Conegliano e Milano ok, Scandicci perde un punto contro Chieri

Per le pantere nona vittoria di fila, Egonu e compagne espugnano Roma, la squadra di Barbolini devono soffire per battere le piemontesi. Tie break vincenti per Cuneo a Busto Arsizio e Pinerolo su Bergamo
Conegliano e Milano ok, Scandicci perde un punto contro Chieri© Legavolley Femminile
34 min

ROMA- Nelle partite della 9a giornata giocate oggi, la Prosecco Doc Conegliano continua la sua marcia in vetta alla classifica cogliendo, davanti agli oltre 5000 del PalaVerde, il 9° successo consecutivo in campionato superando in tre set una buona Trasporti Pesanti Casalmaggiore che ha messo per lunghi tratti in difficoltà la squadra di Santarelli. Risponde presente anche l’Allianz Milano che doma una Roma che comunque ha lottato con grande cuore. Sfiora la grande impresa la Reale Mutua Fenera Chieri '76 che cede solo al quinto al cospetto della Savino Del Bene Scandicci. L’ Honda Olivero S.Bernardo Cuneo torna con due punti sul campo della Uyba Volley Busto Arsizio uscendo vittoriosa al tie break dopo una partita dalle mille emozioni. Nel posticipo serale partita di rara intensità tra Wash4green Pinerolo e Volley Bergamo 1991 con le padrone di casa che alla fine la spuntano sulle orobiche appena affidate alla guida tecnica di Bigarelli,

TUTTE LE SFIDE-

ROMA VOLLEY CLUB - ALLIANZ VERO VOLLEY MILANO-

Ottava vittoria in serie A1, la quarta consecutiva, per l’Allianz Vero Volley Milano che ha sconfitto con un secco 0-3 (21-25; 18-25; 22-25) la Roma Volley Club nella nona giornata del campionato. Rispetto alla formazione scesa in campo contro Chieri, c’è qualche modifica per coach Gaspari con Orro – Egonu come diagonale palleggiatore opposto, coppia di schiacciatrici composta da Sylla e Bajema, Rettke-Candi come centrali e Castillo libero.

Egonu inaugura il match per l’Allianz Vero Volley Milano con un ottimo muro. Le ragazze di Gaspari trovano il primo break sul 2-5 ma Roma risponde subito e trova il sorpasso (8-7). Egonu va per il momentaneo pareggio, mentre Rettke mette a terra la fast del controsorpasso (8-9). Botta e risposta tra le due compagini (11-11). Roma prova ad allungare per l’11-13, ma le milanesi tornano in vantaggio con Bajema ed Egonu (17-18). Time out di coach Cuccarini. Sylla a muro (18-19 sono già 4 i muri per l’Allianz Vero Volley Milano). Egonu mette a segno tre punti di fila: time-out Roma (20-22). Milano non lascia nulla al caso e si porta sul 20-24 con Candi. Sylla trova il mani-out che chiude il primo gioco sul 21-25.

L’inizio del secondo gioco è senza un padrone (5-5). Sylla a muro accende la scintilla che permette a Milano di trovare il primo allungo del set (7-10): time-out Roma. L’Allianz Vero Volley Milano mette cinque punti in fila che indirizzano la frazione. Entrano Heyrman, Prandi e Malual: proprio l’opposto romano si fa notare con un ottimo attacco (16-20), a cui segue la diagonale di un’altra neo entrata, Cazaute (16-21). La giocatrice francese sale in cattedra anche per gli ultimi punti del gioco con l’attacco vincente del 18-24 e il muro decisivo per il 18-25.

Il terzo set si apre con l’attacco vincente di Ciarrocchi, prima che l’Allianz Vero Volley Milano torni in vantaggio (3-4). La partita segue il copione già visto all’inizio dei primi due set, con una fase di studio (8-8). Roma riesce a trovare il break, portandosi sul 12-9: time-out Gaspari. Bajema mette a terra due palloni consecutivi (11-12), ricucendo lo strappo. Egonu suggella il 13-13 con un muro. Milano e Roma rimangono appaiate sino al 16-16, fino a quando Egonu trova i punti che permettono l’allungo (16-18). Cuccarini chiede la sospensione tecnica, ma Milano va spingendosi fino al 19-22. La partita è indirizzata sui giusti binari per le ospiti e viene chiusa dalla diagonale strettissima di Egonu per il 22-25 finale.

MVP del match, Paola Egonu, autrice di una partita importante in attacco, con 27 punti messi a referto.

I PROTAGONISTI-

Giulia Melli (Roma Volley Club)-  « Oggi c'era veramente il pienone. Vedere il PalaTiziano così stracolmo di gente è stata un'emozione unica. Siamo migliorate rispetto al match con Conegliano. Al PalaVerde abbiamo commesso tanti errori che oggi invece abbiamo limitato al minimo. Qualche soddisfazione ce la siamo tolta, siamo state brave. Ora pensiamo alla prossima ».

Sonia Candi (Allianz Vero Volley Milano)- « Siamo molto contente del risultato. Questo 3-0 era molto importante, considerato che giocare qui non è mai facile. Roma è una squadra che gioca bene ma noi siamo state brave a restare sempre in partita e a non mollare nei momenti più di sofferenza ».

IL TABELLINO-

ROMA VOLLEY CLUB - ALLIANZ VERO VOLLEY MILANO 0-3 (21-25 18-25 22-25)

ROMA VOLLEY CLUB: Rivero 4, Ciarrocchi 6, Bici 11, Melli 11, Silva Correa 1, Bechis 2, Ferrara (L), Schwan 1, Rucli 1, Valoppi, Madan Rosales. Non entrate: Muzi. All. Cuccarini.

ALLIANZ VERO VOLLEY MILANO: Orro, Sylla 4, Candi 9, Egonu 26, Bajema 4, Rettke 3, Castillo (L), Cazaute 3, Heyrman 2, Malual 1, Prandi. Non entrate: Pusic (L), Folie, Daalderop. All. Gaspari.

ARBITRI: Cavalieri, Canessa

Durata set: 27', 31', 25'; Tot: 83'.

MVP: Paola Egonu (Allianz Vero Volley Milano)

Spettatori: 2500

UYBA VOLLEY BUSTO ARSIZIO - HONDA OLIVERO S.BERNARDO CUNEO-

Partita maratona alla e-work arena dove, dopo 2 ore e 26 minuti di gioco stata è la Honda Olivero S.Bernardo Cuneo ad uscire vincente per 3 set a 2. La UYBA Volley Busto Arsizio, per la prima volta con Cichello alla guida della squadra, ha messo in campo una prestazione tutto cuore, approcciando benissimo l’incontro e portandosi avanti per 1 set a 0. Dal secondo parziale Bellano ha trovato in Stigrot e Adelusi, pescate dalla panchina, le chiavi per girare la partita. Con le ospiti avanti 2 a 1 è stato poi Cichello a cambiare formazione: con Giuliani inserita in posto 4 e Carletti spostata in 2, le farfalle sono riuscite con orgoglio, anche grazie al sostegno del caldissimo pubblico, ad allungare il match al quinto. Nel set conclusivo è stata ancora Adelusi la giocatrice decisiva, mentre la UYBA ha regalato forse un po’ troppo.

Partono male le ragazze di Bellano nel primo set, faticando ad entrare in partita e patendo moltissimo l’insidioso servizio avversario. Bene il muro cuneese che invece prende da subito le misure, ma non basta e le bustocche si portano a casa il primo parziale. Le gatte sembrano rinvigorite nel secondo parziale e, nonostante qualche errore di troppo e qualche momento di black out, riescono a raggiungere la parità. Nel terzo set partono forte le cuneesi che finalmente riescono a finalizzare positivamente il loro gioco anche se ancora fatica l’attacco da zona 2. Mister Bellano però dà fiato alla panchina che si dimostra sempre pronta e anche il terzo parziale entra in cassaforte cuneese. Il quarto parte invece malissimo, le gatte sembrano aver di nuovo spento la luce, ma Adelusi e Stigrot suonano la carica e il gioco riprende. Il set finisce però ai vantaggi e l’Uyba porta le cuneesi al tie break. Nel set decisivo esce fuori la grinta e la determinazione delle ragazze dell’Honda Olivero S. Bernardo che con un gran lavoro di squadra si aggiudicano la partita.

Cichello, alla sua prima partita da head coach, schiera Boldini (19) in regia con opposta Frosini (12), Carletti (11) e Bracchi (2) come schiacciatrici laterali, centrali Lualdi (8) e Sartori (10), e Zannoni (14) libero.

Bellano parte con Enweonwu (12) opposta a Signorile (13), Haak (17) e Kubic (10) schiacciatrici, Sylves (7) e Molinaro (21) al centro, Scognamillo (15) libero.

L’incontro inizia con il “Minuto di rumore”, l’iniziativa organizzata dalla Lega Volley e Federazione Italiana di Pallavolo contro la violenza sulle donne. Con un baffo rosso sulla guancia, atlete, allenatori e tifosi si uniscono in un momento collettivo di “gran bel rumore” fatto da applausi, grida, tamburi e trombette per farsi sentire contro la violenza di genere e i femminicidi.

La gara inizia con uno scambio interminabile fatto di grandi attacchi e difese da parte di entrambe le squadre, ma è Bracchi a entrare per prima nel tabellino (1-0), seguita da Carletti dai 9 metri che sigla il suo primo ace. Per Cuneo è Sylves a suonare la carica con il primo muro della partita. Le giovani farfalle giocano bene in difesa e copertura e conducono il gioco per 4-1.

Sul 5-1 Bellano prova a scuotere le sue fermando il gioco. Escono bene dal time out le cuneesi, che mettono a terra un altro muro firmato Molinaro. Le giocate di entrambe le formazioni sono ad alto tasso adrenalinico, ma le bustocche non riescono a superare il muro di Cuneo, questa volta grazie a Haak. Nonostante ciò, le padrone di casa conducono per 8-6. Pipe di Kubic per il meno uno. Buon margine di Busto che si porta sul 12-7, le cuneesi sembrano avere perso un po’ di lucidità, ma siglano 3 punti consecutivi con la mattatrice Sylves (12-10). Le gatte non riescono a carburare e due punti consecutivi di Sartori (17-13) costringono Bellano a chiamare il secondo time out. Doppio cambio per le biancorosse: entrano Scola e Adelusi per Enweonwu e Signorile. Si prosegue con un punto per parte, con il muro di Cuneo sempre invalicabile. Sul 20-17 rientra Enweonwu e Cichello chiama time out. Sul 21-19 si chiude il doppio cambio con il ritorno in campo di Signorile. Un po’ di errori delle gatte spianano la strada alle farfalle che agganciano il primo set point (24-19). Entra Stigrot per Kubic, ma le padrone di casa chiudono i conti sul 25-20.

I PROTAGONISTI-

Martina Bracchi (Uyba Volley Busto Arsizio)- « Volevamo vincere sia noi che loro e quindi è stata una partita molto combattuta. Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile in cui entrambe le squadre si sono preparate al meglio. Credo sia stata una bella partita e un ottimo spettacolo per il pubblico. Ci siamo divertite nonostante gli alti e bassi da parte di entrambe le squadra, ma diciamo che loro nei frangenti più importanti sono state più brave a imporre il loro gioco ».

Anna Adelusi (Honda Olivero S. Bernardo Cuneo)-« Siamo entrate troppo lentamente in partita –e non con poca fatica, ma alla fine la nostra unione di squadra e la nostra tenacia ci hanno premiato.  Tutte abbiamo contribuito a questa vittoria a dimostrazione del fatto che siamo una squadra unita e che tutte siamo indispensabili e diamo tutto ciò che abbiamo. Ora dobbiamo mettere testa alla trasferta di Roma e dobbiamo farci trovare subito pronte senza perdere punti importanti ».

IL TABELLINO-

UYBA VOLLEY BUSTO ARSIZIO - HONDA OLIVERO S.BERNARDO CUNEO 2-3 (25-20 22-25 22-25 27-25 12-15)

UYBA VOLLEY BUSTO ARSIZIO: Carletti 7, Lualdi 11, Boldini 4, Bracchi 16, Sartori 16, Frosini 14, Zannoni (L), Giuliani 7, Valkova, Wang. Non entrate: Rojas Martinez, Ceasar (L), Piva. All. Cichello.

HONDA OLIVERO S.BERNARDO CUNEO: Haak 5, Sylves 14, Enweonwu 7, Kubik 9, Molinaro 10, Signorile 1, Scognamillo (L), Stigrot 18, Adelusi 17, Scola, Tanase. Non entrate: Thior, Ferrario (L), Hall. All. Bellano.

ARBITRI: Zanussi, Lot.

Durata set: 25', 27', 26', 32', 18'; Tot: 128'.

MVP: Anna Adelusi ( Honda Olivero S.Bernardo Cuneo)

Spettatori: 1731

SAVINO DEL BENE SCANDICCI - REALE MUTUA FENERA CHIERI '76-

Nella sfida contro la Reale Mutua Fenera Chieri arriva una vittoria al tie break per la Savino Del Bene Scandicci, una vittoria sofferta, conquistata in rimonta, sapendo reagire nel momento di maggiore difficoltà, rispondendo ad una Chieri che ha messo alle corde le ragazze di coach Barbolini.

La squadra di Barbolini, dopo essersi aggiudicata in scioltezza il primo set, vinto per 25-17, ha infatti subito il ritorno della Reale Mutua Fenera Chieri, in grado di dominare il secondo set dall’inizio alla fine e di aggiudicarselo per 20-25.

Più combattuta la sfida del terzo set, con la Savino Del Bene Volley passata in vantaggio in apertura e poi raggiunta sul 7-7. Da quel momento in poi la terza frazione di gioco si è giocata sul filo dell’equilibrio, con le due squadre in più occasioni in parità. Nel finale la Savino Del Bene Volley ha allungato fino al 22-20, ma ha poi fallito due set point, concedendo a Chieri di imporsi ai vantaggi con il punteggio di 26-28.

Sotto per due set a uno la Savino Del Bene Volley ha tremato nel quarto, ritrovandosi sotto anche per 9-17. Coach Barbolini ha però cambiato l’inerzia del match dando spazio a Di Iulio, Antropova, Villani e Ruddins che, entrate dalla panchina, hanno cambiato volto alla sfida. Passata in vantaggio per 20-19 la Savino Del Bene Volley ha infatti vinto il quarto set per 25-21, portando la gara al tie break.

Nel ultimo e decisivo set la Savino Del Bene Volley ha ritrovato le certezze smarrite nei precedenti, ha sbagliato meno ed è così riuscita ad imporsi 15-11 conquistando la sfida e due punti in classifica.

MVP dell’incontro una super Lindsey Ruddins che, entrata in corso d’opera, è stata determinante con 8 punti e alcune giocate preziose nei momenti di maggior difficoltà della sua squadra. Da sottolineare anche la prova di una Carol da 18 punti e protagonista di due ace e cinque muri vincenti. Tra le fila di Chieri invece da rimarcare i 20 punti della top scorer Grobelna, la bella prova di Skinner, autrice di 19 punti, e l’ottima performance di Spirito e Zakchaiou.

La Savino Del Bene Volley tornerà in campo mercoledì 29 novembre, quando ospiterà a Palazzo Wanny le turche dell’Eczacibasi nella gara valida come terzo turno della Pool B di CEV Champions League. La Reale Mutua Fenera Chieri lo stesso giorno sarà invece impegnata in CEV Cup contro le serbe dello Zeleznicar.

Coach Barbolini schiera la sua squadra con Ognjenovic al palleggio e Antropova da opposto. Zhu Ting e Herbots sono le due schiacciatrici titolari, mentre la coppia di centrali è quella con Nwkalor e Carol. Il ruolo di libero è affidato a Parrocchiale.

La Reale Mutua Fenera Chieri scende in campo con il 6+1 composto da Malinov al palleggio, Anthouli come opposto, Zakchaiou e Gray da centrali, con Omoruyi e Skinner in banda e Spirito come libero.

Il primo break della gara è di marca Savino Del Bene Volley. La squadra di Barbolini va sul +3 grazie alle schiacciate della coppia Zhu Ting-Antropova e grazie al muro di Nwakalor. Con il risultato sul 5-2 coach Bregoli è costretto al primo time out della gara, la Savino Del Bene Volley però non rallenta la sua corsa e arriva sul +4 con un colpo in parallela da parte di Antropova (8-4). Poco dopo Britt Herbots affonda il colpo del 9-4 e Chieri è nuovamente obbligata al time out, la schiacciatrice belga ha il braccio caldo anche dopo il “tempo” e piazza a terra il punto del 10-4. La fuga della Savino Del Bene Volley non si arresta: grande salvataggio su di un pallone “avvelenato” e Zhu Ting trasforma il lavoro in difesa nel punto del 12-4. Chieri torna a segnare con Skinner, che firma il punto del 15-5, e la formazione piemontese lentamente si arrampica fino al 17-11. Barbolini interrompe la gara con un time out, ma Chieri riesce a raggiungere anche il -5 con Omoruyi (19-14). La Savino Del Bene Volley comunque gestisce il vantaggio e con il muro di Carol si aggiudica la prima frazione per 25-17.

Buona partenza della Reale Mutua Fenera Chieri. La formazione piemontese tocca il +3 con l’ace messo a segno da Grobelna (1-4), poi arriva fino al +4 con l’attacco vincente di Zakchaiou (3-7). Barbolini ricorre al primo “tempo” della frazione, ma il vantaggio di Chieri lievita fino al 3-9. A risvegliare la Savino Del Bene Volley ci prova Ognjenovic con l’attacco di seconda che vale il 4-9, mentre Herbots affonda il colpo del 6-10. La Savino Del Bene Volley torna a tre lunghezze di distanza con il muro di Antropova, che realizza il punto del 11-14 e obbliga coach Bregoli al time out. Chieri allunga nuovamente fino al +5, realizzato da Skinner con un ace, così Barbolini deve utilizzare il suo secondo time out del set. In due occasioni Carol accorcia sul -4 (15-19 e 16-20), poi Antropova mette a terra l’ace del 20-23. La squadra di Bregoli riesce comunque ad allargare il vantaggio e si aggiudica il secondo set per 20-25.

La Savino Del Bene Volley si porta subito sul 3-1 con un gran muro di Nwakalor, ma Chieri pareggia i conti sul 3-3. La squadra di Barbolini, una volta raggiunta, accelera ancora e segna con Carol, Antropova ed Herbots, spingendo il risultato sul 6-3 e coach Bregoli al time out. Dopo la pausa Chieri recupera nuovamente e arriva fino al -1 con un ace di Grobelna (6-5), poi addirittura perviene al pari con il 7-7 sempre a firma Grobelna. La Savino Del Bene Volley ritrova il +2 con Herbots che approfitta di una non perfetta ricezione avversaria (10-8), ma Chieri pareggia con il muro Weitzel e effettua il sorpasso portandosi sull’11-12. Barbolini chiama un “tempo” e la sua squadra ritrova subito il pareggio. La Savino Del Bene Volley balza di nuovo in vantaggio al termine di un lungo scambio: dopo una super difesa di Carol è Ruddins a schiacciare per il 14-13. Chieri non si fa staccare e anzi ritrova il pari sul 14-14, sul 15-15 e sul 16-16, in seguito però Antropova, Carol e Ognjenovic segnano in rapida successione e la Savino Del Bene Volley si porta sul 19-16. Chieri dimostra il suo carattere e accorcia sul -1 con l’attacco di Omoruyi (19-18), la Savino Del Bene Volley risponda allungando fino al 22-20 con Antropova. Il finale di set è da cuori forti e Skinner trova il pareggio con l’attacco del 23-23, coach Barbolini così chiama un time out. La Savino Del Bene Volley fallisce un set point sul 24-23 e poi non riesce ad aggiudicarsi la sfida dei vantaggi. Il terzo set infatti lo conquista Chieri con il 26-28 messo a terra da Omoruyi.

Dopo aver perso due set consecutivi la Savino Del Bene Volley aggredisce la quarta frazione e con una Carol grande protagonista si porta sul 4-1. Sempre la centrale brasiliana realizza il 6-3 con un ace e per coach Bregoli diventa fondamentale chiamare un time out. Chieri acciuffa il pari sull’8-8 e ancora una volta Ognjenovic prova a scuotere le compagne con l’attacco di seconda che porta il punteggio sul 9-8. Il set sembra sfuggire dalle mani della Savino Del Bene Volley, che perde il vantaggio si ritrova ad inseguire sul 9-11. Barbolini utilizza un time out, ma la sua squadra non riesce a rimontare e anzi il vantaggio piemontese arriva al 9-15. Il coach della Savino Del Bene Volley prova a cambiare l’inerzia del set sostituendo la diagonale palleggiatrice-opposto e inserendo Ruddins e Villani in banda. Sono cambi che modificano l’andamento della sfida, tanto che la Savino Del Bene Volley dopo essere stata sotto per 9-17 recupera fino al 14-17 a firma Ruddins. Bregoli ferma la sfida con un altro time out, ma non si arresta la rimonta della squadra di Barbolini, che arriva sul -1 con un ace di Diop (16-17) e poi trova il pari sul 19-19. Il primo vantaggio per la Savino Del Bene Volley, dopo quello sul 9-8, arriva con il 20-19 di Nwakalor, subito seguito da un ace di Carol che vale per il +2. Il set si chiude in favore della Savino Del Bene Volley, che pareggia il conto dei set con il 25-21 realizzato a muro sempre da Nwakalor.

Il tie break vede la Savino Del Bene Volley portarsi sul 2-0, ma venire poi recuperata e superata sul 3-5. Barbolini ferma il set, ma Chieri trova anche il +3, così il tecnico della Savino Del Bene Volley opta per un nuovo cambio di diagonale: fuori Diop e Di Iulio e di nuovo in campo Antropova e Ognjenovic. Il pareggio della Savino Del Bene Volley arriva con il 7-7 realizzato da Carol, brava ad approfittare di un ricezione sbagliata di Chieri. Al cambio campo arriva in vantaggio per 8-7 la Savino Del Bene Volley, che ritrova la leadership del set con Ruddins. La formazione di Barbolini allunga fino 10-7 segnato da Carol e Chieri spende un time out. Le piemontesi ritornano sul -1 con il 10-9 di Omoruyi, ma la Savino Del Bene Volley allunga fino al 12-9 (frutto di un ace di Antropova). La sfida si conclude con il successo 15-11 nel tie break, una vittoria di set che consente alla Savino Del bene Volley di imporsi 3-2.

I PROTAGONISTI-

Massimo Barbolini (Savino Del Bene Scandicci)- « Il commento è estremamente positivo. Oggi giocavamo contro una squadra che è molto forte, una squadra di alto livello, nella quale non ci sono solamente sei giocatrici, ma sono nove-dieci che possono giocare tutte in serie A1. Stasera sono stati molto bravi, hanno avuto pazienza dopo il primo set che abbiamo dominato noi e poi sono stati molto bravi nei momenti determinanti del terzo set. Devo dire bravissime alle ragazze, soprattutto quelle che sono subentrate, nel senso che hanno fatto tutte bene. Penso che questa sia una grossa soddisfazione per loro, perchè giocavamo con una squadra con tante giocatrici forti. Non sempre ci si può aspettare che chi entra fece la differenza, ma stasera la hanno fatta. Segno anche che in palestra lavoriamo bene, perché se uno si allena male sicuramente non può succedere. Ovviamente non è sufficiente allenarsi bene per girare le partite così. Stasera abbiamo avuto un pizzico di fortuna, molte brave le ragazze e dobbiamo essere molto contenti di questa vittoria ».

Ilaria Spirito (Reale Mutua Fenera Chieri '76)- «Siamo partite sicuramente sottotono. Poi abbiamo capito che l’unica via per giocare contro queste squadre è mettercela più di tutta. Abbiamo cambiato il nostro atteggiamento, soprattutto in difesa, e questo si è visto. Il quarto set… Brave loro, sicuramente chi è entrato ha dato l’apporto e la carica giusta. Noi abbiamo spento la luce e da lì non è facile rientrate. Dobbiamo imparare da questa partita perché non deve più succedere: tanti punti di vantaggio vanno gestiti».

IL TABELLINO-


SAVINO DEL BENE SCANDICCI - REALE MUTUA FENERA CHIERI '76 3-2 (25-17 20-25 26-28 25-21 15-11)

SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Ognjenovic 4, Herbots 11, Da Silva 18, Antropova 17, Zhu 8, Nwakalor 10, Parrocchiale (L), Ruddins 8, Diop 7, Villani 1, Di Iulio, Washington, Alberti. Non entrate: Armini (L). All. Barbolini.

REALE MUTUA FENERA CHIERI '76: Skinner 19, Zakchaiou 15, Malinov 4, Omoruyi 11, Gray, Anthouli 2, Spirito (L), Grobelna 20, Weitzel 12, Kingdon Rishel 1, Morello, Papa. Non entrate: Kone, Rolando (L). All. Bregoli.

ARBITRI: Zavater, Giardini.

Durata set: 24', 27', 31', 30', 18'; Tot: 130'.

MVP: Lindsey Ruddins (Savino Del Bene Scandicci)

Spettatori: 2825

PROSECCO DOC IMOCO CONEGLIANO - TRASPORTIPESANTI CASALMAGGIORE-

La Prosecco DOC Imoco Volley vince anche nella 9° di campionato al Palaverde con la Trasportipesanti Casalmaggiore e continua la sua marcia imbattuta in testa alla classifica. Nonostante le assenze (Wolosz e Plummer) la squadra di coach Santarelli prosegue spedita il suo ottimo inizio di stagione ed ora dopo una settimana con due partite in casa, torna a viaggiare destinazione Polonia perché mercoledì torna la Champions sul campo del Resovia.

Prima della partita, in occasione della Giornata Mondiale Contro la Violenza sulle Donne, le capitane di Conegliano (Asia Wolosz) e Casalmaggiore (Elena Perinelli) hanno letto un toccante appello per sensibilizzare il pubblico a un tema tristemente di stretta attualità, invitando gli spettatori a divulgare il numero 1522 anti violenza e stalking, da chiamare in caso di problematiche legate alla violenza sulle donne. Al posto del minuto di silenzio è stato celebrato il “minuto di rumore” per ricordare la scomparsa di Giulia Cecchettin e di tutte le donne vittime di violenza.

I sestetti del match: coach Santarelli parte con con Bugg al palleggio, Haak opposto, al centro Squarcini e Fahr, schiacciatrici Lanier e Cook, libero De Gennaro; le lupe lombarde si schierano con l’ex Hancock in regia, Smarzek opposto, al centro Manfredini e Lohuis, in banda Cagnin e Edwards, libero un’altra ex, Chiara De Bortoli.

Primo set che inizia di fronte a 5003 spettatori in un Palaverde come sempre caldo per sostenere le campionesse d’Italia. Partenza sprint di Casalmaggiore (0-3) con Hancock al servizio autrice anche di un ace che mantiene il break di vantaggio con una schiacciata di Cagnin (2-5).  Bella Haak (attacco) e Cook (muro) riducono le distanze (4-5), ma la Trasportipesanti grazie a due attacchi dell’ex Cagnin, scatenata, e una fast di Lohuis si riporta in vantaggio di quattro lunghezze (4-8) costringendo Santarelli a chiamare il suo primo time out. La Prosecco DOC piazza subito un minibreak firmato Lanier-Squarcini che riporta il punteggio sulla parità (8-8). Il muro di Fahr, sempre attenta sotto rete, e i due attacchi della fuoriclasse svedese Haak obbligano coach Musso due timeout ravvicinati (15-12). Conegliano spinge fino al +5 (18-13), ma Casalmaggiore non molla: due ace consecutivi della neo entrata Obossa e un colpo vincente di Manfredini riportano le “lupe” a -1 (18-17), coach Santarelli corre ai ripari con il secondo timeout (18-17). L’attacco di Cook e la murata di Bugg trovano la pronta risposta di Smarzek e Alvarado con l’ace che riportano la Trasportipesanti in parità (22-22). Finale di primo set punto a punto, le Pantere annullano anche un set point finchè Robinson Cook e due colpi in fila di Lanier chiudono il set sul 27 a 25.

Si riprende a giocare e Squarcni e Haak per la Prosecco DOC, Smarzek e Manfredini per Casalmaggiore mettono sul tabellone i primi punti del secondo set. Robinson Cook riduce il gap, ma la VBC continua a mantenere 3 lunghezze di vantaggio (7-10) confermandosi in ottima serata. Haak e Fahr mandano le campionesse d’Italia sul +1 e coach Musso chiama il primo timeout. Ancora Khalia Lanier (11 punti in totale alla fine) e Bella Haak (chiuderà con 15) a segno per la Prosecco DOC che prova ad allungare, ma la Trasportipesanti con Manfredini (6 punti nel set) e l’ex Cagnin si tiene aggrappata al match e ancora una volta torna sotto, mai doma (18-17). Botta e risposta tra le due formazioni in un altro convulso finale, Smarzek (8 punti nel set) e Acosta costringono coach Santarelli al timeout sul punteggio di parità (19-19). Ancora battaglia, le ospiti prendonoanche un’incollatura di vantaggio, ma una super Robinson Cook e ancora Lanier spingono per la volata finale della Prosecco DOC Imoco. Alla fine è Bella Haak a chiudere il secondo set sul 25-23 con il quinto punto del suo buon parziale.

Nel terzo parziale parte ancora forte Casalmaggiore che si porta subito sul 1 a 3, ma stavolta Conegliano è attenta e non vuole correre i rischi dei primi due set: la diefsa cresce di tono, poi i muri di Bugg e Fahr fissano il punteggio sul 7 a 7. La Prosecco DOC Imoco insiste con l’attacco millimetrico di un’ottima Kelsey Robinson Cook (sarà MVP con 13 punti e il 61% in attacco!) e la murata di Sarah Fahr (altra gran partita con 13 punti, 4 muri e il 77% in attacco), vola avanti 11 a 9 e coach Musso annusato il pericolo chiama time out. Robinson Cook però non si spegne e con una costante Haak arriva il primo break importante per la squadra gialloblù (16-11). Il muro di Lohuis e l’attacco di Smarzek allarmano coach Santarelli che chiede time out sul 18-15. Due murate di una Fahr in versione-saracinesca chiudono il set sul 25-17 per la gioia dei 5000 del Palaverde, caldissimi anche stasera per le loro Pantere capaci di regalare un’altra bella soddisfazone ai loro splendidi tifosi.

I PROTAGONISTI-

Kelsey Robinson Cook (Prosecco Doc Imoco Conegliano)- « Nonostante siamo alle prese con qualche assenza, la squadra ha risposto bene e come mercoledì abche oggi abbiamo fatto una buona gara e portato a casa i tre punti che era il nostro obiettivo. Oggi non è stato facile specie nei primi due set, ma abbiamo tenuto nei momenti decisivi e siamo riuscite a domare le avversarie. Ora ci concentriamo sulla Champions, mercoledì abbiamo una trasferta difficoe a Resovia e da domani pensiamo all'obiettivo europeo ».

Emma Cagnin (Trasportipesanti Casalmaggiore)- « Sul campo delle campionesse d'Italia abbiamo fatto una partita che ci dà fiducia nel futuro perchè tenere per due set i ritmo di uno squadrone come Conegliano è buono per noi e ci dà fiducia per il futuro. Peccato per qualche palla sfortunata, specie nel finale del primo set, ma usciamo dal Palaverde con segnali importanti per il nostro futuro. Domenica abbiamo un'altro match proibitivo con Milano, ma dobbiamo guardare avanti e continuare sulla strada dei primi due set di oggi ».

IL TABELLINO-

PROSECCO DOC IMOCO CONEGLIANO - TRASPORTIPESANTI CASALMAGGIORE 3-0 (27-25 25-23 25-17)

PROSECCO DOC IMOCO CONEGLIANO: Bugg 2, Lanier 11, Fahr 13, Haak 15, Robinson-cook 13, Squarcini 3, De Gennaro (L), Bardaro, De Kruijf. Non entrate: Wolosz, Plummer (L), Lubian, Piani, Gennari. All. Santarelli.

TRASPORTIPESANTI CASALMAGGIORE: Hancock 2, Edwards 1, Manfredini 7, Smarzek 19, Cagnin 11, Lohuis 6, De Bortoli (L), Acosta Alvarado 5, Obossa 3, Perinelli, Avenia. Non entrate: Colombo, Faraone (L). All. Musso.

ARBITRI: Puecher, Chiriatti.

Durata set: 36', 26', 23'; Tot: 85'.

MVP: Kelsey Robinson Cook (Prosecco Doc Imoco Conegliano);

Spettatori: 5003

WASH4GREEN PINEROLO - VOLLEY BERGAMO 1991-

Grande battaglia al Pala Bus Company nella nona giornata di Regular Season tra la Wash4Green Pinerolo e il Volley Bergamo 1991. Al tie break, dopo 131 minuti di gioco, è riuscita a spuntarla Pinerolo nonostante una Bergamo determinata e convincente che per ben due volte si è portata in vantaggio (0-1 e 1-2). Le padrone di casa non mettono in campo la loro miglior prestazione, troppe imprecisioni, ma portano comunque a casa due punti importantissimi. La Mvp del match è Carlotta Cambi, decisiva nel tie break sul 13-10, per lei 6 punti con un ace, brava a mandare in doppia cifra quattro su cinque delle sue attaccanti: Nemeth (20), Ungureanu (18), Akrari (17) e Polder con 13 punti. Dall’altra parte della rete Davyskiba e Lorrayna sono le migliori, rispettivamente 26 e 2 punti.

I PROTAGONISTI-

Carlotta Cambi (Wash4green Pinerolo)- « Penso che non sia stata la nostra miglior partita, penso sia stata forse la peggiore contro una squadra ai nostri livelli ma l’abbiamo portata a casa quindi mi complimento perché abbiamo dimostrato di saper giocare anche quando le cose non vanno bene. Siamo state meno precise nei colpi e non siamo riuscite ad entrare quando loro facevamo tanti errori, cosa che di solito invece riusciamo a fare bene ».

Giulia Gennari (Volley Bergamo 1991)- « Ci mancano sempre un po’ gli ultimi punti, dobbiamo diventare più incisive e ciniche e cercare di portarci a casa quello che alla fine oggi un po’ ci meritavamo. Ripartiamo, sperando che sia un crescendo e che riusciremo ad uscire da questo momento. Mancano dei dettagli, solo che sono quelli che fanno la differenza. Lavoreremo su questo sperando di riuscire a portare a casa una partita da tre punti che ci darebbe una gran bella soddisfazione ».

IL TABELLINO-

WASH4GREEN PINEROLO - VOLLEY BERGAMO 1991 3-2 (22-25 26-24 19-25 26-24 15-10)

WASH4GREEN PINEROLO: Cambi 6, Sorokaite 5, Akrari 17, Ne'meth 20, Ungureanu 18, Polder 13, Moro (L), Storck 2, Bussoli 1, Camera, Cosi. Non entrate: Di Mario. All. Marchiaro.

VOLLEY BERGAMO 1991: Nervini 5, Melandri 7, Da Silva 24, Davyskiba 26, Butigan 14, Gennari 7, Cecchetto (L), Rozanski 5, Cicola. Non entrate: Pistolesi, Fitzmorris, Pasquino, Bovo, Scialanca (L). All. Bigarelli 

ARBITRI: Salvati, Rossi.

Durata set: 29', 28', 25', 33', 16'; Tot: 131'.

Mvp: Carlotta Cambi (Wash4green Pinerolo

Spettatori: 1212

I RISULTATI-

Prosecco Doc Imoco Conegliano - Trasportipesanti Casalmaggiore 3-0 (27-25, 25-23, 25-17);

Savino Del Bene Scandicci - Reale Mutua Fenera Chieri '76 3-2 (25-17, 20-25, 26-28, 25-21, 15-11);

Igor Gorgonzola Novara - Il Bisonte Firenze 3-1 (25-16, 44-42, 23-25, 25-22) Giocata ieri;

Uyba Volley Busto Arsizio - Honda Olivero S.Bernardo Cuneo 2-3 (25-20, 22-25, 22-25, 27-25, 12-15);

Wash4green Pinerolo - Volley Bergamo 1991 3-2 (22-25, 26-24, 19-25, 26-24, 15-10);

Roma Volley Club - Allianz Vero Volley Milano 0-3 (21-25, 18-25, 22-25);

Itas Trentino - Megabox Ond. Savio Vallefoglia 0-3 (24-26, 18-25, 14-25) Giocata ieri.

LA CLASSIFICA-

Prosecco Doc Imoco Conegliano 27, Igor Gorgonzola Novara 24, Allianz Vero Volley Milano 23, Savino Del Bene Scandicci 21, Reale Mutua Fenera Chieri '76 15, Wash4green Pinerolo 14, Il Bisonte Firenze 12, Honda Olivero S.Bernardo Cuneo 10, Roma Volley Club 10, Megabox Ond. Savio Vallefoglia 10, Trasportipesanti Casalmaggiore 8, Uyba Volley Busto Arsizio 8, Volley Bergamo 1991 5, Itas Trentino 2.

IL PROSSIMO TURNO-

Sabato 2 dicembre 2023, ore 21.00

Wash4green Pinerolo - Savino Del Bene Scandicci

Domenica 3 dicembre 2023, ore 17.00

Roma Volley Club - Honda Olivero S.Bernardo Cuneo

Megabox Ond. Savio Vallefoglia - Il Bisonte Firenze

Volley Bergamo 1991 - Itas Trentino

Allianz Vero Volley Milano - Trasportipesanti Casalmaggiore

Reale Mutua Fenera Chieri '76 - Uyba Volley Busto Arsizio

Domenica 3 dicembre 2023, ore 19.30

Igor Gorgonzola Novara - Prosecco Doc Imoco Conegliano


Acquista ora il tuo biglietto! Segui dal vivo la partita.© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti