Sali Coulibaly torna a giocare a S.G. in Marignano

L' atleta bresciana di origini maliane, classe 1995, dopo un anno ad Olbia, è di nuovo una giocatrice della Omag
Sali Coulibaly torna a giocare a S.G. in Marignano
TagscoulibalyOmag

S.G.MARIGNANO (RIMINI)- Non era un addio ma un arrivederci; Salìmatou Coulibaly è di nuovo una giocatrice della Consolini Volley. Sorridente e disponibile, la 25enne schiacciatrice ha salutato così il suo ritorno in casa biancazzurra.

 LE PAROLE DI SALÌMATOU COULIBALY-

« Sono super felice, non poteva andare meglio di così. Non vedevo l’ora di tornare! Pensa che ho visto il post su Alessia Mazzon e mi sono detta “ma che bello! Anche io voglio tornare “e il giorno dopo mi ha chiamata il procuratore. Bellissima notizia, non vedo l’ora ».

Com’è stato il tuo anno a Olbia?

« Quest’anno è stato un anno difficile per tutti per via del covid e purtroppo sono stata anche vittima di un piccolo infortunio alla mano che mi ha tenuta ferma più del dovuto quindi sono doppiamente carica per questo ritorno. Speriamo che ormai questa pandemia sia del tutto in discesa per poter tornare a vivere il palazzetto come 2 anni fa con il nostro adorato pubblico ».

 Quest’estate ti vedremo giocare nei campi da beach sulla riviera? Vuoi invitare qualche tuo fan a sfidarti?

 « Purtroppo tra lavoro e studio non mi rimane il tempo per mostrare le mie grandissime doti (molto nascoste) di beacher quest’estate. Opteremo per un altro tipo di sfida più avanti, magari a carte ».

 La squadra sta iniziando a prendere forma, da veterana della categoria cosa consigli alle più giovani? E perché proprio di lavarsi spesso le ginocchiere?

 « Innanzitutto grazie per avermi ricordato che sarò tra le più grandi se non LA più grande del gruppo.

Confido nel fatto che le loro madri le abbiano già consigliate sulla questione ginocchiere, come fece la mia che altrimenti le prendeva e me le buttava. Quindi meglio lavarle e/o cambiarle spesso ».

 Alle porte di una nuova grande stagione c’è un messaggio che vorresti lanciare alle avversarie?

 «È risaputo che a San Giovanni non si gioca in 6+1 ma 7+1, quest’anno covid permettendo spero di vedere i nipoti al palazzetto a far casino come solo loro sanno fare, sono stati un anno a casa quindi saranno doppiamente gasati! Preparatevi ».

 

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti