Volley A1 femminile
0

A1 Femminile, fanno festa Monza, Cuneo e Scandicci

La squadra di Gaspari batte Perugia in rimonta. Vittorie al tie break per quelle di Pistola e Barbolini rispettivamente contro Busto Arsizio e Brescia

A1 Femminile, fanno festa Monza, Cuneo e Scandicci
© Legavolley Femminile

ROMA- Due tie break su tre partite giocate nel pomeriggio di oggi e valevoli per la 12a giornata di A1 Femminile. Vincono al quinto la Savino Del Bene Scandicci, che fatica oltre il dovuto contro la Banca Valsabbina Brescia, e la Bosca S.Bernardo Cuneo sull’Unet E-Work Busto Arsizio. Più netta anche se  comunque sofferto il successo della Saugella Monza sulla Bartoccini Fortinfissi Perugia.

LE TRE SFIDE-

SAVINO DEL BENE SCANDICCI – BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA-

Riaccendere i motori. Era questo l’obiettivo della Savino Del Bene che riesce a vincere contro Brescia ma non senza difficoltà. Prima dello stop obbligato dal coronavirus, Scandicci veniva da due partite al quinto set e anche in questo caso ha vinto la dura legge del tie break.

Un 3-2 che porta due punti in cascina ma che, soprattutto, riporta in campo la squadra di Barbolini prima dell’ennesimo tour de force.

Scandicci sfida Brescia con Malinov opposta a Stysiak, Popovic e Lubian al centro, Pietrini e Courney in banda e Carocci come Libero.

Mazzola risponde con la coppia Bechis-Nicoletti, le italiane Veglia e Berti al centro, Jasper e l’ex Roma Cvetnic in banda e Francesca Parlangeli come libero.

Le ragazze di Barbolini partono subito in quinta con un uno-due firmato Pietrini, Popovic è efficace al servizio e la fuoriclasse toscana ne fa tre (3-0). Il quarto punto è made in Poland con Stysiak che innesca il braccio.

Il parziale scivola veloce sul 5-1, Stysiak tira fuori il succo ACE e sul 7-1 coach Mazzola prende tempo.

Stysiak è una sentenza e trova un altro servizio vincente, ma la serie si ferma sul 9-2.

Brescia prova ad alzare la china con Jasper e Nicoletti (10-4), ma Lubian c’è e risponde presente. Proprio la piemontese sbaglia il servizio successivo ma Popovic sigla il 12-5.

Sempre la serba firma anche il tredicesimo punto toscano dopo due grandi salvataggi. Le lombarde sono lì, ma Stysiak e Lubian si trovano perfettamente con Malinov e lo score va sul 16-9 in men che non si dica.

La polacca colpisce ancora al servizio (17-9), ma Jasper suona la carica. Mazzola cambia Nicoletti per Decortes e Bridi per capitan Bechis e sempre l’olandese va a segno (20-12). Elena Pietrini la schianta in diagonale e Scandicci si avvia a concludere il set in tutta facilità con la bomba firmata Popovic del 25-13.

Le leonesse ferite provano a ruggire (0-2) ma Pietrini c’è e sigla il primo punto in diagonale. La Savino Del Bene Scandicci sbaglia con Popovic al servizio e le ospiti iniziano a crederci.

Brescia macina sull’asse Bechis-Nicoletti ma l’astuzia di Popovic fa trovare il pareggio alle toscane (4-4). Al PalaRialdoli si gioca punto a punto con Jasper che si accende e Stysiak che la emula (6-6). L’olandese spara sulla rete, ma la partita è aperta. Nicoletti è velenosa e le lombarde reggono nonostante i colpi di Courtney e Stysiak.

Sul 10-10 la partita si accende, ma grazie alla grinta di Nicoletti e Cvetnic Brescia è lì. Punto su punto, attacco su attacco, errore su errore sul 15-15 firmato sempre dall’ex Conegliano, le ospiti allungano in maniera vistosa fino al 16-21 che costringe Barbolini a fermare tutto.

Markovic, entrata da poco, spara out ma Stysiak fa 17. Mazzola cambia l’ex Roma Cventic per Biganzoli ma Pietrini alza il muro per il -4.

Mina Popovic si fa sentire a rete (19-22), ne fa un altro e Mazzola è costretto a prender tempo. Marrit Jasper non ci sta e colpisce il muro fuori tempo. Stysiak tiene a galla Scandicci (21-23), ma le bresciane vanno a segno per il set point.

Coach Barbolini inserisce dentro anche Drewniok, ma il set finisce sul 22-25 con Nicoletti che chiude come top scorer del parziale.

Si riparte da Magdy Stysiak in diagonale (1-0), Brescia risponde ma Lubian fa il 3-2. Il pareggio arriva con il tocco a muro, ma Stysiak è efficace e confeziona un nuovo vantaggio. La polacca è on fire e si innesca portando in vantaggio Scandicci.

Sul 6-6, con due assoli di Jasper la gara sembra uguale al set precedente ma con Pietrini e Lubian la Savino Del Bene allunga (11-9) e poi dilaga sul 17-11 grazie a i colpi di Stysiak e Courtney. Barbolini, intanto, aveva inserito Bosetti per Markovic. Il 18esimo punto è firmato dalla solita Stysiak ma Jasper è sempre velenosa (18-13).

Mina Popovic risponde presente in fast, Bosetti difende bene e Scandicci vola sul 21-15. Mazzola mischia le carte cambiando l’asse Palleggiatrice-Opposta e trova il 21-17 con Decortes.

Courtney però non ci sta e spara fortissimo sulle mani del muro, Malinov trova un punto fantasioso volando e il set si chiude con Popovic in cielo per il 25-18.

Il quarto set è aperto dalla solita Stysiak ma Brescia c’è e non vuole sbagliare. Botezat spara out il servizio (2-2) ma le lombarde alzano i toni con Nicoletti e Jasper costringendo a far chiamare tempo a Barbolini (2-5). Nicoletti trova l’ace ma poi, sia lei che l’olandese sparano out (4-7).

Le leonesse non si fermano trovando varchi nella difesa scandiccese (5-9), la capitana Malinov prova a suonare la carica ma manda fuori costringendo Barbolini all’ennesimo time-out (5-11).

Stysiak c’è, Lubian no e manda fuori un servizio in maniera rocambolesca (6-12). Bechis cerca il fondo ma non lo trova; Scandicci sbaglia tanto e Brescia vola sul 8-14 dichiarando la volontà di arrivare al tie break.

Cvetnic sbaglia il servizio, ma Botezat dice 15 portando Scandicci sul -6. Popovic si fa sentire in elevazione per il decimo punto e Barbolini inserisce Samadan per Lubian.

Un ping pong favorisce le ragazze di Mazzola che con Nicoletti al servizio trovano un punto da deboli di cuore (10-17).

Il tabellone recita 11-18 e Stysiak, forzando il servizio, avvicina le lombarde al set corto. Barbolini inserisce Camera-Drewniok per Malinov-Stysiak. L’olandese Jasper è una furia e Brescia arriva sul +10 (11-21). La tedesca prova a far sorridere Scandicci ma il set si chiude sul 14-25 con un dominio totale lombardo.

Il set breve si apre con Stysiak in parallela, ma Botezat fa pari. Popovic si fa sentire bucando il muro di Nicoletti (2-1), ma le leonesse trovano due errori toscani e vanno in vantaggio 2-3. Brescia allunga con Jasper che, ancora una volta, trova l’errore difensivo e l’ace (3-5). Scandicci accorcia ma Nicoletti passa sempre in pipe.

Stysiak è lucida dopo uno scambio lunghissimo 5-6 e Popovic ci mette la manona sull’attacco orange per il 6-6. Il pari resta anche sul 7-7 ma Botezat sigla il punto del cambio campo.

Magdalena Stysiak fa il punto del pari e la situazione di equilibrio perdura anche sul 9-9 quando Brescia allunga ancora. Nicoletti regala un servizio, Mazzola ferma ma sul 12-12 Brescia sbaglia e la Savino Del Bene confeziona la vittoria finale con il quindicesimo punto messo a segno dalla solita Stysiak.

I PROTAGONISTI- 

Massimo Barbolini (Allenatore Savino Del Bene Scandicci)- « Una partita non bella, c’è rammarico per non aver saputo approfittare quando abbiamo giocato bene. Nel primo set hanno fatto fatica ad entrare in partita, sono una squadra che sa giocare a pallavolo, e se lasci qualcosa poi prende tutto. Dobbiamo migliorare, in qualche situazione, a muro abbiamo fatto fatica nonostante siamo stati con percentuali alti in attacco. Dobbiamo lavorare, migliorare e prendiamo questi due punti perché per come si era messa, con un tie break punto a punto, era quasi un vantaggio per loro ».

Alexandra Botezat (Banca Valsabbina Brescia)- « Siamo partite timorose, però poi abbiamo acquisito sicurezza e buon gioco, esprimendolo nel corso dei 5 set. Siamo sulla strada giusta: stiamo giocando molto, con tanti tie-break, il che significa che siamo in continuo allenamento. Incontro dopo incontro stiamo trovando sempre più consapevolezza e forza nei nostri mezzi. Non ci arrendiamo mai, per questo siamo chiamate “Leonesse” e questo ci contraddistingue. Dobbiamo provarci sempre fino alla fine, qualsiasi sia l’esito ».

 IL TABELLINO-

SAVINO DEL BENE SCANDICCI – BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA 3-2 (25-13 22-25 25-18 14-25 15-13)

SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Courtney 9, Popovic 12, Stysiak 27, Pietrini 14, Lubian 7, Malinov 3, Carocci (L), Drewniok 2, Bosetti 1, Markovic 1, Samadan, Camera. Non entrate: Cecconello. All. Barbolini.

BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA: Cvetnic 17, Veglia 3, Nicoletti 19, Jasper 20, Berti 6, Bechis 3, Parlangeli (L), Botezat 6, Decortes, Bridi, Biganzoli, Pericati. Non entrate: Angelina, Sala. All. Mazzola.

ARBITRI: Carcione, Marotta.

NOTE – Durata set: 22′, 31′, 25′, 23′, 20′; Tot: 121′.

SAUGELLA MONZA – BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA-

Domenica da tre punti per la Saugella Monza di Marco Gaspari, che nella dodicesima giornata di andata della Serie A1 femminile 2020-2021 batte per 3-1 la Fortinfissi Bartoccini Perugia. All’Arena di Monza arriva il quarto successo consecutivo per Heyrman e compagne, sesto di fila casalingo in campionato che significa imbattibilità in Brianza finora, al termine di un match tirato contro un avversario ostico e dalle grandi qualità. A dimostrare il suo valore, infatti, Perugia non ci mette molto. Le ospiti firmano break importanti nel prologo di gara, recuperandone altri firmati dalle monzesi, arrivando a chiudere a suo favore il primo parziale ai vantaggi. Le monzesi però non stanno a guardare, approcciando il secondo col piglio giusto: Meijners e Van Hecke fanno la voce grossa in attacco, Danesi (MVP del match con 12 punti di cui 6 muri) ed Heyrman salgono d’intensità a muro e le rosablù vincono il set. Perugia perde qualcosa in termini di entusiasmo e lucidità ma continua a tenere testa alle lombarde anche nella terza frazione prima e nella quarta poi, vinte entrambe dalle padrone di casa grazie alle bordate di una positiva Orthmann e alle importanti difese di Parrocchiale. Per Monza un successo importantissimo che vuol dire aggancio a Novara al secondo posto e iniezione di fiducia in vista della trasferta di Brescia sabato prossimo.

Gaspari sceglie Orro al palleggio, Van Hecke opposto, Meijners e Begic schiacciatrici, Danesi ed Heyrman centrali, Parrocchiale libero. Mazzanti risponde con Di Iulio in diagonale con Ortolani, Havelkova e Carcaces bande, Koolhaas e Aelbrecht al centro e Cecchetto libero. Break delle ospiti guidato da Havelkova, 5-3, le monzesi reagiscono con il muro di Heyrman su Ortolani, ma Koolhaas, Carcaces ed il fallo di Van Hecke in attacco coincidono con l’allungo Bartoccini Fortinfissi, 8-4, ed il time-out Gaspari. Le padrone di casa salgono di intensità a muro: prima Meijners ferma Ortolani, poi Orro e Danesi ne piazzano uno a testa su Carcaces, 9-9 e time-out Perugia. Equilibrio fino al 10-10, poi pallonetto vincente di Meijners ed ace di Orro a valere il break Saugella, 12-10. Le ospiti pareggiano però con Ortolani e Aelbrecht, passando avanti grazie all’errore di Meijners dopo il primo tempo di Koolhaas, 15-13. Van Hecke ed Heyrman alzano la voce per Monza (16-16), ma arriva un altro break di Perugia, 18-16, con Carcaces. Muro di Heyrman su Ortolani, ace di Begic, lampo di Meijners, errore di Ortolani: controsorpasso Saugella, 20-18, e time-out chiamato da Mazzanti. Meijners tiene avanti le sue, Carcaces le risponde, Danesi non sbaglia dal centro (23-21 Monza), ma Ortolani e Havelkova firmano la parità (23-23) e Gaspari chiama time-out. Punto a punto di grande intensità (26-26), poi muro di Carcaces su Van Hecke dopo la pipe di Havelkova: 28-26 Perugia.

Confermati alla ripresa i sestetti di inizio gara. Due bordate di Meijners (anche un ace) ed una giocata a testa di Heyrman e Danesi valgono l’allungo Saugella, 4-1. Ortolani spezza il filotto lombardo, ma Heyrman le risponde prontamente (6-3). Pallonetto vincente di Havelkova ad avvicinare la Bartoccini Fortinfissi (7-6), ma Meijners e Orro (ace) piazzano il break monzese, 9-6, e Mazzanti ferma il gioco. Danesi e Van Hecke schiacciano per la Saugella Monza, Ortolani tiene in corsa Perugia (13-10). Entrano anche Carraro e Orthmann per Orro e Van Hecke: le monzesi spingono forte ma Perugia tiene il passo con Carcaces (14-11). Muro di Danesi su Ortolani, poi di Van Hecke su Havelkova e la Saugella vola sul 17-13 costringendo Mazzanti al time-out. Muro di Danesi su Havelkova, palla out di Carcaces, invasione di Perugia e 20-15 Saugella Monza. Entra Agrifoglio per Di Iulio tra le umbre: fallo al palleggio per l’alzatrice e 22-17 per le padrone di casa. Finale tutto monzese, con la squadra di Gaspari brava a gestire il vantaggio e a chiudere il gioco, 25-20.

Nel terzo set non cambiano le interpreti. Monza mette subito il turbo con Meijners e Begic (5-2), Havelkova risponde per Perugia, ma Saugella nuovamente a segno complice qualche sbavatura ospite (8-4). La Bartoccini Fortinfissi rientra con Koolhaas, Aelbrecht e l’errore di Meijners (9-8), pareggiando poi con Ortolani (10-10). Dentro Orthmann per Begic: la tedesca fa subito centro dopo il primo tempo di Danesi, Havelkova pesta la seconda linea ed è 13-10 Saugella con Mazzanti che ferma il gioco. Entra Angeloni per Carcaces nella fila umbre, ma Meijners e Orthmann salgono di intensità sia in attacco che a muro, 17-11. Heyrman spara out, poi esce per Squarcini, Orthmann sbaglia e Gaspari ferma il gioco sul 17-14 per le sue. Havelkova spezza il momento no delle sue, ma Orthmann le risponde prontamente (18-15 Monza). Errore in battuta di Orthmann, poi due muri di Ortolani su Meijners a valere la parità Perugia (18-18). Equilibrio fino al 19-19, poi Ortolani porta avanti le sue, 20-19, e Gaspari chiama time-out. Punto a punto fino al 21-21, momento in cui la Saugella schiaccia sull’acceleratore con Van Hecke e Orthmann (ottimo turno in battuta di Davyskiba) e chiude il gioco 25-23.

Confermata Orthmann per Begic tra le fila monzesi nel quarto set. Mazzanti schiera le stesse sei del primo parziale. Inizio in equilibrio condito da qualche errore per parte (6-6), poi la Saugella schiaccia sull’acceleratore con Van Hecke, Meijners e l’errore di Carcaces (9-6). Koolhaas al servizio agevola il rientro delle ospiti, brave a pareggiare i conti con Carcaces (9-9), ma l’equilibrio viene prontamente spezzato da Orthmann e Van Hecke (12-10) e Mazzanti ferma il gioco. Van Hecke non sbaglia (13-10), Meijners la imita bene dopo il primo tempo di Aelbrecht (14-11 Saugella). Invasione delle umbre, muro di Heyrman su Havelkova (16-12) e Mazzanti ferma il gioco. Palla out di Koolhaas, giocata di Heyrman e Monza scappa sul 18-12. Dentro Angeloni per Carcaces tra le fila della Bartoccini Fortinfissi, che tenta di riavvicinarsi con Havelkova, 18-14. Ace di Orthmann, poi errore di Van Hecke ed invasione di Orro (20-16) e Gaspari chiama time-out. Muro di Ortolani su Meijners (20-17), ma Begic in attacco e Danesi a muro spezzano il filotto di Perugia (22-17). Nel finale timida reazione delle ospiti con Ortolani e Koolhaas (ace), ma Saugella brava a sprintare, aggiudicandosi set, 25-22, e gara 3-1.

I PROTAGONISTI-

Anna Danesi (Saugella Monza)- « Sono tre punti molto importanti per noi. Sapevamo che Perugia non sarebbe stata la squadra dei quattro punti in classifica, visto che hanno buone potenzialità e nel primo set infatti si è visto. Nel terzo forse le abbiamo fatte rientrare noi in partita, quindi alla fine è risultata più difficile di quello che ci aspettavamo. E’ una vittoria che volevamo e che ci dà entusiasmo e morale. Dobbiamo cercare di accumulare più punti possibili, provando a farne qualcuno in più in trasferta ».

Serena Ortolani (Bartoccini Perugia)- « Sono comunque positiva perché stiamo crescendo, abbiamo avuto molti alti e bassi però abbiamo fatto vedere anche delle cose belle. Sono convinta che cresceremo ancora di più, abbiamo il margine per poterlo fare, la cosa più importante ora è restare unite e positive perché veniamo da molte sconfitte ed una sola vittoria nell’ultimo periodo. Partite come queste comunque fanno molto bene sia dal punto di vista del ritmo che per quello che si può imparare affrontando una squadra di alto livello come Monza, che ha un grande organico ed una panchina lunga, con molti cambi di alto livello, per noi come dicevo è servito comunque per valutarci e crescere. L’obbiettivo ora è fare più punti possibili per toglierci dal fondo della classifica perché penso che non ce lo meritiamo, dovremo sicuramente lavorare ancora tanto e mettere anche un poco in più di spensieratezza, perché in alcune situazioni sembra che abbiamo il freno a mano tirato per così dire, oggi nel primo set è capitato anche a me, dobbiamo giocare divertendoci poi il talento verrà fuori da solo ».

IL TABELLINO-

SAUGELLA MONZA – BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA 3-1 (26-28 25-20 25-23 25-21)

SAUGELLA MONZA: Orro 3, Meijners 16, Danesi 12, Van Hecke 21, Begic 6, Heyrman 10, Parrocchiale (L), Orthmann 10, Squarcini, Davyskiba, Carraro. Non entrate: Negretti, Obossa. All. Gaspari.

BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA: Carcaces 11, Aelbrecht 7, Di Iulio 2, Havelkova 15, Koolhaas 10, Ortolani 18, Cecchetto (L), Angeloni, Casillo, Agrifoglio. Non entrate: Mlinar, Rumori, Scarabottini. All. Mazzanti.

ARBITRI: Prati, Braico.

NOTE – Durata set: 35′, 34′, 33′, 32′; Tot: 134′.

BOSCA S.BERNARDO CUNEO – UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO-

Come sette giorni fa a Bergamo la Unet e-work Busto Arsizio torna dalla trasferta, questa volta da Cuneo, con una sconfitta per 3-2 per mano di una Bosca S.Bernardo Cuneo più forte di tutto, anche del Covid. Alla fine meritata la vittoria delle padrone di casa che, al rientro dopo lo stop per il virus, hanno già mostrato una buona pallavolo, trascinate da una super Sonia Candi (MVP, 19 punti) e dalle prestazioni offensive di Degradi (20), Bici (18) e Zakchaiou (17 con 5 muri). Alle farfalle non sono bastati i 25 punti di una Gray ancora in crescita e sicuramente la migliore giocatrice UYBA della giornata, i 22 di Mingardi e gli spunti di Stevanovic (12 con 4 muri). Nonostante l'ottima prestazione di Leonardi, sia in rice che in difesa e una seconda linea equilibrata anche dagli ingressi di Chiara Cucco per Gray, la UYBA ha incassato oggi la quinta sconfitta su sette incontri disputati. Sotto 2 set a uno, Fenoglio ha giocato anche la carta Bonelli, sicuramente più rodata di Poulter con le compagne e capace di buone soluzioni al suo ingresso. Nel quinto set determinanti per Cuneo la grinta di una scatenata Degradi e di una sorprendente Zakchaiou.

Da segnalare che la UYBA si è presentata senza Francesca Piccinini, a riposo precauzionale per un risentimento al ginocchio.

Pistola parte con Signorile - Bici, Candi - Zakchaiou, Degradi - Ungureanu, libero Zannoni.  Fenoglio inizia invece con Poulter - Mingardi, Olivotto - Stavanovic, Gennari - Gray, Leonardi libero.

Nel primo set Cuneo serve forte in avvio con Degradi e Zakchaiou  (3-1), mentre Stevanovic attacca largo il 4-1. Bici e il muro di Candi fanno 6-2, Ungureanu tira forte il 7-2 e, dopo il cambiopalla di Stevanovic, anche l'8-3. Olivotto e Mingardi provano a dare la scossa (10-6), con la centrale che firma anche l'ace del 10-7. Gennari cresce (11-8), il muro di Ungureanu tiene alte le quotazioni piemontesi (12-8), Gray tiene le farfalle a -1 (13-10, 14-11). Mingardi e l'out di Degradi riportano vicina la UYBA (15-13), ma Zakchaiou riporta presto a +4 le padrone di casa e fa chiamare tempo a Fenoglio (17-13). Gennari non ci sta (17-15), Poulter trova di prima intenzione il -1 (18-17 dentro Giovannini per Degradi), ancora la capitana va a segno agevolata da un super servizio di Mingardi (18-18 time-out Pistola). Ungureanu tre volte trova un nuovo break (21-18), Bici con il mani-out fa 22-19, Cuneo sembra volare ma il muro di Poulter fa chiamare ancora tempo a Pistola (22-21). Candi non sbaglia la fast del 23-21 (rientra Degradi), ma poco dopo attacca largo il 23-23; Degradi trova il vincente del 24-23 (time-out Fenoglio), Mingardi attacca out il 25-23. 

A tabellino Ungureanu 7, Candi 5, Bici 4, Gennari e Gray 4.

Si riparte con i 6+1 iniziali e questa volta la UYBA comincia meglio (1-4 Mingardi), con il muro di Poulter fa subito chiamare time-out a Pistola (2-6). Candi e il muro piemontese portano al 4-6, Degradi tiene incollate le padrone di casa (5-7), mentre Olivotto si trova alla perfezione con Poulter per il 5-8. Sul 6-9 Pistola inserisce Strantzali per Ungureanu e la greca va subito a segno (7-9), Bici trova il -1 (8-9), ma Poulter (ancora con il muro) respinge l'assalto (8-11). Gray d'astuzia firma il 9-13, Stevanovic il 10-14, di nuovo Gray chiude il 10-15 (tempo Pistola). Stevanovic va a segno anche col servizio (10-16), Degradi trova cambiopalla (11-16), ma le farfalle sono padrone del campo e murano con Olivotto l'11-18 (dentro Turco per Signorile). Il set è completamente in discesa, nel finale c'è spazio anche per Chiara Cucco in seconda linea, Gray trova il 17-24, Mingardi chiude 18-25.

A tabellino: Mingardi 5, Gray 4, Bici e Degradi 3.

Pistola nel terzo rimette in campo il 6+1 di inizio gara e questa volta si parte in equilibrio (4-4); Signorile pasticcia e regala il 4-6, ma Cuneo c'è: Bici risponde a Mingardi (7-7) che cresce col passare dei minuti e spinge avanti le farfalle (8-9). Per le padrone di casa Degradi è il terminale ora più efficace (10-10), con Ungureanu sempre positiva per la doppietta del 14-12 (tempo Fenoglio). Bici allunga ancora (15-12), Gray e Mingardi suonano la carica (15-14), ancora Bici passa per il 16-14. La UYBA lotta e pareggia con Mingardi (17-17 tempo Pistola), ma Degradi e il muro di Zakchaiou fanno 20-18. Gray ritrova ancora il pari (20-20), il muro di Bici fa sognare ancora Cuneo e fa chiamare tempo a Fenoglio (22-20); Stevanovic regala il 23-20, Gray riaccende la speranza (23-22 time-out Pistola) e passa anche per il 23-23, Zakchaiou inchioda il 24-23, la solita Gray annulla (24-24). Ai vantaggi la UYBA regala il 25-24, Ungureanu chiude 26-24.

A tabellino: Gray e Mingardi 9 a testa, Zakchaiou 6.

Nel quarto set la UYBA torna in campo con grinta e con la coppia Mingardi-Stevanovic si porta avanti subito 1-4. Cuneo non molla e mura con Degradi il 3-4, mentre Zakchaiou stupiste al centro con l'attacco del 4-5. Gray salta altissimo per il 4-6, ma poco dopo prende muro da Ungureanu (6-6); la canadese realizza l'ace del 6-8, Candi si conferma in giornata con la fast dell'8-9 (dentro Bonelli per Poulter), ma la UYBA avanza con Gennari e grazie a due muroni di Stevanovic (8-12); Degradi chiude il lungo scambio che porta al 10-12, ma poi si prende un altro muro da Stevanovic (10-13) che va a segno anche con il servizio (10-14 fuori Degradi, dentro Giovannini). Zakchaiou e Candi tentano il recupero (13-15), con la cipriota che firma anche l'ace del 14-15. Bici mura il 15-15, poi Gray trova il cambiopalla (15-16), Ungureanu spara out il 15-17 e Pistola ferma il gioco. Al rientro in campo la numero 19 si fa perdonare con il grande attacco del 16-17, Candi pareggia (17-17 dentro ancora Cucco in seconda linea su Gray). La UYBA pasticcia in costruzione e regala il 18-17 (rientra Poulter), poi sul servizio di Escamilla, entrata per la battuta, Gennari supera ancora (18-19). Sul 19-19 rientra Degradi, ma la UYBA lotta e riallunga con Gennari (19-21 time-out Pistola), va a +3 con Stevanovic (20-23); Degradi recupera ancora con una doppietta (22-23), Turco tira in rete il servizio (22-24), Bici annulla il primo set-ball (23-24), Degradi firma l'ace del 24-24. Gray fa 24-25, Bici annulla (25-25), Mingardi chiude il lungo scambio che porta al 25-26, Candi e Signorile non si intendono e regalano il tie-break alla UYBA (25-27).

A tabellino: Stevanovic 7 (4 muri), Gray e Gennari 4, Candi e Degradi 6.

Nel tie break Cuneo parte bene con il muro di Degradi e approfittando dell'out di Stevanovic (2-0); Gray conferma la super serata con i primi due punti bustocchi (3-2), Mingardi pareggia (3-3), ma Zakchaiou a muro rilancia ancora le padrone di casa (5-3). Bici conferma il break (6-4), Degradi allunga in pipe (7-4), Zakchaiou tira un chiodone e porta al cambio campo (8-5). Mingardi al servizio realizza l'ace dell'8-7, Bici non sbaglia da posto 2 (9-7), Gray commette fallo in palleggio (10-7), Fenoglio chiama time-out. Bici passa ancora (11-7), Degradi realizza il +5 (13-8), Candi risponde a Gray (14-9), Zakchaiou chiude 15-10.

I PROTAGONISTI-

Andrea Pistola (Allenatore Bosca S.Bernardo Cuneo)- «La forma fisica non è evidentemente quella di inizio campionato, con tanta stanchezza e poca lucidità in alcune situazioni. Siamo comunque riusciti a portare a casa due punti contro una squadra molto buona soffrendo, come ci si poteva aspettare, ma anche con tanti spunti positivi. Una vittoria che dà morale e una spinta in più e che rappresenta una tappa importante per il nostro recupero di condizione»    

Camilla Mingardi (Unet e-Work Busto Arsizio)- « Sapevamo che Cuneo era un avversario molto valido, ma oggi hanno fatto meglio di noi, più decise. C'è rammarico perchè siamo arrivate punto a punto nei finali di set ma non siamo riuscite ad essere determinate e coraggiose come invece sono state loro. Dispiace, ma ci rimettiamo a lavorare per la partita di mercoledì ». 

IL TABELLINO-

BOSCA S.BERNARDO CUNEO – UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO 3-2 (25-23 18-25 26-24 25-27 15-10)

BOSCA S.BERNARDO CUNEO: Degradi 20, Zakchaiou 17, Bici 18, Ungureanu 13, Candi 18, Signorile, Zannoni (L), Fava 1, Strantzali 1, Giovannini, Turco. Non entrate: Gay, Battistino, Stijepic. All. Pistola.

UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: Olivotto 5, Mingardi 22, Gennari 11, Stevanovic 12, Poulter 3, Gray 25, Leonardi (L), Escamilla, Cucco, Herrera Blanco, Bonelli. Non entrate: Bulovic. All. Fenoglio.

ARBITRI: Goitre, Bassan.

NOTE – Spettatori: 15, Durata set: 33′, 23′, 30′, 34′, 15′; Tot: 135′.

RISULTATI-

Igor Gorgonzola Novara-Imoco Volley Conegliano 0-3 (18-25, 14-25, 16-25) Giocata ieri

Savino Del Bene Scandicci-Banca Valsabbina Millenium Brescia 3-2 (25-13, 22-25, 25-18, 14-25, 15-13)

Saugella Monza-Bartoccini Fortinfissi Perugia 3-1 (26-28, 25-20, 25-23, 25-21)

Reale Mutua Fenera Chieri-Zanetti Bergamo 0-0 Rinviata

Il Bisonte Firenze-Vbc E’piu’ Casalmaggiore 3-0 (25-12, 32-30, 25-21) Giocata ieri

Bosca S.Bernardo Cuneo-Unet E-Work Busto Arsizio 3-2 (25-23, 18-25, 26-24, 25-27, 15-10)

Ha riposato: Delta Despar Trentino

LA CLASSIFICA-

Imoco Volley Conegliano 33; Igor Gorgonzola Novara 19; Saugella Monza 19; Savino Del Bene Scandicci 18; Reale Mutua Fenera Chieri 15; Delta Despar Trentino 13; Il Bisonte Firenze 11; Bosca S.Bernardo Cuneo 10; Vbc E’piu’ Casalmaggiore 9; Unet E-Work Busto Arsizio 8; Zanetti Bergamo 7; Banca Valsabbina Millenium Brescia 7; Bartoccini Fortinfissi Perugia 5.

IL PROSSIMO TURNO- 21/11/2020 Ore 20.30-

Imoco Volley Conegliano – Reale Mutua Fenera Chieri

Unet E-Work Busto Arsizio – Igor Gorgonzola Novara

Vbc E’piu’ Casalmaggiore – Bosca S.Bernardo Cuneo

Banca Valsabbina Millenium Brescia – Saugella Monza

Bartoccini Fortinfissi Perugia – Il Bisonte Firenze

Delta Despar Trentino – Savino Del Bene Scandicci Ore 17.30

Tutte le notizie di Volley A1 femminile

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti