Volley: A1 Femminile, Firenze vince la battaglia con Bergamo

La partita del Mandela Forum si chiude in tre set, finiti però tutti ai vantaggi. La squadra di Caprara è più cinica e si impone 3-0 ( 29-27; 30-28; 26-24)
Volley: A1 Femminile, Firenze vince la battaglia con Bergamo
8 min
TagsA1 femminileIl BisonteFoppapedretti

FIRENZE- Una vittoria che vale tanto oro quanto pesa quella centrata, nell’anticipo della 6a giornata, dal Il Bisonte Firenze contro la Foppapedretti Bergamo. Un successo maturato dopo tre set sempre in equilibrio che le ragazze di Caprara hanno saputo, con freddezza e determinazione, chiudere sempre a proprio favore ai vantaggi.

Il 3-0 rifilato alla Foppapedretti vale per le toscane la conferma dell’ottavo posto (in attesa di capire cosa farà la Pomì Casalmaggiore domani) ma soprattutto permette loro di portare a cinque i punti di vantaggio sulle stesse bergamasche, compiendo un significativo, e forse decisivo, passo avanti verso la salvezza. Le bisontine hanno tenuto un alto livello per tutta la partita, accusando pochissimi passaggi a vuoto, ma soprattutto hanno dimostrato una tempra d’acciaio nei momenti decisivi: in tutti e tre i parziali si è arrivati ai vantaggi, e Firenze non si è mai tirata indietro neanche sui tanti set point per la Foppa, annullandoli tutti e vincendo in volata al termine di scambi clamorosi. Come ormai da qualche settimana è stata Santana la trascinatrice (22 punti col 60% in attacco), ma Tirozzi e Sorokaite non sono state da meno (16 con l’84% di ricezione perfetta e 15 con 2 ace) e anche al centro sono arrivati progressi (10 di Milos col 69% e 7 di Ogbogu con 3 muri), il tutto grazie alla distribuzione illuminata di Djkema e alla solita grande Parrocchiale in difesa e in ricezione (71% di perfetta).

LA CRONACA DEL MATCH-

Giovanni Caprara parte con Dijkema in regia, Sorokaite opposto, Santana e Tirozzi in banda, Miloš e Ogbogu al centro e Parrocchiale libero, mentre Micoli risponde con Malinov in palleggio, Malagurski opposto, Sylla e Acosta Alvarado schiacciatrici laterali, Strunjak e Popovic al centro e Cardullo libero.

La partita è subito bella, con Il Bisonte che forza la battuta e Ogbogu che mette giù il muro del primo allungo (6-4): Bergamo risponde con muro e punto di Acosta (7-8), poi un altro block in di Malagurski e l’attacco di Sylla valgono il 9-12. Sul 12-14 entra Marcon per Sylla, ma Firenze c’è e Santana firma la nuova parità (14-14), poi sul 15-15 entra Pietrelli per Ogbogu in battuta, e ancora due punti di fila della portoricana valgono il sorpasso (17-16): si gioca punto a punto, sul 21-20 Caprara alza il muro con Alberti per Dijkema, ma Bergamo piazza due punti di fila e allora Caprara chiama time out (21-22). Il primo set point è della Foppa grazie a un gran punto di Acosta (23-24), Caprara ferma di nuovo il gioco poi Micoli inserisce Boldini in battuta ma Sorokaite impatta con un grande attacco, e poi l’ace di Santana costringe il coach bergamasco a chiamare a sua volta il time out (25-24): Tirozzi mette out (25-25), poi però annulla due set point con due super attacchi (27-27), e sulla seconda palla set procurata da una fantastica pipe di Santana, al decimo punto personale (28-27), è Ogbogu a chiudere stampando Sylla (29-27).

Nel secondo Il Bisonte sfrutta l’abbrivio e parte forte con l’ace di Sorokaite (4-1), poi altri due grandi servizi dell’opposto mettono in condizione Tirozzi di allungare (6-1) e Micoli prova la carta Paggi per Strunjak: Firenze sale fino a 11-6, poi accusa un black out e quando Sylla mette giù l’11-10 Caprara deve chiamare time out, ma Bergamo riesce subito dopo a pareggiare (12-12). Un paio di attacchi out delle ospiti fanno respirare Firenze (15-12), Milos allunga con un gran primo tempo (18-14), ma poi Acosta va al servizio e fa soffrire la ricezione delle bisontine, fino ad arrivare all’ace del pareggio (18-18) e del conseguente time out Caprara: si entra in un’altra fase equilibrata, Paggi firma il sorpasso (21-22) ma Il Bisonte c’è e la solita Santana procura il primo set point (24-23), con Micoli che ferma il gioco. Acosta annulla (24-24), poi si entra in una bollente fase dei vantaggi, con azioni lunghissime ed emozioni vietate ai deboli di cuore: Il Bisonte annulla due set point, la Foppa ne cancella altri due, e alla fine è Milos a procurarne un terzo (29-28), trasformato da una fantastica Tirozzi (30-28).

Nel terzo torna in campo Strunjak, ma Il Bisonte prova ancora una volta a partire forte con l’ace di Tirozzi e due martellate di Santana (8-4): Bergamo però è lì e come al solito non molla, trascinato da Malagurski e Sylla (14-13), poi Malagurski impatta (15-15) prima di lasciare spazio a Battista sul 16-15. Il Bisonte si riallontana con la solita Santana (18-15), ma la partita è ancora equilibratissima, e Popovic accorcia di nuovo (21-20), con Sylla che alla fine trova l’ennesima parità (22-22) e Caprara che chiama time out: Milos regala il primo set point (24-23), che Malagurski annulla (24-24), ma Sorokaite ne procura un altro (25-24) ed è l’attacco out di Acosta a far esplodere il Mandela Forum (26-24)

I PROTAGONISTI-

Giovanni Caprara (Allenatore Il Bisonte Firenze)- « Questa è sicuramente la prestazione migliore della mia gestione. Contro Pomì Casalmaggiore abbiamo giocato la nostra peggiore ed oggi la migliore, speriamo di trovare la quadratura giusta e soprattutto la continuità. Oggi abbiamo giocato bene in tutte le fasi di gioco, anche in muro-difesa che ad ora è il nostro punto debole. Abbiamo giocato molto bene contro un avversario ostico che ha cercato in tutti i modi di restare aggrappato al risultato. Non voglio assolutamente che si parli di playoff perché il campionato è ancora lungo e noi dobbiamo continuare ad allenarci e a migliorare, giocando ogni partita con l’intensità e l’aggressività di stasera ».

Ofelia Malinov (Foppapedretti Bergamo)- « Era una partita importante per noi e penso che dovremo mangiarci le mani. Avevamo delle occasioni da sfruttare e non l‘abbiamo fatto e abbiamo sprecato un sacco. Loro difendevano e rigiocavano perché era importante anche per loro e ci sta che il loro atteggiamento fosse questo. Noi abbiamo sbagliato cose facili che hanno fatto la differenza.
Nelle prossime quattro partite dobbiamo prendere il massimo dei punti e poi vedremo quello che succederà.
Vogliamo pensare al presente e vogliamo riscattare un girone di andata che non è andato come volevamo: non è una scusante, abbiamo passato dei momenti duri ma ora non bisogna sprecare le occasioni ».

IL TABELLINO-

IL BISONTE FIRENZE – FOPPAPEDRETTI BERGAMO 3-0 (29-27 30-28 26-24)

IL BISONTE FIRENZE: Santana 22, Milos Prokopic 10, Sorokaite 15, Tirozzi 16, Ogbogu 7, Dijkema 2, Parrocchiale (L), Pietrelli, Bonciani, Alberti. Non entrate: Di Iulio, De Stefano. All. Caprara.

FOPPAPEDRETTI BERGAMO: Acosta Alvarado 16, Popovic 8, Malagurski 15, Sylla 9, Strunjak 4, Malinov 1, Cardullo (L), Battista 1, Paggi 1, Marcon, Boldini. Non entrate: Imperiali, Ruffa. All. Micoli.

ARBITRI: Moratti, Cesare.

NOTE – Spettatori: 800, Durata set: 35′, 37′, 30′; Tot: 102′.


Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti