Corriere dello Sport

Volley A1 femminile

Vedi Tutte
Volley A1 femminile

Volley: A1 Femminile, Ofelia Malinov giocherà a Conegliano

Volley: A1 Femminile, Ofelia Malinov giocherà a Conegliano

La promettente palleggiatrice azzurra, oggi in Brasile con la nazionale di Bonitta, passa dal Club Italia alla formazione Campione d'Italia

Sullo stesso argomento

 

mercoledì 8 giugno 2016 15:23

CONEGLIANO (TREVISO)- Continua la campagna di rafforzamento dell’Imoco Volley per la stagione 2016/17 con l’acquisizione di un’altro gioiellino del volley italiano, la giovane palleggiatrice Ofelia Malinov che quest’anno ha bruciato le tappecon l’esordio in A1 alla guida del Club Italia e le prime convocazioni in Nazionale. Attualmente è a Rio de Janeiro con le azzurre di Bonitta che giovedì (con le padrone di casa del Brasile), venerdì (Serbia) e domenica (Giappone) avranno tre test probanti nella tappa del World Grand Prix, proprio sui campi dove si giocherà tra qualche settimana l’Olimpiade. “Lia”, nata in Italia a Bergamo il 29 febbraio 1996, è figlia del grande coach bulgaro Atanas Malinov, alla guida a fine anni ’90 della squadra pluriscudettata di Bergamo (due campionati e una coppa campioni all’attivo), e di mamma Kamelia anche lei giocatrice di alto livello (in campo fino a 46 anni!) nel ruolo proprio di palleggiatrice. Ha anche due sorelle gemelle più piccole che giocano con successo a livello giovanile.

LA CARRIERA-

La carriera di Ofelia Malinov (Bergamo, 29 febbraio 1996),  comincia nella stagione 2011-12 quando viene ingaggiata dal Bruel Volley Bassano, in Serie B1, squadra a cui resta legata per oltre tre annate; nello stesso periodo fa parte della nazionale pre-juniores, con cui vince la medaglia d’argento al campionato europeo di categoria 2013, di quella juniores, e dal 2014, ottiene le convocazioni anche nella nazionale maggiore, debuttando nel World Grand Prix.

A metà stagione 2014-15 passa alla squadra federale del Club Italia, in Serie A2: con la stessa squadra debutta in Serie A1 nella stagione 2015-16.

LE PAROLE DI OFELIA MALINOV-

« Ho scelto l’Imoco in primis perchè c’e’ coach Davide Mazzanti che è un grande, l’ho avuto nella juniores prima di passare con Bonitta e ho capito che è un bravissimo allenatore, sono contenta di poter lavorare e imparare con lui. L’imoco è una società seria, vincente, con progetti e prospettive furure allettanti, quindi la mia scelta è quella giusta. Forse avrei potuto trovare più spazio per giocare da qualche altra parte, ma sono giovane, devo imparare e crescere e in un ambiente come quello di Conegliano, con un allenatore come Mazzanti e un grande esempio con cui allenarmi come Skorupa potro’ mettere tante cose importanti nel mio bagaglio tecnico ».

Questo è stato il primo anno di A1 nel Club Italia e dopo gli assaggi del 2014 (prima partita appena diciottenne il 17 luglio ’14 in amichevole con il Giappone a Treviglio) sei stabilmente nel giro azzurro, tu e Anna Danesi ora farete il grande salto in un club:

« Quest’anno ho fatto una grande esperienza, giocare in A1 ci è servito tantissimo, spesso le giovani quando iniziano non hanno spazio, invece nel Club Italia abbiamo potuto subito giocare per davvero in A1 e vedere da vicino la realtà del volley professionistico, un’esperienza fondamentale. Adesso non vedo l’ora di iniziare pero’ la vera vita professionistica, con meno protezioni rispetto al Club Italia, e con più responsabilità. Da adesso dobbiamo “diventare grandi” sia in palestra che nella vita al di fuori del volley, dalle più piccole cose della vita quotidiana agli allenamenti con super giocatrici come quelle che saranno all’Imoco sarà tutto diverso e non vedo l’ora di provare questa esperienza ».

A chi ti ispiri nel tuo gioco? Hai dei modelli?

«  Mah, mi piacciano molto Lo Bianco e Glass, sono loro quelle che guardo di più, ma sarà bellissimo e istruttivo avere una grande regista come Skorupa davanti per imparare tantissimo ogni giorno ».

Hai da poco compiuto vent’anni, cosa fai fuori dal mondo della pallavolo?

« Il tempo non è tantissimo, dopo il Liceo dallo scorso anno faccio l’università a Milano, Scienze dei Servizi Giuridici, ho fatto quasi tutti gli esami l’anno scorso e voglio continuare, non c’e’ obbligo di frequenza quindi continuero’ a studiare a a dare gli esami che riusciro’ a preparare, mi piace molto studiare ».

Come vedi la nuova Imoco che sta nascendo?

« Sarà una squadra fortissima, con grandi giocatrici e un bel mix tra giovani e atlete esperte, ne ho parlato qui in ritiro anche con Moki e Serena, penso che nascerà un gran bel gruppo per una stagione molto intensa e anche l’impegno in Champions che per me sarà una bella novità da affrontare ».

Prima però vogliamo vederti a Rio anche piu’ avanti, alle Olimpiadi!

« Magari, ce la metterò tutta per convincere il C.T. e poter giocare le Olimpiadi, alla mia età sarebbe un sogno. Ora ho queste tre partite questa settimana per mettermi in luce e voglio fare il massimo per aiutare la squadra e prendere fiducia. Qui è molto emozionante, fervono i preparativi per le Olimpiadi e siamo vicine al villaggio olimpico, spero prprio di tornare a Rio e portare la maglia azzurra alle e Olimpiadi!  ».

Il tuo saluto ai tifosi di Conegliano.

« So che al Palaverde c’è’ un’atmosfera bellissima con migliaia di tifosi e un pubblico caldo, ho visto le immagini delle partite scudetto e mi fa grandissimo piacere poter giocare con la maglia dell’Imoco di fronte a tanta gente così calorosa e appassionata. Con il Club Italia ovviamente non avevamo un gran seguito, a Conegliano sarà diverso e anche per questo non vedo l’ora di vestire la maglia delle Pantere ».

 

Articoli correlati

Commenti