Volley A1 femminile
0

Alice Turco seconda regista di Cuneo

La ventenne friulana è stata ingaggiata per fare da vice all'altro nuovo acquisto Noemi Signorile

Alice Turco seconda regista di Cuneo

CUNEO- Esperienza e gioventù: la cabina di regia della Bosca S.Bernardo Cuneo 2020/2021 sarà caratterizzata da questo mix. Dopo l’arrivo di Noemi Signorile la società di via Bassignano annuncia l’ingaggio della ventenne palleggiatrice friulana Alice Turco, reduce dalla prima stagione in Serie A1 con Il Bisonte Firenze.

LA CARRIERA-

Turco, nata il 4 febbraio 2000 a Talmassons (Udine), 178 centimetri di altezza, si avvicina alla pallavolo nel club del suo paese, con il quale esordisce quattordicenne in Serie B2 nel 2014. Nel 2015 il trasferimento al Chions Fiume Volley, dove disputa una stagione in Serie D e una in Serie B2, poi nel 2017 il passaggio al Club Italia. Parallelamente arrivano anche le prime convocazioni con le nazionali giovanili azzurre: con l’Under 18 vince il Torneo delle Otto Nazioni e il Festival Olimpico della Gioventù Europea, poi con la squadra federale debutta in Serie A2 a diciassette anni. Nel 2018/2019 ancora una stagione in Serie A2 con l’Itas Città Fiere Martignacco e infine l’anno scorso l’approdo a Firenze con una campionessa come Laura Dijkema a cui rubare i segreti del mestiere. A Cuneo Turco, che a settembre sosterrà l’esame di maturità per ottenere il diploma di Tecnico dei servizi commerciali, ritroverà la schiacciatrice Alice Degradi, con la quale ha condiviso la prima parte della passata stagione in riva all’Arno.

LE PAROLE DI ALICE TURCO-

«Il progetto della società, improntato su una rosa giovane, mi ha convinta immediatamente. So che devo ancora crescere tanto, e farlo con un punto di riferimento come Noemi Signorile, una palleggiatrice che da ragazzina ammiravo in televisione, sarà una grande opportunità. Il match dello scorso 16 febbraio al Pala UBI Banca mi ha lasciato il ricordo di uno dei palazzetti più belli mai visti e di un tifo caloroso, che anche da avversaria scaldava il cuore; non vedo l’ora di provare cosa significhi averlo dalla propria parte».

Tutte le notizie di Volley A1 femminile

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti