Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Rugby

Vedi Tutte
Rugby

Verso Italia-Sudafrica, O'Shea: «Loro grandi ma anche noi»

Verso Italia-Sudafrica, O'Shea: «Loro grandi ma anche noi»
© LaPresse/Spada

Il ct azzurro: «Sarà un partita molto, molto dura. Loro sono una squadra migliore di un anno fa»

Sullo stesso argomento

 

giovedì 23 novembre 2017 17:43

PADOVA - "Sarà un partita molto, molto dura. Loro sono una squadra migliore di un anno fa. Ma lo siamo anche noi". Il ct dell'Italrugby Conor O'Shea sembra voler mettere le mani avanti in vista della sfida di sabato all'Euganeo di Padova contro il Sudafrica, rivincita di quella di un anno fa a Firenze in cui gli azzurri vinsero sovvertendo ogni previsione. "Contro l'Argentina abbiamo avuto una buona prestazione - dice ancora O'Shea riferendosi al match di sabato scorso -, ma abbiamo avuto difficoltà nelle nostre uscite dal campo e siamo stati poco precisi. Sono sicuro che potremo essere molto competitivi sabato contro gli Springboks se il nostro focus sarà quello giusto". Ma che tipo di rivale è il Sudafrica? "È una grande squadra - risponde il ct -, un mese fa stava per battere gli All Blacks. È vero che ha faticato molto contro l'Irlanda, ma la settimana scorsa ha sconfitto la Francia a Parigi. Ma, come sempre, noi dobbiamo pensare a noi stessi, alla nostra prestazione, e non agli avversari: abbiamo ottimi giocatori in ogni ruolo, esattamente come loro. Dovremo fare una prestazione di alto livello, concretizzando nei momenti giusti".

Ultime notizie altri sport - Corsport Tv

«CONTA IL FUTURO» - Inevitabile il pensiero al match contro i bicampioni del mondo vinto a Firenze dodici mesi fa. "Per me la storia non conta, conta il futuro - dice O'Shea -. Sono contento dei cambiamenti che stiamo apportando, di come stiamo cambiando le cose. Sono state settimane emozionanti, da Catania a Firenze fino qui a Padova, dove si respira rugby: abbiamo sempre sentito il calore del pubblico e vogliamo chiudere questo 2017 con una prestazione che faccia sentire i nostri sostenitori orgogliosi di questa nazionale".

Articoli correlati

Commenti