A2 femminile
0

Noura Mabilo ancora un punto di forza del Cus Torino

La centrale triestina per il terzo anno consecutivo resta alla Barricalla, la sua conferma fortemente voluta dal tecnico Chiappafreddo

Noura Mabilo ancora un punto di forza del Cus Torino

TORINO- Noura Mabilo, per il terzo anno consecutivo, farà parte del reparto centrali del Barricalla Cus Torino Volley. Coach Mauro Chiappafeddro potrà contare anche per la stagione 2020/2021 in serie A2, delle qualità della giovane triestina ormai torinese d’adozione a tutti gli effetti. Atleta e studentessa del Progetto Agon, è al suo terzo anno di Scienze della Comunicazione all’Università degli Studi di Torino. Nata il 22 agosto 1996 a Trieste, 183 cm di altezza, Noura è una giocatrice esperta per la categoria. Questa sarà la sua quinta stagione consecutiva in serie A2, la terza in maglia cussina. Cresciuta pallavolisticamente nel Club Italia, dove ha fatto parte della rosa per tre stagioni, dal 2012/2013 al 2014/2015, in quella successiva è diventata una giocatrice dell’Igor Gorgonzola Novara nella massima serie nazionale e, in una stagione, ha avuto la fortuna di allenarsi con tante giocatrici di altissimo livello e, in alcune occasioni, anche di giocare con fuoriclasse del calibro di Cristina Chirichella. Noura, nel corso della sua giovane carriera, ha già avuto numerose convocazioni in maglia azzurra con la nazionale pre-juniores e juniores.

LE PAROLE DI NOURA MABILO-

« per prima cosa, ci tengo a ringraziare il Centro Universitario Sportivo torinese e tutti coloro che sono intervenuti per aiutarci in questo periodo di difficoltà. Sono sicura che d’ora in avanti non daremo più nulla per scontato e sarà tutto più speciale. Mi sento fortunata ad avere la possibilità di continuare il mio percorso universitario e sportivo in una città come Torino che da due anni mi fa sentire sempre a casa, e per questo devo ringraziare il CUS in tutto e per tutto. Ci aspetta un anno difficile, magari più impegnativo degli altri, con qualche cambiamento in più dovuto a questa emergenza sanitaria; proprio per questo gli stimoli per fare bene saranno ancora più grandi. Non vedo l’ora di rivedere tutti e conoscere le nuove compagne di squadra ». 

Tutte le notizie di A2 femminile

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti