A2 Femminile, Omag e Delta in fuga
© Roma Volley club
A2 femminile
0

A2 Femminile, Omag e Delta in fuga

Prosegue la marcia delle due capolista del Girone A e del Girone B. Le romagnole vincono in casa contro Montale, le trentine corsare a Baronissi

ROMA- Omag San Giovanni in Marignano nel Girone A e Delta Informatica Trentino nel Girone B si confermano rispettive capoclassifica del Campionato di Serie A2.

Le romagnole di Stefano Saja ottengono la quarta vittoria consecutiva, 3-0 interno ai danni dell’Exacer Montale, e portano a due le lunghezze di vantaggio su Club Italia Crai e Volley Soverato. Le calabresi hanno la meglio sulla Eurospin Ford Sara Pinerolo al tie-break in una gara estremamente emozionante, con Chausheva e Botarelli a rispondere a una Zago superlativa da 38 punti. L’Itas Città Fiera Martignacco ottiene il secondo 3-0 consecutivo e si prepara nel modo migliore al derby di giovedì contro la Cda Talmassons. Primo punto stagionale per la Geovillage Hermaea Olbia, che nel giorno dell’esordio in panchina di coach Giandomenico va avanti 2-0 sulla Green Warriors Sassuolo prima di essere superata al tie-break complici i 25 di Cvetnic.

Nel Girone B le gialloblù di Matteo Bertini proseguono la propria marcia grazie al 3-0 esterno – guidati dall’ottima Piani – sulla P2P Smilers Baronissi, che invece resta a quota zero. Al secondo posto la coppia formata da LPM BAM Mondovì, che sbanca il PalaCosta di Ravenna con i 19 punti dell’argentina Rodriguez, e Roana CBF H.R. Macerata, che supera con un netto 3-0 la Futura Volley Giovani Busto Arsizio. Colpaccio esterno della Sorelle Ramonda Ipag Montecchio, che vìola il fortino PalaRuffini nel 3-1 al Barricalla Cus Torino. A sei punti si porta anche l’Acqua&Sapone Roma Volley Club, che si sbarazza in tre set della Sigel Marsala.

TUTTE LE SFIDE-

GIRONE A-

OMAG S.GIOV. IN MARIGNANO – EXACER MONTALE-

E’ stata una partita che ha regalato emozioni! Davanti ai propri tifosi, sempre più numerosi, grande prova della Omag che vince anche contro la Exacer Montale con il punteggio di 3-0 e consolida il primato solitario in classifica, complice il tie break del big match di questa giornata tra Soverato e Pinerolo, vinto dalle “cavallucce marine”. Le marignanesi partite con i favori del pronostico, nei primi due set molto equilibrati passano di misura mentre nel terzo primeggiano sulla formazione rivale grazie ad una prestazione corale, mostrando grande carattere e determinazione. Ottima prestazione di Decortes (19 punti i suoi) e di Bresciani (mvp di giornata).

Coach Saja schiera la formazione tipo con Battistoni in regia, Decortes opposto, Saguatti e Pamio bande, Lualdi e Gray centrali, Bresciani libero.

Coach Tamburello risponde con Saveriano al palleggio, opposta Giovannini, Brina e Aguero in posto 4, Gentili e Fronza al centro, Bici libero.

Il primo parziale scivola sul filo dell’equilibrio con le squadre un pò contratte fino al 10 pari. Tre ace consecutivi di Lualdi costringono coach Tamburello al primo time out (13-10). Si riprende e, prima Saguatti, poi Decortes, portano a 5 le lunghezze di vantaggio (15-10). Qualche errore di troppo in casa Omag e Montale è di nuovo sotto (17-15). Le Marignanesi ristabiliscono immediatamente le distanze ma le Emiliane non ci stanno a mollare. Saja chiama time out sul 19 a 18. Un errore di Aguero al servizio ed un lungo scambio concluso da Saguatti servono a riportare la Omag a +3, con Tamburello che ferma il gioco (21-18). E’ Salì Coulibaly che guadagna 4 set point dopo aver rilevato Pamio. La stessa Coulibaly chiude il set (25-21).

La Omag di nuovo in campo con Coulibaly al posto di Pamio. Lunghi scambi e belle giocate fanno da preludio di questo secondo set, con Montale che conduce le danze e la Omag che insegue. Quando il “gap” comincia ad essere sostanzioso coach Saja tenta di ridare ordine chiamando il primo discrezionale (7-10). Una ispirata Decortes ed un ottimo lavoro di Coulibaly rimettono il set in parità (15-15). Troppi errori soprattutto al servizio e Montale si ritrova a condurre per 18 a 21. Saja ferma il gioco. Il tempo di un punto per Lualdi e questa volta è Tamburello che richiama a sè la squadra: 19-21. Prima Saguatti poi Decortes con un ace rimettono il set in parità (21-21). A Gentili risponde Saguatti e Pamio rileva Coulibaly sul 22 pari. Attacco fuori di Gentili e Tamburello riferma il gioco: 24-22 Ci pensa Pamio a chiudere il set (25-22).

 Nel terzo parziale parte subito forte la Omag con Saguatti che va a segno due volte e porta le marignanesi sul 3-0. Accorcia Montale con Fronza, ma questa volta scendono in cattedra Lualdi e Pamio. Obiettivo sfatare il tabù terzo set (8-4). Time out Montale. Il vantaggio si fa sempre più corposo e Tamburello manda in campo Bellini (17-10). Tutto facile per la Omag che ingrana la quarta e veleggia verso l’epilogo del match (19-13). E’ un errore di Blasi al sevizio che regala 8 match point alla Omag. Chiude Gray al secondo tentativo (25-18).

IL TABELLINO-

OMAG S.GIOV. IN MARIGNANO – EXACER MONTALE 3-0 (25-21 25-22 25-18)

OMAG S.GIOV. IN MARIGNANO: Decortes 19, Saguatti 11, Lualdi 11, Battistoni 1, Pamio 9, Gray 4, Bresciani (L), Coulibaly 4. Non entrate: De Bellis, Mazzon, Bonelli, Pinali, Mandrelli (L). All. Saja.

EXACER MONTALE: Gentili 7, Saveriano 3, Brina 7, Fronza 7, Giovannini 6, Aguero 7, Bici (L), Bellini 3, Tosi 1, Blasi. Non entrate: Luketic, Migliorini, Buffagni (L), Sandoni. All. Tamburello.

ARBITRI: Giglio, Mesiano.

NOTE – Durata set: 26′, 27′, 22′; Tot: 75′.

VOLLEY SOVERATO – EUROSPIN FORD SARA PINEROLO-

Ritorno alla vittoria per il Volley Soverato che dopo una vera e propria maratona supera l’Eurospin Pinerolo al tie break. Una partita bellissima con le due squadre che non si sono risparmiate e che alla fine ha visto uscire vittoriosa per tre a due, con merito, il Soverato di coach Napolitano. Ancora una volta, le ragazze del presidente Matozzo, hanno dimostrato di non mollare mai e, soprattutto nel secondo set, dopo aver perso il primo, hanno saputo recuperare dallo 0-6 e 1-8, rimettendo tutto in parità, dall’altra parte, Pinerolo, costruito per vincere il campionato, si è dimostrata squadra tosa ma il Soverato ci ha messo più determinazione e voglia di vincere. Passiamo alla partita. Coach Napolitano che deve rinunciare a Giorgia Quarchioni per un piccolo infortunio schiera per il Volley Soverato Laura Bortoli al palleggio e Botarelli opposto, al centro capitan Repice e Caneva, schiacciatrici Mason e la bulgara Chausheva con libero Gibertini. Le piemontesi dell’Eurospin Pinerolo di coach Marchiaro rispondono con l’ex Boldini in cabina di regia e Zago opposto, al centro l’altra ex di turno Serena Bertone con Ciarrocchi, in banda Grigolo e Bussoli con Fiori libero.

In un “Pala Scoppa” colorato di biancorosso, con le tribune occupate in ogni ordine di posto, l’inizio di gara vede le piemontesi mettere il naso avanti, 1-4, con time out immediato per le padrone di casa. Soverato che al rientro in campo spinge a riacciuffa la parità con Mason sul 7-7; sorpasso delle calabresi e time out per Pinerolo sul punteggio di 7-9. Ancora parità tra ole due squadre che ribattono colpo su colpo, 11-11. Il “Pala Scoppa” sostiene a gran voce le ragazze di coach Napolitano con i colori biancorossi che sventolano in ogni angolo delle tribune. Nuovamente avanti Soverato che si porta sul più due, 17-15, con time out chiesto da coach Marchiaro. Non mollano però le ospiti che si rifanno sotto e sono nuovamente in parità 19-19 in questa fase finale del primo set. Tempo per Soverato. Più due per Pinerolo, 19-21, e sul 19-22 doppio cambio nelle locali. Le piemontesi sono a due punti dal set, 20-23 e guadagnano quattro palle set; alla seconda occasione l’Eurospin chiude 21/25.

Soverato parte contratto nel secondo parziale, 0-3, ed è subito time out per Napolitano. Allungano le ospiti sul punteggio di 0-6 con Soverato che non riesce a sbloccarsi. Time out calabrese sul 1-8; recupera qualche punto Soverato che adesso è sotto di quattro lunghezze con time out per coach Marchiaro sul 6-10. E’ ormai vicina la squadra biancorossa, 8-10, ed il pubblico incita sempre di più le padrone di casa. Due errori del Soverato riportano sul più cinque le piemontesi, 10-15 ma la squadra di Napolitano, come sempre, non molla e continua a lottare in campo. Break adesso per le biancorosse che si portano a meno uno, 15-16, con time out per l’Eurospin Pinerolo. Fase cruciale del set con Pinerolo avanti 21-23 e al servizio ma Soverato pareggia con Botarelli e punteggio di 23-23 con Bortoli in battuta; ace Soverato e set point ma Zago annulla portando il set ai vantaggi, 24-24. Fuori il servizio delle ospiti e seconda occasione per le ioniche che chiudono con Irene Botarelli, 26-24.

Adesso è Soverato a spingere ad inizio set, con le “cavallucce marine” sul 3-0; sul punteggio di 6-1 time out Pinerolo. Allungano le calabresi con Chiara Mason, 11-4, e coach Marchiaro chiama un altro time out sul 12-4. Break adesso delle ospiti che si avvicinano alle avversarie, 14-10 con coach Napolitano che chiama subito time out. Fase favorevole a Pinerolo adesso che è a meno uno, 14-13, ma Repice riporta a più quattro le calabresi, 18-14 con Caneva al servizio che realizza un ace: più cinque Volley Soverato. Nuovamente meno due per Pinerolo e time out Soverato sul 20-18 in questa fase finale di terzo set;  al rientro, due volte Zago riporta tutto in parità sul 20-20. Si gioca adesso punto a punto, 23-23,  con Zago che sbaglia la battuta e set point per Soverato è ancora parità e set di nuovo ai vantaggi, 24-24. Prima Botarelli e poi un attacco fuori ospite regalano il set alla squadra di casa 26/24.

Quarto set che vede le due squadre prima in parità, 3-3, ma è Soverato a piazzare un break e allungare sul punteggio di 8-5 con time out per Pinerolo. Al rientro in campo le ragazze di coach Marchiaro reagiscono e riescono prima a pareggiare il conto ed effettuano il sorpasso sul punteggio di 11-12 con tempo chiamato dal Soverato. Squadre in perfetta parità, 22-22, nella fase finale di questo quarto parziale; conducono le ospiti 22-23 e coach Napolitano chiama time out. Fast fuori di Repice e arrivano due palle set per Pinerolo; Soverato annulla la prima e questa volta è Marchiaro a chiamare time out. Chiudono le piemontesi 23/25 e si va dunque al tie break.

Quinto e decisivo set che vede partire bene Soverato, 3-0, con time out immediato delle piemontesi; al cambio campo conducono le biancorosse di casa 8-3. Non mollano Bertone e compagne, adesso a meno tre, 10-7; time out Soverato sul punteggio di 11-9. Al rientro Botarelli e Caneva allungano sul 13-9 e Chausheva trova il mani fuori, guadagnando quattro match point. Zago manda fuori ed esplode il “Pala Scoppa” sul 15/10 finale che regala due punti preziosi al Soverato. Adesso si sale a quota nove in classifica e giovedì si ritorna subito in campo. Ci sarà la trasferta pugliese di Cutrofiano.

IL TABELLINO-

VOLLEY SOVERATO – EUROSPIN FORD SARA PINEROLO 3-2 (21-25 26-24 26-24 23-25 15-10)

VOLLEY SOVERATO: Bortoli 2, Mason 15, Caneva 12, Botarelli 21, Chausheva 20, Repice 8, Gibertini (L), Muscetti, Miceli. Non entrate: Quarchioni, Riparbelli. All. Napolitano.

EUROSPIN FORD SARA PINEROLO: Ciarrocchi 10, Zago 38, Bussoli 7, Bertone 12, Boldini 5, Grigolo 10, Fiori (L), Buffo 2, Tosini. Non entrate: Allasia, Nasi (L), Casalis. All. Marchiaro.

ARBITRI: Guarneri, Stancati.

NOTE – Durata set: 26′, 27′, 29′, 28′, 16′; Tot: 126′.

ITAS CITTA’ FIERA MARTIGNACCO – CUORE DI MAMMA CUTROFIANO-

E’ una quarta d’andata dolcissima per l’Itas Città Fiera Libertas Martignacco che batte 3-0 (25-20, 25-19, 27-25) il Cutrofiano e fa bottino pieno coi tre punti già conquistati nel turno precedente, sempre in casa, contro Olbia. Festa grande, dunque, anche per il numeroso pubblico che oggi è nuovamente accorso all’impianto di via San Biagio. Coach Gazzotti decide di partire con Carraro in cabina di regia, Nwanebu nel ruolo di opposto, in banda Beltrame e Fiorio, al centro Busolini e Rucli, capitan Caravello come libero. Nel corso del match verranno poi impiegate Dimitriadhi (per Beltrame), Stival e Pecalli (quest’ultime due in battuta al posto di Busolini e Rucli). Il primo set non comincia sotto una buona stella. Cutrofiano va sul 7-11, Gazzotti chiama time-out e arriva la svolta. L’Itas Città Fiera impatta a quota 16, allunga sul 18-16 e vince il parziale 25-20.  Nel secondo set l’ottimo avvio friulano vale il 14-8, ma Cutrofiano pareggia a quota 16. La Libertas si rimette in marcia (21-18) e chiude sul 25-19. Nel terzo set, Cutrofiano va vicinissimo alla sua conquista, ma l’orgoglio dell’Itas Città Fiera ha la meglio. La truppa di Gazzotti riacciuffa per i capelli il parziale, vincendolo 27-25. Per quanto riguarda i tabellini, Nwanebu 23 punti, Dhimitriadhi 14 (nella foto Lodolo), Rucli 10, Busolini 8, Fiorio 7. Giovedì, alle 20.30, sarà turno infrasettimanale: al PalaCarnera di Udine, il derby contro la Cda Talmassons.

IL TABELLINO-

ITAS CITTA’ FIERA MARTIGNACCO – CUORE DI MAMMA CUTROFIANO 3-0 (25-20 25-19 27-25)

ITAS CITTA’ FIERA MARTIGNACCO: Carraro 1, Fiorio 7, Rucli 10, Nwanebu 23, Beltrame 1, Busolini 8, Caravello (L), Dhimitriadhi 14, Stival, Pecalli, Giugovaz. Non entrate: Caserta, Sabadin. All. Gazzotti.

CUORE DI MAMMA CUTROFIANO: Avenia 1, Baggi 5, Vanni 5, Valli 10, Provaroni 10, Tommasin 2, Barbagallo (L), Kajalina 11, Tarantino 1, Negro, Trabucco. All. Carratu’.

ARBITRI: Brunelli, Cecconato.

NOTE – Durata set: 25′, 27′, 33′; Tot: 85′.

GEOVILLAGE HERMAEA OLBIA – GREEN WARRIORS SASSUOLO-

È una Green Warriors tutta cuore e carattere quello che ritorna da Olbia con due preziosissimi punti: per i primi due set, le ragazze di Enrico Barbolini mancano di incisività nei momenti clou e finiscono per trovarsi sotto 2-0. Arriva poi la grande rimonta neroverde: con la giovane Pasquino in cabina di regia, Sassuolo è davanti per tutto il parziale, subisce la rimonta delle padrone di casa poi chiude 23-25. Il quarto parziale, è tutto un monologo neroverde. Il quinto set è di nuovo bello tirato: al cambio campo è Sassuolo avanti, con Olbia che però è sempre lì: finisce 13-15, con Pincerato e compagne che raccolgono la terza vittoria consecutiva.

Il primo set è tutto giocato sul filo dell’equilibrio (4-4, 8-8, 11-11), poi Sassuolo trova il primo allungo (11-14), costringendo coach Emiliano al primo time out. Poco dopo arriva anche il secondo, con la Green Warriors avanti 12-18. Questa volta lo stop sortisce gli effetti desiderati e Olbia trova il pareggio sul 18-18, con coach Barbolini che richiama a sua volte le sue in panchina. Con l’ace di Pincerato, Sassuolo trova di nuovo il +2 (21-23), ma Olbia pareggia. Il primo setball è firmato Ghezzi (23-24): di nuovo le padrone di casa trovano il pareggio, poi mettono la testa avanti con Fiore (25-24) e chiudono 28-26.

Nel secondo set parte meglio l’Hermaea, che allunga subito 3-0. La Green Warriors però non ci sta e pareggia 4-4 con Malual. Due errori consecutivi in casa Sassuolo regalano alle padrone di casa il +3 (8-5), ma Pincerato e compagne di nuovo si rifanno sotto (9-9). Si gioca ora punto a punto (12-12), poi Olbia trova l’allungo vincente e si porta sul 17-14. Di nuovo Sassuolo pareggia, con l’attacco di Cvetnic al termine di uno scambio lungo (17-17), e poi allunga 17-19. La reazione delle padrone di casa però non si fa attendere: Olbia prima pareggia, poi allunga 23-19. Finisce 25-20, con le padrone di casa che si portano così sul 2-0.

Si riparte con il cambio in palleggio per Sassuolo, con coach Barbolini che manda in campo la giovane Pasquino per Pincerato.
Anche l’avvio di terzo set è caratterizzato da grande equilibrio (6-6), con Sassuolo che prova a mettere la testa avanti con una Cvetnic in grande spolvero (8-10). Il muro di Fucka vale il 9-12 ed il primo time out del set per coach Emiliano. La Green Warriors allunga ancora e trova il massimo vantaggio sul 10-16. Olbia però non ci sta: prima pareggia (17-17) e poi allunga (20-17). Questa volta è coach Barbolini a fermare il gioco: il pareggio neroverde arriva sul 22-22. Due attacchi consecutivi di Cvetnic regalano a Sassuolo il primo setball (22-24): Fiore annulla, ma la solita Cvetnic chiude 23-25, riaprendo una partita che sembrava ormai persa.

Il quarto set è tutto un monologo neroverde: pronti via Sassuolo si porta avanti 3-12 e poi ancora 5-15, costringendo coach Emiliano al time out. Il massimo vantaggio arriva sul 7-20: finisce 12-25, con Sassuolo che trova un tie break che dopo il secondo set sembrava impossibile.

La reazione d’orgoglio delle padrone di casa non tarda ad arrivare: il quinto set si gioca tutto sul filo dell’equilibrio, con Sassuolo che prova a mettere la testa avanti e Olbia che puntualmente rientra (4-5). Al cambio campo, la Green Warriors è avanti 5-8. Con Ghezzi, le neroverdi allungano ancora 7-10, ma l’ace di Angelini riporta sotto le padrone di casa (9-10) e coach Barbolini si gioca il suo primo time out discrezionale. Il pareggio arriva sull’11-11 con Cvetnic che attacca out e Barbolini che ferma di nuovo il gioco. Il finale di set è tutto un botta e risposta di time out: nel giro di due scambi, coach Emiliano se li gioca entrambi, con la Green Warriors avanti 12-14. L’attacco profondo di Fiore riaccende le speranze di Olbia (13-14), che però si infrangono presto sul muro sassolese che firma il punto del 13-15.

La Green Warriors Sassuolo dimostra quindi grande carattere e cuore e torna dalla difficile trasferta in Sardegna con due punti fondamentali in ottica classifica generale: per Pincerato e compagne è la terza vittoria consecutiva, la terza maturata al tie break.
Le ragazze di Enrico Barbolini scenderanno i nuovo in campo tra quattro giorni, nel turno infrasettimanale del giorno di Halloween: le neroverdi saranno di scena a Montale, nell’attesissimo derby modenese del girone A.

I PROTAGONISTI-

Emiliano Giandomenico (Allenatore Hermanea Olbia)- « Sono molto dispiaciuto per il risultato finale ci tenevamo a vincere per regalare una soddisfazione alla società e a tutto l’ambiente. Siamo stati a mezzo passo dal successo. Nel terzo set ce l’avevamo quasi fatta, poi purtroppo sono riemersi i vecchi fantasmi che attanagliano questa squadra. Dobbiamo lavorare tanto, e non solo dal punto di vista mentale ».

IL TABELLINO-

GEOVILLAGE HERMAEA OLBIA – GREEN WARRIORS SASSUOLO 2-3 (28-26 25-20 23-25 12-25 13-15)

GEOVILLAGE HERMAEA OLBIA: Bonciani 2, Emmel Roxo 12, Barazza 7, Fiore 31, Maruotti 7, Angelini 10, Caforio (L), Moltrasio 1, Formaggio. Non entrate: Filacchioni, Poli. All. Giandomenico.

GREEN WARRIORS SASSUOLO: Pincerato 4, Ghezzi 14, Fava 10, Malual 17, Cvetnic 25, Fucka 7, Scognamillo (L), Zojzi, Falcone, Pasquino, Fucka. Non entrate: Mambelli. All. Barbolini.

ARBITRI: Nava, Marconi.

NOTE – Durata set: 31′, 28′, 27′, 21′, 19′; Tot: 126′.

I RISULTATI-

Club Italia Crai-Cda Talmassons 3-1 (25-20, 24-26, 25-22, 25-17) Giocata ieri
Omag S.Giov. In Marignano-Exacer Montale 3-0 (25-21, 25-22, 25-18)
Volley Soverato-Eurospin Ford Sara Pinerolo 3-2 (21-25, 26-24, 26-24, 23-25, 15-10)
Itas Citta’ Fiera Martignacco-Cuore Di Mamma Cutrofiano 3-0 (25-20, 25-19, 27-25)
Geovillage Hermaea Olbia-Green Warriors Sassuolo 2-3 (28-26, 25-20, 23-25, 12-25, 13-15)

LA CLASSIFICA-

Omag S.Giov. In Marignano 11; Volley Soverato 9; Club Italia Crai 9; Eurospin Ford Sara Pinerolo 8; Itas Citta’ Fiera Martignacco 7; Green Warriors Sassuolo 6; Cuore Di Mamma Cutrofiano 4; Cda Talmassons 3; Exacer Montale 2; Geovillage Hermaea Olbia 1;

IL PROSSIMO TURNO-31-10-2019 Ore 20.30-

Club Italia Crai – Omag S.Giov. In Marignano Si gioca il 30-10-2019 Ore 20.30

Cuore Di Mamma Cutrofiano – Volley Soverato

Eurospin Ford Sara Pinerolo – Geovillage Hermaea Olbia

Cda Talmassons – Itas Citta’ Fiera Martignacco

Exacer Montale – Green Warriors Sassuolo

GIRONE B-

BARRICALLA CUS TORINO – SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO-

Il Barricalla Cus Torino volley sconfitto 3-1 al palaruffini dalla Sorelle Ramonda Ipag Montecchio.
Coach Chiappafreddo scende in campo con Rimoldi in palleggio, Vokshi opposto, al centro capitan Gobbo e Mabilo, schiacciatrici Michieletto e Lotti, Gamba libero. Risponde coach Beltrami con Scacchetti in regia, Carletti opposto, Battista e Trevisan attaccanti di posto quattro, Bovo e Bartolini al centro, Zardo libero.
Il primo parziale parte in equilibrio, si gioca su ogni pallone; primo time out per coach Chiappafreddo sul 12-15 a favore di Montecchio. Sul 12-16 doppio cambio nelle fila cussine: Bisio-Severin al posto di Rimoldi-Vokshi. Mani fuori di Bisio ed è 13-17. Nuovo punto per Bisio ed è 14-17. Errore per il Barricalla, 14-18. Punto per Montecchio 14-19, time out per coach Chiappafreddo. Errore per Montecchio ed ace di Mabilo ed è 16-19. Punto per Bisio ed 17-20, Chiappafreddo chiude il doppio cambio e rientrano in campo Vokshi-Rimoldi. Muro per l’Ipag, 16-21. Palletta vincente di Vokshi, 17-21. Muro vincente di Vokshi su Battista ed è 19-21. Punto di Michieletto, 20-22, dentro Cometti su capitan Goggo in battuta. Ace di Cometti ed è 21-22, time out per coach Beltrami. Punto di Battista ed è 21-23. Muro di Bovo, 21-24. Muro di Mabilo, 22-24. Punto di Michieletto, 23-24, time out per coach Beltrami. Punto di Carletti, 23-25 per Montecchio.
Secondo parziale nuovamente in equilibrio; sul 2-3 per l’Ipag dentro Camperi su Lotti. Sul 3-6 per le ospiti primo time out per i Barricalla. Al rientro in campo punto in fast per capitan Gobbo, 4-6. Muro di Camperi ed è 5-6. Errore Montecchio ed è parità, 6-6. Ace di Rimoldi, 7-6. Parallela vincente di Vokshi, 8-6, time out per coach Beltrami. Veloce di Gobbo, 9-6. Dopo un lungo scambio è un attacco a tutto braccio di Vokshi a conquistare il decimo punto per il Barricalla. Veloce di Gobbo ed è 11-6, time out per Montecchio. Altro punto di Vokshi, 12-6. Il 16-8 è a firma di Michieletto, con un mani fuori su Barbiero subentrata a Carletti. Il 18-11 è firmato da Rimoldi con un pallonetto tra tre e sei. Attacco vincente di Camperi ed è 20-12. Doppio ace di Mabilo, 22-12. Due punti consecutivi per Vokshi ed un errore di Montecchio chiudono il set 25-13.
Nel terzo parziale coach Chiappafreddo conferma Camperi al posto di Lotti. Sul 2-4 a favore delle ospiti dentro Cometti su Mabilo. Punto per Michieletto, 3-4. Attacco vincente di Vokshi ed è parità, 4-4. Sul 6-9 per le ospiti time out di coach Chiappafreddo. Sul 6-12 dentro Lotti su Camperi. È subito punto per Lotti, 7-12. Sul 7-16 time out per il Barricalla. Montecchio schiaccia sull’acceleratore ed è 13-22 per le ospiti. Le cussine provano a rifarsi sotto, un ace di Michieletto porta il punteggio sul16-22 ed è time out per coach Beltrami. Al rientro in campo è punto su fast per Montecchio, 16-24. Chiude il parziale l’Ipag 16-25.
È nuovamente equilibrio nel quarto set; 14 pari, poi 14-15 per Montecchio ed è time out per il Barricalla. Al rientro in campo è punto per l’Ipag, 14-16. Errore CUS ed è 14-17, time out per coach Chiappafreddo. Punto per Montecchio ed è 14-18. Parallela vincente di Vokshi, 15-18. Attacco vincente di Battista ed è 15-19. Punto di Vokshi, 16-20, dentro Cometti su Gobbo in servizio. Fast di Bovo ed è 16-21. Muro di Bovo, 16-22. Nuovo muro per Montecchio, 16-23. Punto di Vokshi, 17-23. Errore CUS, 17-24, dentro Severin-Bisio su Vokshi-Rimoldi. Chiude un muro di Montecchio, 17-25.

I PROTAGONISTI-

Daniela Gobbo ( Barricalla Cus Torino)- « La squadra avversaria è una formazione giovane ma comunque molto forte; i passaggi a vuoto che abbiamo avuto hanno determinato l’incontro. È stato un match equilibrato, che potevamo giocarci fino alla fine, loro sono state più ciniche di noi ».

Alessandro Beltrami (Allenatore Sorelle Raimonda Montecchio)- « Qui non era facile vincere. Arrivavamo da una sconfitta e quindi sono contentissimo del risultato. Abbiamo avuto una buona reazione soprattutto nel quarto set ».

IL TABELLINO-

BARRICALLA CUS TORINO – SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO 1-3 (23-25 25-13 16-25 17-25)  

BARRICALLA CUS TORINO: Rimoldi 1, Lotti 3, Gobbo 8, Vokshi 26, Michieletto 12, Mabilo 7, Gamba (L), Camperi 3, Bisio 3, Cometti 2, Severin. Non entrate: Fantini. All. Chiappafreddo.

SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO: Trevisan 12, Bartolini 11, Scacchetti, Battista 17, Bovo 8, Carletti 15, Zardo (L), Oggioni 1, Barbiero. Non entrate: Frison, Tosi, Rosso. All. Beltrami.

ARBITRI: Marotta, Fontini.

NOTE – Durata set: 28′, 21′, 24′, 28′; Tot: 101′.

OLIMPIA TEODORA RAVENNA – LPM BAM MONDOVI’-

Una partita giocata ad alto livello da entrambe le squadre. Emozioni a non finire e volley spettacolo in campo.

Dopo quasi due ore e mezza di gioco e parziali da far girar la testa, è stata la LPM BAM Mondovì ha chiudere e a mettere in cassaforte 3 punti davvero preziosi.

Le pumine partono bene nel primo set (13-16). Ravenna cerca l’aggancio (20-21) e la panchina rossoblu chiede time-out. Si gioco pallone su pallone e la fase finale del parziale si scalda (22 pari). Le padrone di casa conquistano il primo set-point sul 24-23.
Ma l’LPM BAM Mondovì affila gli artigli e inverte il risultano, salendo in cattedra e spingendo fino al 24-26.

Al ritorno in campo Ravenna vuole il riscatto e si porta avanti (12-9)
Agostino e compagne trovano la parità (13-13), ma Ravenna allunga (18-14). Delmati ferma il gioco e le rossoblu agganciano le avversarie (22-22). Le ravennati non ci stanno e volano sul 25-23: situazione di perfetta parità.

La terza frazione di gioco viaggia punto a punto (10-10), con le squadre che si rincorrono. L’LPM BAM Mondovì trova all’allungo (11-13) e poi 21-23. Ravenna annulla due palle set e si va ancora in parità (24-24). Finale di set con grandi emozioni, grandi recuperi e gran giocate. Ad uscirne vincenti sono le pumine, che regalano agli Ultras Puma presenti a Ravenna (e a tutti i monregalesi incollati al computer per seguire il match in streaming) il set con il punteggio di 33-35.

Il quarto set si fa decisivo per Ravenna, che parte bene (18-16). Ma l’LPM BAM Mondovì affila di artigli, ruggisce e strappa la vittoria (23-25).

I PROTAGONISTI-

Simone Bendandi (Allenatore Conad Ravenna)- « Le ragazze hanno lottato tutte alla grande come due settimane fa. È stato un altro partitone contro una squadra attrezzata per i piani alti e abbiamo visto che ci manca davvero poco per raggiungere questo livello. Nonostante l’amaro in bocca per i set persi ai vantaggi, sono felice perché i parziali sono stati tutti tiratissimi ».

IL TABELLINO-

OLIMPIA TEODORA RAVENNA – LPM BAM MONDOVI’ 1-3 (24-26 25-23 33-35 23-25)

OLIMPIA TEODORA RAVENNA: Bacchi 10, Guidi 13, Morolli 3, Strumilo 12, Torcolacci 6, Manfredini 3, Rocchi (L), Piva 15, Parini 4, Calisesi, Poggi, Canton (L). Non entrate: Altini. All. Bendandi.

LPM BAM MONDOVI’: Rodriguez 19, Rebora 5, Zanette 18, Tanase 17, Tonello 11, Scola 2, Agostino (L), Bonifazi, Bordignon. Non entrate: Mandrile (L), Midriano, Fezzi. All. Delmati.

ARBITRI: Usai, Clemente.

NOTE – Durata set: 29′, 30′, 42′, 32′; Tot: 133′.

P2P SMILERS BARONISSI – DELTA INFORMATICA TRENTINO-

Trento fa la capolista e passa in tre set al palazzetto dello sport di Sant’Antonio di Pontecagnano Faiano. La P2P Smilers si accende ad intermittenza. Le ospiti, invece, sono più continue, fanno l’andatura e vanno di gestione nei momenti decisivi del match.

Nel primo set non basta Esdelle formato monstre (8 punti). La P2P Smilers non tiene a freno gli errori in battuta (sull’8-12 sono già 3, più due errori punto in attacco) e Trento ne approfitta mettendo le mani sul parziale. Lo fa con una buona percentuale in attacco, sfoderando una battuta affilata che forza e talvolta sbaglia. In una circostanza, tra le proteste P2P, la coppia arbitrale giudica involontariamente nel perimetro di gioco il servizio di Piani e il punteggio si trasforma in 4-7, dal potenziale 5-6. Una «macchiolina» in un set che, ad onor di cronaca, Trento gestisce dal 14-17 in poi, dopo l’ennesima fiammata di Esdelle, fino al definitivo 16-25.
Il secondo set, che Trento si aggiudica 20-25, ha un avvio fotocopia: ospiti sempre avanti, la P2P costretta a rincorrere e con tanto cuore nella coda del set, quando riesce ad annullare molteplici palle set, fino al 20-24, quando il muro di Trento le mura l’attacco in pipe.
Black out terzo set: dal 14-15 (ace Esdelle) al 15-25, ace finale di Trento con D’Odorico. Tra poche ore, il 31 ottobre alle 20.30, P2P Smilers di nuovo in campo per il turno infrasettimanale, a Roma.

I PROTAGONISTI-

Franco Cutolo (DS P2P Baronissi)- « Siamo una squadra ancora in convalescenza e la corazzata Trento ha accentuato alcune difficoltà. Difficilmente contro Trento avremmo potuto fare punti, nonostante piccoli segnali di miglioramento che comunque ci sono stati. C’è una finalizzatrice in più, attendiamo anche buone notizie dall’infermeria ».

Leonardo Barbieri (Allenatore P2P Baronissi)- « Quando l’organico sarà al completo ci saranno anche maggiori soluzioni ma al momento dobbiamo fare di necessità virtù e correggere le pecche. Abbiamo commesso 11 errori in battuta e infilato 2 ace. Le avversarie hanno sí forzato il servizio (11 errori come noi) ma i punti in battuta sono stati 8. Dall’altra parte della rete abbiamo trovato una squadra più continua, costruita per il vertice. Non c’è tregua, però, dobbiamo ricostruire e ripartire, perché ci attende un’altra partita impegnativa, nel turno infrasettimanale, contro Roma ».

IL TABELLINO-

P2P SMILERS BARONISSI – DELTA INFORMATICA TRENTINO 0-3 (16-25 20-25 15-25)

P2P SMILERS BARONISSI: Martinuzzo, De Lellis 1, Panucci 6, Travaglini 4, Esdelle 17, Ferrara 5, Ferrara (L), Norgini 1, Sestini. Non entrate: Bartesaghi (L), Amaturo, Peruzzi, D’Arco. All. Barbieri.

DELTA INFORMATICA TRENTINO: D’Odorico 10, Furlan 8, Piani 16, Melli 12, Fondriest 3, Moncada 4, Moro (L). Non entrate: Giometti, Vianello, Barbolini, Berasi, Cosi. All. Bertini.

ARBITRI: De Vittoris, Salvati.

NOTE – Durata set: 21′, 23′, 22′; Tot: 66′.

ROANA CBF H.R. MACERATA – FUTURA VOLLEY GIOVANI BUSTO ARSIZIO-

La Roana CBF Helvia Recina Macerata porta via l'intera posta alla Marpel Arena, battendo per 3-0 la Futura Volley Giovani Busto Arsizio. 25-16, 25-13 e 25-18 i parziali di una partita che permette alle ragazze allenate da coach Luca Paniconi di approcciare al meglio il doppio impegno delle prossime gare con Ravenna e Trento.

Roana CBF con il canonico 6+1 mentre coach Matteo Lucchini, rispetto alla vittoria contro Baronissi nell'ultimo turno schiera Sartori al posto di Veneriano al centro con Gallizioli.

Macerata approccia bene il match, mentre Busto Arsizio non riesce quasi mai a sfruttare il cambio palla. Lancellotti in regia fa girare bene tutta la squadra, Elisa Rita fa 3 su 3 in attacco un muro vincente, 5 punti a muro di cui 3 a firma di Melissa Martinelli, l'ultimo dei quali chiude il set.

Il secondo set prende subito la via di Macerata fin dall'inizio con il turno al servizio di Lancellotti che incanala il parziale sul 5-0. Le ospiti incappano in diversi errori (8 fatali nel secondo parziale), mentre 2 aces di Kosareva portano il punteggio sul 9-2. Busto Arsizio cerca il recupero con il turno al servizio di Pistolesi che accorcia il divario sul 15-10. Nel finale di set Paniconi inserisce forze fresche con Mazzon e Nonnati per Pomili e Smirnova. Le Roana CBF allunga sul +10 (23-13) con un muro di Mazzon sulla fast di Veneriano (subentrata a Gallizioli nelle prime battute del set) e chiude proprio con Nonnati in diagonale.

Paniconi ripristina la formazione di partenza nel terzo set, con la Roana che parte forte grazie alla crescita in attacco di Pomili e Smirnova (top scorer di giornata con 14 punti). Sul 10-4 Lucchini chiama time-out. Macerata trova la sua migliore performance offensiva (53% nel set); Busto Arsizio si tiene in scia ma non trova i break point per colmare il gap con le padrone di casa. La partita si trascina quasi punto a punto fino al 23-18, quando un attacco di Smirnova e un ace di Sarà Tajè (subentrata ad Elisa Rita) chiudono la contesa.

I PROTAGONISTI-

Luca Paniconi (Allenatonre Roana CBF Macerata)- « Per noi si tratta di tre punti importantissimi Dovevamo confermare quanto di buono fatto a Montecchio. Credo che ci siamo riusciti con un approccio quasi perfetto. Siamo partiti molto bene e credo che questo abbia impresso una certa direzione alla partita. Sono molto contento anche perché ci aspetta una settimana difficile con Ravenna e Trento, due tra le squadre più forti del girone. Saranno due partite impegnative ed è importante arrivarci con una vittoria ed una bella prestazione ».

Matteo Lucchini (Allenatore Futura Volley Busto Arsizio)- « Rispetto a Baronissi abbiamo trovato un avversario completamente diverso – commenta coach Lucchini - Nell'ultima partita abbiamo avuto scambi piuttosto lunghi e una buona fase break.  Stavolta abbiamo fatto più fatica, dovuta ad un avversario che ci ha aggredito fin dal primo punto e ha avuto una buonissima lettura. Non siamo riusciti a fare le cose che abbiamo fatto domenica scorsa ma è più merito di Macerata che demerito nostro ».

IL TABELLINO-

ROANA CBF H.R. MACERATA – FUTURA VOLLEY GIOVANI BUSTO ARSIZIO 3-0 (25-16 25-13 25-18)

ROANA CBF H.R. MACERATA: Pomili 10, Martinelli 8, Lancellotti 1, Kosareva 12, Rita 8, Smirnova 14, Pericati (L), Taje’ 4, Nonnati 1, Mazzon 1, Peretti, Giubilato. Non entrate: Spitoni, Foglia (L). All. Paniconi.

FUTURA VOLLEY GIOVANI BUSTO ARSIZIO: Zingaro 4, Gallizioli 3, Cialfi 4, Pistolesi 6, Sartori 7, Latham 9, Garzonio (L), Veneriano 2, Pinto, Grippo. Non entrate: Cicolini, Danielli. All. Lucchini.

ARBITRI: Grassia, Proietti.

NOTE – Durata set: 23′, 22′, 22′; Tot: 67′.

ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY CLUB – SIGEL MARSALA-

Effetto PalaHoney. L’Acqua & Sapone Roma Volley batte per 3-0 la Sigel Marsala e conquista la seconda vittoria della stagione, tre punti arrivati ancora in casa di fronte il pubblico romano che ha spinto dall’inizio alla fine Mastrodicasa e compagne. Roma ha vinto in 1h26′, un 3-0 eloquente che ha messo in evidenza la voglia di riscatto da parte delle giallorosse e anche la capacità della squadra romana di concretizzare al momento opportuno. Nonostante qualche “svarione” e passaggio a vuoto nel secondo e terzo set, Roma ha mantenuto il pallino del gioco con un ritmo alto, bene in fase di costruzione e attacco (63% in ricezione e 49% in attacco con il 53% dopo ricezione positiva), qualche imprecisione a muro, ma era importante vincere e Roma ha vinto per il morale e la classifica. A metà secondo set quando Marsala ha avuto l’occasione per riaprire la partita, le romane sono state concrete e ciniche nel riprendere il gioco e chiudere.

I PROTAGONISTI-

Giulia Pietrelli (Acqua & Sapone Roma)- « Siamo molto contente per la vittoria, l’abbiamo voluta e cercata, siamo state brave a non calare. Peccato ancora per quegli errori, dovremmo farne di meno per esser più continue. Ci stiamo conoscendo di più, il tempo ci sta aiutando per crescere e migliorare, purtroppo in trasferta facciamo difficoltà, ora ci aspettano altre partite toste ma alla nostra portata, dobbiamo sfruttare il fattore casalingo, vedi giovedì con Baronissi. La squadra c’è e il potenziale anche, dovremmo dire la nostra sempre e cercare quel qualcosa in più. Sappiamo che possiamo contare su tutte, stavolta Liguori ci ha dato una mano, ogni settimana aggiungiamo qualche tassello in più, ma non siamo arrivate ».

IL TABELLINO-

ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY CLUB – SIGEL MARSALA 3-0 (25-17 25-20 25-19)

ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY CLUB: Balboni 3, Arciprete 7, Cecconello 11, Toliver 13, Pietrelli 12, Mastrodicasa 9, Quiligotti (L), Liguori 2, Pizzolato. Non entrate: Bucci (L), Tosi, Varani, De Luca Bossa. All. Micoli.

SIGEL MARSALA: Laragione 2, Vallicelli 1, Mangani 11, Bertaiola 7, Colarusso 9, Dahlke 9, Lorenzini (L), Galletti 3, Buiatti, Vaccaro, Scire’. Non entrate: Caruso. All. Collavini.

ARBITRI: Scarfo’, Chiriatti.

NOTE – Durata set: 24′, 26′, 29′; Tot: 79′.

Club Italia Crai-Cda Talmassons 3-1 (25-20, 24-26, 25-22, 25-17) Giocata ieri

Omag S.Giov. In Marignano-Exacer Montale 3-0 (25-21, 25-22, 25-18)

Volley Soverato-Eurospin Ford Sara Pinerolo 3-2 (21-25, 26-24, 26-24, 23-25, 15-10)

Itas Citta’ Fiera Martignacco-Cuore Di Mamma Cutrofiano 3-0 (25-20, 25-19, 27-25)

Geovillage Hermaea Olbia-Green Warriors Sassuolo 2-3 (28-26, 25-20, 23-25, 12-25, 13-15)

LA CLASSIFICA-

Omag S.Giov. In Marignano 11; Volley Soverato 9; Club Italia Crai 9; Eurospin Ford Sara Pinerolo 8; Itas Citta’ Fiera Martignacco 7; Green Warriors Sassuolo 6; Cuore Di Mamma Cutrofiano 4; Cda Talmassons 3; Exacer Montale 2; Geovillage Hermaea Olbia 1;

IL PROSSIMO TURNO-31-10-2019 Ore 20.30

Club Italia Crai – Omag S.Giov. In Marignano Si gioca il 30-10-2019 Ore 20.30

uore Di Mamma Cutrofiano – Volley Soverato

Eurospin Ford Sara Pinerolo – Geovillage Hermaea Olbia

Cda Talmassons – Itas Citta’ Fiera Martignacco

Exacer Montale – Green Warriors Sassuolo

GIRONE B-

I TABELLINI-

BARRICALLA CUS TORINO – SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO 1-3 (23-25 25-13 16-25 17-25)  

BARRICALLA CUS TORINO: Rimoldi 1, Lotti 3, Gobbo 8, Vokshi 26, Michieletto 12, Mabilo 7, Gamba (L), Camperi 3, Bisio 3, Cometti 2, Severin. Non entrate: Fantini. All. Chiappafreddo.

SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO: Trevisan 12, Bartolini 11, Scacchetti, Battista 17, Bovo 8, Carletti 15, Zardo (L), Oggioni 1, Barbiero. Non entrate: Frison, Tosi, Rosso. All. Beltrami.

ARBITRI: Marotta, Fontini.

NOTE – Durata set: 28′, 21′, 24′, 28′; Tot: 101′.

OLIMPIA TEODORA RAVENNA – LPM BAM MONDOVI’ 1-3 (24-26 25-23 33-35 23-25)

OLIMPIA TEODORA RAVENNA: Bacchi 10, Guidi 13, Morolli 3, Strumilo 12, Torcolacci 6, Manfredini 3, Rocchi (L), Piva 15, Parini 4, Calisesi, Poggi, Canton (L). Non entrate: Altini. All. Bendandi.

LPM BAM MONDOVI’: Rodriguez 19, Rebora 5, Zanette 18, Tanase 17, Tonello 11, Scola 2, Agostino (L), Bonifazi, Bordignon. Non entrate: Mandrile (L), Midriano, Fezzi. All. Delmati.

ARBITRI: Usai, Clemente.

NOTE – Durata set: 29′, 30′, 42′, 32′; Tot: 133′.

P2P SMILERS BARONISSI – DELTA INFORMATICA TRENTINO 0-3 (16-25 20-25 15-25)

P2P SMILERS BARONISSI: Martinuzzo, De Lellis 1, Panucci 6, Travaglini 4, Esdelle 17, Ferrara 5, Ferrara (L), Norgini 1, Sestini. Non entrate: Bartesaghi (L), Amaturo, Peruzzi, D’Arco. All. Barbieri.

DELTA INFORMATICA TRENTINO: D’Odorico 10, Furlan 8, Piani 16, Melli 12, Fondriest 3, Moncada 4, Moro (L). Non entrate: Giometti, Vianello, Barbolini, Berasi, Cosi. All. Bertini.

ARBITRI: De Vittoris, Salvati.

NOTE – Durata set: 21′, 23′, 22′; Tot: 66′.

ROANA CBF H.R. MACERATA – FUTURA VOLLEY GIOVANI BUSTO ARSIZIO 3-0 (25-16 25-13 25-18)

ROANA CBF H.R. MACERATA: Pomili 10, Martinelli 8, Lancellotti 1, Kosareva 12, Rita 8, Smirnova 14, Pericati (L), Taje’ 4, Nonnati 1, Mazzon 1, Peretti, Giubilato. Non entrate: Spitoni, Foglia (L). All. Paniconi.

FUTURA VOLLEY GIOVANI BUSTO ARSIZIO: Zingaro 4, Gallizioli 3, Cialfi 4, Pistolesi 6, Sartori 7, Latham 9, Garzonio (L), Veneriano 2, Pinto, Grippo. Non entrate: Cicolini, Danielli. All. Lucchini.

ARBITRI: Grassia, Proietti.

NOTE – Durata set: 23′, 22′, 22′; Tot: 67′.

ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY CLUB – SIGEL MARSALA 3-0 (25-17 25-20 25-19)

ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY CLUB: Balboni 3, Arciprete 7, Cecconello 11, Toliver 13, Pietrelli 12, Mastrodicasa 9, Quiligotti (L), Liguori 2, Pizzolato. Non entrate: Bucci (L), Tosi, Varani, De Luca Bossa. All. Micoli.

SIGEL MARSALA: Laragione 2, Vallicelli 1, Mangani 11, Bertaiola 7, Colarusso 9, Dahlke 9, Lorenzini (L), Galletti 3, Buiatti, Vaccaro, Scire’. Non entrate: Caruso. All. Collavini.

ARBITRI: Scarfo’, Chiriatti.

NOTE – Durata set: 24′, 26′, 29′; Tot: 79′.

I RISULTATI-

Barricalla Cus Torino-Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 1-3 (23-25, 25-13, 16-25, 17-25)

Olimpia Teodora Ravenna-Lpm Bam Mondovi’ 1-3 (24-26, 25-23, 33-35, 23-25)

P2p Smilers Baronissi-Delta Informatica Trentino 0-3 (16-25, 20-25, 15-25)

Roana Cbf H.R. Macerata-Futura Volley Giovani Busto Arsizio 3-0 (25-16, 25-13, 25-18)

Acqua & Sapone Roma Volley Club-Sigel Marsala 3-0 (25-17, 25-20, 25-19)

LA CLASSIFICA-

Delta Informatica Trentino 11; Roana Cbf H.R. Macerata 9; Lpm Bam Mondovi’ 9; Olimpia Teodora Ravenna 7; Barricalla Cus Torino 6; Acqua & Sapone Roma Volley Club 6; Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 6; Sigel Marsala 3; Futura Volley Giovani Busto Arsizio 3; P2p Smilers Baronissi 0

IL PROSSIMO TURNO-31-10-2019 Ore 20.30

Delta Informatica Trentino – Sorelle Ramonda Ipag Montecchio

Roana Cbf H.R. Macerata – Olimpia Teodora Ravenna

Futura Volley Giovani Busto Arsizio – Lpm Bam Mondovi’

Sigel Marsala – Barricalla Cus Torino

Acqua & Sapone Roma Volley Club – P2p Smilers Baronissi

Tutte le notizie di A2 femminile

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti