Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Altre Notizie

Vedi Tutte
Altre Notizie

Fiumicino, che caos Incendio in aeroporto

Le fiamme sono divampate in un bar interno del terminal 3 intorno alla mezzanotte e solo questa mattina sono state domate: scalo chiuso per qualche ora, poi gradualmente è stato riaperto , bloccate strade e treni. Tre intossicati ma ancora ignote le cause

 

giovedì 7 maggio 2015 14:03

ROMA - Un incendio è divampato verso le 00:15 nel terminal 3 dell'aeroporto internazionale Leonardo da Vinci di Fiumicino. Il terminal dei voli internazionali è stato evacuato e i Vigili del fuoco, dopo molte ore di lavoro, sono riusciti a domare le fiamme. Ancora ignote le cause del rogo. Secondo i Carabinieri di Fiumicino, ci sarebbe qualche intossicato ma nessun ferito. Secondo le prime informazioni, le fiamme sarebbero partite dalla cucina di una zona ristorante ed avrebbero interessato anche parte del terminal 2. E in seguito all'incendio scoppiato stanotte nel terminal T3 - arrivi e partenze internazionali -, l'aeroporto internazionale di Fiumicino è stato chiuso per qualche ora per poi riaprire gradualmente nel corso della giornata.

IL TESTIMONE -"Abbiamo visto una colonna di fumo altissima e poi siamo usciti per capire cosa stava succedendo". Queste le parole di uno degli operatori dell'aeroporto di Fiumicino, al lavoro la notte scorsa proprio mentre divampava l'incendio al Terminal 3. "Quando ci siamo accorti del fumo - racconta - era mezzanotte ed il terminal era già bloccato, così come il 2. Fuori c'erano polizia, vigili del fuoco e una quarantina di passeggeri. C'era una nebbia fittissima. Secondo quanto ci hanno raccontato, le fiamme si sarebbero sviluppate da un ristorante del Terminal 3"

L'OPERATORE -"Era tutto un muro di fumo: in oltre trent'anni di servizio in aeroporto non ho mai visto a di simile. Non riuscivamo ad avvicinarci. Poi sono subito intervenuti i vigili del fuoco che hanno lavorato duramente fino alle 7 di questa mattina per spegnere l'incendio". È la testimonianza di un operatore aeroportuale che questa notte era presente quando si è sviluppato l'incendio nella zona del terminal 3 dell'aeroporto di Fiumicino. Attualmente le squadre di vigili del fuoco stanno continuando a lavorare per mettere in sicurezza tutte le zone interessate dalle fiamme. Non è ancora chiara l'entità dei danni né quali strutture effettivamente siano rimaste danneggiate. Per chiarire le cause che hanno portato al rogo servirà probabilmente anche l'ausilio del sistema di telecamere presenti nello scalo. Tutte le zone del terminal 3 e del terminal 2 rimangono precluse alle persone non autorizzate.

I DANNI - L'incendio al terminal 3 dell'aeroporto di Fiumicino non ha toccato i banchi di accettazione e gli strumenti operativi per la sicurezza, a cominciare dai metal detector; è andata, invece ampiamente distrutta l'area residua del terminal stesso. Lo si apprende da fonti aeroportuali. Secondo quanto si è appreso, l'incendio avrebbe provocato la distruzione anche di alcune cabine di controllo passaporti. Tra l'altro sono molti i negozi distrutti nell'incendio al Terminal 3 dell'aeroporto di Fiumicino. Lo riferiscono i vigili del fuoco che hanno spento le fiamme. Secondo quanto si è appreso, l'incendio si è sviluppato all'interno dell'area commerciale al piano -1 del Terminal e ha interessato un'area di circa 400 metri quadrati.

Per Approfondire