A2 femminile
0

A2 Femminile, Omag inarrestabile, vince Ravenna

La capolista del Girone A batte Pinerolo e porta a 10 i punti di vantaggio. Ammucchiata in coda. Nel secondo raggruppamento la squadra di Bendandi torna al successo travolgendo Marsala

A2 Femminile, Omag inarrestabile, vince Ravenna
© Omag

ROMA- La terza di ritorno del campionato di A2 Femminile ha confermato, nei due Gironi, i valori già consolidati nelle giornate precedenti. Nel primo raggruppamento prosegue senza soluzione di continuità la marcia della Omag S.Giovanni in Marignano che vince contro la diretta inseguitrice Eurospin Ford Sara Pinerolo dilatando il vantaggio a dieci punti. Si avvicina al secondo posto Soverato che però deve soffrire cinque set tiratissimi per battere il Green Warriors Sassuolo. Grande ammucchiata in coda con quattro squadre a 12 punti e Sassuolo avanti di una sola lunghezza ha vinto la Geovillage Hermaea Olbia che ha mandato a casa senza punti dalla Sardegna l’Itas Citta’ Fiera Martignacco, vince anche il Cda Talmassons che batte a domicilio l’Exacer Montale e la raggiunge in classifica. Nelle tre partite del Girone B giocate stasera è tornata alla vittoria la Conad Ravenna, seconda forza del raggruppamento che ha regolato facilmente 3-0 la Sigel Marsala. Gran colpo esterno della Sorelle Ramonda Ipag Montecchio sul campo della Roana Cbf H.R. Macerata. Ancora un’impresa della Futura Volley che vince con il massimo punteggio in trasferta contro la P2p Smilers Baronissi.

TUTTE LE SFIDE-

GIRONE A-

GEOVILLAGE HERMAEA OLBIA – ITAS CITTA’ FIERA MARTIGNACCO-

L’Hermaea si rialza! Dopo tre sconfitte consecutive le ragazze di coach Giandomenico tornano a alla vittoria regolando per 3 set a 1 la Libertas Martignacco nel 12esimo turno del campionato di Serie A2. Una prestazione di carattere ma anche di grande qualità di gioco per le biancoblù, che dopo aver perso sul filo di lana il primo set hanno quasi sempre condotto la gara.

Decisa a rispondere al successo di Cutrofiano nell’anticipo di Milano contro il Club Italia, l’Hermaea approccia bene la partita e grazie a una buonissima Emmel va sul 4-1. Lo spauracchio Nwanebu (miglior realizzatrice del campionato), però, sale in cattedra, e consente a Martignacco di tornare in scia sul 10-8. Le padrone di casa, però, allungano ancora approfittando di una serie di attacchi vincenti di Fiore, stimolata dalla sfida diretta con la collega statunitense. L’opposto laziale spinge le sue fino al +5 (16-11), ma la Libertas non si arrende e pian piano rimonta fino a impattare a 22 con la fast di Caserta. L’invasione delle ospiti sembra consegnare il set all’Hermaea, che però commette due errori consecutivi in battuta favorendo la risposta friulana. Ai vantaggi, allora, la spunta la squadra di Gazzotti, con Nwanebu che mette a terra il punto del 25-27.

Al principio del secondo set Martignacco dà la sensazione di poter prendere il controllo della partita (3-6 dopo l’attacco out di Maruotti), ma l’Hermaea non ci sta e torna sul 6 pari con la fast di Angelini. La sfida va avanti punto a punto fino all’errore in ricezione di Maruotti che consegna all’Itas il nuovo +3 (16-19). Anche stavoltà, però, le galluresi trovano le energie per rifarsi sotto, e pareggiano dopo un attacco fuori misura di Dhimitriadhi. Capitan Barazza è tra le più incisive in casa olbiese, e con un perfetto primo tempo regala alle sue il vantaggio sul 20-19. Martignacco, a questo punto, gira nuovamente l’inerzia e controsorpassa sul 21-23 (errore di Maruotti). Sembra finita, ma l’Hermaea non si arrende e la rimette in piedi: il muro vincente di Angelini sa di liberazione, perché consegna alle galluresi la parità nel conto set (25-23).

La sfida, a questo punto, cambia totalmente. Martignacco fatica a ripetersi sui livelli dei primi due set, mentre l’Hermaea va come un orologio. Barazza, Bonciani, Emmel, Maruotti e Fiore sono incontenibili, mentre la Libertas fatica a innescare Nwanebu. Dopo essersi portata subito sul 7-2 l’Hermaea controlla agevolmente i timidi tentativi di rientro delle friulane e chiude facilmente sul 25-17.

La quarta frazione segue uno sviluppo piuttosto simile: Martignacco tiene botta fino al 14 pari, poi si stacca bruscamente sotto i colpi di un’Hermaea pressochè perfetta. A far calare il sipario sulla partita è Jenny Barazza, che corona una prestazione fantastica con il punto del 25-16 che consegna alla sua squadra la quarta vittoria stagionale.

I PROTAGONISTI-

Emiliano Giandomenico (Allenatore Geovillage Olbia)- « La vittoria che ci fa raccogliere quanto seminato in settimana finalmente siamo riusciti a lavorare come qualche tempo fa. Abbiamo mostrato testa, voglia e cuore. Sono molto contento per le ragazze. Dopo aver perso il primo set ero comunque convinto che la squadra ne sarebbe venuta fuori. La grande reazione del secondo set mi ha dato ragione. Contenere Nwanebu non è stato semplice, ma alla fine l’abbiamo costretta a cambiare colpi mettendola un po’ in difficoltà. Questa è una squadra che può giocare bene contro tutti, abbiamo raggiunto un livello di gioco davvero interessante e, se riusciremo a mantenere alta l’attenzione, potremo davvero raggiungere livelli interessanti. La classifica è importante, ma restiamo concentrati su noi stessi ».

IL TABELLINO-

GEOVILLAGE HERMAEA OLBIA – ITAS CITTA’ FIERA MARTIGNACCO 3-1 (25-27 25-23 25-17 25-16)

GEOVILLAGE HERMAEA OLBIA: Bonciani 3, Emmel Roxo 11, Barazza 15, Fiore 20, Maruotti 11, Angelini 15, Caforio (L), Formaggio. Non entrate: Filacchioni, Poli, Moltrasio. All. Giandomenico.

ITAS CITTA’ FIERA MARTIGNACCO: Carraro 2, Fiorio 10, Rucli 7, Nwanebu 23, Dhimitriadhi 3, Caserta 6, Caravello (L), Busolini 5, Stival 2, Giugovaz 1, Sabadin, Beltrame. Non entrate: Pecalli (L). All. Gazzotti.

ARBITRI: Marconi, Armandola.

NOTE – Durata set: 33′, 30′, 26′, 22′; Tot: 111′.

VOLLEY SOVERATO – GREEN WARRIORS SASSUOLO-

Serve la “manita” il Volley Soverato che conquista la quinta vittoria consecutiva, superando al quinto set Sassuolo. Dunque, resta inviolato il “Pala Scoppa” con le ragazze di coach Napolitano che hanno meritato alla grande questo successo. Grande reazione nel quinto set quando le ospiti avevano accarezzato l’idea della vittoria in Calabria. Non muore mai questa squadra che entusiasma sempre di più. Soverato che accorcia sulla vice capolista Pinerolo, distante adesso un solo punto.

Inizio al “Pala Scoppa” all’insegna della solidarietà con le due squadre accompagnate all’entrata in campo dai ragazzi della società “Special Olympics ” accompagnati dal direttore provinciale della sezione di Catanzaro Francesco Miscioscia. Un lungo applauso ha fatto da cornice a questo bellissimo ed importante momento.

“Cavallucce marine” in campo con la diagonale Bortoli – Botarelli, al centro capitan Repice e Anna Caneva, in banda Chausheva e Mason, Giulia Gibertini è il libero. Ospiti che scendono in campo con Pincerato al palleggio e Malual opposto, al centro Fucka Tatiana e Fava, schiacciatrici Cvetnic e Mambelli con libero Scognamillo. Al via la partita con i primi due punti di marca ospite ma il Soverato rimette subito tutto in parità e allunga con un break di cinque a zero, 5-2. Sul punteggio di 17-13 arriva il primo time out dell’incontro, chiamato dalle ospiti guidate da coach Barbolini. Parte finale del set con le due squadre divise da due lunghezze, 21-19. Time out Soverato con Sassuolo ormai a ridosso, 21-20. Soverato al servizio e avanti 23-21 ma le ospiti non mollano. Battuta out di Pincerato e due palle set per le calabresi, 24-22. Al rientro in campo, la Green Warriors Sassuolo annulla il primo set point ma ci pensa Chiara Mason a chiudere 25/23.

Alla fine del primo set, prima del rientro in campo delle squadre, c’è stato il saluto e il ringraziamento del presidente Matozzo alla società “Special Olympics” e a tutti i partecipanti per la presenza al “Pala Scoppa”. Secondo parziale al via con Sassuolo avanti 2-6 e arriva il time out per le padrone di casa. Reazione delle padrone di casa che si riportano con un ace di Repice ad un solo punto dalle avversarie, 8-9, con time out per le bianco verdi. Arriva il primo vantaggio del secondo set per le locali dopo due bombe di Chausheva, 14-13 e Chiara Mason firma il più due, 15-13. Soverato adesso a più quattro, e Chausheva sigla il 18-14, time out per Sassuolo. Allunga di prepotenza la squadra di coach Napolitano che adesso conduce 23-15 con il capitano Repice al servizio. Botarelli guadagna ben nove set point con il “Pala Scoppa” una bolgia adesso. Chiude subito Soverato con Repice 25/15.

La squadra di coach Barbolini non si da per vinta e nel terzo set parte meglio delle padrone di casa, 5-8 e più avanti si trova sul 6-12, Soverato in questa fase non riesce a recuperare e il vantaggio di Sassuolo aumenta, 8-15. Recupera qualche punto la squadra di Napolitano che adesso è a meno tre, 13-16, con time out questa volta per Sassuolo. Di nuovo a più cinque Pincerato e compagne, 16-21, con le ioniche che cercano di rientrare ma il set  termina con il punteggio di 17/25.

Sassuolo parte meglio anche nel quarto set, 4-8, ed è time out Soverato. Al rientro in campo le biancorosse riportano tutto in parità, 8-8, ed è time out questa volta per Sassuolo. Squadre che adesso giocano punto a punto, 15-15, con il “Pala Scoppa” una bolgia anche per alcune decisioni arbitrali molto discutibili. Più tre adesso per le ospiti, 15-18, e Napolitano ricorre al time out. Fasi cruciali del set e Sassuolo mantiene i tre punti di vantaggio, 19-22. Le ragazze di coach Barbolini, intravedono il tie break, 19-23, e guadagna tre set point, 21-24. Chiudono le ospiti alla seconda occasione, 22/25, ed è quinto e decisivo set.

Partenza contratta delle calabresi che sono sotto 0-3 con immediato time out; al cambio campo sempre avanti le ragazze di Barbolini, 6-8. Allunga Sassuolo, 7-10, e coach Napolitano chiama time out. Riagguanta la parità Soverato con Chausheva e sul punteggio di 11-11 arriva il time out per Sassuolo. Squadre sul 13-13 ed è Soverato al servizio, ma la prima palla match è di Sassuolo che però la sbaglia, 14-14. Repice sbaglia il servizio e c’è la seconda opportunità per le ospiti ma Chiara Mason annulla. Punto Soverato e prima palla match per la squadra di casa, 16-15. Time out Sassuolo. Mason non chiude e Sassuolo pareggia. Botarelli realizza il 17-16 e nuova opportunità per le biancorosse che però sprecano di nuovo. Chausheva realizza e Riparbelli è al servizio, 18-17. Niente da fare. Ancora lei, Chausheva ed è 19-18. Chausheva ed esplode il “Pala Scoppa”, 20-18. Due punti meritati e preziosi che mantengono al terzo posto Soverato. Domenica prossima scontro di alta classifica a Pinerolo.

IL TABELLINO-

VOLLEY SOVERATO – GREEN WARRIORS SASSUOLO 3-2 (25-23 25-15 17-25 22-25 20-18)

VOLLEY SOVERATO: Repice 7, Bortoli 5, Mason 21, Caneva 3, Botarelli 15, Chausheva 22, Gibertini (L), Riparbelli 1, Quarchioni 1, Miceli, Muscetti. All. Napolitano.

GREEN WARRIORS SASSUOLO: Pincerato 4, Mambelli 14, Fava 12, Malual 18, Cvetnic 30, Fucka 7, Scognamillo (L), Pasquino, Ghezzi, Zojzi. Non entrate: Falcone, Fucka. All. Barbolini.

ARBITRI: Autuori, Talento.

NOTE – Durata set: 26′, 22′, 25′, 28′, 24′; Tot: 125′.

OMAG S.GIOV. IN MARIGNANO – EUROSPIN FORD SARA PINEROLO-

Lo scontro di alta classifica promuove Omag, che vince lo scontro diretto, guadagna matematicamente un posto nella poule promozione e manda in visibilio i quasi 600 tifosi che la seguono con passione ogni domenica. La squadra di Saja sforna una prestazione di assoluta eccellenza anche se perde il primo set ai vantaggi. Nel secondo parziale e nel corpo a corpo delle altre due frazioni torna risolutiva e scrive a referto la dodicesima vittoria. In una bolgia di pubblico pronto a sostenere le marignanesi, le due squadre rendono onore al match.

Sicuramente meglio la Omag che è stata più ‘dentro’ la partita, attaccando pochi palloni in più delle avversarie ma efficaci. Pinerolo ha fatto fatica a rimanere concentrata nei momenti in cui le padrone di casa hanno tentato e trovato l’allungo. Mvp di oggi Decortes con 31 punti e 53% in attacco. Battistoni, regolare come un tergicristallo, dirige le compagne con maestria, Bresciani è ovunque e il resto della banda non può far altro che affondare il colpo. Brave tutte, prossimo obiettivo: Montale.

Le padrone di casa scendono in campo con Battistoni in regia, Decortes opposto, Lualdi e Gray centrali, Pamio e Saguatti in banda e Bresciani libero. Coach Marchiaro risponde con Boldini in regia, Zago opposto, Ciarrocchi e Bertone centrali, Bussoli e Grigolo schiacciatrici, Fiori libero.

Parte bene la Omag con 2 punti di Decortes ma viene subito raggiunta e superata con Zago (2-3). Decortes, colpisce a ripetizione e la Omag allunga (6-3). Rientra Pinerolo con Bussoli e Grigolo e ritrova la parità (8-8). Lualdi colpisce prima in fast, poi mette a segno un ace quando Marchiaro ferma il gioco (11-8). Entrambe le palleggiatrici si affidano agli opposti e la gara prende un certo equilibrio (14-12). Entra Tosini per Grigolo ma sbaglia subito il servizio. Le squadre procedono a braccetto fino a quando la Omag rosicchia un altro punto e Marchiaro richiama time out (21-18). Lualdi va a segno e guadagna 2 set point. Pinerolo recupera, Saja si gioca i due time out in sequenza, quindi Pinerolo ha il suo primo set point (24-25). Grigolo firma il punto che regala il primo set alle piemontesi.

L’inizio è promettente anche nel secondo set per le Marignanesi (3-1). Sull’allungo della Omag coach Marchiaro ferma il gioco (7-3). “Saguatti & co” sembra abbiano trovato la strada giusta e affondano con un allungo importante (12-6). Pinerolo rientra in partita rosicchiando qualche punto e Saja chiama il discrezionale (17-15). Due errori consecutivi della Omag ed è parità: 17-17. Errore al servizio delle piemontesi, Decortes, un ace di Battistoni ed un muro di Pamio segnano un break che taglia letteralmente le gambe a Zago e compagne (22-17). Pamio ancora a segno con un “lob” ed un “ace” dopo i quali sono 6 i set point: 24-18. Decortes archivia il parziale (25-18).

Set in fotocopia del secondo con la Omag che fa la “lepre” e Pinerolo che prova ad inseguire. In questo frangente Battistoni dispensa palloni a tutti e la difesa funziona alla perfezione. Sul punteggio di 12-7 Marchiaro ferma il gioco. I consigli dati alla squadra non danno i frutti desiderati perché è ancora lui a chiamare il time out (15-9). Girandola di cambi: entra Casalis per Bertone, Tosini per Grigolo e Coulibaly per Saguatti (20-14). Entra anche Bonelli per Battistoni per il servizio. Pamio al servizio “fa male” e il gap aumenta (23-15). Decortes in diagonale mette a segno il punto numero 24 che vale 9 set point (24-16). Buffo, entrata per il servizio ma sbaglia ed il set è della Omag (25-17).

Inizio scoppiettante del quarto parziale con un paio di sviste arbitrali consecutive. Sviste che costano il giallo a coach Saja per proteste (5-7). La Omag prima pareggia a quota 9 poi si porta avanti (13-11). Pinerolo si riporta in parità con due muri consecutivi, poi tenta un allungo su errore di Decortes. A questo punto è Saja a chiamare lo stop (14-15). Zago imita Decortes con una palla corta dopo l’ace di Lualdi (16-16). Una bella fast di Gray consiglia a Marchiaro di chiamare time out (19-17). Un lungo scambio accende il palasport. Set infinito questo perché Pinerolo è ancora vivo e pareggia i conti (21-21). Lualdi e Saguatti mettono la loro firma e la Omag è a +2. Out di Bussoli ed è match point: 24-21. Grigolo annulla il primo ma Decortes non si lascia sfuggire il punto successivo chiudendo la contesa sul 25-22.

IL TABELLINO-

OMAG S.GIOV. IN MARIGNANO – EUROSPIN FORD SARA PINEROLO 3-1 (24-26 25-18 25-17 25-22)

OMAG S.GIOV. IN MARIGNANO: Pamio 21, Gray 8, Decortes 31, Saguatti 3, Lualdi 12, Battistoni 2, Bresciani (L), Coulibaly, De Bellis, Bonelli. Non entrate: Pinali, Mandrelli (L), Mazzon. All. Saja.

EUROSPIN FORD SARA PINEROLO: Ciarrocchi 7, Zago 20, Bussoli 2, Bertone 6, Boldini 5, Grigolo 19, Fiori (L), Tosini 1, Buffo 1, Casalis, Allasia. Non entrate: Nasi. All. Marchiaro.

ARBITRI: Selmi, Dell’Orso.

NOTE – Durata set: 26′, 24′, 24′, 27′; Tot: 101′.

EXACER MONTALE – CDA TALMASSONS-

a Cda Talmassons piazza il colpo grosso in Emilia, e batte con una super rimonta l’Exacer Montale. Avanti 2-0, le nerofuxia di coach Tamburello si fanno rimontare e superare dalla squadra friulana. Adesso la classifica vede ben quattro squadre all’ultimo posto, tra cui Montale e Talmassons, in compagnia di Olbia e Cutrofiano, mentre Sassuolo (sconfitta al tie-break a Soverato) rimane al sesto posto con tredici punti.

Il pomeriggio di Montale si era aperto come meglio non si poteva, ovvero con un primo set dominato e con un secondo portato a casa comunque con tranquillità. Partita forse giudicata chiusa dalle ragazze di casa, che perdono con un pesante passivo il terzo set per poi arrendersi anche negli ultimi due. Tamburello ha provato spesso a mischiare le carte in tavola, ma alla fine non è riuscito ad invertire la rotta della sua squadra. Sono ben ventiquattro i punti messi a segno da Gomiero, diciotto quelli firmati da Luketi?. La cronaca del match.

Tamburello, almeno dall’inizio, deve rinunciare ad Aguero (problemi alla schiena) e schiera Saveriano e Luketi? sulla diagonale principale, Brina e Blasi in banda, Gentili e Fronza al centro e Bici come libero. Guidetti schiera Stocco e Hatala sulla diagonale principale, Joly e Gomiero in banda, Ceron e Nardini al centro e Cerruto come libero che però, come di consueto, si alterna con Ponte. Parte subito forte l’Exacer, che sul 4-1 (subito due punti di Luketi?) e porta Guidetti a chiamare subito il primo time-out. Al rientro in campo Montale si porta sul 5-1 grazie ad un attacco out delle friulane. Tamburello nel frattempo sfrutta gli under e alterna in campo Blasi e Bellini. Il turno al servizio di Brina (anche un ace) consente alle nerofuxia di portarsi sull’8-2. Talmassons non ci sta e si riporta a meno due con l’errore in attacco di Brina che vale il 6-8. Montale risponde con grinta e si porta sull’11-6 con Luketi? e Bellini, mentre Guidetti si gioca anche l’ultimo time-out. Montale trova altri due break e allunga 17-10. Guidetti manda dentro Petruzziello per Hatala, mentre Fronza col muro vincente fa 18-10. Sul 19-11 nuovo cambio per Talmassons che manda dentro Poser per Gomiero. Il muro vincente di Bellini avvicina Montale alla vittoria del primo parziale (21-12). Ancora un muro vincente per Bellini (24-14), poi Talmassons ricuce leggermente lo strappo ma il set si chiude comunque a favore della squadra emiliana (25-17). Sei i punti di Luketi?, tre a testa per Petruzziello e Poser.

Il secondo parziale si apre con un cambio al sestetto per Guidetti, che tiene dentro Petruzziello al posto di Hatala; per Tamburello nessuna novità. Meglio Talmassons in avvio, che parte in vantaggio (5-3), ma il muro vincente di Fronza riporta subito la parità (6-6). Break Montale e vantaggio per le padrone di casa (8-7), poi punto a punto fino al contro-break delle friulane che tornano avanti (12-11). L’Exacer trova due mani-out e dunque si riporta avanti (13-12). Si va avanti con due punti a testa e quindi col nuovo vantaggio ospite (14-13). Montale piazza il 17-15 con Bellini (massimo vantaggio), e Guidetti chiama il primo time-out del parziale. Lo scarto permane, e sul 20-18 per Montale, Tamburello manda al servizio Migliorini che entra al posto di Gentili. Il 21-18 è un errore di Joly, e Guidetti utilizza anche l’ultimo time-out del suo set. Gentili rientra in campo sul 19-21, mentre Fronza col primo tempo fa 23-20. Il servizio out di Brina vale il ventunesimo punto per Talmassons, e Tamburello utilizza il primo time-out. Al rientro in campo è Blasi a tirare la palla del 24-21. L’ultimo scambio è lunghissimo e viene chiuso da un pallonetto chirurgico in fondo al campo di Bellini (25-21). Quattro punti a testa per Brina e Fronza, cinque quelli di Gomiero.

Guidetti rimette dentro Hatala per Petruzziello nel terzo, e schiera Barbanzeni per Nardini; Tamburello non si discosta dal sestetto iniziale. Parte forte Talmassons (3-0), poi la diagonale vincente di Brina concede il primo punto del set a Montale (1-3). L’attacco out di Luketi? porta le friulane sul più cinque (7-2) e Tamburello decide di fermare tutto col primo time-out del set. Al rientro in campo, però il muro vincente di Barbanzeni vale l’8-2 per Talmassons. Joly suona la carica nel campo friulano e con un muro vincente porta la sua squadra sull’11-4. Montale non riesce ad entrare nel set, e l’ace di Hatala porta Talmassons sul più nove (14-5). Sul 15-5 per le ospiti, Tamburello opera un doppio cambio: dentro Giovannini e Sandoni per Luketi? e Saveriano. L’attacco out di Brina mantiene Talmassons sul più dieci (17-7) e Tamburello decide di giocarsi anche l’ultimo time-out. Al rientro in campo Gomiero firma il 18-7. Sul pallonetto vincente di Brina (8-18), tornano in campo Saveriano e Luketi? per Sandoni e Giovannini. Il break di Montale arriva troppo tardi (10-19), ma comunque Talmassons risponde con tre punti consecutivi e con Hatala che firma il 22-10. Problemi in ricezione per le padrone di casa, che non riescono a ricostruire e regalano prima il 23-10, poi il 24-10 con un mani-out di Luketi?. Brina annulla il primo set-point (11-24), per un set che comunque finisce nelle mani di Talmassons con la diagonale vincente di Hatala (25-11). Cinque i punti di Brina, otto quelli firmati Gomiero.

Quarto set con nessun cambio per Tamburello, uguale per Guidetti che rimette in campo il sestetto che aveva aperto il terzo set. Subito break di Montale in avvio, che si porta sul 3-1 con il muro vincente di Fronza su Ceron. Contro-break di Talmasson con la fucilata in diagonale di Joly (3-3). Ceron si prende la rivincita con Fronza e vince un contrasto a muro che vale il 4-3. Attacco out di Luketi? e massimo vantaggio per Talmassons (7-4), poi Ceron mura Fronza per l’8-4 e Tamburello chiama il primo time-out del parziale. Al ritorno in campo non cambia la situazione, perché Joly dal servizio continua a mettere in difficoltà le avversarie, rendendo difficile la ricostruzione dell’azione. Di fatti Luketi? appoggia una palla sulla rete (9-4), ma poi un attacco out delle friulane e un attacco di Bellini vanno a ricucire leggermente lo strappo (6-9). Guidetti è preoccupato dal ritorno delle nerofuxia e chiama time-out. Le friulane ritrovano subito smalto e sfruttano anche l’attacco out di Brina per portarsi sul più cinque (12-7). Break Montale con due ace consecutivi di Luketi? (10-12). Ancora una reazione di Talmassons porta al break (14-10), poi Blasi e Brina riportano Montale a meno due (12-14). Sul 13-15 firmato Luketi?, Tamburello manda dentro Migliorini per Gentili, ma ripropone la sostituzione dopo lo scambio successivo (sul 16-13 per Talmassons). Sul 15-17 Tamburello prova a sfruttare le energie di Aguero, che entra in campo per Blasi. Joly trova il 18-15, mentre Tamburello manda in campo nuovamente Giovannini richiamando in panchina Brina. Luketi? attacca out e confeziona il più quattro per Talmassons (19-15), e Tamburello utilizza anche il secondo time-out. Al rientro in campo Montale trova il 16-19 con il primo punto di Aguero (pallonetto alle spalle del muro). Talmassons alza la voce e trova il break decisivo con Gomiero e Barbanzeni (22-16). Brina torna in campo sul 18-23, ma attacca subito out e concede i set-point a Talmassons (24-18). Brina e Fronza annullano due palle set, ma la diagonale vincente di Joly consente a Talmassons di portare a casa il secondo set consecutivo. Cinque i punti di Luketi?, così come cinque sono quelli di Joly e Gomiero.

Nel quinto sestetti che non cambiano rispetto al quarto parziale, e il tie-break si apre con il primo tempo di Fronza e la diagonale vincente di Aguero (2-0). Parità prima e sorpasso poi firmati da Gomiero (4-3). Talmassons allunga e si porta sul più tre (6-3) e Tamburello chiama il primo time-out. Nuovo break per le friulane portato a casa da Joly, e cambio campo che avviene sull’8-4 per Talmassons. Tamburello prima di ricominciare manda in campo Sandoni e Bellini per Saveriano e Luketi?, ma Gomiero trova subito l’ace (9-4) e di conseguenza il coach siciliano si gioca anche il secondo time-out. Joly attacca out e regala a Montale il break (7-10), con Guidetti che chiama time-out. Gomiero continua a martellare e firma anche il 12-7, sentenziando di fatto parziale e match. Ace di Hatala per il 13-7, poi due punti di Bellini (tra cui l’ace) per il 9-13). Sul 14-9 Tamburello rimanda in campo Saveriano e Luketi? per Sandoni e Bellini. Brina annulla il primo match-point, poi il mani-out di Luketi? consegna la vittoria a Talmassons (15-10). Due i punti di Bellini, sei quelli di Gomiero.

IL TABELLINO-

EXACER MONTALE – CDA TALMASSONS 2-3 (25-17 25-21 11-25 20-25 10-15)

EXACER MONTALE: Blasi 5, Gentili 6, Saveriano 1, Brina 17, Fronza 12, Luketic 18, Bici (L), Bellini 9, Aguero 2, Migliorini, Sandoni, Giovannini. Non entrate: Buffagni (L), Tosi. All. Tamburello.

CDA TALMASSONS: Gomiero 24, Ceron 10, Hatala 7, Joly 18, Nardini 3, Stocco 1, Ponte (L), Petruzziello 5, Barbanzeni 4, Poser 3, Cerruto (L). Non entrate: Cristante, Pagotto. All. Guidetti.

ARBITRI: Usai, Brunelli.

NOTE – Durata set: 23′, 27′, 21′, 28′, 18′; Tot: 117′.

GIRONE B-

ROANA CBF H.R. MACERATA – SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO-

La Sorelle Ramonda Ipag Montecchio ci prende gusto ed espugna la Marpel Arena di Macerata, restituendo lo 0-3 con cui la Roana CBF aveva vinto nel girone di andata.

Consueto 6+1 per coach Alessandro Beltrami mentre nelle file di Macerata ritorna in pianta stabile Elisa Rita al centro a fianco di Melissa Martinelli. Il primo set è tutto di marca ospite, Macerata non riesce mai a sfruttare il cambio palla, Montecchio parte a spron battuto e sul 2-7 coach Paniconi chiama time out. I 30 secondi di pausa non sortiscono effetto e le ospiti procedono a passo spedito, lasciando solo le briciole alle attaccanti maceratesi (25% di efficacia offensiva nel primo set per le padrone di casa). Sul 9-17 la Roana CBF cambia la diagonale inserendo Peretti e Nonnati. Spazio anche a Mazzon per Kosareva ma nulla cambia il canovaccio del set, che termina 16-25.

Padrone di casa che approcciano decisamente meglio il secondo set e sul 4 pari allungano con una fast di Rita, un muro di Kosareva e un out di Battista. Beltrami chiama time out prima sul 7-4 e poi sul 14-11. La Roana CBF dà però sempre l'impressione di gestire la situazione ed i tentativi di recupero delle avversarie fino alla fast di Martinelli che sul 23-19 sembra aprire le porte del set. Un out a muro della stessa Martinelli, l'ace di Carletti e un muro di Trevisan rimettono tutto in discussione. Un attacco di Kosareva dà il punto numero 24 a Macerata, ma 2 attacchi consecutivi di Carletti mandano il parziale ai vantaggi; un out di Battista dà ancora speranza alle locali. Bartolini mura però su Kosareva e i successivi due errori consecutivi di Smirnova portano al 25-27.

Nel terzo set Paniconi parte con Mazzon e Nonnati per Kosareva e Smirnova. La Roana CBF parte di nuovo bene portandosi al massimo vantaggio sull'8-4 con un ace di Martinelli. Il margine però si dissolve con l'andare dei punti e dal 10 pari il set comincia a prendere la via di Montecchio che si porta a casa la partita e scavalca le maceratesi, ora quinte con un punto di vantaggio su Busto Arsizio, prossimo avversario da affrontare in trasferta.

I PROTAGONISTI-

Michele Carancini ( Secondo allenatore Roana CBF Macerata)- « Montecchio ha impostato la partita alla perfezione. Noi probabilmente abbiamo giocato la peggior partita della stagione non solo a livello tecnico-tattico ma anche a livello mentale ».

Alessandro Beltrami ( Allenatore Sorelle Ramonda Ipag Montecchio)- « Due partite, con Mondovì e Macerata, che volevamo vivere un pò da outsider Siamo riusciti a fare due 0-3. Le nostre ragazze sono talentuose ma giovani quindi soggette ad alti e bassi. Non potendo mettere pressione in battuta, l'abbiamo messa a muro e in difesa e ha funzionato ».

IL TABELLINO-

ROANA CBF H.R. MACERATA – SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO 0-3 (16-25 25-27 19-25)

 ROANA CBF H.R. MACERATA: Lancellotti, Kosareva 3, Rita 7, Smirnova 5, Pomili 10, Martinelli 11, Pericati (L), Nonnati 5, Mazzon 4, Peretti. Non entrate: Taje’, Greco (L), Giubilato, Spitoni. All. Paniconi.

SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO: Battista 10, Bovo 10, Carletti 21, Trevisan 9, Bartolini 10, Scacchetti, Zardo (L), Frison, Oggioni, Tosi. Non entrate: Barbiero, Rosso. All. Beltrami.

ARBITRI: Zingaro, Somansino.

NOTE – Durata set: 23′, 30′, 24′; Tot: 77′.

P2P SMILERS BARONISSI – FUTURA VOLLEY GIOVANI BUSTO ARSIZIO-

La P2P Smilers spreca il secondo jolly casalingo, perde in tre set contro Busto Arsizio (15-25, 22-25, 22-25) e resta inchiodata all’ultimo posto del proprio girone di regular season. Primo set giocato da “fondo campo” : la squadra di Barbieri sbaglia 7 battute e le ospiti realizzano 5 ace. Sul 9-14, l’allenatore bianco rosso blu rivede le proprie scelte iniziali e l’assetto base: richiama in panchina Bartesaghi e Martina Ferrara, rimpiazzate da Marianna Ferrara e Norgini.

Nel secondo parziale (in campo diagonale De Lellis – Esdelle, in banda Panucci e Marianna Ferrara , centrali Travaglini e Martinuzzo, libero Martina Ferrara) , la P2P avrebbe tra le mani timone del match (ace Martinuzzo, 10–7) e inerzia (muro De Lellis, ancora 3 punti di vantaggio, 19-16) ma le ospiti ricominciano la rimonta e la perfezionano. Sul pari e patta (19-19), arriva il time out di Barbieri per riorganizzare idee, ricezione e distribuzione. La P2P ruggisce ancora con Travaglini ma si sfalda di nuovo subendo non solo altri due ace ma anche “l’incrocio delle righe” del 22-25, ad opera di Pistolesi, ex di turno. Con lo stesso punteggio termina anche il terzo set che premia le ospiti. Gli applausi vanno ai bambini dell’istituto Comprensivo di Sant’Antonio di Pontecagnano che si sono uniti ai tifosi sugli spalti, nella prima tappa del progetto Fair Play – Le giornate del Sorriso.

I PROTAGONISTI-

Leonardo Barbieri (Allenatore P2P Smilers Baronissi)-  « Abbiamo carenze tecniche perchè quando arriviamo sulla terza e quarta palla manchiamo nella precisione. C’è una concomitanza di condizione fisica e di aspetto tecnico da affrontare. Basta guardare la nostra difesa sul secondo e terzo attacco. Tutto si puó allenare – ad esempio anche il fondamentale della battuta, se teniamo conto che ne abbiamo regalato sette solo nel primo set – il tempo è tiranno, qualcosa si è visto. Queste due partite documentano una situazione difensiva avversaria nettamente superiore alla nostra ».

IL TABELLINO-

P2P SMILERS BARONISSI – FUTURA VOLLEY GIOVANI BUSTO ARSIZIO 0-3 (15-25 22-25 22-25)

P2P SMILERS BARONISSI: Panucci 7, Martinuzzo 3, De Lellis 4, Bartesaghi, Travaglini 6, Esdelle 17, Ferrara (L), Ferrara 1, D’Arco, Sestini, Norgini (L). Non entrate: Marchesano, Amaturo. All. Barbieri.

FUTURA VOLLEY GIOVANI BUSTO ARSIZIO: Pinto 5, Veneriano 9, Latham 15, Pistolesi 12, Sartori 11, Cialfi 1, Garzonio (L), Peruzzo 1, Zingaro, Danielli. Non entrate: Cicolini, Grippo, Francesconi (L), Gallizioli. All. Lucchini.

ARBITRI: De Vittoris, Grassia.

NOTE – Durata set: 20′, 25′, 27′; Tot: 72′.

CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA – SIGEL MARSALA-

Ottima prestazione per la Conad Olimpia Teodora che si lascia alle spalle la sconfitta di Trento e batte con autorità per 3-0 Marsala davanti al pubblico di casa del PalaCosta. Le ravennati spingono bene al servizio e sono super a muro e in difesa, lasciando appena 42 punti in 3 set alle avversarie, e si confermano al secondo posto della classifica in attesa dello scontro diretto della settimana prossima a Mondovì.

Al fischio d’inizio Coach Simone Bendandi sceglie il sestetto con diagonale Morolli-Manfredini, Strumilo e Bacchi bande, Guidi e Parini al centro, e Rocchi libero. Ravenna prende fin da subito il controllo del primo set e l’ace di Guidi, aiutato dal nastro, vale il primo allungo sul 7-4. Due attacchi consecutivi di Manfredini portano la Conad sul 10-5 e nella seconda parte del parziale il divario si allunga sempre più, con Morolli molto brava a innescare un po’ tutte le compagne. La capitana Bacchi firma il 17-8, poi Strumilo e Guidi allungano fino al 21-9. L’ace di Bacchi vale il 22-9 e suo turno di servizio chiude i giochi fino al 25-9 finale.

Il secondo set si riapre da dove era finito il primo, con l’Olimpia Teodora che si porta subito 3-0 e poi 5-1. La reazione ospite vale il 5-4, ma l’ace di Manfredini riporta avanti le ravennati sul 7-4 e la Conad allunga fino al 10-5. Il turno di servizio dell’ex di turno Vallicelli riapre i giochi impattando il parziale a quota 11 e Marsala, nonostante il muro di Bacchi del 15-12, mantiene la parità fino al 16-16. L’allungo decisivo è firmato dai tre muri consecutivi di Poggi, Guidi e Bacchi, che valgono il 21-16, poi le padrone di casa respingono il tentativo di rimonta siciliano (ace di Mangani per il 21-19), chiudendo il parziale per 25-21.

Nel terzo set un ace di Manfredini vale il primo break dell’Olimpia Teodora sul 3-1 e le padrone di casa non si guardano più indietro, volando subito sul 10-4. Due punti consecutivi di Capitan Bacchi segnano il 14-5 e due ace di Parini addirittura il 18-6, poi nel finale Ravenna amministra con Poggi in cabina di regia e Manfredini a griffare il match point per il definitivo 25-12.

I PROTAGONISTI-

Simone Bendandi (Allenatore Conad Ravenna)- « Abbiamo lavorato molto bene sulle situazioni di muro-difesa e le ragazze si son comportate con tantissimo ordine quindi sono orgoglioso di loro. Siamo stati bravi a rendere piuttosto semplice questa partita, non sporcandola e mantenendo le direttive che ci eravamo dati. Le ragazze sono state eccellenti anche e soprattutto in battuta, commettendo pochi errori e mantenendo costante la pressione sulle avversarie. È una partita che ci dà morale e ci permette di proseguire con tantissima fiducia. Mi è molto piaciuto come l’abbiamo presa in mano dall’inizio e come l’abbiamo conclusa ».

IL TABELLINO-

CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA – SIGEL MARSALA 3-0 (25-9 25-21 25-12)

CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA: Strumilo 7, Parini 7, Manfredini 13, Bacchi 14, Guidi 9, Morolli 1, Rocchi (L), Poggi 1, Piva, Calisesi. Non entrate: Altini (L), Torcolacci, Canton. All. Bendandi.

SIGEL MARSALA: Dahlke 9, Bertaiola 4, Colarusso 2, Mangani 7, Caruso 5, Vallicelli 2, Lorenzini (L), Scire’, Galletti, Buiatti. Non entrate: Vaccaro, Laragione. All. Collavini.

ARBITRI: Traversa, Cecconato.

NOTE – Durata set: 18′, 30′, 19′; Tot: 67′.

I RISULTATI GIRONE A-

Geovillage Hermaea Olbia-Itas Citta’ Fiera Martignacco 3-1 (25-27, 25-23, 25-17, 25-16)

Volley Soverato-Green Warriors Sassuolo 3-2 (25-23, 25-15, 17-25, 22-25, 20-18)

Club Italia Crai-Cuore Di Mamma Cutrofiano 1-3 (23-25, 19-25, 25-18, 15-25) Giocata ieri

Omag S.Giov. In Marignano-Eurospin Ford Sara Pinerolo 3-1 (24-26, 25-18, 25-17, 25-22)

Exacer Montale-Cda Talmassons 2-3 (25-17, 25-21, 11-25, 20-25, 10-15)

LA CLASSIFICA GIRONE A-

Omag S.Giov. In Marignano 35; Eurospin Ford Sara Pinerolo 25; Volley Soverato 24; Club Italia Crai 18; Itas Citta’ Fiera Martignacco 17; Green Warriors Sassuolo 13; Cda Talmassons 12; Exacer Montale 12; Geovillage Hermaea Olbia 12; Cuore Di Mamma Cutrofiano 12;

IL PROSSIMO TURNO GIRONE A- 22/12/2019 Ore 17.00-

Cda Talmassons – Club Italia Crai

Exacer Montale – Omag S.Giov. In Marignano

Eurospin Ford Sara Pinerolo – Volley Soverato Si gioca il 22/12/2019 Ore 16.00

Cuore Di Mamma Cutrofiano – Itas Citta’ Fiera Martignacco

Green Warriors Sassuolo – Geovillage Hermaea Olbia

I RISULTATI GIRONE B-

Barricalla Cus Torino-Delta Informatica Trentino 0-3 (18-25, 19-25, 13-25) Giocata ieri

Acqua & Sapone Roma Volley Club-Lpm Bam Mondovi’ 0-3 (11-25, 20-25, 21-25) Giocata ieri

Roana Cbf H.R. Macerata-Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 0-3 (16-25, 25-27, 19-25)

P2p Smilers Baronissi-Futura Volley Giovani Busto Arsizio 0-3 (15-25, 22-25, 22-25)

Conad Olimpia Teodora Ravenna-Sigel Marsala 3-0 (25-9, 25-21, 25-12)

LA CLASSIFICA GIRONE B-

Delta Informatica Trentino 32; Conad Olimpia Teodora Ravenna 27; Lpm Bam Mondovi’ 24; Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 22; Roana Cbf H.R. Macerata 19; Futura Volley Giovani Busto Arsizio 18; Barricalla Cus Torino 17; Acqua & Sapone Roma Volley Club 9; Sigel Marsala 7; P2p Smilers Baronissi 5.

IL PROSSIMO TURNO GIRONE B-22/12/2019 Ore 17.00-

Sorelle Ramonda Ipag Montecchio – Barricalla Cus Torino

Lpm Bam Mondovi’ – Conad Olimpia Teodora Ravenna

Delta Informatica Trentino – P2p Smilers Baronissi Si gioca il 22/12/2019 Ore 16.00

Futura Volley Giovani Busto Arsizio – Roana Cbf H.R. Macerata

Sigel Marsala – Acqua & Sapone Roma Volley Club Si gioca il 21/12/2019 Ore 17.30

 

Tutte le notizie di A2 femminile

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti