Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Ciclisti trapiantati e Diamo il meglio di noi a CRVII
Gran Fondo
0

Ciclisti trapiantati e Diamo il meglio di noi a CRVII

Granfondo Campagnolo Roma, ormai alla sua settima edizione, si è sempre presentata come passione per le due ruote, come manifestazione che promuove lo sport al centro

CRVII  sin dalla prima edizione, annovera tra i suoi partner istituzionali il “Centro Nazionale Trapianti”.

Una squadra speciale composta da ciclisti trapiantati di organo e da medici corre la Granfondo ogni anno a testimoniare che dopo il trapianto si può! Si può tornare ad una vita piena, si può fare attività fisica, si può correre una granfondo ciclistica!

Domenica 14 Ottobre, alle 7:15, saranno in migliaia a coprire l’ombra del Colosseo per CRVII. Tra di essi, come ormai consuetudine, il Team Aned Sport porta al via diversi rappresentati, che, con orgoglio, vestono la maglia ufficiale e si impegnano alla diffusione del messaggio: “Il trapianto è vita”.

Messaggio pienamente condiviso dai due membri che non vedono l’ora di vivere la prima granfondo a Roma: Daniele Fabbri e Lilla Castellani.

Prima volta nella Capitale, infatti, per entrambi ma sicuramente non neofiti.

Il classico motto “tutte le strade portano a Roma”, si trasforma, con Davide Fabbri in “tutte le Granfondo portano a CRVII”. Lui, infatti, nella capitale, celebrerà l’l’ultima granfondo stagionale, dopo sette già percorse. Indosserà con orgoglio la maglia ANED, con altrettanto sentimento sarà consapevole dell’importanza del messaggio di cui è portatore e che ogni pedalata ha per chi, come lui, ha vissuto la paura del pre e post intervento.

Perché, è provato, se il trapianto è vita, l’attività fisica può essere il sostegno, la spinta, per tornare a vivere.  

Davide ne è convinto. Lui che, trapiantato di Rene nel 2015, non esita a dire quanto sia “bello ritrovarsi tutti insieme ma la cosa più importante sia trasmettere questo messaggio che i nostri colori rappresentano: il trapianto è vita”.

Perché, è provato, se il trapianto è vita, l’attività fisica può essere il sostegno, la spinta, per tornare a vivere.  

Anche per Liliana sarà una prima volta la granfondo della capitale. Anche per lei, però, non si può parlare di battesimo nello sport. Infatti, da sempre sportiva sostiene “che lo sport è da sempre molto importante, un modo per non lasciarsi sopraffare dalla malattia. Dopo il trapianto ha raggiunto altre valenze. La partecipazione alla granfondo è proprio questo: manifesta la capacità di superare le difficoltà, le sfide con se stessi e l’errata concezione che il trapianto sia morte. NO, il trapianto è vita!”.

La sua partecipazione è per lei un mezzo per per “dare qualcosa in cambio, per dimostrare a tutti che i trapiantati non restano degli invalidi”.

Questo Liliana lo sa bene, lei che, dopo l’operazione di trapianto di reni, non solo non si è lasciata andare ma, oltre alla partecipazione ai campionati italiani patrocinata dal Centro nazionale Trapianti, ha ottenuto l’argento di categoria ai campionati europei a Cagliari.

Ciò  che entrambi questi due atleti sottolineano è la forza del team, la bellezza di essere tutti insieme, di ritrovarsi e di leggere negli occhi di ciascuno “lo stesso spirito di rivincita”.

Alla partenza, con Davide e Liliana ci saranno anche altri membri di Aned Sport: Ivano, Antonino, Beniamino, Enrico, Ermanno, Lucio, Roberto Capraro e Roberto Taglietti; un team speciale che corre anche per ringraziare chi ha permesso loro di ritornare ad una vita piena: i donatori e le loro famiglie.

Il centro Nazionale Trapianti sarà presente a Granfondo Roma anche al Villaggio alle Terme di Caracalla con uno spazio dedicato alla Campagna su Donazione e Trapianto di organi e tessuti, Diamo il Meglio di noi in virtù della partnership con Granfondo Campagnolo Roma e AS Roma Ciclismo.

Accorrete e parlate con loro, l’iniziativa è rivolta a tutti perchè, come le figlie di Liliana sostengono “la forza di volontà e l’iniziativa di medici e pazienti, la loro mission, creano eventi che toccano nel profondo, tra i più belli da vivere.

Adulti e bambini saranno insieme sotto il segno del cuore!

Vedi tutte le news di Gran Fondo

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti