Motori
0

Mongol Rally, Bocci: “Un viaggio assurdo per scopi benefici”

La chiamano la corsa più pazza del mondo: 15mila chilometri da Praga alla Mongolia attraverso due continenti, senza gps, senza un percorso prestabilito e senza soccorsi ma con la sola possibilità di consultare mappe cartacee a bordo di auto di seconda mano tutt’altro che sportive. Quaranta giorni di traversata con altissime probabilità di fallimento (il 50% dei partecipanti non ce la fa). A tenere in alto i colori italiani ci sarà il Tandem Express Team, ovvero Roberto Bocci, Antonino Paolino e, collegata da Bruxelles, Claudia Colla (intervista di Simone Zizzari)

Per approfondire

Commenti

I Più

Potrebbero interessarti

Commenti