Conegliano alza ancora la Supercoppa

Nella finale di Firenze lo squadrone di Santarelli, dopo due set combattuti, prende l'abbrivio per conquistare il trofeo per la sesta volta, la quinta consecutiva. Novara deve arrendersi 3-1 (25-23 17-25 25-17 25-17) nel tripudio dei tifosi delle pantere. Presente il Ministro Andrea Abodi
Conegliano alza ancora la Supercoppa© Prosecco Doc
10 min
TagsProsecco DocIgor GorgonzolaSupercoppa

FIRENZE- La Supercoppa 2022 è della Prosecco Doc Conegliano per la sesta volta, la quinta consecutiva. L’Igor Gorgonzola Novara si arrende  3-1 (25-23 17-25 25-17 25-17)  al termine di una partita prima in bilico ma poi dominata da Wolosz e compagne.

La vittoria di un gruppo nuovo che con uno staff infaticabile e l’imprescindibile collaborazione delle fantastiche “veterane” ha dimostrato di poter essere subito vincente. Il primo sigillo di questa stagione finora senza sconfitte porta avanti una storia recente fatta di grandi soddisfazioni per i tifosi gialloblù e per tutto un territorio che sostiene le Pantere, che hanno conquistato stasera a Firenze la 6° Supercoppa Italiana in una bacheca che sale a contare ora 17 trofei dall’anno di fondazione del club, il 2012.

Nel preriscaldamento il saluto alle squadre del Ministro dello Sport Andrea Abodi, che alla fine ha premiato il team vincitrice spendendo parole al miele per i successi del movimento pallavolistico e per le protagoniste del match che iniziano lo spettacolo con queste formazioni: coach Santarelli deve fare a meno di Lubian per un problema alla spalla, mentre Fahr non è ancora pronta al 100%, quindi schiera Wolosz-Haak, Squarcini-Furlan (all’esordio stagionale in sestetto), Robinson Cook-Plummer, libero De Gennaro, da parte Igor coach Lavarini privo delle ex Adams parte con Poulter-Karakurt, Danesi-Chirichella, Bosetti-Carcaces, libero Fersino.

Il primo set vive sul filo dell’equilibrio  e si prosegue a suon di “cambi palla” fino al primo break che viene strappato da Novara con difesa e contrattacco, Karakurt e Carcaces vanno a segno per il +3 (9-12) e arriva puntuale il time out di coach Santarelli. Entra De Kruijf in prima linea con Pericati dietro, poi anche Gennari, mentre Haak comincia a carburare in attacco (11-13). Danesi, recuperata in extremis, mura e l’Igor arriva a +4 (12-16), con la Prosecco DOC Imoco che è poco fluida in attacco. Segnali di reazione arrivano da Plummer che va a segno, poi il primo muro delle Pantere, oggi in versione “rose'”, lo firma Haak per il -1 (15-16), ed ora è Lavarini a chiedere time out.
Conegliano è definitivamente in partita, De Gennaro tiene in difesa e con il muro (bene Squarcini) arriva il sorpasso: 17-16. La Prosecco DOC Imoco non si ferma, Plummer allunga il break (7-0) per il +2 (18-16). Ma non è finita, Bosetti mura e pareggia a quota 18. Le due squadre si sfidano a colpi di…muri, Haak (6 punti nel set) riporta avanti Conegliano (20-18), poi arriva un altro allungo delle venete con un’ottima Squarcini (5 punti nel set con il 75% in attacco!) e la pipe di Plummer (6 punti anche per la californiana) per il +4 (23-19). Con un bel rush finale le Pantere salgono al 24-19, ma devono soffrire per firmare il primo set al quarto set ball con I’errore di Karakurt che consegna il 25-23 a Conegliano.

Nel secondo set l’Igor parte bene, 0-2 con il muro dell’ex Danesi. Coach Santarelli rigetta nella mischia il sestetto di partenza e Kelsey Robinson Cook subito consegna il pareggio alle gialloblù, ma ancora la centrale bresciana con un ace riporta le piemontesi avanti di due. L’attacco delle Pantere però stasera non è continuo, un paio di errori inusuali e come nel primo set l’Igor ne approfitta e vola via con decisione, 3-8 e time out per le campionesse d’Italia. L’Igor però è in fiducia, Karakurt spara l’ace (3-9), poi la Prosecco DOC Imoco scivola su una serie di errori in battuta conditi da un altro muro (5 nel set per la coppia di centrali azzurre Danesi-Chirichella) che spinge l’Igor al +7 (5-12). Le Pantere si ricompattano e piazzano un controbreak di grande carattere, parziale di 4-0 ed è coach Lavarini a chiedere time out sul 9-12 con le gialloblù rientrate in gara dopo un velenoso turno di battuta di capitan Wolosz. Succede di tutto, Bosetti fa punto di…testa, poi Karakurt bombarda ed è di nuovo +6 per Novara (10-16). Stavolta alle Pantere non riesce la rimonta coronata nel primo parziale e nonostante i tentativi di reazione delle venete (di nuovo dentro a rotazione De Kruijf, Pericati e Gennari) l’Igor Novara si aggiudica il set con un netto 17-25.

Nel terzo set la prima fuga è delle Pantere che si schierano dall’inizio con Gennari al posto di Robinson Cook e De Kruijf per Furlan. Con le veloci di “The Queen” e i missili di Haak la Prosecco DOC Imoco prova a prendere in mano le operazioni (7-12), ma Chirichella riporta le piemontesi a -3.  La gara si fa sempre più intensa, Haak, tornata in piena efficenza (7 punti e il 75% in attacco nel set)  si esalta e spara il 14-11, poi De Kruijf trova la doppietta con fast e muro vincente, Alessia Gennari piazza l’ace ed è 17-12. Ora la pressione è sulla squadra di coach Lavarini che sbaglia qualcosa, spazientita dalle difese di Moki De Gennaro che “aspira” tutto in seconda linea: 22-14. E’ il break decisivo che consente alla Prosecco DOC Imoco, ben orchestrata da Asia Wolosz (attacco al 57% nel set), di tornare in vantaggio dopo il 25-19 firmato dall’ace di Fede Squarcini, protagonista diun’ottima partita pur essendo esordiente a questi livelli.

La centrale toscana parte in quarta anche nel set successivo, sparando servizi a tutto braccio e dando una grossa mano in difesa per il primo allungo delle Pantere rosé (4-1). Anche Gennari porta punti importanti con le sue diagonali (6-3), utili a respingere gli assalti dell’Igor, poi De Kruijf va a segno al centro, Plummer sfonda il muro e Conegliano tiene il +4 (9-5). Novara ha dentro Bonifacio per Danesi, ma le Pantere ora hanno preso ritmo e fiducia e non si fermano più, Haak martella, Squarcini continua a mietere vittime con il suo servizio e la Prosecco DOC Imoco sale a +5 (12-7). Chirichella e compagne erò non ci stanno, Fersino (altra ex) tiene vivi i palloni che Karakurt trasforma (13-10), ma Wolosz può contare su un’ottima Gennari, poi la capitana mura per il nuovo +5 (15-10). Asia Wolosz dirige a menadito la sua orchestra che ora suona una sonfonia dolcissima per i tifosi gialloblù sugli spalti che pregustano l’ennesimo trionfo. Si tratta solo di attendere qualche minuto perché la Prosecco Doc non molla più nulla e chiude trionfalmente conquistando il primo trofeo della stagione.

I PROTAGONISTI-

Daniele Santarelli (Allenatore Prosecco Doc Conegliano)- « La nostra voglia di vincere è sempre altissima, questo club sta facendo qualcosa di straordinario. Ma non ci dobbiamo fermare qui, dobbiamo rimanere con i piedi per terra e lavorare. Tutto quello che arriva dobbiamo godercelo e stasera è stato bellissimo ».

Alessia Gennari (Prosecco Doc Conegliano)- « Sono felicissima. Era da un po' che non vincevo un trofeo con un club. Oggi festeggiamo ma abbiamo mille impegni davanti a noi da affrontare e dobbiamo guardare ai prossimi. La nostra forza oggi è stata reagire nei momenti di difficoltà, abbiamo sofferto la mancanza di elementi importanti e per il cambio continuo di formazioni che fa perdere punti di riferimento. Invece poi chiunque è scesa in campo ha fatto il massimo ».

Stefano Lavarini (Allenatore Igor Gorgonzola Novara)- « Purtroppo dopo il secondo set non siamo tornate in campo con quella fiducia e quella determinazione che avremmo dovuto avere per cercare di sfruttare il trend positivo e mettere in difficoltà le nostre avversarie. C’è rammarico, perché è una finale e non siamo riusciti a sfruttare l’occasione, anche per grandi meriti dei nostri avversari: se a noi è mancato qualcosa dopo il secondo parziale, loro al contempo sono cresciute e hanno sfruttato al meglio i propri punti di forza ».

Cristina Chirichella (Igor Gorgonzola Novara)- « Complimenti a Conegliano per la vittoria e per la prestazione, noi dopo il secondo set ci abbiamo provato ma non siamo più riuscite a tenere il loro ritmo. E’ un periodo con tante difficoltà ma questo non deve essere un alibi, semmai dobbiamo prendere quello che di buono c’è nel percorso di crescita che stiamo facendo e continuare a lavorare, con l’obiettivo di competere, come sono certa che sia nelle nostre corde, per gli altri traguardi stagionali ».

SESTA SUPERCOPPA PER CONEGLIANO-

La Prosecco DOC Imoco Volley ha fatto sua stasera la sesta Supercoppa Italiana, 17° trofeo dell'era delle Pantere che continua nonostante le avversarie, come la tradizionale rivale di Novara stasera a Firenze, siano sempre più agguerrite. Coach Santarelli e la sua "band", premiate oggi al PalaWanny dal Ministro dello Sport  Andrea Abodi, pur avendo cambiato molto nel roster continuano a dettare legge per la gioia dei tifosi gialloblù (oggi 250 a Firenze), sia quelli più caldi che seguono la squadra al Palaverde e in trasferta, sia i tantissimi che seguono le Pantere in televisione o sui social.

I NUMERI DELLE PANTERE DI CONEGLIANO- 
5 scudetti: 2016-2018-2019-2021 - 2022
4 coppe italia 2017-2020-2021-2022
1 champions league 2021
1 mondiale per club  2019
6 supercoppa italiana 2016-2018-2019-2020-2021-2022

tot.17 trofei dal 2012, anno di fondazione della società.

-dal 2019 Imoco Volley ha conquistato tutti i trofei nazionali, facendo il “triplete” Campionato/Coppa Italia/Supercoppa (tranne nel 2020 quando non si assegnò lo scudetto).
-nella corrente stagione Prosecco DOC Imoco ha vinto 11 partite su 11 disputate (10 Campionato più la finale di stasera in Supercoppa).

IL TABELLINO-

PROSECCO DOC IMOCO CONEGLIANO – IGOR GORGONZOLA NOVARA 3-1 (25-23 17-25 25-17 25-17)

PROSECCO DOC IMOCO CONEGLIANO: Plummer 17, Squarcini 13, Haak 22, Robinson 3, Furlan 1, Wolosz 1, De Gennaro (L), Gennari 6, De Kruijf 4, Pericati, Gray. Non entrate: Bardaro (L), Fahr, Carraro. All. Santarelli.

IGOR GORGONZOLA NOVARA: Poulter 2, Bosetti 9, Danesi 4, Karakurt 14, Carcaces 11, Chirichella 6, Fersino (L), Ituma 3, Bonifacio 3, Giovannini, Battistoni. Non entrate: Bresciani (L), Varela Gomez, Adams. All. Lavarini.

NOTE –Durata set: 29′, 21′, 23′, 21′; Tot: 94′.

MVP: Asia Wolosz (Prosecco Doc)

Spettatori: 3200


Acquista ora il tuo biglietto! Segui dal vivo la partita.

Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti