Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Atletica

Vedi Tutte
Atletica

Golden Gala, una parata di stelle dell'atletica all'Olimpico

Golden Gala, una parata di stelle dell'atletica all'Olimpico
© FOTOROMASPORT

Sono 119 medaglie d'oro tra Olimpiadi, Mondiali ed Europei a partecipare alla 37ª edizione della manifestazione in programma l'8 giugno

Sullo stesso argomento

 

martedì 9 maggio 2017 16:12

ROMA - Una parata di stelle internazionali, ben 119 medaglie d'oro tra Olimpiadi, Mondiali ed Europei, oltre all'attesa per gli azzurri Tortu e Howe. Sono solo alcuni degli spunti che offrirà la 37ª edizione del Golden Gala 'Pietro Mennea' in programma l'8 giugno, quarta tappa della Iaaf Diamond League 2017 di atletica leggera e che quest'anno inizia un percorso tutto nuovo per arrivare a correre da solo: "Sarà un Golden Gala 'sfidante'", spiega infatti il presidente della Fidal, Alfio Giomi, alla presentazione di oggi all'Olimpico, rivelando che «alcuni mesi fa, insieme a Coni servizi abbiamo discusso del futuro del Golden Gala e ci siamo posti degli obiettivi». Primo tra tutti, rendere il meeting "autosufficiente" e far sì che «possa crescere per conto proprio, mantenendo un cast altissimo». Questo grazie all'ingresso di tre nuovi sponsor (Asics, Bridgestone e Uliveto) come risultato di una "fortissima" sinergia con Coni servizi.

LE ULTIME SULL'ATLETICA

LE STELLE - Annunciate in pista ben 36 medaglie di Rio 2016 con i podi al completo di quattro specialità (giavellotto maschile, alto, asta e triplo femminili), in tutto 17 ori olimpici (10 di Rio 2016), 44 iridati e58 europei. «L'atletica è alla base di tutto e ci attende un quadriennio chiave, per raccogliere risultati in progressione da qui a Tokyo 2020», ha invece sottolineato il presidente del Coni, Giovanni Malagò. «Una sfida complicata - ha aggiunto - ma siamo consci delle responsabilità e vogliamo prendercele insieme». Tra le stelle attese, tre primatisti del mondo come lo statunitense Merritt (110 hs), e le etiopi Dibaba (1500) e Ayana (10.000), in gara nella Capitale sui 5000. E poi ancora, Justin Gatlin a caccia del quinto successo consecutivo a Roma nei 100 metri, De Grasse e Lemaitre che si contenderanno i 200 metri con il ventenne talento azzurro Filippo Tortu. Oltre alla novità del salto in lungo dove si esibirà Andrew Howe allenato da Fabrizio Donato: «Per me sarà il primo Golden Gala da allenatore - ha spiegato il triplista bronzo olimpico a Londra 2012 - Con Howe stiamo lavorando molto sul balzo, qualche giorno fa mi ha chiesto se avevo intenzione di fargli fare il salto triplo: non è ancora pronto, ma lo farà quando potrà stupire il mondo». Roma sarà anche l'occasione per rivedere tre atleti del ristretto gruppo di russi che la Iaaf ha riammesso alle gare dopo la vicenda doping: Sergey shubenkov (110 hs), Mariya Kuchina (alto) e Anzhelika Sidorova (asta). La marcia di avvicinamento al Golden Gala 2017 inizierà con la Runfest, il grande festival italiano dell'atletica e del running dal 3 all'8 giugno alParco del Foro Italico.

DONATO ALLENA HOWE

Articoli correlati

Commenti