Volley: A1 Femminile, Conegliano parte forte, espugna Cuneo in Gara 1 dei Quarti
Volley A1 femminile
0

Volley: A1 Femminile, Conegliano parte forte, espugna Cuneo in Gara 1 dei Quarti

Le ragazze di Santarelli vincono 0-3 (22-25 19-25 16-25) al Pala Ubi Banca al termine di una partita nella quale la superiorità dell'Imoco non è mai stata in discussione 

CUNEO- L'Imoco Conegliano vince in tre set Gara 1 dei Quarti di Finale Play Off sul campo della Bosca S.Bernardo Cuneo, dominando la partita dall'inizio alla fine, conservando in questo modo energie preziose in vista della decisiva trasferta di Istanbul dove martedì, sul campo del Fenerbahce, si giocherà l'accesso alla Finale di Champions League. Tutto facile stasera per la formazione di Santarelli che, sfruttando anche la copensibile emozione delle piemontesi per l'esordio assoluto nelle partite che portano allo scudetto, hanno fornito una prestazione al di sotto delle loro possibilità arrendendosi sotto i colpi di Fabris e socie che, ispirate da Wolosz, hanno avuto vita facile contro le fragili resistenze a muro ed in difesa delle piemontesi. Comunque si è trattato solo del primo round, tutto tornerà in gioco in occasione di Gara 2.

LA CRONACA DEL MATCH-

La Bosca S.Bernardo Cuneo scende in campo con Bosio in palleggio, Van Hecke opposto, Zambelli e Mancini centrali, capitan Cruz e Salas schiacciatrici, Ruzzini libero. Dall’altra parte ella rete, coach Daniele Santarelli risponde con la regia di Wolosz in diagonale con Fabris, Folie e Danesi al centro della rete, Tirozzi e Hill in banda, De Gennaro a presidiare la seconda linea. . Si inizia subito forte con le due squadre che mostrano una grande attenzione difensiva. Il primo minibreak viene da un bel turno di battuta di Kim Hill (2-4), con Anna Danesi che sfrutta bene gli assist di Wolosz in prima linea. La cubana Salas però non ci sta e riavvicina le piemontesi (5-6), ma Vale Tirozzi allunga ancora con due punti in fila dopo una super difesa di De Gennaro (5-8). Cuneo si riavvicina con Van Hecke e Cruz (8-9), Un paio di errori dell’Imoco consentono a Zambelli (suo anche un ace) e compagne di pareggiare a quota 11, ma lì le Pantere spingono ancora e tornano a +3 (11-14). Time out di coach Pistola, ma Conegliano insiste con difesa e bomba di Sam Fabris (11-15). Cuneo però gioca senza patemi e risale con Van Hecke (14-15), ma Wolosz inventa un gioiellino per Danesi, poi Vale Tirozzi a segno e si resta avanti 14-17. Murone di Danesi (grande Anna con 6 punti e 3 muri nel primo set) e l’Imoco deve alzare ancora il ritmo per prendere in mano il risultato, un muro di Folie e un attacco pesante di Hill valgono il +4 (16-20). Cuneo però non molla, Van Hecke nei play off ci sguazza alla grande (6 punti nel set), forza il servizio e riporta vicina la Bosca (19-21), risponde una Fabris molto efficace (5 punti nel set). Il set è equilibratissimo, le piemontesi continuano a rischiare in battuta, ace di Markovic (21-22), poi Van Hecke ancora spara il -1, ma Wolosz continua ad affidarsi alla sua intesa con Fabris che funziona alla grande. L’Imoco si prende il set 22-25 con l’errore finale di Cruz.

Nel secondo set la Bosca San Bernardo parte ancora a tutto braccio in battuta, subito ace di Mancini che scalda il palasport piemontese, ma Samanta Fabris riporta le Pantere da 2-0 a 2-3, poi Van Hecke sbaglia e Conegliano allunga 2-4. Messe sotto pressione da una Bosca molto frizzante le Pantere sanno come rispondere mostrando una grande condizione: De Gennaro strappa applausi in difesa, Folie e Hill su palle break sono spietate e l’Imoco scappa 4-7. La partita è bellissima, spettacolo in campo e due lunghe azioni che premiano Conegliano (4-9).  Asia Wolosz regala caramelle dolcissime ai suoi attaccanti, con la sua regia immaginifica l’Imoco resta saldamente avanti (6-12). Kim Hill fa vedere tutti i suoi colpi e il punteggio non cambia. Il 12-17 è un duello sotto rete vinto da Fabris, che poi lascia il posto a Karsta Lowe. Conegliano riceve bene e ha ottime notizie dal cambio palla che funziona sia con i centrali (Folie) che con l’opposto (Lowe), poi Danesi è tentacolare a muro e propizia il +6 “made in USA” di Kim Hill (11 punti in due set) e una Lowe subito “calda” (15-21). Markovic prova a innescare una rimonta (17-21), ma l’Imoco è “in missione” e non molla un centimetro. C’è anche Gaia Moretto per Danesi, ma ora è Lowe il faro dell’attacco di Conegliano. L’Imoco spinge per chiudere in fretta e lo fa con Folie e un altro punto della bionda californiana: 19-25.

Nel terzo set il sestetto con De Gennaro libero è Wolosz-Lowe, Danesi-Folie, Tirozzi-Sylla. Un perfetto turnover con il bilancino del farmacista per coach Santarelli che fa assaggiare il campo a tutte le sue effettive (tranné la convalescente Bechis e De Kruijf) con il doppio intento di non spremere nessuno e di tenere tutte sulla corda in vista del match di martedì a Istanbul.
L’Imoco prova a scappare subito con Tirozzi, ma Zambelli mura e pareggia 5-5. La Bosca torna a lottare in difesa, ma ancora gli attacchi multiformi di Vale Tirozzi (11 punti) e un muro di Danesi (4 in totale, top scorer con 12 punti) fanno volare le Pantere (5-8). Capitan Wolosz dà spettacolo, va a segno di prima per l’8-11, poi entra in temperatura anche Miriam Sylla, si fa sentire in attacco e in difesa, le gialloblù allungano 9-13. Van Hecke non molla, ma arriva un altro muro di Anna Danesi (12-15) e Conegliano respinge un altro assalto. Anzi, ancora una volta le Pantere respingono al mittente il pacco-bomba: muro Danesi, ace Tirozzi e riparte la locomotiva gialloblù (13-17).  L’Imoco, applaudita dal suo consueto manipolo di tifosi, ormai è in ritmo-Champions e continua a martellare con un ritmo insostenibile: Tirozzi e Danesi vanno ancora a segno e il 13-19 suona come una sentenza per la neopromossa Cuneo, che finora in stagione in tre partite non è riuscita a strappare un set al team Campione d’Italia. Alla fine le Pantere dilatano il vantaggio e ottengono la vittoria rapida che si prefiggevano con il rush finale di Sylla e Lowe (16-25), mettendo la prima pietra nel cammino dei play off 2019.

I PROTAGONISTI-

Andrea Pistola (Allenatore Bosca S.Bernardo Cuneo)- «Diamo pieno merito alle avversarie nel senso che abbiamo fatto una partita sotto molti punti di vista eccellente. Abbiamo forzato in battuta senza commettere troppi errori ed abbiamo tenuto bene in ricezione. Ci è mancata la finalizzazione del primo attacco: loro hanno più centimetri a muro e buoni difensori. La gara si è sviluppata lì. Sono di certo più attrezzati di noi ma ce la siamo giocata: ringrazio le mie ragazze per la buona prestazione anche se i limiti sono stati evidenti dinnanzi a delle vere e proprie fuoriclasse».

Daniele Santarelli (Allenatore Imoco Conegliano)- «Siamo stati ordinati e precisi con buona aggressività in tutti i fondamentali. Abbiamo lavorato bene nella fase muro-difesa, la pazienza è stata la nostra arma vincente. Nel primo set siamo stati eccessivamente fallosi, ma già nel secondo abbiamo tenuto i loro attaccanti a basse percentuali , nonostante la loro buona prova al servizio. Avevo un preciso piano di rotazione delle giocatrici e sono riuscito a rispettarlo: martedì abbiamo una gara troppo importante per arrivare senza benzina…».

IL TABELLINO-

BOSCA SAN BERNARDO CUNEO – IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 0-3 (22-25 19-25 16-25)

BOSCA SAN BERNARDO CUNEO: Salas 1, Zambelli 4, Bosio, Cruz 11, Mancini 1, Van Hecke 10, Ruzzini (L), Markovic 10, Baiocco, Menghi, Kaczmar. Non entrate: Kavalenka. All. Pistola.

IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Folie 7, Fabris 8, Hill 11, Danesi 12, Wolosz 3, Tirozzi 11, De Gennaro (L), Lowe 6, Sylla 3, Fersino, Moretto. Non entrate: De Kruijf, Bechis. All. Santarelli.

ARBITRI: Venturi, Piperata.

NOTE – Spettatori: 3212, Durata set: 26′, 28′, 23′; Tot: 77′.

 

Tutte le notizie di Volley A1 femminile

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti