Firenze travolge Casalmaggiore

La squadra di Mencarelli soffre soltanto nel secondo set ma si impone 3-0 (15-12; 32-30; 25-21) sulle casalasche che perdono Partenio per infortunio
Firenze travolge Casalmaggiore© E' Pi Casalmaggiore

FIRENZE- Il primo successo per 3-0 della stagione, nell'anticipo della 12a giornata, ha un’importanza capitale per Il Bisonte Firenze, che grazie ai tre punti raccolti supera in classifica la È Più Casalmaggiore, che perde per infortunio Partenio, e si presenta nel migliore dei modi alle ultime due partite del girone d’andata. Ma al di là dei punti, sono la prestazione e l’atteggiamento a regalare segnali importanti sui progressi della squadra: dominato il primo set in maniera netta, nel secondo le bisontine sono riuscite a trovare quello spunto che forse era sempre mancato nelle partite precedenti, annullando cinque set point e chiudendo addirittura sul 32-30, per poi controllare il tentativo di reazioni delle ospiti nel terzo prima dell’allungo finale. Insomma, numeri importanti (12 muri totali di cui 4 a testa di Kone e Guerra, 67% di efficienza in ricezione di squadra e solo 4 errori in battuta), la regia ispiratissima di Cambi ma anche grande testa e cuore, in una partita che purtroppo ha visto anche l’infortunio di Partenio a fine secondo set, uscita fra le lacrime e a cui va l’in bocca al lupo di tutta la società.

Marco Mencarelli deve ancora fare a meno di Alberti (a referto per onor di firma) e Hashimoto, e parte con Cambi in regia, Nwakalor opposto, Van Gestel e Guerra in banda, Kone (sostituita in seconda linea per tutta la partita da Panetoni con il cambio under) e Beliën al centro e Venturi libero, mentre Parisi risponde con Ananda in palleggio, Rosamaria opposto, Partenio e Vasileva schiacciatrici laterali, Stufi e Melandri al centro e Sirressi libero.

Il primo break del match è firmato da una scatenata Guerra, con due muri su Stufi e un grande attacco da posto 4 (7-3 e time out Parisi), poi Panetoni tira su due palloni clamorosi e Belien la premia con il mani-out del 9-3: fra le ospiti entra in partita Rosamaria ma Il Bisonte è implacabile con Kone e Van Gestel servite perfettamente da Cambi e sul 15-7 Parisi deve di nuovo fermare il gioco. Ma al rientro l’inerzia non cambia: Firenze funziona in tutti i fondamentali e allunga ancora con Nwakalor (otto punti nel set con l’85%), Van Gestel e Cambi (20-9), Parisi inserisce Bajema, Ciarrocchi, Bonciani e Vanzurova, ma le bisontine non rallentano e Guerra chiude 25-12.

Il Bisonte parte fortissimo anche nel secondo set con una super Van Gestel e con una ispiratissima Cambi (6-1): Parisi chiama time out e cambia la regia (Bonciani per Ananda) e la sua squadra ha la prima vera reazione del match, con Vasileva che picchia forte per il 6-6 e Mencarelli che decide di parlarci su. Casalmaggiore trova il primo vantaggio sull’11-12 con un muro di Vasileva, la partita adesso è equilibrata e molto bella, ma dopo una lunga serie di cambi palla è un muro di Rosamaria a creare il primo break per il 17-19 e il conseguente time out di Mencarelli. Al rientro Il Bisonte impatta subito con Kone e Nwakalor, poi sorpassa con l’attacco out di Partenio (20-19), ma Casalmaggiore risponde e riallunga sul 20-22: quando Nwakalor sbaglia la battuta per il 22-24 sembra finita, ma la stessa Nwakalor e Guerra impattano e Parisi chiama time out (24-24). Le ospiti si costruiscono altri due set point, Guerra li annulla entrambi con un muro e un attacco (26-26), poi è Kone a regalare la prima palla set a Firenze, con Partenio che la annulla con un mani-out (visto solo grazie al videocheck) facendosi però male in ricaduta: dopo qualche minuto di grande tensione emotiva, Partenio esce fra gli applausi dei presenti e fa spazio a Vanzurova (27-27), con Il Bisonte che al termine di un’incredibile altalena (altri due set point per Firenze e uno per la ÈPiù) chiude grazie alla doppia in palleggio di Vanzurova (32-30).

Nel terzo c’è Bajema per l’infortunata Partenio, ma le bisontine non vogliono concedere nulla e provano subito la fuga con l’ace di Panetoni (primo punto con Il Bisonte) e Belien (7-4), anche se Casalmaggiore le riaggancia subito (7-7): altro giro altro allungo con Guerra e Kone (12-9), Parisi chiama time out e la sua squadra risponde bene con Rosamaria e Bajema (16-15), ma poi Firenze reagisce di nuovo con il muro di Guerra e sul 19-15 Parisi ferma di nuovo il gioco. Al rientro si scatena Kone con due muri consecutivi (21-15) ed è l’allungo decisivo, perché Nwakalor procura cinque match point (24-19), e al terzo è Belien col primo tempo a chiudere 25-21.

I PROTAGONISTI-

Marco Mencarelli (Allenatore Il Bisonte Firenze) - « Abbiamo giocato bene, non con continuità ma bene, prendendo spesso dei piccoli vantaggi: loro rientravano ma non hanno mai saputo approfittare in pieno dei momenti nei quali non facevamo le cose con ordine, e questo ci ha permesso di tenere tutto sotto controllo e di andare con convinzione a chiudere i punti. Il secondo set in particolare ci ha dato una bella iniezione di fiducia, perchè era quel tipo di set in cui in passato facevamo fatica a lottare fino alla fine, poi nel terzo la parte di equilibrio che c'è stata è stata gestita con atteggiamenti che denotano positivamente l'aspetto morale della difesa, che è sempre un termometro di quanto la squadra voglia davvero il risultato. Nella nostra classifica qualsiasi punto che prendiamo è importante, e di questo dobbiamo essere consapevoli per scendere in campo ogni giorno con l'idea di portarsi a casa qualcosina ».

IL TABELLINO-

IL BISONTE FIRENZE – VBC E’PIU’ CASALMAGGIORE 3-0 (25-12 32-30 25-21)

IL BISONTE FIRENZE: Guerra 16, Kone 7, Nwakalor 21, Van Gestel 15, Belien 4, Cambi 5, Venturi (L), Panetoni 1. Non entrate: Alberti, Lapini, Acciarri, Lazic, Enweonwu. All. Mencarelli.

VBC E’PIU’ CASALMAGGIORE: Partenio 3, Melandri 4, Montibeller 12, Vasileva 14, Stufi 4, Marinho, Kosareva (L), Bajema 6, Bonciani 4, Vanzurova 3, Ciarrocchi, Maggipinto, Sirressi. All. Parisi.

ARBITRI: Santi, Rolla.

NOTE – Durata set: 20′, 42′, 24′; Tot: 86′.

Commenti