Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Rugby Sei Nazioni: l'Italia cede al Galles 15-26, diciannovesimo  ko di fila per gli azzurri
© Getty Images
Sei Nazioni
0

Rugby Sei Nazioni: l'Italia cede al Galles 15-26, diciannovesimo ko di fila per gli azzurri

All'Olimpico non bastano due mete agli azzurri 

ROMA - Ancora una sconfitta per l'Italia nel Sei Nazioni di Rugby. All'Olimpico, il Galles vince 15-26 nel debutto casalingo degli azzurri nel torneo. Due mete per parte. I calci piazzati fanno la differenza. 

PRIMO TEMPO EQUILIBRATO  - Il  Galles trova i primi punti della partita dopo appena 30” con il piazzato di Biggar. I continui raggruppamenti offensivi dei Dragoni costringono l’Italia sulla difensiva. Gli azzurri comunque riescono a contenere le offensive avversarie nell’area di meta. Il Galles sale 0-12, alla mezzora, con altre tre punizioni di Biggar. E’ dell’Italia però la prima meta della partita al 35’ con Steyn, letteralmente sospinto oltre la linea dall’avanzamento della mischia azzurra nei 22. Trasforma Allan per il 7-12 all’intervallo che tiene aperta la contesa con l’Italia che avrebbe potuto accorciare ulteriormente le distanze con la punizione calciata dallo stesso Allan sul palo nel minuto di recupero. 

IL GALLES PASSA NELLA RIPRESA - Non sbaglia Allan al 44’con il piazzato di Allan per il 10-12 che esalta il pubblico dell’Olimpico. Il Galles, pur con la supremazia dei possessi, non procura eccessivi patemi all’Italia ma riesce a passare al 54’ con la meta di Adams che scaturisce da un’avanzata sull’esterno. Biggar trasforma per il 10-19. La meta gallese azzera le velleità degli azzurri che capitolano con la meta di Watkin. La meta di Parisse serve solo per l'onore e per il 15-26 finale che decreta il diciannovesimo ko di fila per gli azzurri nel Sei Nazioni. Galles primo in classifica in attesa del match tra Inghilterra e Francia. 


Vedi tutte le news di Sei Nazioni

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti