Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Champions League

Vedi Tutte
Champions League

Champions League, Utena beffa Sassari all'overtime

Champions League, Utena beffa Sassari all'overtime
© Ciamillo

Sospinti da Dendy (22 punti e 8 rimbalzi), i lituani si sono imposti per 90-85 dopo un supplementare

 

mercoledì 8 novembre 2017 20:45

ROMA - Trasferta in Lituania amara per la Dinamo Sassari che, orfana di Jones e Stipcevic, ha rimediato il secondo ko di fila in Champions perdendo 90-85 dopo un supplementare contro la Juventus Utena. Grande protagonista del successo dei lituani è stato LaRon Dandy, autore di 22 punti e 8 rimbalzi. Non sono bastati invece ai biancoblu sassaresi i 22 punti e 9 rimbalzi di Scott Bamforth, che però ha anche perso 8 palloni, e la doppia doppia di Achille Polonara (14 punti e 11 rimbalzi). Dopo un primo quarto chiuso in vantaggio da Sassari, Utena ha preso in mano le redini del match portandosi fino al +6 all'intervallo lungo (45-39). Il vantaggio lituano in uscita dagli spogliatoi è addirittura cresciuto sino a toccare le 10 lunghezze (68-58). I canestri di Bamforth e le triple di Devecchi hanno però consentito alla Dinamo di rosicchiare punti preziosi alla Juventus e ritrovare fiducia per poi cominciare il quarto quarto con il turbo innestato e mettere addirittura la testa avanti grazie ad un parziale di 12-0 chiuso da Polonara e Bamforth che è valso il +5 biancoblu (75-70). Utena, nonostante le difficoltà, è comunque riuscita a non crollare e a ritrovato ben presto la parità riuscendo poi a portare il match all'overtime dove hanno fatto la differenza i punti di Ireland e dell'ex Fortitudo Bologna Jonte Flowers.  

RABBIA - A fine gara il coach della Dinamo Federico Pasquini non ha risparmiato una stoccata all'arbitraggio ed ha esternato tutta la sua delusione per alcune decisioni della terna: «Nel secondo quarto abbiamo fatto qualche errore in difesa e loro ne hanno approfittato. Nel terzo quarto poi siamo riusciti a prendere il controllo del match ma gli arbitri evidentemente hanno deciso che non potevamo vincere e hanno iniziato a fischiare di tutto. Non posso dire di più e rimproverare nulla alla squadra, la partita è stata decisa dalle decisioni finali degli arbitri». A fargli eco anche il presidente del club biancoblu Stefano Sardara che si è sfogato via Twitter: «Ora basta!!! Non ci sto più a farmi massacrare dalla terna arbitrale ad ogni partita di Champions League».


Articoli correlati

Commenti