A2 femminile
0

A2 Femminile, la Omag torna a volare, la Delta perde un punto in casa

La formazione di Saja riscatta la sconfitta contro Cutrofiano andando a vincere sul campo di Soverato, sua più immediata inseguitrice nel Girone A. Nel Girone B la capolista vince solo al tie break contro le ragazzine terribili del Futura Volley

A2 Femminile, la Omag torna a volare, la Delta perde un punto in casa
© Legavolley Femminile

ROMA- Nella sedicesima giornata dell’A2 Femminile torna a volare nel Girone A la Omag S.Giov. In Marignano che va ad espugnare il difficile campo della seconda in classifica Soverato. Successo pesante per l’ Eurospin Ford Sara Pinerolo in casa del Club Italia Crai. Vince fra le mura amiche l’Itas Citta Fiera Martignacco sul Green Warriors Sassuolo. Successi in cinque set per la Geovillage Olbia sul CDA Talmassons e per il Cuore di Mamma Cutrofiano sull’ Exacer Montale. Nel Girone B perde un punto per strada la capolista Delta Informatica Trentino che doma solo al tie break le ragazze terribili della Futura Volley Busto Arsizio. Bel successo in trasferta per la Conad Ravenna che va ad espugnare il campo della Sorelle Ramonda Ipag Montecchio. Corroboranti successi in fondo alla classifica per l’ Acqua & Sapone Roma Volley Club, che batte in casa il Barricalla Cus Torino e per la P2P Baronissi contro la CBF Macerata.

TUTTE LE SFIDE-

GIRONE A-

VOLLEY SOVERATO – OMAG S.GIOV. IN MARIGNANO-

Arriva la prima sconfitta interna della stagione per il Volley Soverato che cede al “Pala Scoppa” in quattro set alla capolista del girone A  Omag S. Giovanni in Marignano. Dunque, si ferma a otto la striscia di vittorie delle ragazze di coach Napolitano che sono uscite dal campo a testa alta tra gli applausi dei numerosi tifosi accorsi a sostenerle. Il Soverato ha tenuto testa alla capolista e, con un po’ di fortuna in più, avrebbe potuto giocarsi il tutto per tutto al quinto set. Non si può rimproverare nulla a questo splendido gruppo che, come sempre, da martedì riprenderà a lavorare in vista del prossimo impegno, con la stagione ancora lunga. Non sarà certo questo stop a rovinare quanto di buono la squadra guidata sapientemente da coach Bruno Napolitano sta facendo dall’inizio del mese di settembre.
Passiamo alla partita. Napolitano, dovendo rinunciare alla bulgara Chausheva, schiera per il Volley Soverato in campo: Laura Bortoli al palleggio e Botarelli opposto, al centro Caneva e Repice, schiacciatrici Quarchioni e Mason con libero Gibertini. Risponde coach
Saja con la capolista Marignano che vede Battistoni in regia e De Cortes opposto, Lualdi e Gray centrali, schiacciatrici Saguatti e Pamio mentre Bresciani è il libero. Inizia il match che nelle fasi iniziali vede equilibrio, 5-4, ma sono le locali ad allungare 11-8 con la
capolista che cerca di riprendere subito le calabresi. Squadre adesso vicine nel punteggio, 16-15, ma Marignano opera il sorpasso sul 18-19 e proprio nella fase finale del set allunga 22/24 e alla seconda occasione chiude il set 23/25. Nel secondo parziale le ragazze di
coach Saja partono meglio e vanno sul punteggio di 1-4 ma Soverato reagisce e ribalta il punteggio sul 6-4; nuova parità 8-8 ma le “zie” allungano poco dopo 12-17 e allungano sul 15-21. La squadra ospite chiude il set con il punteggio di 19/25 portandosi sul doppio vantaggio nel computo set. Soverato, come suo solito, non molla e nel terzo parziale parte bene, 5-2 e 11-8; adesso spingono le ragazze di coach Napolitano, avanti 17-12 e 19-13. Quarchioni e compagne riescono a mantenere il vantaggio accumulato e chiudono il set a proprio favore con il punteggio di 25/16. Il parziale vinto ha dato ancora maggiore fiducia alle biancorosse che nonostante fossero sotto 3-6, hanno reagito e dopo aver raggiunto la parità 6-6 si sono portate avanti 9-7; Soverato è più determinato adesso in campo e mette in difficoltà l’Omag Marignano; le “cavallucce marine” arrivano ad avere un vantaggio di quattro cinque punti nella parte centrale del set; Marignano, però, pian piano recupera e impatta la parità sul 20-20. Molto intensa la partita come del resto lo è stato per la maggior parte del tempo. Spinge il pubblico del “Pala Scoppa” la squadra ionica che è ancora sul punteggio di parità sul 22-22. La capolista guadagna due match point, Repice
annulla con un muro il primo ma dopo è Saguatti a trovare la linea di fondo campo per il punto della vittoria. Peccato, di più non si poteva chiedere, ma il Soverato avrebbe almeno meritato la possibilità di giocarsi l’ennesimo tie break della stagione. Nessun dramma,
ovviamente e squadra che rimane al secondo posto, con due punti di vantaggio su Pinerolo. Domenica prossima trasferta contro Talmassons per la penultima di regular season.

IL TABELLINO-

VOLLEY SOVERATO – OMAG S.GIOV. IN MARIGNANO 1-3 (23-25 19-25 25-16 23-25)

VOLLEY SOVERATO: Quarchioni 12, Repice 6, Bortoli 4, Mason 9, Caneva 10, Botarelli 17, Gibertini (L), Riparbelli, Miceli. Non entrate: Muscetti. All. Napolitano.

OMAG S.GIOV. IN MARIGNANO: Saguatti 20, Lualdi 5, Battistoni, Pamio 10, Gray 8, Decortes 17, Bresciani (L), Coulibaly 4, Mazzon, De Bellis, Bonelli. Non entrate: Pinali. All. Saja.

ARBITRI: Vecchione, Morgillo.

NOTE – Durata set: 25′, 22′, 21′, 26′; Tot: 94′.

ITAS CITTA’ FIERA MARTIGNACCO – GREEN WARRIORS SASSUOLO-

Una vittoria importante per l’Itas Città Fiera Martignacco che vale il quarto posto solitario in classifica. Obiettivo raggiunto, dunque, per le ragazze di  Gazotti che sconfiggono 3-0 (25-20, 25-20, 25-22) Sassuolo nella terzultima di ritorno della prima fase di A2 e compie il balzo tanto auspicato in sede di presentazione. Non è il passo decisivo verso la salvezza anticipata, ma ora le friulane potranno lasciare alle loro spalle almeno una presumibilmente tra Club Italia e Olbia alla luce dei risultati odierni.

I PROTAGONISTI-

Bernardino Ceccarelli (Presidente Itas Città Fiera Martignacco) « E’ stato un incontro ad alto livello agonistico che ha coinvolto il numeroso pubblico presente. Oggi ci siamo veramente divertiti, le ragazze hanno giocato ad un ritmo entusiasmante. Facciamo un appello ai nostri sostenitori affinché domenica prossima vengano numerosi a sostenerci contro la prima della classe. Lo spettacolo sarà assicurato».

IL TABELLINO-

ITAS CITTA’ FIERA MARTIGNACCO – GREEN WARRIORS SASSUOLO 3-0 (25-20 25-20 25-22)

ITAS CITTA’ FIERA MARTIGNACCO: Dhimitriadhi 6, Busolini 5, Carraro 3, Fiorio 10, Rucli 10, Nwanebu 22, Caravello (L), Pecalli 2, Stival, Giugovaz. Non entrate: Caserta, Sabadin. All. Gazzotti.

GREEN WARRIORS SASSUOLO: Pincerato 3, Mambelli 6, Fava 7, Malual 17, Cvetnic 6, Fucka 4, Scognamillo (L), Falcone 1, Ghezzi 1, Zojzi 1, Pasquino. All. Barbolini.

ARBITRI: Giglio, Piperata.

NOTE – Durata set: 26′, 25′, 25′; Tot: 76′.

CLUB ITALIA CRAI – EUROSPIN FORD SARA PINEROLO-

La settima giornata di ritorno del Girone A del Campionato di A2 femminile non sorride al Club Italia CRAI che cede 3-0 (25-21, 26-24, 25-19) con l’Eurospin Ford Sara Pinerolo. Tra le mura amiche del Palazzetto del Centro Federale Pavesi di Milano le giovani azzurrine hanno alternato momenti di buon gioco a difficoltà nell’arginare il ritmo avversario.
Per questo match il tecnico federale Massimo Bellano sceglie la diagonale Monza-Frosini, le centrali Nwakalor e Kone, le schiacciatrici Populini e Gardini e il libero Panetoni. Dall’alta parte della rete il tecnico Michele Marchiaro schiera il sestetto composto da Boldini, Buffo, Ciarrocchi, Zago, Bussoli, e il libero Fiori.
Partenza lanciata di Pinerolo che si porta sul 6-0. Con tenacia le azzurrine ricuciono lo strappo: Populini trascina, Nwakalor sigla il -3 (8-11), Gardini fa -2 (9-11) e coach Marchiaro chiama time out. Ripartenza delle ospiti che impongono il proprio ritmo allargando nuovamente il divario (12-17). Coach Bellano sceglie di sostituire la diagonale Monza-Frosini con quella Pelloia-Ituma. Le azzurrine faticano a trovare continuità (15-22) e il tecnico federale chiama time out. Nel finale il Club Italia CRAI annulla 4 set point ma è Pinerolo a chiudere a proprio vantaggio il primo parziale (21-25).
Avvio nel segno dell’equilibrio del secondo set: ad ogni tentativo di allungo avversario le azzurrine rispondono con grinta e tenacia (8-8). Pinerolo Prova ad allungare il passo (9-12), coach Bellano chiama time out e il Club Italia ricuce (12-13). Un muro di Graziani pareggia i conti (15-15). Sul nuovo vantaggio avversario (16-18) coach Bellano decide che è il momento di fermare il gioco. Le azzurrine si riavvicinano (21-22), il finale si fa incandescente e coach Marchiaro chiama time out (23-23), fermando nuovamente il gioco sul vantaggio azzurrino (24-23). Pinerolo pareggia i conti e si va ai vantaggi: sono le ospiti a spuntarla (24-26).
E’ targato Club Italia l’avvio del terzo set: le giovani della formazione federale si portano in vantaggio (7-3) e mantengono il ritmo (12-8). Il secondo time out chiamato dal tecnico di Pinerolo rimette in marcia le ospiti che pareggiano i conti (14-14) e allungano il passo (16-19) inducendo il tecnico Bellano al secondo time out. Il Club Italia CRAI fatica a ritrovare efficacia, un ace di Populini sembra poter invertire la rotta (18-21), ma è Pinerolo a conquistare il terzo set e la partita (19-25).

I PROTAGONISTI-

Massimo Bellano (Allenatore Club Italia Crai)- « E’ stata una partita caratterizzata da tre situazioni diverse. Il primo set è stato proprio difficile nella fase di cambiopalla. Abbiamo fatto molta fatica nel primo tocco di ricezione tanto da non riuscire a organizzare la fase di attacco. Il secondo set era ripartito sullo stesso abbrivio, poi con l’andare della partita abbiamo sistemato meglio la fase di cambiopalla e anche il muro è stato più efficace rispetto alle altre frazioni di gioco. Abbiamo perso il secondo parziale ai vantaggi ma poteva essere conquistato dall’una o dall’altra squadra. Nel terzo set abbiamo preso un buon vantaggio, ma alla fine abbiamo fatto un po’ di confusione. Loro hanno fatto la scelta di giocare abbastanza sporco in attacco e noi non siamo stati bravi nelle difese di movimento a mettere maggiori qualità e precisione. Quindi abbiamo pasticciato parecchio e questo ci ha un po’ penalizzati. Nella seconda fase della gara, poi, abbiamo anche battuto in maniera troppo elementare e quindi Boldini, con la palla in testa, ha potuto smistare il suo gioco al meglio. Nonostante questo fino al 17-17 del terzo set siamo stati in partita, poi nell’ultima parte Pinerolo ha preso vantaggio con un paio di break ben fatti e con un lavoro di copertura che, per tutta la partita, ha molto limitato il nostro muro e ha vanificato tanti buoni interventi. Sono tutti fattori che hanno influito sul risultato. Pinerolo ha pienamente meritato questa vittoria ».

IL TABELLINO-

CLUB ITALIA CRAI – EUROSPIN FORD SARA PINEROLO 0-3 (21-25 24-26 19-25)

CLUB ITALIA CRAI: Gardini 7, Nwakalor 2, Frosini 10, Populini 9, Kone 10, Monza, Panetoni (L), Graziani 4, Pelloia 2, Ituma 2, Bassi, Sormani. Non entrate: Trampus (L), Marconato. All. Bellano.

EUROSPIN FORD SARA PINEROLO: Boldini 4, Buffo 12, Ciarrocchi 2, Zago 20, Bussoli 9, Bertone 3, Fiori (L), Tosini, Nasi. Non entrate: Grigolo, Allasia, Allasia, Casalis, Zamboni. All. Marchiaro.

ARBITRI: Traversa, Jacobacci.

NOTE – Durata set: 26′, 29′, 25′; Tot: 80′.

GEOVILLAGE HERMAEA OLBIA – CDA TALMASSONS-

Nella calza della Befana dell’Hermaea Olbia c’è la quinta vittoria consecutiva! La squadra di Giandomenico si aggiudica al tie break la sfida contro Talmassons e sale al quinto posto nella classifica del campionato di A2. Al PalAltoGusto è andata in scena una partita pazza, che le galluresi hanno condotto bene nei primi due set, salvo poi accusare un brusco calo che le ha portate a temere la sconfitta. Nella quinta e decisiva frazione, però, le biancoblu hanno ripreso lo slancio e sono riuscite a far loro un successo preziosissimo.

In gran fiducia dopo i recenti successi, l’Hermaea inizia molto bene e guadagna presto 5 lunghezze di vantaggio (muro vincente di Angelini per l’11-6). Hatala, opposto polacco di Talmassons, è protagonista della rimonta delle friulane, capaci di conquistare la parità a quota 15. Dopo il timeout di Giandomenico le padrone di casa ritrovano le loro certezze e piazzano un nuovo allungo col primo tempo di Barazza che vale il 22-19. Gomiero riporta le sue a contatto (24-23), ma poi commette l’errore che consegna il primo set alle olbiesi.

La seconda frazione è inizialmente combattuta, poi l’Hermaea dà la prima spallata sul 14-8 grazie ad alcuni pregevoli attacchi di Maruotti e Fiore. Talmassons si tiene a galla ma non va mai oltre il -3. Le galluresi mantengono costantemente la testa nel punteggio, tentennano leggermente sul 21-19, ma poi Angelini ed Emmel spengono definitivamente le resistenze ospiti (25-19).

Nel terzo set c’è poca storia: Barazza e compagne calano bruscamente e sono sempre costrette a inseguire. Giandomenico spende presto i due timeout a sua disposizione, ma non riesce a invertire l’inerzia, sempre saldamente nelle mani di Talmassons. Con i punti garantiti da Joly, Gomiero e Hatala le friulane toccano agevolmente il +10 prima di chiudere sul punteggio di 12-25. Più combattuto il quarto game, con l’Hermaea che tiene testa fino all’8 pari, ma poi si ferma nuovamente e scivola sul -5 (muro di Gomiero, 10-15). Emmel prova a riaccendere la fiammella della speranza con il diagonale che vale il -3 (16-19), ma non basta per la rimonta: la solita Gomiero conquista la palla set e Nardini sfrutta al primo tentativo portando la sfida al tie break.

L’inerzia psicologica del match sembra, a questo punto, totalmente nelle mani delle ospiti. Invece a sorpresa è l’Hermaea a rendersi protagonista di una veemente reazione: le biancoblù sono implacabili e annichiliscono le avversarie arrivando fino all’8-0. Dopo il cambio campo Talmassons riesce a scuotersi e annulla ben 4 palle set alle biancoblu. La quinta, però, è quella buona: Fiore abbatte il muro friulano e fa scattare la festa: l’Hermaea può dire la sua per la poule promozione!

IL TABELLINO-

GEOVILLAGE HERMAEA OLBIA – CDA TALMASSONS 3-2 (25-23 25-19 12-25 19-25 15-9)

GEOVILLAGE HERMAEA OLBIA: Maruotti 14, Angelini 10, Bonciani, Emmel Roxo 23, Barazza 7, Fiore 24, Caforio (L), Formaggio, Moltrasio, Filacchioni. Non entrate: Poli. All. Giandomenico.

CDA TALMASSONS: Gomiero 23, Nardini 7, Hatala 19, Joly 13, Ceron 7, Stocco 3, Ponte (L), Cerruto (L), Cristante, Petruzziello. Non entrate: Pagotto, Poser, Barbanzeni. All. Guidetti.

ARBITRI: Toni, Caretti.

NOTE – Durata set: 30′, 24′, 22′, 27′, 19′; Tot: 122′.

CUORE DI MAMMA CUTROFIANO – EXACER MONTALE-

Classifica davvero corta quella del girone A della Serie A2 e nelle ultime tre giornate di regular season ogni punto vale doppio.

Il confine con il paradiso del girone Play Off è vicino ma è bagarre tra le pretendenti. Per il Cuore di Mamma la vittoria per 3-2 contro Montale è adrenalina pura. Dopo la vittoria in trasferta sulla capolista, per certi aspetti, quello odierno era un match ancora più difficile, proprio perché contro un’avversaria diretta e agguerrita, venuta in Salento con grandissime motivazioni. Una partita che si è trasformata in maratona per merito delle atlete in campo che hanno dato il massimo senza risparmiarsi.

La cronaca della partita è affare di stampa, per il Cuore di Mamma il 2020 si apre nel migliore dei modi. Ora per le Pantere agli ordini di mister Carratù tocca la trasferta di Olbia, squadra rinata nelle ultime apparizioni e diretta concorrente per un posto al sole. Sognare ora si può, senza dimenticare la cultura del lavoro, unica strada per ottenere grandi successi…

IL TABELLINO-

CUORE DI MAMMA CUTROFIANO – EXACER MONTALE 3-2 (23-25 25-12 25-13 21-25 15-11)

CUORE DI MAMMA CUTROFIANO: Antignano 4, Kajalina 22, Provaroni 7, Cogliandro 16, Avenia 11, Valli 14, Barbagallo (L), Baggi. Non entrate: Vanni, Tommasin, Negro. All. Carratu’.

EXACER MONTALE: Saveriano 2, Brina 4, Fronza 8, Bellini 18, Aguero 17, Gentili 4, Bici (L), Giovannini 4, Blasi 1, Tosi, Sandoni, Buffagni (L). Non entrate: Luketic, Migliorini. All. Tamburello.

ARBITRI: Zingaro, Colucci.

NOTE – Durata set: 25′, 23′, 20′, 26′, 17′; Tot: 111′.

GIRONE B-

ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY CLUB – BARRICALLA CUS TORINO-

Sei punti in sette giorni. Davanti a quasi 500 persone l’Acqua & Sapone ci prende gusto e batte anche la Barricalla Cus Torino per 3-1, mettendo punti in cascina per la seconda fase, ora sono 16 le lunghezze della squadra della Capitale a due giornate dal termine della prima fase. Sicuramente il cambio in panchina ha sortito gli effetti sperati, in campo una squadra che ha cambiato passo, prima mentale e poi anche tattico. Una Roma come detto che ha messo cuore, grinta, determinazione ma anche tanta convinzione, qualità mostrate per tutto l’arco della partita, le giallorosse hanno messo sotto Torino con una battuta aggressiva e una fase break importante. Arciprete ha potuto variare in attacco sia in prima, sia in seconda linea (19 punti) bene tutti gli attaccanti, Quiligotti ha dato equilibrio e “raccattato” tanto in difesa. Le romane sono partite a mille con un primo set giocato in maniera perfetta e chiuso sul 25-13 in 21′. Poi un piccolo calo nel secondo con qualche errore di troppo (22-25), ma il capolavoro è stato nel terzo e quarto set con Roma che non ha permesso alla Barricalla di tornare sotto, sempre tenuta a distanza. L’effetto Cavaioli si fa sentire.

I PROTAGONISTI-

Fabio Cavaioli (Allenatore Acqua & Sapone Roma Volley Club)- « Mi auguro di aver dato un bel contributo, la squadra è serena e si esprime bene. Il nostro obiettivo era trasmettere consapevolezza perchè siamo una formazione che se la può giocare con tutti, era impensabile subire tanti 3-0. Torino sbaglia poco, dovevamo avere pazienza e battere bene. Ho visto tanta gente tifare, in tribuna tanti amici e genitori. Dobbiamo fare più punti possibili e lavorare in maniera feroce ».

IL TABELLINO-

ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY CLUB – BARRICALLA CUS TORINO 3-1 (25-13 22-25 25-18 25-20) –

ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY CLUB: Balboni 2, Pietrelli 16, Cecconello 16, Tosi 10, Arciprete 19, Mastrodicasa 9, Quiligotti (L), Liguori, De Luca Bossa. Non entrate: Pizzolato, Bucci (L), Varani. All. Cavaioli.

BARRICALLA CUS TORINO: Lotti 10, Gobbo 2, Vokshi 24, Michieletto 7, Mabilo 7, Rimoldi 2, Gamba (L), Camperi 1, Fantini, Cometti, Severin, Bisio. All. Chiappafreddo.

ARBITRI: Giorgianni, Bellini.

NOTE – Durata set: 21′, 24′, 26′, 26′; Tot: 97′.

SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO – CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA-

Torna al successo la Conad Olimpia Teodora, che vince con netto 3-0 a Montecchio e conquista matematicamente l’accesso al Pool Promozione e al tabellone della Coppa Italia. Le ravennati ritrovano la loro identità e giocano una grande partita, confermando il terzo posto in classifica e staccando le dirette concorrenti. Grande prestazione delle bande Bacchi, premiata dai locali con il titolo di MVP, e Strumilo, miglior attaccante per percentuale del match.

Avvio di partita in grande equilibrio, con il primo break guadagnato dalle padrone di casa sull’11-9. Trascinata dagli attacchi da Bacchi, prima in attacco poi a muro, la Conad sorpassa e prende il controllo del set sul 16-19. Montecchio trova il pareggio a quota 19, ma i muri di Strumilo e Guidi firmano il parziale di 0-5 che decide il set (19-24), con la banda belga che chiude i conti con l’attacco del 20-25.

Nel secondo parziale l’Olimpia Teodora parte subito 0-3, ma le padrone di casa ritrovano il pareggio sull’8-8 e scappano fino al 12-9. L’ace di Manfredini vale il 14-13, ma Montecchio mantiene il vantaggio sul 17-13. La Conad non molla e alza il suo livello di gioco e, dal 19-17, piazza un break incredibile di 0-8, chiuso dall’attacco di Strumilo che vale lo 0-2 per 19-25.

Il terzo parziale si apre con uno 0-2 ospite, e le Leonesse non lasciano più il controllo del set. Trascinata da 4 punti di Strumilo, Ravenna vola sul 4-12 e non lascia più spazio a rimonte, con 5 punti di Capitan Bacchi a suggellare un grande successo per il definitivo 15-25.

I PROTAGONISTI-

Simone Bendandi (Allenatore Conad Ravenna)- « Questa sera abbiamo ritrovato il nostro gioco e la nostra identità. Abbiamo giocato una buona partita, con la giusta attenzione a quello che ci eravamo detti prima della partita: concretezza al servizio e buon lavoro sulle rigiocate. Soprattutto abbiamo lavorato bene a muro-difesa e gestito in maniera molto positiva i secondi tocchi. Siamo partiti bene fin da subito poi, dopo un piccolo calo nel secondo set, abbiamo messo un’ulteriore marcia giocando la nostra pallavolo. Era importante tornare alla vittoria e questo successo deve darci la consapevolezza giusta per proseguire una stagione che è ancora lunghissima ».

IL TABELLINO-

SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO – CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA 0-3 (20-25 19-25 15-25)

SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO: Battista 6, Bovo 5, Carletti 12, Trevisan 1, Bartolini 6, Scacchetti, Zardo (L), Tosi 3, Oggioni. Non entrate: Barbiero, Rosso, Frison. All. Beltrami.

CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA: Strumilo 16, Parini 3, Manfredini 9, Bacchi 16, Guidi 6, Morolli 2, Rocchi (L), Torcolacci 1, Poggi, Calisesi, Canton. Non entrate: Altini (L), Piva. All. Bendandi.

ARBITRI: Marconi, Sabia.

NOTE – Durata set: 24′, 25′, 21′; Tot: 70′.

P2P SMILERS BARONISSI – ROANA CBF H.R. MACERATA-

Bella, intensa, paziente: contro la difesa bunker di Macerata, la P2P Smilers sfodera la prestazione perfetta, vince 3-0 (25-20, 25-18, 25-20) e fa altri tre balzi nella propria marcia salvezza in Serie A2 di Volley. Le atlete di coach Barbieri hanno conquistato 8 punti in tre partite e gli ultimi tre, afferrati a Pontecagnano Faiano contro un sestetto in corsa per i playoff, consentono a Travaglini e compagne di staccare Marsala, che resta sul fondo della graduatoria.
Nel primo set la P2P Smilers ha dovuto subito rimontare due punti (11-13) e c’è riuscita con un attacco efficace ma anche limitando gli errori nel fondamentale della battuta, il “cruccio” della stagione. Dopo un testa a testa prolungato, attacco vincente di Panucci per il 20-18, “veloce dietro” di Martinuzzo per il 23-19, attacco vincente di Bartesaghi per il definitivo 25-20. Nel secondo set, tanti errori in battuta di Macerata, ben sei, ma la P2P ha meritato e legittimato facendo sfoggio della solita Esdelle, 18 punti in totale per lei, ma aggrappandosi anche alla regia ispirata di De Lellis. Chiusura di Esdelle in pallonetto, 25-18. Nel terzo parziale, Macerata subito avanti di 4 (5-9), time out di Barbieri, P2P che ribalta con ace di De Lellis (10-9) che poi concede il bis in furbo in secondo tocco (17-14). Il muro di Sestini e il successivo ace producono un altro strappo decisivo (19-15), tap-in di Travaglini (20-17) e mani out di Esdelle per il definitivo 25-20.

I PROTAGONISTI-

Leonardo Barbieri (Allenatore P2P Baronissi)- « Ci eravamo preparati a scambi infiniti e così è stato. Macerata ha fatto sfoggio di una difesa solida, la sua caratteristica migliore che abbiamo apprezzato già all’andata, ma oggi la P2P ha ribattuto colpo su colpo la battuta è stata fin qui il nostro punto debole. Oggi non solo abbiamo servito bene ma abbiamo anche realizzato sei ace e sei muri. Sono contento, la strada è lunga, la P2P è viva ».

IL TABELLINO-

P2P SMILERS BARONISSI – ROANA CBF H.R. MACERATA 3-0 (25-20 25-18 25-20)

P2P SMILERS BARONISSI: Bartesaghi 7, Travaglini 8, Esdelle 18, Panucci 13, Martinuzzo 3, De Lellis 2, Ferrara (L), Sestini 2, Ferrara 1, Norgini 1. Non entrate: D’Arco, Amaturo, Peruzzi, Quarto (L). All. Barbieri.

ROANA CBF H.R. MACERATA: Martinelli 6, Lancellotti, Pomili 10, Rita 5, Smirnova 4, Mazzon 8, Pericati (L), Nonnati 10, Taje’, Peretti. Non entrate: Spitoni, Giubilato. All. Paniconi.

ARBITRI: Cavalieri, Palumbo.

NOTE – Durata set: 27′, 25′, 27′; Tot: 79′.

DELTA INFORMATICA TRENTINO – FUTURA VOLLEY GIOVANI BUSTO ARSIZIO-

Nonostante l’ottima prova offerta dalla Futura Volley Giovani Busto Arsizio, la capolista Delta Informatica Trentino riesce a confermare la propria imbattibilità casalinga imponendosi al tie break e riscattando così la sconfitta rimediata nel match d’andata. Miglior giocatrice dell’incontro è risultata essere la palleggiatrice giudicariese Virginia Berasi, al debutto da titolare tra le mura amiche e supportata sugli spalti da numerosi supporter. La sfida nella sfida, quella tre le due opposte Piani e Latham, non ha eletto una vincitrice: entrambe le atlete hanno giocato alla grande chiudendo con la bellezza di 28 punti a testa.
Bertini, orfano della sola Moncada, ripropone il medesimo sestetto visto all’opera nella trasferta di Macerata, con Berasi in regia, Piani opposto, Melli e D’Odorico laterali, Furlan e Fondriest al centro e Moro libero. Lucchini risponde con Cialfi al palleggio, Latham opposto, Pinto e Pistolesi schiacciatrici, Veneriano e Sartori al centro e Garzonio libero.
Partenza sprint per le lombarde che approfittano di qualche errore di troppo trentino per allungare sul +3 (3-6). La Delta Informatica fatica a trovare soluzioni offensive grazie anche ad una buona difesa delle ospiti. Un ace di Cialfi su D’Odorico e il successivo errore diretto in attacco di Melli portano Busto sul massimo vantaggio di +8 (6-14). Dopo un breve tentativo di tornare nel match la possibile rimonta trentina si ferma con l’attacco di Melli sull’astina (12-18). Chiude la prima frazione di gioco un primo tempo vincente della centrale lombarda Sartori (17-25).
Prima parte di secondo set all’insegna dell’equilibrio con la Delta Informatica brava a mettere a referto il primo break della frazione grazie all’ottimo servizio di D’Odorico (8-7). Furlan ferma a muro Sartori per il +3 Trento (11-8). L’ace di Pistolesi riavvicina le bustocche (12-11) ma è il turno al servizio di Furlan a scavare il solco nel parziale. D’Odorico prende per mano le gialloblù a suon di attacchi vincenti e la Delta Informatica vola sul +8 (19-11). Piani realizza due ace consecutivi, D’Odorico in difesa si supera e l’attacco a rete di Cicolini chiude il secondo set (25-13).
La Futura Volley non accusa il colpo partendo subito molto bene, trascinata da una Latham tornata sui suoi standard (4-6). Berasi in difesa non fa cadere più un pallone e Moro si improvvisa palleggiatrice deliziando Melli e Piani con ottime alzate: le trentine prendono il largo (16-11). Pistolesi accorcia le distanze per le lombarde prima con un muro sulla fast di Fondriest e subito dopo con l’ennesimo mani-out (17-15). L’ace di D’Odorico ed il muro di Melli su Latham riportano la Delta Informatica Trentino sul +5 (22-17) ma proprio quando il parziale sembrava indirizzato in casa gialloblù il servizio di Pistolesi e le fast vincenti di Gallizioli rimettono in gioco il tutto (22-21). Busto annulla due set point con gli attacchi di Zingaro e Latham allungando la frazione ai vantaggi (24-24). Nuovamente Latham, questa volta da posto -4, e lo smash vincente di Zingaro mettono la parola fine al set in favore delle ospiti (24-26).
Nella quarta frazione Bertini inserisce Vianello come libero nella fase di difesa. Partenza positiva delle gialloblù con il servizio di Berasi che mette a segno anche un ace (8-1). Spegne la luce la formazione di Bertini che in un batter di ciglia si trova nuovamente le ospiti lombarde attaccate nel punteggio grazie alla battuta al salto di Latham (8-6). Quest’ultima continua a giocare sulle mani del muro trentino e con il muro di Pistolesi sulla fast di Fondriest la Futura Volley Giovani impatta il risultato (13-13). Mette la freccia la formazione ospite prima con il grande muro della centrale Veneriano su Piani e successivamente con il pallonetto di Pistolesi (17-19). Non si dà per vinta la Delta Informatica Trentino che nel momento decisivo trova una Melli in più. Latham attacca out e subito dopo Furlan a muro ferma alla grande Latham. Chiude la quarta frazione l’attacco out di Pistolesi (25-22).
Inizia il tiebreak con entrambe le squadre in controllo (3-3), il primo break arriva sul servizio di Piani con Pistolesi che attacca direttamente out (7-5). La fast di Fondriest mantiene la Delta avanti al cambio campo (8-6). Veneriano a muro ferma la pipe di Piani (8-8). Le gialloblù si affidano a Piani e la numero 1 di Trento non tradisce: tre punti di fila e Sanbàpolis in visibilio (12-9). Chiude l’incontro una diagonale stretta della solita Piani (15-12).

I PROTAGONISTI-
Milo Piccinini (Secondo allenatore Delta Informatica Trentino)- «Siamo molto felici per la vittoria che è arrivata al termine di una vera e propria battaglia.– commenta a fine gara l’assistente allenatore della Delta Informatica Milo Piccinini – Siamo molto soddisfatti del carattere messo in mostra dalle ragazze, brave a reagire nei momenti di difficoltà e ad avere pazienza in attacco contro una squadra che fa della difesa il suo punto di forza».

IL TABELLINO-

DELTA INFORMATICA TRENTINO – FUTURA VOLLEY GIOVANI BUSTO ARSIZIO 3-2 (17-25 25-13 24-26 25-22 15-12)

DELTA INFORMATICA TRENTINO: Melli 18, Furlan 12, Piani 28, D’Odorico 12, Fondriest 10, Berasi 1, Moro (L), Barbolini, Vianello (L), Cosi. Non entrate: Giometti, Moncada. All. Bertini.

FUTURA VOLLEY GIOVANI BUSTO ARSIZIO: Pinto 3, Veneriano 7, Latham 28, Pistolesi 15, Sartori 2, Cialfi 2, Garzonio (L), Zingaro 11, Gallizioli 5, Grippo, Danielli, Cicolini. Non entrate: Peruzzo, Francesconi (L). All. Lucchini.

ARBITRI: Serafin, Scotti.

NOTE – Spettatori: 500, Durata set: 25′, 21′, 31′, 28′, 18′; Tot: 123′.

GIRONE A-

I RISULTATI-

Volley Soverato-Omag S.Giov. In Marignano 1-3 (23-25, 19-25, 25-16, 23-25)

Itas Citta’ Fiera Martignacco-Green Warriors Sassuolo 3-0 (25-20, 25-20, 25-22)

Club Italia Crai-Eurospin Ford Sara Pinerolo 0-3 (21-25, 24-26, 19-25)

Geovillage Hermaea Olbia-Cda Talmassons 3-2 (25-23, 25-19, 12-25, 19-25, 15-9)

Cuore Di Mamma Cutrofiano-Exacer Montale 3-2 (23-25, 25-12, 25-13, 21-25, 15-11)

LA CLASSIFICA-

Omag S.Giov. In Marignano 45; Volley Soverato 32; Eurospin Ford Sara Pinerolo 30; Itas Città Fiera Martignacco 23; Geovillage Hermaea Olbia 21; Club Italia Crai 21; Cuore Di Mamma Cutrofiano 19; Cda Talmassons 18; Exacer Montale 17; Green Warriors Sassuolo 14;

IL PROSSIMO TURNO-12/01/2020 Ore 17.00-

Exacer Montale – Club Italia Crai

Itas Citta’ Fiera Martignacco – Omag S.Giov. In Marignano

Cda Talmassons – Volley Soverato

Geovillage Hermaea Olbia – Cuore Di Mamma Cutrofiano

Green Warriors Sassuolo – Eurospin Ford Sara Pinerolo

GIRONE B-

I RISULTATI-

Acqua & Sapone Roma Volley Club-Barricalla Cus Torino 3-1 (25-13, 22-25, 25-18, 25-20)

Sorelle Ramonda Ipag Montecchio-Conad Olimpia Teodora Ravenna 0-3 (20-25, 19-25, 15-25)

P2p Smilers Baronissi-Roana Cbf H.R. Macerata 3-0 (25-20, 25-18, 25-20)

Delta Informatica Trentino-Futura Volley Giovani Busto Arsizio 3-2 (17-25, 25-13, 24-26, 25-22, 15-12)

Lpm Bam Mondovi’-Sigel Marsala 3-1 (25-20, 20-25, 25-19, 25-23) Giocata ieri

LA CLASSIFICA-

Delta Informatica Trentino 43; Lpm Bam Mondovi’ 33; Conad Olimpia Teodora Ravenna 31; Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 25; Futura Volley Giovani Busto Arsizio 24; Roana Cbf H.R. Macerata 23; Barricalla Cus Torino 22; Acqua & Sapone Roma Volley Club 16; P2p Smilers Baronissi 13; Sigel Marsala 10.

IL PROSSIMO TURNO-12/01/2020 Ore 17.00-

Roana Cbf H.R. Macerata – Barricalla Cus Torino

P2p Smilers Baronissi – Lpm Bam Mondovi’ Ore 15.30

Futura Volley Giovani Busto Arsizio – Sorelle Ramonda Ipag Montecchio

Delta Informatica Trentino – Sigel Marsala

Conad Olimpia Teodora Ravenna – Acqua & Sapone Roma Volley Club

 

Tutte le notizie di A2 femminile

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti