Volley: A1 Femminile, la Finale scudetto è Conegliano-Novara
© Legavolley Femminile/Rubin
Volley A1 femminile
0

Volley: A1 Femminile, la Finale scudetto è Conegliano-Novara

La squadra di Barbolini, dopo un'incredibile girandola di emozioni, batte al tie break 2-3 (16-25, 25-21, 25-13, 21-25, 19-21) Scandicci e chiude la Serie di Semifinale

SIENA- Sarà ancora Igor Gorgonzola Novara-Imoco Conegliano la sfida che assegnerà lo scudetto tricolore. Le azzurre di Massimo Barbolini hanno raggiunto in finale le Campionesse d'Italia, che ritroveranno anche nella finale che assegnerà la Champions League, dopo aver vinto stasera, al PalaEstra di Siena, Gara 4 di Semifinale contro la Savino Del Bene Scandicci al termine di una sfida elettrizzante che ha visto le due squadre confrontarsi alla pari per oltre due ore e mezza prima dell'epilogo che ha visto Egonu e compagne chiudere a proprio favore un tie break andato avanti punto a punto fino al 19-21 finale, con quattro match ball annullati per parte. Plak ed Egonu le trascinatrici nel finale dell'Igor, capaci di fare la differenza. Gara 1 di Finale si giocherà il 1 maggio alle 18 al Pala Igor.

LA CRONACA DEL MATCH-

Scandicci in campo con Haak in diagonale a Malinov, Adenizia e Stevanovic al centro, Vasileva e Bosetti in banda e Merlo libero; Novara risponde con Carlini in regia ed Egonu opposta, Chirichella e Veljkovic centrali, Bartsch-Hackley e Plak schiacciatrici e Sansonna libero.

Ottimale l’approccio al match di Novara, che scappa subito 0-5 sul turno in battuta di Bartsch-Hackley con Egonu a segno a muro e in attacco e che poi scappa fino al 5-12 con l’ace di Chirichella. Bosetti reagisce (8-12), Haak accorcia (10-13) ma le azzurre allungano ancora sul turno in battuta di Plak con un ace dell’olandese e un maniout di Egonu: 13-20. Finisce, senza scossoni, con le azzurre che chiudono 16-25 su un servizio lungo di Bosetti.

Scandicci reagisce (6-3), Novara prova a rientrare forzando al centro e recupera fino all’11-11 (attacco in rete di Haak) prima di subire, complici troppi errori, un nuovo break per il 14-11. Barbolini ferma il gioco, Scandicci mantiene il ritmo (18-13, Haak) ma Egonu a muro rientra (18-17): è l’ultimo spunto azzurro, poi le toscane allungano 24-20 e chiudono 25-21 con la diagonale di Vasileva.

Novara sbaglia tanto (4-1), Carlini e Bartsch-Hackley rientrano sul 7-6 ma dopo una gran difesa di Merlo è Bosetti a firmare l’11-8; Barbolini ferma il gioco due volte, Stevanovic fa il vuoto in battuta (17-11) e nemmeno la rivoluzione del sestetto permette a Novara di rientrare, con Scandicci che chiude a muro 25-13 con Adenizia.

C’è Piccinini nel sestetto azzurro ed è proprio lei a propiziare il primo break (5-8), prontamente rintuzzata da Haak (8-8) che ricuce lo strappo e innesca un bel punto a punto, rotto sul turno in battuta di Veljkovic che trascina la Igor al 15-22 con due ace. Scandicci non si arrende e rientra fino al 21-24 con Vasileva devastante, poi Carlini chiude a muro il parziale e manda tutti al tie-break.

Novara ritrova Plak in sestetto, Haak fa il primo break (2-1) ma Bartsch-Hackley ed Egonu ribaltano sul 3-5 (diagonale) e al cambio di campo si arriva sul 6-8 con Egonu a segno in diagonale. Bosetti rientra (8-8) e Scandicci sorpassa (9-8) ma tre punti di Egonu, l’ultimo dopo una gran difesa di Bartsch-Hackley, riportano Novara sull’11-13. Plak conquista il match ball (11-14), Haak e Stevanovic ne annullano tre (14-14) e poi la svedese conquista il match ball con l’ace del 15-14. Egonu annulla, Chirichella mura Stevanovic (15-16) e ribalta e ai vantaggi Novara annulla quattro match ball in tutto, poi un muro di Plak (19-20) e una diagonale a segno di Egonu mandano le azzurre in finale sul 19-21.

I PROTAGONISTI-

Carlo Parisi (Allenatore Savino Del Bene Scandicci)- « Alla fine c’è mancata lucidità, sono state utilizzate tutte le energie fisiche e mentali. Quando dal 14-11, siamo arrivati al match point ho avuto più di una speranza. Voglio fare i complimenti a tutti, perché tutti hanno dato tutto. Io le voglio ringraziare tutte, sono state encomiabili in tutto, le mando un abbraccio affettuoso. Sarebbe stato bello finire alla quinta ma è andata così ».

Massimo Barbolini (Allenatore Igor Gorgonzola Novara)- « Complimenti alle ragazze che hanno dimostrato di avere qualcosa in più della semplice tecnica, chiudendo un tie-break infinito e un match durissimo contro una grande squadra. Abbiamo conquistato la quarta finale stagionale ed è un risultato eccezionale, ora ci tocca una sfida contro un avversario eccezionale e lavoreremo in questi giorni per arrivarci al meglio ».

IL TABELLINO-

SAVINO DEL BENE SCANDICCI – IGOR GORGONZOLA NOVARA 2-3 (16-25 25-21 25-13 21-25 19-21)

SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Bosetti 13, Ferreira Da Silva 7, Haak 24, Vasileva 14, Stevanovic 10, Malinov 4, Merlo (L), Kosheleva 1, Bisconti, Caracuta, Milenkovic. Non entrate: Papa, Mitchem, Zago, Mazzaro. All. Parisi.

IGOR GORGONZOLA NOVARA: Bartsch 12, Veljkovic 8, Egonu 38, Plak 15, Chirichella 9, Carlini 4, Sansonna (L), Camera 1, Piccinini, Nizetich, Bici. Non entrate: Stufi, Zannoni. All. Barbolini.

ARBITRI: Zavater, Saltalippi.

NOTE – Durata set: 25′, 28′, 23′, 28′, 26′; Tot: 130′.

Tutte le notizie di Volley A1 femminile

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti