Corriere dello Sport

Volley A1 femminile

Vedi Tutte
Volley A1 femminile

Volley: A1 Femminile, impresa Busto batte la Pomì e conquista Gara 3

Volley: A1 Femminile, impresa Busto batte la Pomì e conquista Gara 3
© Unet Yamamay

Partita perfetta della formazione di Mencarelli che espugna Cremona 0-3 (24-26, 22-25, 20-25) e conquista la bella per conquistare la semifinale

Sullo stesso argomento

 

mercoledì 19 aprile 2017 22:37

CREMONA- Farfalle morte dopo la sconfitta in Cev Cup? Neanche per sogno. La Unet Yamamay espugna con una netta vittoria per 3-0 il Pala Radi di Cremona e riapre i giochi nei quarti di finale dei Playoff scudetto con la Pomì Casalmaggiore. Gara 2 è stata giocata in maniera esemplare dalla squadra di Mencarelli, capace di resistere all'accelerata iniziale delle padrone di casa e vincere in recupero (sotto 21-17) il primo set, grazie a una Stufi in stato di grazia anche in seconda linea e ai punti finali di Signorile e Diouf. Pur senza Martinez, sostituita bene da Vasilantonaki, la UYBA ha poi dominato nel secondo set e retto il punto a punto nel terzo, vinto nella fase decisiva grazie a una super Berti (7 i muri in totale per la centrale) e a una sempre preziosa Fiorin. La Pomì, senza Lloyd, si è affidata ancora a Peric, con Turlea nel ruolo di opposto e Tirozzi in banda. Tra le cremonesi buona la prova di Gibbemeyer (10) e Bosetti (9), l'ultima a mollare. Per la UYBA da segnalare i 14 muri totali, con Stufi (11 punti) autentica anima della squadra e la coppia Diouf - Vasilantonaki (14+14) solida in attacco. Preziosi gli ingressi di Moneta e Negretti in seconda linea, precisa Spirito, ottima gara di Signorile in regia.

LA CRONACA DEL MATCH-

Mencarelli inizia con Signorile - Diouf, Berti - Stufi, Vasilantonaki - Fiorin, Spirito libero. Caprara schiera invece Peric - Turlea, Gibbemeyer - Stevanovic, Bosetti - Tirozzi, Sirressi libero.

Diouf parte bene con muro e due attacchi (1-3), Stufi in fast affonda due volte fino al 3-5. Stevanovic e due errori di Vasilantonaki fanno 6-5, il muro di Tirozzi vale il 7-5; Berti trova cambiopalla a muro (7-6), Vasilantonaki pareggia (7-7), Berti ben servita da Signorile fa 7-8, di nuovo la greca tiene avanti le farfalle (8-9); si procede testa a testa (10-10), con Diouf che risponde a Turlea (11-11), ma l'errore di Fiorin regala il break alla Pomì (13-11). Vasilantonaki in pipe firma il 13-12, Stufi chiude a muro lo splendido scambio che porta al 13-13. Vasilantonaki c'è (14-14), ma Tirozzi riporta le padrone di casa a +2 (16-14); Stevanovic mura il 17-15 e fa chiamare tempo a Mencarelli (18-15). La Pomì amministra bene e il muro di Bosetti vale il +4 (21-17), poi Fiorin, Diouf e una super Stufi fanno chiamare time-out a Caprara (21-20). Bosetti e Tirozzi spingono forte (23-22), ma una super Stufi (anche in difesa) recupera. Diouf annulla un set ball e fa 24-25, Signorile la chiude a muro (24-26).

Stats: Diouf 7, Stufi 6 (71%), Vasilantonaki 5. Stevanovic 4.

Nel secondo set l'avvio è equilibrato (2-2), ma Turlea sembra decisa ad accelerare (5-3); Vasilantonaki e Signorile recupeno (5-5), Berti a muro sorpassa (5-6), ancora la greca va a segno per il 5-7. Tirozzi (ace) pareggia (7-7), poi Diouf e l'errore di Turlea inducono Caprara al time-out (8-10). Diouf conferma il gap (9-11) e lo aumenta a +3 con il muro del 9-12; Fiorin non sbaglia da 4 (10-13), Signorile passa ancora di prima intenzione (11-14). Caprara gioca la carta Fabris per Peric (palleggio a Stevanovic), ma Stufi affonda il 12-15 e la doppia della Pomì regala il 12-16. Diouf allunga (12-17, rientra Peric), Vasilantonaki inchioda il 12-18 (tempo Caprara). L'ingresso di Guerra prova a dare la scossa (buon turno al servizio della numero 12 fino al 16-21), poi Bosetti sale in cattedra con due attacchi e un muro (19-22 tempo Mencarelli). Nel finale decisivi il muro di Berti e l'attacco di Stufi (22-25).

Stats: Vasilantonaki 5, Berti 3 muri, Bosetti 5.

Caprara riparte con Guerra per Tirozzi, ma l'avvio è biancorosso (0-2); Vasilantonaki è in forma (1-3), ma si gioca comunque punto a punto (5-5). Il muro di Berti fa interrompere il gioco a Caprara (5-7), poi Turlea e Guerra suonano la carica (7-7). Bosetti supera con la pipe (8-7), Vasilantonaki spara lungo il 9-7, Signorile trova cambiopalla con il muro del 9-8; Diouf chiude il bello scambio che porta al 9-9, Vasilantonaki passa da 4 (10-10), mentre Berti risponde a Stevanovic per l'11-11. Diouf è continua nel cambiopalla (12-12),  Stufi risponde a Bosetti per il 13-13 e va a segno anche per il 14-14, Vasilantonaki c'è (15-15). La greca passa ancora, Berti mura il 15-17 e Caprara ferma il gioco; nel finale Berti (16-20) e qualche errore Pomì lanciano la UYBA, che chiude con Fiorin (20-24) e con l'errore di Fabris al servizio (20-25). 

I PROTAGONISTI-

Imma Sirressi (Pomì Casalmaggiore)- « Dispiace perchè non c’è stata una reazione..la sconfitta ci poteva stare, è proprio il modo e l’atteggiamento che abbiamo avuto. Dobbiamo resettare e andare avanti per la partita di domani » .

Marco Mencarelli (Allenatore Unet Yamamay Busto Arsizio)- « Una reazione lucida contro una squadra che ormai conosciamo bene. Ha funzionato tutto, abbiamo difeso abbastanza e toccato bene a muro: una partita positiva sotto tutti i punti di vista ».

Valentina Diouf (Unet Yamamay Busto Arsizio)- « C'è rimasto un po' di amaro in bocca dopo la finale di Cev, ma ora siamo ancora in gara: avevamo una grande possibilità perchè a mio parere Gara 1 l'avevamo buttata. Ci siamo, ma quello che conta è domani ».

IL TABELLINO-

POMI’ CASALMAGGIORE – UNET YAMAMAY BUSTO ARSIZIO 0-3 (24-26, 22-25, 20-25)

POMI’ CASALMAGGIORE: Peric, Sirressi (L), Turlea 6, Gibbemeyer 10, Bosetti 9, Guerra 7, Fabris 1, Stevanovic 7, Tirozzi 8. Non entrate Bacchi, Garcia Zuleta, Lloyd, Gibertini. All. Caprara.

UNET YAMAMAY BUSTO ARSIZIO: Stufi 13, Signorile 4, Spirito (L), Fiorin 5, Witkowska (L), Vasilantonaki 17, Diouf 12, Moneta, Berti 10, Negretti Beatrice. Non entrate Cialfi, Martinez B, Martinez M, Pisani. All. Mencarelli.

ARBITRI: Feriozzi, Frapiccini.

NOTE – Spettatori 2589, durata set: 28′, 27′, 23′; tot: 78′.

Articoli correlati

Commenti