Riflettori sulla lotta per la salvezza

Partita chiave fra Pinerolo e Macerata (domenica ore 19.30), chi perde è spacciato. Perugia attende Vallefoglia per non venire risucchiata (domenica ore 21.00). Il turno si apre domani alle 20.30 con Cuneo-Scandicci
Riflettori sulla lotta per la salvezza© Legavolley Femminile
20 min

ROMA-Nell’undicesima giornata di Serie A1, il focus principale di tutti gli appassionati sarà sulla lotta salvezza. Domenica sera, lo scontro diretto tra Pinerolo e Macerata (diretta Sky Sport Arena) e la sfida casalinga di Perugia contro Vallefoglia, potranno infatti consentire di emettere le prime sentenze. Le arancionere sono obbligate a vincere per avere ancora una chance, mentre i soli due punti di distanza tra le umbre, terzultime, e le piemontesi, subito dietro, lasciano aperti diversi scenari. A tre giornate dal termine della Regular Season Conegliano, a +7 sulla seconda, potrà ufficialmente blindare la vetta in caso di successo contro Firenze che, nona e a -2 da Busto Arsizio, deve fare punti per sperare nei Playoff. Le farfalle saranno di scena in casa contro Casalmaggiore, altra rivale per la post season, mentre Bergamo, settima, ospiterà le neocampionesse di CEV Challenge Cup di Chieri. Dietro le pantere, Scandicci proverà a blindare il secondo posto nella trasferta di Cuneo (diretta Rai Sport + HD), complice lo scontro diretto tra Milano, terza, contro Novara, quarta.

Reduce dal k.o. con Milano terza in classifica, sabato la Cuneo Granda S.Bernardo ha un’altra chance per testarsi contro una delle big del campionato, la Savino Del Bene Scandicci seconda alle spalle di Conegliano. La formazione allenata da Massimo Bellano, uno degli ex della sfida, si troverà di fronte una Scandicci determinata a ritrovare il successo dopo i due stop consecutivi in campionato e in CEV Cup con Conegliano e THY Istanbul (che ha comunque garantito la qualificazione in finale), arrivati dopo una serie di undici vittorie. Le cuneesi, seppur consapevoli dell’altissimo coefficiente di difficoltà della gara, sono chiamate a mostrare progressi rispetto alla prova offerta la scorsa settimana, in cui sono rimaste in partita soltanto nel primo set per poi inchinarsi allo strapotere delle rosablù a muro e dai nove metri. Dopo la matematica salvezza, il rammarico per le gatte è quello di aver ceduto troppo agilmente nel secondo e nel terzo set. Per provare a movimentare il confronto con una corazzata come Scandicci serviranno un approccio giusto, tanta pazienza e un buon contrattacco, oltre a un palazzetto caldo.

Commenta la sfida il vice coach Simone Gandini: 

« In casa abbiamo sempre disputato partite cariche di grinta ed entusiasmo, e confido che anche con Scandicci sarà così. Sarà importante essere incisivi dai nove metri e ricevere bene, oltre ad avere un buon approccio alla gara. Dovremo essere bravi a stare attaccati nel punteggio e a sfruttare quelle due-tre occasioni a set che ci vengono concesse. Nel derby con Pinerolo il supporto del pubblico ci ha aiutati tantissimo, e anche sabato speriamo di avere tanti tifosi a spingerci oltre i nostri limiti ».

Coach Barbolini presenta l’appuntamento: 

« Quella con Cuneo sarà una partita complicata. Siamo stanchi non solo fisicamente, ma anche a livello mentale: giocare continuamente ed ottenere risultati non facile. Siamo arrivati ad un punto della stagione in cui stringere i denti, in campionato ci servono almeno sei punti per essere sicuri del secondo posto. Cercheremo di fare il meglio possibile nella partita con Cuneo: è una partita alla nostra portata se mettiamo tanta attenzione. È ovvio che sarà difficile giocarla al meglio, ma se avremo l’occasione dovremo saperla sfruttare ».

Dopo solo una settimana dalla vittoria con Scandicci, la Prosecco Doc Imoco Conegliano torna a Palazzo Wanny per affrontare le padrone di casa de Il Bisonte Firenze. Con l’uscita nei quarti di CEV Champions League maturata giovedì contro il Fenerbahçe, per le pantere i fari sono puntati esclusivamente sul campionato, con tre giornate da giocare al termine della regular season. Le tre recenti vittorie in serie con Milano, Novara e Scandicci, hanno rinsaldato il primato in classifica delle venete ora a quota 63 punti a +7 dalla più immediata inseguitrice, che è proprio la Savino del Bene. Da tenere in considerazione sicuramente qualche scoria, fisica e morale, post Champions, ma anche la voglia delle bisontine, consapevoli che per accedere ai Playoff Scudetto, servirà strappare più punti possibili nelle ultime tre giornate per cancellare il -2 dall’ottavo posto di Busto Arsizio.

Per questo, coach Santarelli non vuole cali d’attenzione: 

« La sconfitta di coppa brucia, ma adesso dobbiamo solo guardare al campionato e concentrarci sull’obiettivo tricolore, per smaltire questa delusione e chiudere la stagione con il sorriso. Dobbiamo recuperare mentalmente e rimboccarci le maniche, partiamo dal match di domenica a Firenze per chiudere bene e conservare il primo posto in vista dei playoff. La squadra dovrà essere brave a ripartire già con lo giusto spirito, sarà una gara importante per ritrovare morale e convinzione, ma dovremo stare attenti e giocare in maniera convinta perchè Il Bisonte è una squadra di qualità che sta cercando punti per entrare tra le migliori otto. All’andata non fu facile per noi e adesso sono certo che in casa loro non faranno sconti ».

Carlo Parisi nel prepartita:  

« Non so cosa deciderà di fare Santarelli dopo l’eliminazione dalla Champions, ma anche se non dovessero giocare alcune titolari, l’Imoco si presenterebbe comunque in campo con un sestetto capace di lottare per le primissime posizioni. Per noi è un’occasione per giocare a viso aperto, sapendo chi abbiamo di fronte: ci saranno momenti in cui loro saranno superiori, ma noi dovremo mantenere sempre la giusta attenzione sulla partita e sulle priorità che sceglieremo a livello tattico. Sarebbe importante un approccio meno timido rispetto alle ultime uscite, ma quando hai di fronte squadre forti c’è sempre un po’ di soggezione iniziale ».

Lo scontro diretto più importante della giornata mette di fronte l’Igor Gorgonzola Novara e la Vero Volley Milano, separate da sette punti in classifica con le milanesi al terzo posto e le piemontesi subito dietro, a pari punti con Chieri. Entrambe le formazioni sono reduci dai quarti di CEV Champions League, comunque da ritenere positivi sia da un lato che dall’altro, nonostante i diversi risultati: Novara è riuscita ad accedere alle semifinali superando lo Stoccarda mentre Milano ha ceduto al VakifBank, giocando però una delle migliori pallavolo stagionali e mettendo in seria difficoltà le campionesse d’Europa in carica. Diciannove i confronti tra le due formazioni, con 11 vittorie per le zanzare. Un match che ha regalato tanto spettacolo negli ultimi precedenti: tre volte su quattro l’incontro è finito al tie-break, comprese la partita d’andata di quest’anno (successo di Novara all’Arena di Monza) e Gara3 di Semifinale Playoff dello scorso anno (successo per Milano al Pala Igor).

Le parole di Ilaria Battistoni: 

« Quella con Milano è una partita importante per noi, perché ci stiamo contendendo il quarto posto con Chieri in un testa a testa serrato e ogni punto è utile. Loro vengono dall’eliminazione in Champions League ma al contempo da una grandissima prestazione, contro un avversario molto forte. Credo che quanto successo darà loro ulteriore confidenza nei propri mezzi, verranno a Novara per fare punti e mi aspetto che siano molto aggressive. Sappiamo cosa c’è in palio, sarà difficile ma saremo anche noi pronte a mettere in campo quello che abbiamo, con aggressività e lucidità”. Così coach Gaspari: “A Novara ci aspetta una gara complicata, difficile, ma allo stesso tempo avvincente. Affrontiamo le nostre avversarie con l’obiettivo di portarci a casa una vittoria, perché puntiamo a raggiungere il prima possibile il terzo posto matematico. Sarà una sfida quindi molto importante e le ultime performance fatte vedere, contro squadre ostiche e ben organizzate, devono essere da stimolo per dare continuità al buon momento in campionato. Nonostante l’eliminazione subita contro il VakifBank, dovremo cercare di replicare la performance di mercoledì soprattutto nell’approccio e nell’aggressività messa fin dalle prime battute in ogni reparto ».

Arriva la Reale Mutua Fenera Chieri neo campionessa di CEV Challenge Cup al Pala Intred, per la sfida contro le padrone di casa della Volley Bergamo 1991. Avversario che, oltre alla vincente cavalcata europea, condivide il quarto posto della Regular Season con Novara. Un ostacolo impegnativo nel momento in cui Bergamo deve rialzarsi, dimenticare il passo falso di una settimana fa con Pinerolo e continuare a correre verso il traguardo dei Playoff. 

« Che cosa non ha funzionato in Piemonte? Sicuramente ci è mancata la nostra solita brillantezza e lucidità – spiega Laura Bovo – Non siamo riuscite ad essere aggressive e a mostrare il nostro miglior gioco. Pinerolo, sicuramente, ha fatto un’ottima partita, ma noi, è brutto da dire, non siamo mai scese in campo. Chieri si affronta prima di tutto resettando la partita di domenica scorsa. E poi scenderemo in campo come siamo solite fare in casa. È una squadra forte, ma noi cercheremo soprattutto di divertirci e di esprimere quel gioco fluido e folle che ci contraddistingue ».

Un attacco influenzale ha fermato, in settimana, coach Micoli, comunque pronto a guidare il gruppo dalla panchina, mentre Emma Cagnin continua a lavorare per recuperare la condizione migliore dopo la distorsione alla caviglia che la tiene ferma dal match con Macerata. 

A fare il punto in casa Chieri ’76 è Rachele Morello. La sua analisi non può che partite dalla conquista della Challenge Cup: 

« Vincere la coppa è stata un’enorme soddisfazione, per tutte noi ragazze e anche per la società, al termine di un lungo percorso che si è concluso nel migliore dei modi. Passando al campionato, sappiamo che con Bergamo sarà una partita molto difficile. All’andata loro avevano fatto un buon risultato in casa nostra. Nel loro palazzetto esprimono un gioco molto buono, e hanno terminali d’attacco molto efficienti che dovremo cercare di fermare da subito. Credo sarà fondamentale entrare in campo con la giusta attitudine e l’aggressività necessarie per portare a casa il risultato. Queste ultime partite sono molto importanti per il ranking e quindi sicuramente il nostro focus è su questo: vincerle per cercare di ottenere un quarto posto che sarebbe un’altra grande conquista per questa stagione. Ma pensiamo ovviamente una partita alla volta, a cominciare da questa a Bergamo che cercheremo di portare a casa nel migliore dei modi ».

Affiatamento e gioco di squadra. È questo l’input per la e-work Busto Arsizio che nel prossimo match, vuole ritornare a conquistare una importante vittoria contro la TrasportiPesanti Casalmaggiore, che si presenta all’appuntamento sesta ed avanti di sei punti in classifica (37 contro i 31 biancorossi) sulle farfalle, attualmente all’ottavo posto dietro Bergamo. Olivotto e compagne, uscite sconfitte per 3-1 dal Banca Macerata Forum, vogliono dunque riscattarsi prontamente davanti al proprio pubblico, previsto numeroso e “giovane” come mai prima in stagione: saranno infatti quasi 1000 gli atleti e gli studenti sugli spalti a sostenere il team bustocco. La formazione di coach Pistola si presenta a Busto Arsizio dopo aver sconfitto Firenze 3-2 al tie-break nell’ultimo incontro casalingo con Laura Melandri sugli scudi, MVP e autrice di quindici punti; da segnalare anche le ottime prove della bulgara Dimitrova (top scorer con 17) e Lohuis (13 con 4 muri). Molto buono anche l’apporto arrivato dalla panchina, in special modo di Perinelli (10 a referto). La UYBA, ancora con diverse giocatrici alle prese con problemi fisici, gioca anche per vendicare la sconfitta dell’andata: al Pala Radi di Cremona finì 3-2 per Casalmaggiore. I tre punti avrebbero un peso da non sottovalutare, con due gare residue: un successo pieno garantirebbe alle rosa la partecipazione ai playoff, mentre garantirebbero alle bustocche di mantenere il vantaggio su Firenze (29 punti) e Cuneo (26). 

Così coach Marco Musso: 

« Sappiamo delle nostre difficoltà fisiche in questo momento e del valore di Casalmaggiore, che ha un livello di attacco e difesa molto alto e sta facendo un ottimo percorso. Noi abbiamo però tutte le carte in regola per provare a vincere questa gara davanti al nostro pubblico, ma per farlo dobbiamo mettere in campo qualcosa in più e giocare da squadra unita. Casalmaggiore è l’occasione per il nostro pronto riscatto, per dimostrare che quello di Macerata è stato solo un incidente di percorso »

« Non vedo l’ora di giocare contro Busto – dice Lauren Carlini – che ha fatto un’ottima seconda parte di campionato e che, se dovessero rientrare le infortunate, sarà una squadra difficile da affrontare sul campo. Dopo Busto ci aspettano altre gare molto importanti quindi dobbiamo dare il meglio di noi, vincere e curare la nostra condizione per riuscire a mantenere la sesta posizione ed avere una possibilità in più nei playoff soprattutto contro squadre forti come Milano. Secondo me siamo pronte per affrontare sia queste gare che ci mancano sia squadre di alta classifica che ci aspetteranno…sono molto contenta. Se giochiamo bene come sappiamo nei playoff può succedere di tutto ».

Si attende un Pala Bus Company infuocato per il big match salvezza che mette di fronte la Wash4Green Pinerolo e la CBF Balducci HR Macerata. I tifosi delle pinelle sono pronti per sostenere le ragazze di coach Marchiaro in una delle partite più delicate della stagione. Entrambe le formazioni arrivano da una vittoria con bottino pieno, Zago e compagne sono uscite con tre punti dal match interno con Bergamo mentre le marchigiane si sono imposte 3-1 su Busto Arsizio. Nella gara di andata Pinerolo era riuscita ad avere la meglio solo al tie-break ma sul taraflex piemontese coach Paniconi avrà a disposizione una rosa nuova con pedine di livello. Si preannuncia dunque una grande battaglia ricca di emozioni e da seguire con molta attenzione. Non dovranno esserci calcoli, ma a fine gara sarà importante il risultato che arriverà dalla sfida tra Perugia e Vallefoglia: le umbre sono a +2 su Pinerolo e a +6 su Macerata, una sconfitta per le arancionere vorrebbe dire matematica retrocessione, ma anche restare a sei punti di distanza sarebbe fatale per via della differenza set. 

Michele Marchiaro presenta la sfida: 

« A questo punto dell’anno a presentare i match bastano classifiche e statistiche. Al momento parlano di due squadre appaiate in classifica, vicine nelle statistiche e in buona condizione. La gara dell’andata non fa testo, loro hanno cambiato metà squadra e ci prepariamo quindi ad una partita equilibrata, probabilmente lunga e condita da numerose incognite. Le certezze riguardano il nostro palazzetto, il nostro pubblico e la volontà di spremere tutto quello che abbiamo ».

Coach Luca Paniconi commenta: 

«Arriviamo a questa sfida di Pinerolo dopo la buona iniezione di fiducia e la bella prestazione domenica scorsa in casa contro Busto Arsizio. Quindi ci aspettiamo, comunque, di vivere una giornata ad alta intensità agonistica perché ovviamente è uno scontro diretto e a tutti gli effetti e vogliamo fare di tutto per prolungare le nostre chance di lottare ancora per evitare gli ultimi due posti. Di conseguenza ci stiamo stanno allenando con grandissima determinazione. Ci auguriamo di mettere in campo la stessa intensità che abbiamo messo negli scorsi appuntamenti per ottenere il miglior risultato possibile ».

Uno step fondamentale per la salvezza attende la Bartoccini-Fortinfissi Perugia che, al PalaBarton, ospita nel posticipo delle ore 21 della domenica la Megabox Ond. Savio Vallefoglia. Con due punti di vantaggio su Pinerolo e sei su Macerata, un successo pieno garantirebbe almeno un’avversaria in meno nel rush finale, con le arancionere che sarebbero matematicamente escluse per via del quoziente set. Nonostante la sconfitta contro Novara della scorsa settimana, la squadra di coach Bertini potrà quindi giocarsi un’altra chance per allungare sulle inseguitrici, ospitando le vicine marchigiane all’ultima chance per provare ad accorciare sui playoff, visti i sei punti di distanza da Busto Arsizio. Due sconfitte nelle ultime uscite necessitano di essere riscattate dalle ragazze di coach Mafrici, che hanno iniziato il girone di ritorno con altri prospettive dopo l’ottima campagna acquisti. Andrea Giovi, secondo allenatore di Perugia, parla dell’atteggiamento con cui approcciare l’incontro e delle avversarie: 

« Affronteremo questa gara con la consapevolezza di dover cercare di portare a casa un risultato importante, servono punti per la corsa salvezza e dovremo fare di tutto per mantenere il vantaggio, sappiamo che l’obbiettivo passa ponendo attenzione a quello che succede nel nostro campo e quindi siamo concentrate su quello, perché ancora dipende tutto da noi. Vallefoglia è una squadra con giocatrici di altissimo livello, è una squadra complicata e noi dovremmo essere brave a contenere le loro uscite migliori per poi mettere in campo un gioco che riesca a contrastare la loro forza »

« Abbiamo l’obbligo di finire bene la stagione, anche per non cancellare quanto di buono fatto nel corso del campionato – dice invece Andrea Mafrici -. Nelle ultime due partite abbiamo commesso diversi errori, sui quali continuiamo a lavorare, per non ripeterci, siamo mancati quando avremmo potuto chiudere le partite a nostro favore. Dobbiamo fare di più e meglio, andando soprattutto con la testa dove non arrivano gambe e le braccia, mantenendo equilibrio e lucidità. Nessuno vuole che la stagione finisca con il freno tirato, anzi dobbiamo giocarcela a viso aperto e sono certo che lo si vedrà in campo. Dobbiamo e possiamo fare di più, consapevoli che stiamo lottando soprattutto in questo momento della stagione quando ogni partita è difficile e non esistono squadre cuscinetto ».

PROGRAMMA E ARBITRI DELL’ 11a GIORNATA DI RITORNO-

Sabato 25 marzo ore 20.30 diretta Rai Sport + HD

Cuneo Granda S.Bernardo – Savino Del Bene Scandicci Arbitri: Spinnicchia-Cavicchi

Domenica 26 marzo ore 17.00

Il Bisonte Firenze – Prosecco Doc Imoco Conegliano Arbitri: Autuori-Boris

Igor Gorgonzola Novara – Vero Volley Milano Arbitri: Vagni-Caretti

Volley Bergamo 1991 – Reale Mutua Fenera Chieri Arbitri: Frapiccini-Brancati

E-Work Busto Arsizio – Trasportipesanti Casalmaggiore Arbitri: Saltalippi-Cappello

Domenica 26 marzo ore 19.30 diretta Sky Sport Arena

Wash4green Pinerolo – Cbf Balducci Hr Macerata Arbitri: Simbari-Rossi

Domenica 26 marzo ore 21.00 

Bartoccini-Fortinfissi Perugia – Megabox Ond. Savio Vallefoglia Arbitri: Giardini-Verrascina

LA CLASSIFICA-

Prosecco Doc Imoco Conegliano 63 (22 – 1); Savino Del Bene Scandicci 56 (18 – 5); Vero Volley Milano 52 (17 – 6); Igor Gorgonzola Novara 45 (17 – 6); Reale Mutua Fenera Chieri 45 (15 – 8); Trasportipesanti Casalmaggiore 37 (12 – 11); Volley Bergamo 1991 34 (11 – 12); E-Work Busto Arsizio 31 (10 – 13); Il Bisonte Firenze 29 (9 – 14); Cuneo Granda S.Bernardo 26 (9 – 14); Megabox Ond. Savio Vallefoglia 25 (9 – 14); Bartoccini-Fortinfissi Perugia 16 (5 – 18); Wash4green Pinerolo 14 (4 – 19); Cbf Balducci Hr Macerata 10 (3 – 20).

 

 


Acquista ora il tuo biglietto! Segui dal vivo la partita.© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti