Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Golf, Pga Tour: al Quicken Loans trionfa Francesco Molinari 
© AP
Golf
0

Golf, Pga Tour: al Quicken Loans trionfa Francesco Molinari 

L'azzurro firma l'impresa: erano 71 anni che un italiano non trionfava sul massimo circuito statunitense 

ROMA - La consapevolezza di aver centrato un'impresa unica, la voglia di non fermarsi e realizzare il sogno major. Con un occhio alla Ryder Cup. Dopo la vittoria al Quickens Loans National di golf, la prima in carriera sul PGA Tour, Francesco Molinari vuole continuare a stupire. «All'Open Championship proverò, come sempre, a vincere». L'appuntamento con un'altra possibile pagina di storia è fissato per la fine di luglio (19-22 in Scozia). «Prima tornerò però a giocare in America al John Deere Classic. A Potomac, nel Maryland, ho realizzato qualcosa di magico. La soddisfazione è grande, sono ovviamente felice e compiaciuto. Pensavo in un finale più combattuto e invece ho dovuto soffrire meno del previsto». Merito della regolarità e della concretezza di "Chicco" Molinari che dopo il Masters di Augusta ha cambiato marcia. Prima la vittoria nel BMW PGA Championship, poi il secondo posto all'Open d'Italia e quindi una delle gioie più grandi di una carriera strepitosa, il successo sul massimo circuito americano. «Non ho iniziato al meglio la stagione - ammette il piemontese - eppure sentivo che sarebbe arrivato il mio momento. Mi sono allenato duramente, specialmente sul putt, senza mai smettere di crederci. Ricevere le congratulazioni e il trofeo dalle mani di Tiger Woods, il mio idolo di sempre, è stato magico e indimenticabile. Così come leggere le dichiarazioni rilasciate dal presidente della Federgolf Franco Chimenti, che con le sue parole mi ha davvero emozionato. Questo è certamente un successo importante anche per il cammino verso l'edizione italiana della Ryder Cup 2022. Con la marcia d'avvicinamento intrapresa dalla FIG che è sicuramente quella giusta». Il timore di non farcela per la sfida di Parigi e la consapevolezza, dopo mesi di riconoscimenti e successi, di avere il pass in tasca. «La strada è ancora lunga. Conto di farcela e sarebbe davvero bello far parte del roster del Vecchio Continente. L'obiettivo è certamente quello di ottenere la qualificazione senza dover sperare in una wild card». Ora una settimana di riposo e poi il ritorno sul green. Con Molinari che incassa di buon grado i complimenti arrivati da ogni dove ma che come sempre resta concentrato su quello che avviene in campo. Dopo il pokerissimo di successi sull'European Tour e la prima gioia sul PGA Tour, l'azzurro in Scozia vuole infrangere anche l'ultimo tabù e vincere un major.

LE PAROLE DI MALAGÒ- Complimenti che arrivano anche dal presidente del Coni:«Sono molto felice per Chicco Molinari: stava giocando bene, ma nel golf può succedere di vincere un grande torneo e poi sparire, invece lui ha una straordinaria perseveranza e una grande continuità nell'ottenere risultati di alto livello. Ha fatto grandi miglioramenti sotto ogni punto di vista, tecnico e anche emotivo». Queste le parole di Giovanni Malagò sulla vittoria di Francesco Molinari al Quicken Loans National. «Sono davvero felice perchè il golf è una di quelle discipline in cui non siamo riusciti ad andare a medaglia alle Olimpiadi di Rio de Janeiro, invece oggi abbiamo ottime possibilità per Tokyo2020», ha sottolineato il numero uno dello sport italiano a margine di un evento al Circolo Canottieri Aniene di Roma.

Vedi tutte le news di Golf

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

Altri Sport

Tutte le notizie di Altri Sport