Chieri al quarto posto, vincono Perugia e Busto

Nelle tre sfide dell'11a giornata di ritorno colpo grosso della squadra di Bregoli che supera Scandicci e la scavalca in classifica. Le umbre di Mazzanti battono Brescia lasciando alle lombarde l'ultimo posto in classifica. Busto surclassa Bergamo nel derby lombardo
Chieri al quarto posto, vincono Perugia e Busto

ROMA- 11a giornata di ritorno giocata in anticipo per occupare la data fissata inizialmente per la Final Four di Coppa Italia. Risultati importanti per la classifica nelle tre sfide di stasera. Circoletto rosso per la Reale Mutua Fenera Chieri che batte e scavalca al quarto posto la Savino Del Bene Scandicci. Tre punti pesanti in chiave salvezza per la Bartoccini Perugia che batte la Banca Valsabbina Brescia lasciando alle lombarde l’ultima casella della classifica. Netta affermazione di una ritrovata Unet E-Work Busto Arsizio nel derby contro la Zanetti Bergamo.

TUTTE LE SFIDE-

REALE MUTUA FENERA CHIERI – SAVINO DEL BENE SCANDICCI-

Vince ancora la Reale Mutua Fenera Chieri ’76, e lo fa con una splendida e meritata affermazione sulla Savino Del Bene Scandicci, mai sconfitta nelle due prime stagioni in A1. L’affermazione vale anche il quarto posto in classifica.
L’incontro termina 3-1 dopo quasi 2 ore. Le ragazze di Bregoli hanno la peggio 22-25 in un primo set dove si aggrappano invano al muro (ben 8 i muri punto) e le ospiti servono benissimo. La seconda frazione termina quindi appannaggio delle biancoblù che la spuntano 34-32 dopo aver annullato 8 set point a Scandicci. Da lì in avanti Chieri gioca con autorevolezza e si aggiudica terzo e quarto set 25-17 e 25-20.
Un contributo decisivo a favore della causa chierese arriva dalla panchina. Laak (poi premiata MVP) e Gibertini entrano all’inizio del secondo set al posto di Grobelna e De Bortoli, dando un contributo fondamentale; importantissimo anche l’apporto di Frantti nel finale del secondo set. Nell’eccellente prova di squadra, spicca inoltre il gran lavoro svolto dalle centrali Alhassan e Mazzaro.
A fine gara sono cinque le chieresi in doppia cifra: Laak (16), Alhassan (16), Villani (14), Mazzaro (13) e Perinelli (12). Quando a Scandicci, che affronta l’incontro senza l’opposto Stysiak, spiccano i 15 punti di Vasileva e Courtney, e i 14 di Lubian.

Nel primo set Sull’1-1 il servizio sul nastro di Popovic e l’attacco vincente di Perinelli danno il doppio vantaggio a Chieri. Sul 4-2 Scandicci piazza un break di 1-5 su servizio di Lubian che capovolge il punteggio in 5-7, spingendo Bregoli a chiamare time-out. Villani ferma il filotto ospite realizzando il 6-8, segue il 6-9 di Courtney che manda in battuta Malinov, con nuovo strappo a 6-11 e secondo time-out chierese. Sull’8-13 (Vasileva) il primo tempo di Mazzaro e i muri di Grobelna e Alhassan riportano le padrone di casa a contatto (11-13). Segue un tira e molla, con le toscane che allungano di qualche punto e le biancoblù che recuperano aggrappandosi al muro (a fine set saranno ben 8 i muri punto): 11-15, 14-15, 15-19, 18-19, 18-21, 20-21. La Savino Del Bene Scandicci strappa qui a 21-24 (Courtney): Mazzaro annulla una palla set, poi l’errore in attacco di Grobelna chiude la frazione 22-25. La miglior realizzatrice del set è Vasileva con 6 punti.

Sul 5-6 (muro di Malinov su Grobelna) Bregoli del secondo set sostituisce l’opposto belga con Laak; entra poi anche Gibertini per De Bortoli. Spingendo forte al servizio Scandicci allunga a 6-11, ma la Reale Mutua Fenera Chieri ’76 rientra grazie a Laak e due errori ospiti, per passare a condurre 12-11 e 14-12. Barbolini inserisce Bosetti per Drewniok. La Savino Del Bene torna a condurre 15-16 (ace di Bosetti), le bianboblù rispondono a 19-18 (primo tempo di Mazzaro) e 21-19 (errore di Popovic). Le toscane impattano a 22 (Vasileva) e vanno sul 22-23 grazie al videocheck per invasione. Frantti entra al posto di Perinelli. Col servizio in rete di Frantti, Scandicci gradagna la prima palla set: la annulla Alhassan. Chieri annulla altre quattro set point guadagnando il primo a suo favore sul 29-28 (Frantti): lo annulla Courtney. Seguono altre tre palle set ospiti, finché sul 31-32 l’attacco di Villani, la pipe lunga di Vasileva e il mani-out vincente in pipe di Frantti dopo una gran difesa di Gibertini concludono la frazione sul 34-32.

Bregoli conferma nel terzo Laak e Gibertini, e rimanda in campo Perinelli; Barbolini conferma Bosetti in diagonale con Malinov. Chieri prende nei primi scambi un paio di punti di margine che le ospiti annullano sull’11-11, quindi i turni di battuta di Bosio e Villani garantiscono il break a 17-12. Barbolini mischia le carte inserendo Pietrini, Drewniok e Camera, ma il gioco resta in mano alle padrone di casa che con un ritmo molto regolare chiudono 25-17 al primo set point con Villani. Fra le statistiche di fine frazione spiccano il 64% chierese in attacco (contro il pur buono 45% ospite), col 100% di Laak e Alhassan.

Nel quarto set le toscane tornano alla diagonale iniziale Malinov-Drewniok. Riparte molto bene Chieri che sul 7-3 obbliga Barbolini a chiamare il primo time-out. Con un gran lavoro in tutti i fondamentali le biancoblù mantengono un comodo vantaggio fino al 19-12 (muro di Alhassan). Scandicci risale a 19-16 con Pietrini ma la rimonta ospite è interrotta da Perinelli. Nel finale le biancoblù non si fanno più avvicinare e con Mazzaro fanno scendere i titoli di coda sul 25-20.

I PROTAGONISTI-

Giulio Cesare Bregoli (Allenatore Reale Mutua Fenera Chieri)- «La panchina è sicuramente il nostro valore aggiunto. Non è facile gestire tante ragazze che possono giocare, fare una scelta è complicato ed è sempre un dispiacere per chi sta fuori. Ma è anche quel che può fare la differenza, soprattutto in una stagione come questa. Bisogna fare i complimenti alle ragazze perché stanno facendo un lavoro eccezionale e si meritano assolutamente questa vittoria, una vittoria che non voglio dire che è stata ottenuta col gruppo, ma con la squadra, fatta di persone che lavorano in palestra e capiscono che ognuno ha un suo ruolo. Oggi Scandicci ha iniziato molto bene al servizio, noi faticavamo a prendere il ritmo sul nostro gioco, a usare i centrali, dopo loro sono un po’ calati in battuta, noi siamo cresciuti in ricezione e abbiamo potuto iniziare a sviluppare un certo gioco: la partita è cambiata lì».

Massimo Barbolini (Allenatore Savino Del Bene Scandicci)- « Il problema è che dobbiamo iniziare a tenere il ritmo per tutta la durata dell’incontro. Abbiamo giocato bene i primi due set, contro una squadra che ha dimostrato tutto il suo valore. Abbiamo perso una grande occasione nel secondo set, visto che abbiamo sprecato due-tre set ball con palla in mano. Dobbiamo risucire a giocare bene e tenere il giusto ritmo per tutta la partita, soprattutto contro una squadra di questo valore. Dobbiamo avere pazienza e accettare i nostri limiti reali. Abbiamo dimostrato che potevamo giocarcela ».

IL TABELLINO-

REALE MUTUA FENERA CHIERI – SAVINO DEL BENE SCANDICCI 3-1 (22-25 34-32 25-17 25-20)

REALE MUTUA FENERA CHIERI: Mazzaro 14, Grobelna 4, Perinelli 11, Alhassan 15, Bosio 3, Villani 15, De Bortoli (L), Laak 16, Frantti 4, Gibertini (L), Mayer, Meijers. Non entrate: Fini, Zambelli. All. Bregoli.

SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Courtney 16, Popovic 7, Drewniok 5, Vasileva 14, Lubian 16, Malinov 5, Merlo (L), Pietrini 6, Bosetti 4, Samadan, Camera. Non entrate: Stysiak, Cecconello, Carocci (L). All. Barbolini.

ARBITRI: Curto, Canessa.

NOTE – Durata set: 25′, 39′, 23′, 25′; Tot: 112′.

UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO – ZANETTI BERGAMO-

Tutto liscio per la Unet e-work Busto Arsizio che sconfigge anche la Zanetti Bergamo per 3-0 e sale a quota 25 punti in classifica, staccandosi oramai definitivamente dalla zona pericolosa delle graduatoria. Anzi, a fronte di un'altra prestazione convincente e di un gioco che appare sempre più rodato, la UYBA di Marco Musso può guardare ora al futuro con grande entusiasmo puntando a quella prima fascia ancora non vicina, ma potenzialmente raggiungibile. Il match contro la formazione orobica è stato onestamente a senso unico, con il risultato mai in bilico. A colpire oggi è stata la solidità e la concretezza della prestazione bustocca, priva di passaggi a vuoto e determinata dal primo all'ultimo scambio.

Sorretta da una Poulter frizzante e da un muro difesa imperioso (nota di merito per Olivotto, bene anche in attacco con l'85%, e per una super Leonardi in seconda linea), la UYBA ha costruito il suo successo sugli attacchi di una Gray in formato MVP (18 punti, 63% offensivo con 3 muri) e Mingardi (13). Sempre prezioso il lavoro di Gennari, poderosi gli spunti di Stevanovic al centro (10 col 72%). Per la Zanetti Lanier la migliore con 11 punti.

Nel primo set è Mingardi a siglare il primo break con attacco e servizio incisivo (8-6), Gray chiude l'infinito scambio che porta al 10-7 e Bergamo regala il +4 (11-7 time-out Turino). La Zanetti prova ad inserire Prandi e Faucette, ma Stevanovic e Olivotto (tre muri e due attacchi) fanno il vuoto (18-12). Nel finale tutto facile per le farfalle che conquistano il 24-15 con l'ace di Escamilla (appena entrata) e chiudono con Gray (25-16).

A tabellino: Olivotto, Gray e Mingardi 5 a testa. 4 muri UYBA

Nel secondo parziale l'avvio è in equilibrio totale con Loda che suona la carica per le sue ma con la UYBA che risponde punto su punto con Gray e Mingardi in buona evidenza (8-8); è proprio un muro della canadese, insieme all'ace di Poulter e alla pipe di Gennari, a regalare il primo break alle farfalle (11-8 tempo Turino). Mingardi bombarda senza sosta (doppietta del 14-9), Stevanovic è decisa sottorete (16-11), Leonardi difende ogni cosa e Gray allunga (17-11); due ace di fila di Moretto rimettono in corsa le ospiti (19-16 tempo Musso), poi Gray trova la doppietta del 21-16 (buon ingresso di Piccinini in seconda linea, ace del 22-16). La UYBA vola verso il 2-0: chiude Mingardi 25-18.

A tabellino: Gray 7, Mingardi 5, Lanier 5.

Si parte ancora a braccetto nel terzo (7-7), poi Gray e due errori di Loda e Lanier lanciano le farfalle (10-7); Gennari firma l'ace dell'11-7, mentre Turino prova la carta Marcon per Enright. Stevanovic fa murone (12-7) e poco dopo ace (14-9), la UYBA è padrona del campo e spinge forte con Gray e Gennari (19-12). Il parziale è completamente in discesa: Mingardi in pipe fa 24-15, chiude Gray con il muro del 25-15.

I PROTAGONISTI-

Marco Musso (Allenatore Unet E-Work Busto Arsizio)- « Oggi devo dire che bisogna essere contenti, era una partita in cui dovevamo dimostrare a noi stessi di essere capaci di accelerare, di avere sempre il polso della situazione e l'abbiamo fatto, anche quando c'è stata la possibilità che Bergamo ritornasse in gara. Il gioco veloce è un nostro pregio, ma va equilibrato: ogni tanto soprattutto in contrattacco  esageriamo anche quando non è necessario. Continuiamo a lavorare per tenere alto il nostro ritmo nei prossimi incontri, a Trento e nella settimana di Champions in Germania ».

Eleonora Fersino (Zanetti Bergamo)- « Sapevamo sarebbe stata una gara difficile, però volevamo fare meglio. Brave le avversarie, ma noi possiamo fare tanto meglio, a partire dal servizio e dal contrattacco. La difesa è la cosa che ha funzionato meglio. Con Cuneo avevamo trovato il nostro ritmo e speravamo in un proseguo positivo. Torniamo subito in palestra per fare un passo in avanti nella prossima gara ».

IL TABELLINO-

UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO – ZANETTI BERGAMO 3-0 (25-16 25-18 25-15)

UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: Gennari 8, Stevanovic 10, Poulter 1, Gray 18, Olivotto 8, Mingardi 13, Leonardi (L), Escamilla 1, Piccinini 1. Non entrate: Cucco (L), Herrera Blanco, Bulovic, Bonelli. All. Musso.

ZANETTI BERGAMO: Loda 6, Moretto 8, Lanier 11, Enright 4, Mio Bertolo 3, Valentin 3, Fersino (L), Dumancic 2, Prandi, Marcon, Faucette Johnson. Non entrate: Faraone. All. Turino.

ARBITRI: Cesare, Goitre.

NOTE – Durata set: 22′, 22′, 21′; Tot: 65′.

BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA – BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA-

Missione compiuta. La Bartoccini Fortinfissi Perugia piega 3-1 la Banca Valsabbina Millenium Brescia e la sorpassa in classifica. Le “magliette nere” lasciano l’ultimo posto proprio alle lombarde, entrate in partita soltanto nel terzo set. Le ragazze di coach Mazzanti, con questi tre punti, possono tirare un sospiro di sollievo e preparare con maggiore serenità la prossima sfida contro la Zanetti Bergamo, che precede le umbre di soli due punti con due partite in più giocate.

Brescia sbaglia troppo, bloccata dalla tensione per l’importanza della posta in palio, e l’avvio di primo set è tutto di Perugia, che scatta sul 5-2 e allunga fino a 8-4 con Mazzola che si rifugia nel primo time out. Le ospiti fanno fatica a trovare le misure e le “magliette nere” scappano 14-7 con il mani e fuori trovato da Havelkova: la panchina della Banca Valsabbina Millenium non può far altro che fermare un’altra volta il gioco. Le squadre tornano in campo, ma la musica non cambia e Ortolani firma il 16-8 e il 19-10. Il muro della Bartoccini Fortinfissi e poi Havelkova mettono in cassaforte il 24-13, prima di chiudere 25-14 con Aelbrecht.

Il secondo set inizia sulla falsariga del primo: Di Iulio dà il 3-0 alle padrone di casa con due ace, poi Nicoletti mette a terra il primo punto per le lombarde. Brescia sale di intensità, ma continua a intervallare errori a buone giocate e coach Mazzola ferma il gioco sul 9-5. Al ritorno in campo il muro di Perugia ottiene il 10-5, poi Jasper e Angelina conquistano due punti per il 10-7. La Bartoccini Fortinfissi continua a premere sull’acceleratore e con Carcaces si porta sul 15-8. Nicoletti entra in partita e questa volta è Mazzanti a fermare il gioco sul 16-12 dopo un’incomprensione sotto rete delle proprie ragazze. La Banca Valsabbina Millenium va a punti con Berti e Angelina, ma non riesce a fermare Carcaces che mette a terra il 20-15 e anche il 23-18, ed è sempre la cubana a muro a chiudere 25-18.

La Banca Valsabbina Millenium mette la testa avanti 2-0 nel terzo set, sfruttando un attacco vincente di Angelina e un errore di Aelbrecht. Nicoletti sbaglia e consegna il 5-5 a Perugia, ma il muro rimedia e firma il 5-7. Hippe trova l’ace che vale il 7-10 e un pasticcio delle umbre regala il 7-11 costringendo Mazzanti a fermare la contesa per tenere alta la concentrazione della squadra. Brescia è definitivamente entrata in partita e, grazie a un errore di Carcaces, vola sul 9-16, con la panchina umbra che chiama ancora time out. La sosta non distrae Cvetnic che con il servizio ottiene il 9-19. Le ospiti sono padrone del campo e Bechis sigla il 10-20, imitata dal muro che ferma Angeloni per il 10-21. La Bartoccini Fortinfissi prova ad avvicinarsi con Carcaces e la capitana: Mazzola non si fida e sul 13-22 chiama la sospensione. Angelina trova il 14-24, Biganzoli entra in campo per la battuta e proprio con un ace chiude la frazione 14-25.

L’inizio del quarto set sorride alle ospiti grazie all’errore in battuta di Ortolani e all’ace di Cvetnic che valgono il 2-0. Perugia non si scompone e con Angeloni mette la testa avanti sul 4-3, Carcaces trova un altro punto e Mazzola deve chiamare time out sul punteggio di 8-5. La cubana non perdona e mette a segno il 12-8. Adesso la partita è in perfetto equilibrio e Mazzanti ferma il gioco sul 13-12 dopo un muro vincente di Brescia. Alla ripresa delle ostilità, le “magliette nere” allungano con il muro che ferma Nicoletti e con Angeloni: 16-12. Questa volta è la panchina della Banca Valsabbina Millenium a volerci parlare su. Angelina, un malinteso e un muro fuori di Perugia permettono a Brescia di accorciare 16-15 con Mazzanti che spende il secondo time out. La partita è punto a punto e Aelbrecht trova il 19-17 che diventa 20-17 con un attacco ospite affossato a rete. Koolhaas sorprende due volte le avversarie e dà il 21-18 e il 22-19 alla Bartoccini Fortinfissi. Brescia salva una palla miracolosa, ma non basta a fermare Perugia che chiude 25-20 con Angeloni.

I PROTAGONISTI- 

Freya Aelbrecht (Bartoccini Fortinfissi Perugia)- « Finalmente abbiamo ottenuto una vittoria molto importante, sapevamo che sarebbe stata una sfida super difficile. Avevamo bisogno di punti, ho urlato per tutti e quattro i set per spingere la squadra. Abbiamo vinto tutte insieme, è stata la vittoria del gruppo. Noi giochiamo prima contro noi stesse e poi contro le avversarie: siamo in basso in classifica e dobbiamo risalire. Abbiamo bisogno di avere fiducia in noi stesse, siamo un bel gruppo. La prossima settimana arriva Bergamo e dobbiamo lavorare tanto per cercare di vincere un’altra partita fondamentale ».

Emanuele Catania (DS Banca Valsabbina Millenium Brescia)- « Siamo entrati in partita troppo tardi, non basta in sfide come questa, è una grave colpa. Da inizio anno abbiamo giocato poche partite con la formazione titolare e quando ti devi salvare non è facile, ma in questo momento i problemi sono altri, come l’approccio e l’atteggiamento giusto in certi momenti che fa sempre la differenza ».

IL TABELLINO-

BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA – BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA 3-1 (25-14 25-18 14-25 25-20)

BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA: Koolhaas 8, Di Iulio 3, Havelkova 6, Aelbrecht 8, Ortolani 14, Carcaces 13, Cecchetto (L), Angeloni 7, Mlinar, Rumori (L), Agrifoglio. Non entrate: Scarabottini, Casillo. All. Mazzanti.

BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA: Cvetnic 13, Botezat 1, Nicoletti 8, Jasper 5, Berti 9, Bechis 2, Parlangeli (L), Angelina 16, Hippe 1, Biganzoli 1, Pericati (L). Non entrate: Bridi, Sala. All. Mazzola.

ARBITRI: Talento, Vecchione.

NOTE – Durata set: 21′, 24′, 22′, 25′; Tot: 92′.

I RISULTATI-

Delta Despar Trentino-Imoco Volley Conegliano 0-3 (18-25, 15-25, 17-25) Giocata ieri

Il Bisonte Firenze-Igor Gorgonzola Novara 0-3 (27-29, 18-25, 18-25) Giocata il 29/12/2020

Reale Mutua Fenera Chieri-Savino Del Bene Scandicci 3-1 (22-25, 34-32, 25-17, 25-20)

Saugella Monza-Vbc E’piu’ Casalmaggiore 3-1 (25-23, 24-26, 25-23, 25-13) Giocata ieri

Unet E-Work Busto Arsizio-Zanetti Bergamo 3-0 (25-16, 25-18, 25-15)

Bartoccini Fortinfissi Perugia-Banca Valsabbina Millenium Brescia 3-1 (25-14, 25-18, 14-25, 25-20)

LA CLASSIFICA-

Imoco Volley Conegliano 57; Igor Gorgonzola Novara 46; Saugella Monza 42; Reale Mutua Fenera Chieri 32; Savino Del Bene Scandicci 30; Unet E-Work Busto Arsizio 25; Bosca S.Bernardo Cuneo 19; Delta Despar Trentino 18; Il Bisonte Firenze 17; Vbc E’piu’ Casalmaggiore 14; Zanetti Bergamo 14; Bartoccini Fortinfissi Perugia 12; Banca Valsabbina Millenium Brescia 10.

IL PROSSIMO TURNO-31/01/2021 Ore 17.00

Saugella Monza – Imoco Volley Conegliano Si gioca il 30/01/2021 Ore 20.30

Il Bisonte Firenze – Unet E-Work Busto Arsizio Già giocata

Igor Gorgonzola Novara – Savino Del Bene Scandicci Si gioca il 30/01/2021 Ore 20.30

Bartoccini Fortinfissi Perugia – Zanetti Bergamo

Reale Mutua Fenera Chieri – Banca Valsabbina Millenium Brescia

Bosca S.Bernardo Cuneo – Delta Despar Trentino

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti