Volley: A1 Femminile, Scandicci cade a Cuneo, Monza vince il derby
© Vero Volley
Volley A1 femminile
0

Volley: A1 Femminile, Scandicci cade a Cuneo, Monza vince il derby

Nelle due partite della 10a giornata giocate stasera brutta battuta d'arresto della squadra di Parisi in Piemonte. Le ragazze di Falasca domano Brescia

ROMA- Nell'A1 Femminile giocate oggi pomeriggio due partite, che completano il 10° turno dopo le quattro partite disputate ieri. Sul campo d Cuneo cade la seconda forza del campionato, la Savino Del Bene Scandicci, superata in cinque set dalla Bosca San Bernardo che sfrutta la magica serata di Van Hencke.

Alla Candy Arena la Saugella Monza vince il derby egionale con la Banca Valsabbina Millenium Brescia. A trascinare la squadra di Falasca un’ispirata Ortolani top scorer del match con 19 punti.

LE DUE SFIDE-

SAUGELLA TEAM MONZA-BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA-

Secondo successo consecutivo per la Saugella Monza di Miguel Angel Falasca che, nell’ultima del 2018 davanti al pubblico di casa della Candy Arena di Monza, si impone 3-1 sulla Banca Valsabbina Millenium Brescia, nella decima giornata di andata della Samsung Volley Cup Serie A1 femminile. Dopo la bella prestazione fatta vedere contro Casalmaggiore, le monzesi confermano il loro ottimo momento regolando le ospiti grazie ad una prova corale di grande qualità, impreziosita da un muro-difesa efficace e un servizio martellante. MVP della gara una Chiara Arcangeli superlativa: il libero della Saugella è presente su ogni palla, consentendo ad Hancock di orchestrare con precisione per le sue bocche da fuoco (Ortolani, Adams e Orthmann, tutte e tre in doppia cifra), brave ad andare a segno con continuità. Monza vince il primo set ai vantaggi, risolve con facilità il secondo ma subisce la reazione delle ospiti nel terzo, guidate da una ispirata Nicoletti (16 punti, 2 muri), determinante, insieme ai turni al servizio di Washington, per tenere viva la speranza di Brescia di riaprire la gara. Nel quarto parziale, però, ancora Saugella più lucida e precisa in attacco, in grado di chiudere il confronto in quattro set, regalandosi la vittoria numero cinque stagionale, la quarta in Brianza.

LA CRONACA DEL MATCH-
Dopo un inizio equilibrato (5-5), condito da qualche errore da entrambe le parti, è la Saugella Monza a fare le prime prove di allungo grazie ad un filotto di quattro punti (Adams, Ortolani, Hancock ed errore di Villani), 9-5, e Mazzola chiama time-out. Alla ripresa del gioco invasione di Washington (10-6 Monza), poi la Banca Valsabbina Millenium risale grazie al punto di Di Iulio e all’attacco out di Adams (10-7), ma la Saugella torna a macinare punti con Adams e Orthmann, 12-7. Ace di Adams dopo l’errore in battuta di Di Iulio e Monza incrementa, 14-9. Muro di Ortolani su Villani (16-10), poi Begic va a segno con un pallonetto costringendo Mazzola al nuovo time-out sul 18-11 per le padrone di casa. Begic ed il muro di Melandri regalano il più nove alle monzesi (20-11). Con tre punti di fila, però, le ospiti si riaffacciano nel set (20-14) ma quando Bartesaghi spara a rete (22-15) il gap sembra essere insormontabile. Ancora tre punti di fila di Brescia guidati dal servizio di Washington (anche un ace per lei) mantengono aperto il parziale (23-18) e Falasca chiama time-out. Mani fuori di Nicoletti, ace di Washington e meno tre per le bresciane, 23-20. Pipe di Pietersen e nuova pausa chiamata da Falasca sul 23-21 per le sue. Muro di Veglia su Bianchini, 23-22 Monza (parziale di 7-0), Hancock spezza il momento sì delle ospiti, che poi rispondono con Villani (24-23). Adams chiude il primo gioco, 25-23 per la Saugella Monza.

Subito fuga la Saugella Monza nel secondo parziale con Ortolani, Begic e Melandri ad andare a segno, grazie anche all’ottimo turno al servizio di Adams, 5-2. Ortolani schiaccia forte per due volte di fila, Rivero spara out da posto quattro e Mazzola chiama time-out sull’8-3 per le monzesi. Alla ripresa del gioco ace di Hancock, giocata di Ortolani e muro di Orthmann su Nicoletti, 11-3. Con la fast di Washington la Banca Valsabbina Millenium prova a risalire la china (12-5) ma la Saugella è davvero cinica: ottima correlazione muro-difesa (Arcangeli da circoletto rosso) e grande precisione in attacco, la ricetta con cui le monzesi sprintano, 17-6 e Mazzola è costretto a chiamare la pausa. Ancora Monza a schiacciare sull’acceleratore con Hancock (20-8) e Orthmann (22-10), fino a chiudere il secondo parziale, 25-10, con un lampo della tedesca.
Nuovo set ma andamento praticamente uguale. La Saugella Monza prende subito il largo grazie all’ottimo servizio di Orthmann (anche un ace per la tedesca), 5-2, ma questa volta Brescia non subisce e si mantiene in scia con il muro di Veglia (5-4). Villani va a segno in attacco, Di Iulio la imita al servizio (7-6), ma Adams dal centro riallontana Monza, 8-6. Nicoletti piazza il pari per le bresciane (8-8) e si viaggia punto a punto fino al 10-10. La Saugella piazza il break 12-10, Brescia lo recupera (12-12), passa avanti 15-14 con il muro di Nicoletti su Begic e Falasca chiama time-out. Adams porta Monza avanti con due giocate consecutive (17-16), Nicoletti firma il pari prima ed il sorpasso per le sue, che trovano il break con Pietersen, 19-17. Falasca cambia la diagonale (Balboni-Bianchini per Hancock-Ortolani), Orthmann va a bersaglio in attacco, Adams con l’ace e si torna in parità, 19-19. Tornano in campo Hancock e Ortolani, quest’ultima non sbaglia da posto quattro (21-21) ma la Banca Valsabbina è di nuovo avanti con Washington (22-21). Doppia di Orthmann, giocata vincente di Villani e set-point Brescia, 24-22 e Falasca chiama time-out. Attacco out di Ortolani e le ospiti vincono il set, 25-22.
Nel quarto set Ortolani ed Orthmann trascinano la Saugella (3-1), Nicoletti e Villani Brescia (3-3) ed è punto a punto fino al 4-4. Melandri dal centro, Ortolani dal lato e Adams con il muro su Veglia guidano le monzesi al break, 7-4 e Mazzola chiama time-out. Ancora Ortolani a guidare le sue all’allungo, 9-5, con le ospiti a tentare l’aggancio con Pietersen (10-7). Adams e Orthmann ancora precise in attacco per le padrone di casa (12-9), Nicoletti a rispondere per le bresciane (13-11). Dopo l’errore di Nicoletti, la Saugella scava il solco con la giocata centrale di Adams (16-11) e Mazzola chiama time-out. Nel momento più importante della gara sale d’intensità offensiva anche Begic (due pallonetti vincenti per lei), 18-13, che insieme a quella di Orthmann consentono alle padrone di casa di volare sul 20-14. Finale targato tutto Saugella, complice anche qualche errore di Brescia, che chiude set, 25-17 e gara 3-1.

I PROTAGONISTI-

Hanna Orthmann (Saugella Monza)- « Credo che giocare insieme, gara dopo gara, ci abbia permesso di trovare le giuste misure ed il nostro ritmo. Anche stasera, come contro Casalmaggiore, abbiamo dimostrato di essere in grado di giocare una bella ed efficace pallavolo. Non era semplice mantenere alta la concentrazione durante tutta la gara. Siamo state molto brave a farlo nel primo e nel secondo set, poi ci siamo deconcentrate nel terzo, ma siamo tornate forti nel quarto, portandoci a casa tre punti molto importanti per la classifica e per il morale ».

Francesca Villani (Banca Valsabbina Millenium Brescia)- « Stasera sicuramente ci è mancata lucidità. Loro sono una squadra esperta che ha espresso una correlazione muro-difesa ed un servizio impeccabili. Noi, essendo una neo-promossa, dobbiamo approcciare certe partite con un po’ più di libertà mentale in più. C’è un pizzico di rammarico per il primo set, dove avevamo fatto una grande rimonta, perché come al solito ci è mancata qualcosa nei momenti decisivi. Nel secondo loro hanno fatto vedere la loro supremazia, quindi complimenti per come hanno giocato. Futuro? Dobbiamo reagire prima e trovare le giuste soluzioni al momento giusto perché sennò diventa difficile ».

IL TABELLINO-

SAUGELLA TEAM MONZA – BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA 3-1 (25-23 25-10 22-25 25-17)

SAUGELLA TEAM MONZA: Begic 9, Adams 12, Hancock 5, Orthmann 17, Melandri 9, Ortolani 19, Arcangeli (L), Bianchini, Facchinetti, Balboni. Non entrate: Partenio, Devetag. All. Falasca.

BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA: Di Iulio 3, Villani 11, Veglia 5, Nicoletti 16, Rivero 2, Washington 10, Parlangeli (L), Pietersen 7, Miniuk, Norgini, Bartesaghi, Manig. Non entrate: Biava. All. Mazzola.

ARBITRI: Gnani, Sobrero.

NOTE – Spettatori: 1235, Durata set: 28′, 21′, 29′, 24′ ; Tot: 102′.

BOSCA SAN BERNARDO CUNEO-SAVINO DEL BENE SCANDICCI-

Una grande Bosca S.Bernardo Cuneo centra la clamorosa impresa di fermare la seconda forza del campionato: la Savino del Bene Scandicci si arrende al tie-break contro le ‘gatte biancorosse’ nella decima giornata di andata della Samsung Volley Cup di Serie A1. In una Cuneo innevata, il Pala UBI Banca si surriscalda grazie alle prova in campo delle ragazze di coach Pistola.

Le padrone di casa scendono in campo con Bosio in regia, Van Hecke opposto, Mancini e Zambelli centrali, Cruz e Salas in banda, libero Ruzzini. Le toscane partono con Malinov in diagonale con Haak, Ferreira Da Silva e Stevanovic al centro della rete, Bosetti e Vasileva schiacciatrici, Merlo a difendere la seconda linea. Buona partenza delle seconde della classe che mettono a segno un break di 0-3, poi Cuneo si scuote e sigla il primo punto del match con muro di Mancini. Si prosegue con grande intensità da parte delle ragazze di coach Pistola che mostrano buoni segnali soprattutto in fase di difesa. Dal 6-8 al 6-10: la panchina cuneese richiede il primo time out del match. Malinov sfrutta a pieno tutto il ricco terminale offensivo, Cuneo arranca ma rimane agganciata al set sino al 10-15. Poi l’attacco di Cruz riduce a quattro il margine (13-17). Ma sono nuovamente le ospiti ad allungare costringendo coach Pistola ad un nuovo minuto sul 13-19. Sul 14-19 ingresso in campo di Markovic. Nel finale sono le cuneesi a commettere importanti errori in attacco concedendo strada alle ospiti che salgono sino a quota 24 senza lasciare punti. Cuneo si sblocca grazie all’attacco da seconda linea di Markovic (15-24), poi in battuta Baiocco. L’attacco di Vasileva chiude il primo set con il parziale di 16-25 (0-1). Grane partenza delle ‘gatte’ cuneesi nel secondo parziale: spinte dagli attacchi di Markovic, partita titolare, le biancorosse giungono sul 5-1. Coach Parise richiede il primo time out del match. Immediata la reazione delle toscane che rientrano (5-4) per poi essere nuovamente tenute a distanza da Van Hecke (6-4). L’undicesimo punto è infinito: a conquistarlo Malinov e compagne al termine di uno scambio che merita gli applausi del Pala UBI Banca. Cuneesi sempre in partita: dalla seconda linea Markovic firma il 10-7, seguito dall’ace di Van Hecke (11-7). La BOSCA S.BERNARDO CUNEO tocca il massimo vantaggio sul 13-8 grazie all’ace di Cruz, seguito dall’errore in attacco delle toscane (14-8). Monster block per Zambelli sul 15-9, poi in campo nuovamente Baiocco al servizio. Imponente anche il muro di Haak, ma la fast di Mancini ristabilisce le distanze (16-10). L’atmosfera si infiamma: Van Hecke mette a terra il 17-11. Due punti consecutivi riaccendono le ospiti: time out per Pistola sul 17-13. La Savino del Bene rientra con prepotenza in gioco: le cuneesi cedono il passo e sul 19-18 ritornano in panchina per riordinare le idee. Cruz mette a terra il 20-18. Haak blocca l’attacco di Markovic: pari a quota 20. Di nuovo Cuneo con la fast di Zambelli (21-20), poi attacco di Van Hecke: sul 22-20 secondo minuto del match anche per Parise. Markovic per il 23-20, Scandicci manda in campo Mazzaro. Tre set point per Cuneo: il primo annullato da Haak, il secondo viene concretizzato grazie all’errore in attacco delle toscane. Con il parziale di 25-22 la Bosca S.Bernardo Cuneo pareggia i conti (1-1). Si riparte. Scandicci torna a condurre le danze con un efficace break iniziale: sul 2-6 primo minuto richiesto da coach Pistola. Van Hecke e l’ace di Markovic riducono il margine: sul 4-7 in campo Menghi. Cruz segna il meno due (5-7) poi Haak riallunga il passo. Dal 10-12 al 10-14: nelle fila cuneesi entra Kaczmar in regia. Nuovo ace di Markovic e è di nuovo meno due: 13-15, in campo Papa. Il muro di Van Hecke firma il 14-15: time out per coach Parise. Si gioca a viso aperto: sul 15-17 in campo Caracuta per le toscane. La fast di Zambelli firma il 18-19, Baiocco al servizio. Il muro di Scandicci frena Van Hecke: sul 18-20 rientra Malinov. Il Pala UBI Banca si infiamma grazie all’attacco di Markovic, seguito dal punto del pareggio (20-20). Si procede appaiati sino al 22-22, poi Cuneo va avanti 23-22: time out di coach Parise. Van Hecke firma il 24-23, poi il muro di Bosetti pareggia i conti (24-24). Scandicci va avanti 24-25: Pistola richiede time out. Fast di Zambelli (25-25), finale al cardiopalma. Vasileva per il 25-26, poi Kaczmar al secondo tocco firma il 26-26, seguito dall’attacco di Van Hecke: nuovo set point, immediatamente concretizzato grazie all’errore di Scandicci. La BOSCA S.BERNARDO CUNEO vince il terzo set con il parziale di 28-26 (2-1). Cuneo riparte confermando Kaczmar in regia, Scandicci allunga subito 0-2, ma sono le locali a rialzare immediatamente la testa e ribaltare il punteggio: il 5-4 porta la firma di Menghi. Alcuni errori in attacco per le padrone di casa e Scandicci è pronta ad approfittarne: sull’8-12 primo minuto per coach Pistola. Si riparte con l’ace di Stevanovic. Cuneo stenta: sul 9-15 Pistola sfrutta anche la seconda chiamata discrezionale. Punto di Van Hecke: sul 10-15 in campo Salas. Scandicci allunga sino al 14-23 spinta da Stevanovic e Haak. Salas firma il primo punto personale sul 15-23, poi sono le ospiti a chiudere 16-25: 2-2, dopo due ore di gioco si va al tie-break. La quinta frazione si apre con un errore in battuta cuneese seguito dall’ace di Mazzaro (0-2). Sull’attacco di Vasileva (1-4) arriva il primo t.o. di coach Pistola. Ancora punto per le ospiti: sull’1-5 in campo Bosio. Zambelli firma a muro il 3-5, poi Cruz la riapre (4-5) e attacco out per Haak: 5-5. Ancora out l’attacco di Scandicci: coach Parise richiede time out. Cruz sfrutta il muro rivale: Cuneo allunga 7-5, in campo Mitchem. Ancora Cuneo a muro: si cambia campo sull’8-5. Continua il turno al servizio di van Hecke che mette in difficoltà le rivali (9-5). Fast di Zambelli per il 10-6: a Cuneo nevica, ma il Pala UBI Banca si surriscalda. Markovic per l’11-6: nuovo minuto per Parise. Si riparte con Markovic che firma una doppietta incredibile: 13-6. Van Hecke per il 14-6: otto palle match. Lo spazio per il settimo punto toscano, poi Srna Markovic la chiude: 15-7, Cuneo vince per 3-2 con la seconda squadra in classifica e bissa così il successo casalingo ottenuto con Il Bisonte.

I PROTAGONISTI-

Andrea Pistola (Allenatore Bosca S.Bernardo Cuneo)- «Un passaggio importante della stagione finora eravamo carenti in aspetti mentali, ci perdevamo un po’, con approccio poco deciso. Tutta la settimana abbiamo lavorato su questo aspetto ed oggi abbiamo raccolto i frutti. Siamo stati aggressivi e coraggiosi, dobbiamo fare così il nostro campionato. Sono state tutte brave: Scandicci ci ha messo sotto tecnicamente, ma non abbiamo mai mollato. Il tie-break è stato un evento eccezionale, abbiamo meritato e dobbiamo continuare così. Possiamo essere competitivi con chiunque. Abbiamo una panchina importante, dalla panchina si sono alzate risorse determinanti per questa vittoria. Sono contento per Srna che oggi ha raccolto i frutti di settimane di buon allenamento. Con Novara mi aspetto un palazzetto caloroso come oggi, il settimo uomo in campo oggi si è fatto sentire».

Carlo Parisi (Allenatore Savino Del Bene Scandicci)- «Dopo la vittoria del primo set abbiamo fatto un errore fatale, siamo rientrati in campo senza la stessa grinta. Meglio chiuderla qua e riflettere. Al di là di quello di negativo fatto da noi, onore alle rivali che hanno avuto più pazienza ed hanno selezionato meglio i colpi di attacco. Complimenti a loro, noi sapiamo quali sono i nostri demeriti. In settimana si resetta e si riparte, dopo la vittoria di Conegliano l’approccio a questa gara è stato buono: sono sorpreso».

IL TABELLINO-

BOSCA SAN BERNARDO CUNEO – SAVINO DEL BENE SCANDICCI 3-2 (16-25 25-22 28-26 16-25 15-7)

 BOSCA SAN BERNARDO CUNEO: Cruz 11, Mancini 5, Van Hencke 22, Salas 3, Zambelli 9, Bosio, Ruzzini (L), Markovic 20, Menghi 2, Kaczmar 1, Baiocco. Non entrate: Kavalenka. All. Pistola.

SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Bosetti 12, Ferreira Da Silva 2, Haak 18, Vasileva 15, Stevanovic 13, Malinov 7, Merlo (L), Mazzaro 7, Caracuta, Mitchem, Zago, Papa. Non entrate: Bisconti, Mastrodicasa. All. Parisi.

ARBITRI: Venturi, Gasparro.

NOTE – Spettatori: 1148, Durata set: 24′, 28′, 29′, 20′ , 16′ ; Tot: 117′.

Vedi tutte le news di Volley A1 femminile

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti