Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Sei Nazioni

Vedi Tutte
Sei Nazioni

Rugby, Sei Nazioni. Brunel: «L'Italia ha già battuto l'Irlanda»

Il ct della nazionale: «Sarà sicuramente una sfida difficile, ma dovremo scendere in campo con questo ricordo nella testa»

 

giovedì 6 marzo 2014 22:18

ROMA - "L'Irlanda è migliorata, ma non dobbiamo dimenticare che lo scorso anno l'abbiamo battuta e che abbiamo la possibilità di vincere. Sarà sicuramente una sfida difficile, ma dovremo scendere in campo con questo ricordo nella testa". Dopo la sconfitta interna contro la Scozia, il ct dell'Italrugby Jacques Brunel prova a caricare la squadra azzurra in vista del penultimo appuntamento del 'Sei Nazioni' in programma sabato all'Aviva Stadium di Dublino.

PARISSE OUT - In casa della capolista non ci sarà Sergio Parisse, a riposo precauzionale (problemi al polpaccio) in vista di un suo possibile impiego contro l'Inghilterra nel turno conclusivo del torneo, così i gradi di capitano saranno affidati a Bortolami, mentre in mediana ci saranno Orquera all'apertura assieme a Tebaldi. "Ma in testa non abbiamo già l'Inghilterra - puntualizza Brunel - Il nostro obiettivo è pensare alla sfida con l'Irlanda. Quanto peserà l'assenza di Parisse? Bortolami ha una bella conoscenza del ruolo di capitano e spero che tutti gli altri si prendano più responsabilità".

FORMAZIONE ITALIA -  Questa la formazione dell'Italia scelta da Brunel per la sfida di Dublino contro l'Irlanda valida per il 'Sei Nazionì di rugby: 15 Luke McLean; 14 Angelo Esposito; 13 Michele Campagnaro, 12 Gonzalo Garcia; 11 Leonardo Sarto; 10 Luciano Orquera; 9 Tito Tebaldi; 8 Robert Barbieri; 7 Paul Derbyshire; 6 Joshua Furno; 5 Marco Bortolami; 4 Quintin Geldenhuys; 3 Martin Castrogiovanni; 2 Leonardo Ghiraldini; 1 Alberto De Marchi. A disposizione: 16 Davide Giazzon; 17 Michele Rizzo; 18 Lorenzo Cittadini; 19 Antonio Pavanello; 20 Manoa Vosawai; 21 Edoardo Gori; 22 Tommaso Allan; 23 Andrea Masi

Per Approfondire