A1 Femminile, Novara-Pomì è l'anticipo della 12a

Due giornate al termine del girone di andata. Sabato sera la sfida del Pala Igor. Tra le partite di domenica Firenze-Conegliano e Scandicci-Brescia
A1 Femminile, Novara-Pomì è l'anticipo della 12a

ROMA-Le ultime due giornate del girone di andata del Campionato di Serie A1 Femminile significano tradizionalmente volata per i primi 8 posti della classifica, che qualificano ai quarti di finale di Coppa Italia (in programma in gara unica sul campo delle migliori classificate tra mercoledì 29 e giovedì 30 gennaio). Già qualificate le prime quattro dell’attuale classifica, ovvero Imoco Volley Conegliano, Unet E-Work Busto Arsizio – entrambe sicure di disputare il quarto in casa – èpiù Pomì Casalmaggiore e Igor Gorgonzola Novara, per i restanti quattro posti sono in corsa almeno 7 formazioni.

Lo scontro diretto tra Reale Mutua Fenera Chieri e Zanetti Bergamo potrebbe già essere determinante. Le orobiche, reduci da tre vittorie coincise con l’approdo in panchina di Marco Fenoglio, occupano l’ottava posizione con due punti di vantaggio sulle ragazze di Giulio Cesare Bregoli e con il poker potrebbero porre una seria ipoteca sui quarti, anche in considerazione degli impegni probanti che affronteranno Lardini (a Busto Arsizio) e Banca Valsabbina (a Scandicci). Al contrario, le padrone di casa cercheranno di approfittare del calore del PalaFenera per ribaltare tutto. Solo due precedenti tra le due formazioni. Nella passata stagione le due formazioni si sono spartite le vittorie, entrambe al tie break ed entrambe facendo saltare il fattore campo. L’unico ex rossoblù del match siederà in panchina: si tratta di coach Bregoli, viceallenatore a Bergamo nell’anno dell’ultimo scudetto targato Foppapedretti. 

« Bergamo è una squadra che troviamo in un momento migliore rispetto ad alcune partite fa – afferma coach Bregoli -. Conosco bene Fenoglio, sia per il suo curriculum, sia per averlo visto quest’estate all’Europeo dove ha fatto veramente bene con la nazionale slovacca che fino a quel momento non aveva mai avuto i risultati avuti con lui. Ha dimostrato di essere molto capace sia nelle doti tecniche sia nello spingere l’ambiente e caricare le ragazze. Bergamo è una squadra che ha sicuramente una quadratura interessante, con giocatrici di carattere come Loda, e con la sua punta di diamante nell’opposto della nazionale polacca Smarzek, giocatrice di riferimento nei momenti importanti ».

L’anticipo del sabato sera vedrà affrontarsi Igor Gorgonzola Novara ed èpiù Pomì Casalmaggiore, distanziate di due punti in classifica, con le casalasche avanti. La vittoriosa trasferta polacca di Champions League ha infuso nuove energie alle azzurre, che puntano al sorpasso per tornare sul podio.

« Casalmaggiore è un’ottima squadra, la Società ha allestito un gruppo solido e compatto, protagonista di un inizio di stagione importante – spiega Stefania Sansonna, libero dell’Igor -. Per noi è una partita fondamentale per il piazzamento nella griglia di Coppa Italia e faremo di tutto per ottenere la vittoria. Fin qui è stata una stagione massacrante, ma i ritmi forsennati hanno consentito alla squadra di quadrarsi e di compattarsi, e questo alla lunga potrà fare la differenza ».

« Non scopriamo l’acqua calda – l’esordio della team manager della Vbc Carmen Turlea – nel dire che Novara è una squadra di primissima fascia, anche se la classifica forse ora non rende giustizia piena al loro organico. Noi dobbiamo puntare sul nostro gruppo e sulla forza della nostra squadra, sono convinta che se le ragazze riusciranno ad esprimere la pallavolo che sanno giocare, soprattutto in questo momento, non sarà facile per nessuno affrontarci ».

In striscia positiva da 9 partite – tra Campionato e CEV Cup – la Unet E-Work Busto Arsizio è senz’altro la squadra del momento. Seconda in classifica a soli tre punti dall’Imoco Volley capolista (e all’orizzonte, a Santo Stefano, ci sarà lo scontro diretto al PalaVerde), la formazione bustocca è rientrata venerdì dalla trasferta in Repubblica Ceca e si appresta ad ospitare la Lardini Filottrano, anch’essa in buon momento di forma e in piena corsa per l’ottavo posto.

« E’ un momento molto positivo per noi, siamo seconde in classifica, abbiamo passato il turno di Cev, ma non dobbiamo abbassare il nostro livello di concentrazione – ammonisce Sara Bonifacio, centrale dell’UYBA -. Ora mancano due gare a chiudere l’anno e le affrontiamo una alla volta. Non commettiamo l’errore di pensare subito alla sfida del 26 dicembre a Conegliano: sarà elettrizzante, ma prima abbiamo un ostacolo che non possiamo sottovalutare: il 3-0 della Lardini contro Firenze la dice tutta sulle potenzialità della squadra marchigiana ».

« In questo momento Busto Arsizio è con Conegliano la squadra che sta sviluppando il miglior gioco di squadra – ammette l’allenatore della Lardini, Filippo Schiavo –. E’ una squadra allenata da un tecnico preparato come Lavarini e che ha tutti i crismi per rimanere dove sta. Si tratta indubbiamente di un impegno difficile, ma lo affrontiamo senza timore reverenziale, con la cognizione di ciò che stiamo esprimendo a livello di gioco e con la leggerezza di provare ad impensierire una squadra che sul suo campo ha fatto percorso netto. Sappiamo di dover reggere l’urto contro una formazione così forte e in palla, ma anche che possiamo mettere pressione alle nostre avversarie, sfruttando al meglio le qualità e caratteristiche che ci hanno permesso di chiudere positivamente diverse partite in queste ultime settimane ».

Dopo aver festeggiato al PalaVerde il successo nel Mondiale per Club, l’Imoco Volley Conegliano difenderà la vetta della classifica al Mandela Forum, la casa de Il Bisonte Firenze. Alle pantere di Daniele Santarelli il palazzetto fiorentino evoca bei ricordi, su tutti il trionfo in Coppa Italia nel 2017. Sistemato con la terza vittoria consecutiva il girone di Champions League, le trevigiane possono concentrarsi sul finale del girone di andata e in particolare sul duello con Busto Arsizio. Il Bisonte, da parte sua, vorrà riscattare il pesante ko di Jesi per non compromettere la posizione utile per l’accesso ai quarti di finale di Coppa Italia e cercherà di mettere in difficoltà la corazzata gialloblù.

Torna a esibirsi al PalaBarton dopo il 3-2 rifilato a Conegliano la Bartoccini Fortinfissi Perugia, che contro la Saugella Monza tenterà di togliersi dall’ultima posizione in classifica. Le umbre, in particolare, cercheranno di sfruttare la stanchezza delle brianzole, obbligate a due match infrasettimanali – seppur privi di difficoltà – di CEV Cup. 

« A due partite dalla chiusura del girone di andata la classifica per stabilire la griglia della Coppa Italia è cortissima – afferma Massimo Dagioni, coach della Saugella -. Ogni partita diventa quindi fondamentale a questo punto. Andare a giocare a Perugia il 22 dicembre sarà un impegno molto duro. Abbiamo avuto due partite di Coppa CEV in settimana ma abbiamo preparato al meglio questa trasferta, perchè i meccanismi di gioco ci sono e siamo molto determinati. Contro Busto è stata una partita equilibrata, con tre set finiti ai vantaggi contro una squadra la cui qualità è sotto gli occhi di tutti. La nostra qualità ed il ritmo di gioco sono stati alti anche domenica scorsa, noi però puntiamo a elevarli giorno dopo giorno ».

Seconda trasferta consecutiva e ultimo impegno dell’anno lontano da casa per la Bosca S.Bernardo Cuneo, che domenica affronterà la Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta. Per le biancorosse si tratta di una sfida che, insieme a quella casalinga di giovedì 26 con la Bartoccini Fortinfissi Perugia, può rappresentare una chiave di volta della stagione. Terzultima posizione in classifica per le piemontesi con 9 punti, uno in più delle rosanero. Due le ex tra le fila delle campane: la schiacciatrice portoricana Aurea Cruz, che guidò le ‘gatte’ nella prima esaltante avventura nella massima serie, e la palleggiatrice Ludovica Dalia, che vestì la maglia biancorossa nella stagione 2017/2018. Le altre ex del confronto sono la centrale cuneese Laura Frigo, che nella passata stagione fu tra le protagoniste della promozione di Caserta in Serie A1, e Beatrice Agrifoglio.

« In questa settimana ci siamo concentrate su di noi per ritrovare le nostre sicurezze tecniche, che sono i punti di forza a cui aggrapparsi nei momenti di difficoltà in partita – spiega Laura Frigo, centrale cuneese -. Dovremo fare molta attenzione alle due schiacciatrici di Caserta, in particolare ad Alexa Gray, un vero e proprio faro per le campane. La mia stagione a Caserta è stata un’esperienza molto formativa dentro e fuori dal campo con un processo di crescita e la vittoria finale, per cui la porto nel cuore. Nelle prossime due partite con Caserta e Perugia dobbiamo dimostrare il nostro valore e conquistare sei punti ».

Alla ricerca del quarto posto la Savino Del Bene Scandicci, che proverà a sfruttare il fattore casa per avere la meglio sulla Banca Valsabbina Millenium Brescia. Reduce dalla terza vittoria consecutiva in Champions League, la formazione di Marco Mencarelli vuole recuperare una posizione entro la fine del girone per poter disputare nel proprio Palasport il quarto di finale di Coppa Italia. Di fronte le bresciane di Enrico Mazzola, che con cinque sconfitte consecutive, di cui quattro per 1-3 pur in vantaggio per 1-0, sono scese fino all’undicesimo posto in classifica. L’obiettivo della squadra è dunque quello di interrompere il filotto e riprendere il feeling con la vittoria che manca dallo scorso 3 novembre (3-0 a Firenze).

« E’ un periodo molto complicato per noi e ne siamo consapevoli – spiega Valeria Caracuta, palleggiatrice della Millenium ed ex della sfida -. Siamo in un campionato di un livello molto alto e ovviamente è normale che ci siano delle difficoltà ma stiamo cercando di lavorare di squadra per capire cosa succede mentalmente e tecnicamente dopo i primi due set. Vogliamo trovare delle soluzioni per uscire da questo momento e sono sicura che le troveremo. Per affrontare Scandicci sicuramente servirà determinazione in tutti i fondamentali. Coraggio in battuta in primis, perché con la sfera in mano alla palleggiatrice hanno un gioco veramente di altissimo livello, quindi dovremmo partire da lì per provare a contrastare il loro gioco. Dopodiché, come ho detto prima, determinazione e spensieratezza in tutto quello che sarà il nostro gioco ».

PROGRAMMA E ARBITRI DELLA 12a GIORNATA-

Sabato 21 dicembre, ore 20.30

Igor Gorgonzola Novara – Èpiù Pomì Casalmaggiore  Arbitri: Lot-Vagni

Domenica 22 dicembre, ore 17.00

Savino Del Bene Scandicci – Banca Valsabbina Millenium Brescia  Arbitri: Goitre-Saltalippi 

Unet E-Work Busto Arsizio – Lardini Filottrano  Arbitri: Curto-Florian 

Il Bisonte Firenze – Imoco Volley Conegliano  Arbitri: Braico-Sobrero 

Reale Mutua Fenera Chieri – Zanetti Bergamo  Arbitri: Piana-Pozzato 

Bartoccini Fortinfissi Perugia – Saugella Monza  Arbitri: Canessa-Carcione  Golden

Tulip Volalto 2.0 Caserta – Bosca S.Bernardo Cuneo  Arbitri: Rolla-Talento 

LA CLASSIFICA-
Imoco Volley Conegliano 30; Unet E-Work Busto Arsizio 27; èpiù Pomì Casalmaggiore 22; Igor Gorgonzola Novara 20; Savino Del Bene Scandicci 19; Saugella Monza 18; Il Bisonte Firenze 18; Zanetti Bergamo 15; Lardini Filottrano 14; Reale Mutua Fenera Chieri 13; Banca Valsabbina Millenium Brescia 11; Bosca S.Bernardo Cuneo 9; Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta 8; Bartoccini Fortinfissi Perugia 7.

Commenti