Macerata in semifinale, Mondovì conquista Gara 3

Le due partite dei Quarti giocate stasera hanno qualificato la squadra di Paniconi, che ha bissato a Sassuolo il successo di Gara 1. Nell'altra sfida riscatto delle pumine che vincendo a Martignacco potranno giocarsi in casa la sfida decisiva per andare avanti
Macerata in semifinale, Mondovì conquista Gara 3© LPM
11 min
TagsGreen WarriorsLPM

ROMA- Balducci Macerata in semifinale dei Play Off Promozione di A2 Femminile dopo la vittoria sul campo della Green Warriors Sassuolo, che bissa il risultato di Gara 1 dei Quarti di Finale. Alla bella invece vanno LPM Nam Mondovì e Itas Ceccarelli Group Martignacco. Il successo esterno delle piemontesi in Friuli infatti annulla la vittoria centrata nel primo confronto dalla formazione di Gazzotti.

LE DUE SFIDE-

GREEN WARRIORS SASSUOLO – CBF BALDUCCI HR MACERATA-

La Balducci Macerata supera 1-3 (21-25 25-19 27-29 16-25) la Green Warriors Sassuolo all Palestra Consolata e chiude la serie dei quarti di finale Play Off, ripetendo lo stesso risultato di gara 1 ai danni della Green Warriors e qualificandosi alla semifinale (avversario la CDA Talmassons).

Entrambe le squadre ripartono dai sestetti che hanno iniziato a Macerata: la Green Warriors con la diagonale Balboni-Rasinska, le schiacciatrici Gardini e Moneta, le centrali Busolini e Civitico ed il libero Rolando; la CBF Balducci con Ricci e Malik in diagonale, Fiesoli e Michieletto in banda, Pizzolato e Cosi centrali, il libero è Bresciani.

Avvio equilibrato con Sassuolo che prova a dare un primo strappo sul turno al serivizio di Civitico. Un errore di Malik su una free ball propizia l’8-5). La stessa Civitico sbaglia subito dopo dai 9 metri e due errori di Rasinska (attacco e servizio) assottigliano il margine, ricucito dalla stessa Malik che trova l’attacco buono per il 9 pari. Moneta e Gardini cercano di riallungare il gap ma Cosi e Fiesoli rispondono immediatamente tenendo in equilibrio il parziale (12-11). Bresciani assicura la tenuta difensiva delle ospiti che sul 14-12 trovano il break che ribalta l’inerzia del set: Michieletto da posto 4, Fiesoli in pipe, ace di Cosi e muro di Pizzolato su Rasinska. La stessa Rasinska e Civitico riacciuffano la parità ma il motore di Macerata continua ad andare forte, Michieletto mura su Rasinska prima di colpire in attacco, Pizzolato trova attacco ed ace, Malik mette a terra da seconda linea. Busolini sbaglia la fast ed è 19-24, ma sono sempre le centrali di Sassuolo ad annullare i primi due set ball di Macerata. Il terzo però è quello buono, con Cosi che trova il punto del 21-25.

Reazione emiliana che non tarda ad arrivare: ancora una volta è il turno al servizio di Civitico a suonare la carica per Sassuolo e stavolta il gap si fa più importante. Ace e 3 muri di Busolini su Michieletto e Fiesoli (9-5), Pizzolato trova il cambio palla e gli attacchi di Malik, Fiesoli e Michieletto riportano la CBF Balducci in linea di galleggiamento ma l’attacco di Moneta riporta al servizio Civitico che trova ancora l’ace (16-13). Paniconi pesca dalla panchina cambiando la diagonale con Peretti e Stroppa ed inserendo Ghezzi in banda. Stroppa e Cosi cercano di riaccorciare ma Busolini trova un altro ace e Gardini procura alla Green Warriors il massimo vantaggio (23-17). Malik, rientrata nel frattempo, colpisce 2 volte consecutive da seconda linea ma Gardini trova il cambio palla ed il muro di Civitico su Cosi rimette il match in parità.

Ricezione di Macerata in difficoltà sul turno al servizio di Moneta. 4-0 e Paniconi chiama subito time out. Malik trova il cambio palla ed il successivo turno al servizio di Ricci rimette tutto a posto. Sassuolo riprova a scappare ma Fiesoli ed una gran Malik (8 punti nel terzo set) glielo impediscono, mentre Pizzolato si esalta a muro ed in fast in una fase centrale di set giocata punto a punto. Malik allunga sul 15-17 ma Civitico e Moneta riacciuffano la parità, innescando un finale di set da cuori forti. Cosi mura su Moneta prima e su Gardini per il 21-23, Rasinska e Gardini rimettono tutto in gioco; ancora Cosi trova il primo set ball (23-24) ma Sassuolo riesce ad andare ai vantaggi annullandone in tutto 4 con Gardini, Civitico e Rasinska. Quando però l’opposta polacca della Green Warriors sbaglia al servizio, è Fiesoli a chiudere sul 27-29.

La vittoria di set sul filo di lana è un toccasana per la CBF Balducci che gioca un grande quarto set, a partire dalla ricezione e dalla difesa, grazie a Bresciani. Nelle prime battute del set rientra in campo anche Martinelli al centro. Ricci mette a terra il 4-6 approfittando di una ricezione lunga di Gardini, prima di riprendere a dirigere l’orchestra arancio-nera. Fiesoli e Malik attaccano senza pietà, Michieletto e Cosi fissano sul 9-15, Martinelli mura per l’11-17. Sul 13-18 rientra Peretti in regia per il finale. Malik completa la sua partita arrivando a quota 20 (best scorer) e Fiesoli mette la firma conclusiva sul 16-25 e sul passaggio del turno, colpendo da posto 4 per poi murare su Busolini per un’altra pietra miliare della storia della CBF Balducci nella vivo Serie A2. Per la prima volta la squadra centra la semifinale Play Off, proprio ai danni della Green Warriors che l’anno scorso mise fino al cammino stagionale delle ragazze di coach Paniconi.

I PROTAGONISTI-

Maurizio Venco (Allenatore Green Warriors Sassuolo)-  « Credo che Macerata sia, tra tutte le squadre del campionato, quella più difficile da affrontare: giocare contro di loro è come andare in guerra e finchè non li vedi in terra, loro non mollano. Secondo me c’è stato anche un momento della gara in cui noi avevamo preso il sopravvento. Il terzo set – forse – avrebbe deciso la gara, però le partite come queste non si vincono per caso: vince chi è più tranquillo e chi sa gestire meglio queste situazioni. Noi però abbiamo giocato bene, alle mie ragazze non posso dire nulla: per quelle che sono le nostre condizioni oggi, abbiamo fatto una bella partita. Dare un voto complessivo a questa stagione è difficile All’inizio del nostro campionato dovrei dare 3, poi quando abbiamo trovato la nostra quadratura 10, perché era la squadra perfetta, che non avrebbe perso contro nessuno. Tanti voti quindi, facendo una somma direi 7 ½ perché le ragazze non hanno mai, mai mollato: abbiamo giocato questi Play Off con giocatori che fisicamente non avrebbero potuto stare in campo ma hanno voluto esserci. Se devo dire la verità, l’unico rammarico che ho è che ora non posso più lavorare con questo gruppo: è stato un anno difficile, con tanti infortuni ma davvero bello ».

Luca Paniconi (Allenatore Balducci Macerata)- « Sono ovviamente molto contento del risultato finale, ma anche per le soluzioni che le ragazze hanno trovato anche nei momenti di più grande difficoltà: sappiamo quanto Sassuolo possa crescere in entusiasmo e qualità nel corso di una partita e la situazione stava diventando difficile per noi. Siamo molto felici di questa qualificazione, storica per noi, ottenuta contro una squadra di grande valore a cui faccio i miei complimenti. Adesso ci godiamo un po’ di tranquillità prima di proiettarci verso questa semifinale, che sarà il momento più alto della nostra stagione ».

IL TABELLINO-

GREEN WARRIORS SASSUOLO – CBF BALDUCCI HR MACERATA 1-3 (21-25 25-19 27-29 16-25)

GREEN WARRIORS SASSUOLO: Moneta 15, Busolini 9, Balboni 2, Gardini 19, Civitico 13, Rasinska 15, Rolando (L), Colli. Non entrate: Semprini Cesari, Mammini, Fornari, Zojzi. All. Venco.

CBF BALDUCCI HR MACERATA: Pizzolato 8, Ricci 2, Fiesoli 15, Cosi 13, Malik 19, Michieletto 12, Bresciani (L), Martinelli 2, Stroppa 1, Peretti, Ghezzi. Non entrate: Gasparroni. All. Paniconi.

ARBITRI: Pasciari, Vecchione.

NOTE –Durata set: 23′, 24′, 30′, 22′; Tot: 99′.

Spettatori: 183

ITAS CECCARELLI GROUP MARTIGNACCO – LPM BAM MONDOVI’-

La LPM BAM Mondovì conquista la bella per l’accesso alle semifinali dei Play Off Promozione andando a vincere sul campo dell’ Itas Ceccarelli Group Martignacco in Gara2 del Quarto di Finale. Una vittoria netta, in quattro set, che annulla la vittoria delle friulane nel primo match.

L’accesso alle Semifinali si deciderà giovedì 14, alle ore 20.00, al PalaManera.

La tensione si fa sentire e l’avvio dl match è punto a punto, fino al break dell’LPM BAM Mondovì (10-14). Le monregalesi stringono i denti e non mollano, conquistando il parziale (18-25).

Nel set successivo sono ancora le rossoblu a guidare il gioco, fin dalle prime azioni (4-8). Cumino e compagne viaggiano decise (14-20). Martignacco trova una reazione, ma non basta per contrastare la formazione piemontese, che spinge sull’acceleratore e chiudono 21-25.

La terza frazione di gioco vede l’LPM BAM Mondovì iniziare bene (7-9). Le padrone di casa non ci stanno e mettono la freccia (11-9), mantenendo le distanze (20-16). Le pumine reagiscono (20-18).  Il finale di set è ad alta intensità (22-21). La panchina biancoblu chiede time out. Al ritorno in campo Martignacco allunga (23-21), Montani risponde e accorcia (23-22). Muro punto di Mondovì: 23 pari. Si avanza in equilibrio (24 pari). L’ace di Rossetto chiude ai vantaggi il parziale (24-26). 

Il quarto set inizia bene per le friulane (9-7), poi torna l’equilibrio (10-10). Le padrone di casa si ricompattano e, anche grazie agli errori dei Mondovì, trovano un bel vantaggio (18-13). Le pumine si ritrovano e accorciano (19-18). Coach Gazzotti ferma il gioco. L’LPM BAM c’è e prosegue la corsa (19-21).  Come nel precedente, il finale di set si fa acceso (20-22). Trevisan picchia il punto numero del 20-23. Martignacco trova la parità (23-23). Pascucci trova l’ace (24-23), Montani risponde (24-24). Si gioca appaiate (25-25). Hardeman trova il mani out (25-26), ma le friuliane mettono a terra il 26 pari. Si va 27-27. Molinaro mura l’attacco avversario, regalando così la vittoria alle rossoblu.

IL TABELLINO-

ITAS CECCARELLI GROUP MARTIGNACCO – LPM BAM MONDOVI’ 1-3 (18-25 21-25 26-24 27-29)

ITAS CECCARELLI GROUP MARTIGNACCO: Ghibaudo 1, Pascucci 11, Eckl 6, Rossetto 16, Cortella 16, Mazzoleni 4, Tellone (L), Modestino 11, Carraro 1, Zorzetto 1, Barbagallo. Non entrate: Sangoi. All. Gazzotti.

LPM BAM MONDOVI’: Molinaro 11, Taborelli 17, Trevisan 8, Montani 14, Cumino, Hardeman 21, Bisconti (L), Pasquino. Non entrate: Ferrarini, Bonifacio. All. Solforati.

ARBITRI: Ciaccio, Pecoraro.

NOTE – Durata set: 23′, 27′, 31′, 35′; Tot: 116′.

 


Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti