Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Altri Sport

Vedi Tutte
Altri Sport

Coni, Malagò: «Candidature? Solo con chi è motivato»

Coni, Malagò: «Candidature? Solo con chi è motivato»
© ANSA

Il presidente dello sport italiano: «Da oggi, si punterà dove ci sono amministrazioni locali felici di ospitare questo tipo di manifestazioni. Non siamo così masochisti... Per Milano 2019 suggerisco Diana Bianchedi»

 

giovedì 3 novembre 2016 14:28

ROMA - «Nuove candidature in cantiere dopo lo shock Roma 2024? Al momento è giusto 'cucinare' al meglio quelle che sono in piedi. Per candidarci servono sempre l'appoggio di Governo, Coni ed enti locali. È chiaro che, da oggi, si punterà dove ci sono amministrazioni locali felici di ospitare questo tipo di manifestazioni. Non siamo così masochisti...». Lo ha detto il presidente del Coni, Giovanni Malagò, a margine della Giunta nazionale odierna. «La ferita di Roma 2024 rimane, soprattutto per il rammarico di un'occasione persa, ma siamo uomini di sport e abbiamo il dovere di guardare avanti», ha precisato il capo dello sport italiano, che prende in riferimento la candidatura di Milano a ospitare la sessione del Cio 2019: «È il caso di Maroni e Sala, felici e disponibili a poter cogliere questa opportunità, sia per valore aggiunto che incoming significativo». E, proprio su Milano 2019, Malagò sostiene: «Abbiamo messo in moto la macchina, bisogna fare un dossier ed è facile ipotizzare una serata inaugurale alla Scala. A Sala e Maroni mi sono permesso di suggerire Diana Bianchedi, tra l'altro nata anche a Milano: sicuramente sarà lei l'interfaccia con gli Enti locali. Ci sono possibilità che andremo comunque a Lima per presentare e si spera farci votare la sessione del Cio a Milano».

Articoli correlati

Commenti