia Teodora Ravenna-Volley Soverato 0-3 (20-25, 18-25, 27-29)

I RISULTATI POOL SALVEZZA-

Cuore Di Mamma Cutrofiano-Volley Hermaea Olbia 3-0 (25-16, 25-19, 25-18)

Eurospin Ford Sara Pinerolo-Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 3-0 (25-17, 25-21, 25-20)

Canovi Coperture Sassuolo-P2p Givova Baronissi 2-3 (26-24, 23-25, 22-25, 25-16, 11-15) Giocata ieri

Acqua & Sapone Roma Volley Group-Sigel Marsala 3-1 (25-20, 22-25, 25-22, 27-25)

LA CLASSIFICA POOL PROMOZIONE –

Bartoccini Gioiellerie Perugia 29; Delta Informatica Trentino 25; Volley Soverato 24; Barricalla Cus Torino 22; Omag S.Giov. In Marignano 22; Zambelli Orvieto 20; Lpm Bam Mondovi’ 19; Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta 13; Conad Olimpia Teodora Ravenna 13; Itas Citta’ Fiera Martignacco 8. 

LA CLASSIFICA POOL SALVEZZA-

Canovi Coperture Sassuolo 25; P2p Givova Baronissi 21; Eurospin Ford Sara Pinerolo 19; Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 19; Cuore Di Mamma Cutrofiano 18; Sigel Marsala 12; Acqua & Sapone Roma Volley Group 12; Volley Hermaea Olbia 6.

IL PROSSIMO TURNO POOL PROMOZIONE- 17/03/2019 Ore 17.00

Lpm Bam Mondovi’ – Omag S.Giov. In Marignano 

Bartoccini Gioiellerie Perugia – Itas Citta’ Fiera Martignacco Si gioca il 16/03/2019 Ore 20.30

Barricalla Cus Torino – Volley Soverato 

Delta Informatica Trentino – Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta 

Zambelli Orvieto – Conad Olimpia Teodora Ravenna

IL PROSSIMO TURNO POOL SALVEZZA-17/03/2019 Ore 17.00

Volley Hermaea Olbia – Canovi Coperture Sassuolo 

Sorelle Ramonda Ipag Montecchio – Acqua & Sapone Roma Volley Group 

P2p Givova Baronissi – Cuore Di Mamma Cutrofiano 

Sigel Marsala – Eurospin Ford Sara Pinerolo

Vedi tutte le news di A2 femminile

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti